48′ Rally del Friuli Alpi Orientali

Si è tenuta oggi la presentazione del 48′ Rally del Friuli Alpi Orientali – 17′ Historic Alpi Orientali 2012. Nel corso della conferenza stampa è stata ufficializzata la notizia dell’annullamento della prova speciale Spettacolo, che si sarebbe dovuta svolgere in notturna il 31 agosto, in Piazza Primo Maggio a Udine. Le motivazioni sembrano essere legate a problemi di sicurezza e di ordine pubblico, i quali hanno di fatto bloccato la concessione per lo svolgimento della prova.

Foto di Dario Furlan




sanremo: Le “piccole” della Matuziana in Spagna per il 4 Spain Trophy 2012


Oggi a Santa Susanna in Costa Brava alle 11:30 la prima partita delle “piccoline” nate tra il 2000 e il 2002 contro la Dimsoft Bucarest (Romania) per il torneo a due gironi con 4 squadre europee riservato alla categoria pulcini femminile che unisce lo sport non solo al divertimento ma anche alla scoperta della Spagna.
In campo Maira Curduma, Giorgia De Mattia, le sorelle Matilde e Lucrezia Croesi, Maria Chiara Giordano, Sanda Popov, Eleonora Rossi, Chiara De Stefano, Stefania Cino, allenate da Alessio Zunino. Nello stesso girone della Matuziana partecipano anche il Poble Nou (Spagna) e il Praese (di Genova) con cui le piccole calciatrici si scontreranno rispettivamente domani alle 11:20 e alle 9:50, passeranno il turno le due migliori squadre che a loro volta si confronteranno con le due migliori dell’altro girone al quale partecipano la Racing Blanenc ( Spagna), Scafati ( Italia ), Pieve ligure (Italia) e Bucarest ( Romania ). Al 4 Spain Trophy che inizia oggi e termina il 7 luglio partecipano ben 120 squadre femminili tra le prime in nord Europa nei rispettivi campionati delle categorie under 11 ,12, 13, 15, 16, 17. Un grande “suerte” alle nostre piccole biancazzurre augurando loro di divertirsi nel segno dell’agonismo ma soprattutto della sportività.
Dal corrispondente di Imperia



Pronti per l’Ora della Terra?

Oggi dalle 20.30 alle 21.30 spegni la luce per un ‘ora e partecipa all’Ora della Terra (Earth Hour), il grande evento globale WWF per il clima che, prendendo spunto dal gesto simbolico di spegnere le luci di monumenti e luoghi simbolo, coinvolge cittadini, istituzioni e imprese in azioni concrete per dare al mondo un futuro sostenibile e vincere la sfida del cambiamento climatico. Scarica la app “L’Ora del WWF” con il tuo Iphone o il tuo Android. Quest’anno tanti gli eventi gli eventi in tutta Italia. Partecipa e inviaci la fotografia della Tua Ora della Terra, la pubblicheremo sul nostro sito. Inizia a vivere sostenibile, diventa Socio Paperfree ! (fonte: www.wwf.it)




DEGRADO IN ALCUNE VIE DEL CENTRO, IL SINDACO INCONTRA GLI ESERCENTI

Oggi, 27 marzo, a palazzo D’Aronco sulle vie Manin, Lovaria e della Prefettura

“Abbiamo ricevuto e stiamo tuttora ricevendo segnalazioni da parte di numerosi cittadini, in particolare residenti, che lamentano diversi disagi causati dal grande afflusso di pubblico che frequenta, soprattutto nelle ore notturne, alcuni locali di via Manin, via Lovaria e via della Prefettura. Per questo motivo ho voluto incontrare tutti gli esercenti per esporre loro la nostra preoccupazione e, allo stesso tempo, ho invitato la Polizia Municipale a monitorare la situazione incrementando i controlli”. Così il sindaco di Udine, Furio Honsell, al termine dell’incontro da lui voluto, oggi 27 marzo a palazzo D’Aronco, con gli esercenti, dodici in tutto, che hanno delle attività nelle centralissime vie del centro storico del capoluogo friulano, per sensibilizzarli ad una fattiva collaborazione nel rispetto di tutti. Alla riunione hanno partecipato anche il comandante della Polizia Locale, Giovanni Colloredo, e l’assessore alla Qualità della Città, Lorenzo Croattini. “È da troppo tempo – spiega il primo cittadino – che riceviamo segnalazioni per una notevole presenza di pubblico sulla strada, a tal punto che addirittura le persone fanno fatica a passare e spesso viene intralciato il traffico dei veicoli, in particolare dei residenti che devono tornare a casa propria”. A questa si aggiungono poi le proteste arrivate agli uffici comunali per gli eccessivi schiamazzi prodotti dalle persone in strada. Schiamazzi che disturbano i residenti della zona fino a notte inoltrata. Ma queste sono solo alcune delle lamentele arrivate agli uffici del sindaco e al comando dei vigili. “La mattina – prosegue Honsell – troviamo ogni genere di rifiuti lasciati dagli avventori sui marciapiedi, senza contare quelli prodotti direttamente dalle persone che scambiano le strade per bagni pubblici”. Ecco perché il sindaco ha chiesto al comandante della Polizia Municipale, Giovanni Colloredo, di monitorare la situazione attraverso capillari e costanti controlli, al fine di “assicurare – spiega – le esigenze delle attività da un lato e quelle della convivenza e del riposo per i residenti dall’altro”.




PIERO PELÙ OGGI COMPIE 50 ANNI

Oggi, venerdì 10 febbraio, PIERO PELÙ compie 50 anni. Da marzo il rocker purosangue fiorentino avrà modo di festeggiare il mezzo secolo con un bel giro di concerti, nei palasport delle principali città italiane ed europee, insieme all’amico-sodale GHIGO RENZULLI.  Dopo la storica e leggendaria Reunion del 2010 e sulla scia del successo dell’ultimo album di inediti “Grande Nazione” (uscito il 13 gennaio per Sony Music), i LITFIBA ritornano sulle scene live a partire dai primi giorni di marzo: a Firenze (2 marzo), Milano (6 marzo) e Roma (10 marzo) le tre grandi anteprime, poi venerdì 13 aprile approderanno al Palaverde di Treviso per la “prima” del tour che li porterà a Rimini, Genova, Torino, Bologna, Napoli, Acireale e Verona, mentre a maggio Piero & Ghigo voleranno all’estero per suonare in alcune suggestive capitali europee.  Attualmente i LITFIBA sono on air con “La mia valigia”, secondo singolo estratto dal nuovo disco di inediti “Grande Nazione”, entrato direttamente al primo posto della classifica di vendita in Italia e ancora nella Top Five.   È online il nuovo sito ufficiale della band www.litfiba.net con una nuova grafica, contenuti esclusivi e ancora più social connected. Inoltre, tutti i fan potranno scaricare l’applicazione iLitfiba per essere costantemente aggiornati su appuntamenti, live, acquistare biglietti, entrare in contatto con i social network e molto altro ancora.  I biglietti (prezzi a partire da 35 euro più diritti di prevendita) per il concerto di Treviso sono già disponibili nei punti vendita autorizzati Azalea Promotion e online su www.ticketone.it

Per informazioni sul concerto di Treviso: Azalea Promotion tel. +39 0431 510393 – www.azalea.itinfo@azalea.it Ufficio Stampa Azalea Promotion: Luigi Vignando tel. +39 348 9007439 – luigi@azalea.it

La redazione




DA OGGI CAMPAGNA EMERGENCY PER NUOVO OSPEDALE A KABUL

Si terrà sabato 18 febbraio, dalle ore 16 alle ore 19 presso la Libreria Lab Bookstore di Portogruaro (VE), il quinto appuntamento di “Emergency in Libreria”, promosso dal gruppo Emergency di Portogruaro. Tale iniziativa ha lo scopo di avvicinare la cittadinanza all’operato di Emergency, associazione fondata a Milano nel 1994 dal chirurgo Gino Strada e dalla moglie Teresa Sarti. In quasi diciotto anni di attività, Emergency è intervenuta in 16 Paesi (tra cui anche l’Italia) e ha fornito assistenza sanitaria gratuita e di elevata qualità a più di quattro milioni e mezzo di persone, vittime di guerra, fame e povertà. Il suo lavoro continua ad aumentare, dal momento che sono sempre più numerosi i pazienti che necessitano cure, ma lo stesso non vale per le risorse economiche. Ecco perché, il 17 dicembre scorso, Gino Strada ha lanciato, durante la trasmissione di RaiTre “Che tempo che fa”, la campagna SOS Emergency.

Un appello per chiedere aiuto ai tanti sostenitori che, negli anni, hanno reso possibile l’attività della ONG italiana. Parte integrante della campagna SOS Emergency consiste nella raccolta fondi tramite sms solidale al numero 45508, iniziata il 30 gennaio scorso e valida fino al 19 febbraio. Questa l’iniziativa promossa anche dal gruppo Emergency di Portogruaro in occasione del pomeriggio alla Lab Bookstore.

Ad arricchire poi l’appuntamento “Emergency in libreria” di sabato 18 febbraio Luisa Pestrin, scrittrice da anni impegnata nella letteratura per l’infanzia: alle ore 17 presenterà il suo nuovo libro “Ninna nanna della guerra”. Questo ultimo lavoro, arricchito dalle immagini di Maria Grazia Colonnello ed edito da “La Marilìa”, racconta la storia dei bambini e delle bambine di Gaza e la strage della guerra israelo-palestinese. Un’occasione per riflettere, una volta ancora, sulle oscenità della guerra e sull’impegno di Emergency in difesa dei diritti umani, primo tra tutti quello alla salute. Nei quattro passati incontri, infatti, il gruppo Emergency di Portogruaro aveva proposto e organizzato piccoli concerti con canzoni e letture inerenti ai diritti umani e visione di filmati riguardo l’attività dell’associazione.

Quando: sabato 18 febbraio 2012 dalle ore 16 alle ore 19

Dove: Libreria Lab Bookstore, corso Martiri della Libertà 19, Portogruaro (VE)

Info: emergencyportogruaro@yahoo.it

La redazione




Si abbassano i rendimenti semestrali. Oggi Consiglio dei ministri

Ventotto dicembre, giorno del Consiglio dei ministri che probabilmente discuterà su liberalizzazioni e infrastrutture, il Tesoro colloca nove miliardi di titoli di Stato all’asta causando l’abbassamento del rendimento al 3,2%, lo spread cala a 490 punti. Domani conferenza stampa dove il premier potrà illustrare i punti della fase due, il sei gennaio vertice Italia-Francia a Parigi sull’euro, a metà gennaio un nuovo incontro Francia-Italia-Germania.

A Natale lo spread tra Btp e Bund era tornato a 502 punti  base e il prossimo anno dovranno essere rifinanziati 350 miliardi di euro di titoli di Stato, il tasso decennale Cct e Bot era, fino ad oggi, al 7% mentre il rendimento. I 500 miliardi investiti dalla Bce nelle banche ad un tasso del 1% potrebbero non essere utilizzati dagli istituti di credito per comprare Btp e Bonos spagnoli costringendo la Banca centrale europea a ulteriori misure. Inoltre, per quanto riguarda le retribuzioni, il triste record per il divario salari-inflazione si aggiunge a quasi trenta accordi sindacali in attesa di rinnovo.

Federico Gangi




TROPPI SEGRETI NELLE SCATOLETTE

Oggi Greenpeace lancia il rapporto “I segreti del tonno. Cosa si nasconde in una scatoletta?” [1] e svela la poca trasparenza dell’industria del tonno in scatola. I risultati del monitoraggio, condotto dopo l’estate in 173 punti vendita, sulle etichette di oltre duemila scatolette dei marchi più diffusi in Italia, parlano chiaro: quando un consumatore acquista una scatoletta di tonno non sa davvero cosa compra. Le scarse informazioni riportate in etichetta fanno pensare che il settore abbia molto da nascondere.

Nella metà dei casi non sappiamo che specie di tonno mangiamo e pochi ci dicono da dove arriva: solo il 7 per cento delle scatolette indica l’area di pesca. Quasi nessuno specifica come è stato pescato: nel 97 per cento delle scatolette, infatti, il metodo di pesca non è indicato.

“Sono trascorsi due anni dal lancio della campagna “Tonno in trappola” e la situazione non è migliorata – denuncia Giorgia Monti, responsabile della campagna Mare di Greenpeace Italia – Se alcune aziende hanno aggiunto delle informazioni in più sulle etichette, la maggior parte dei prodotti non offre garanzie né sul tipo di tonno che portiamo in tavola, né sulla sostenibilità dei metodi con cui è stato pescato. Tutto fa pensare che le aziende produttrici stiano cercando di nascondere qualcosa”.

Eccessiva, indiscriminata e troppo spesso illegale, la pesca del tonno minaccia l’intero ecosistema marino. Cinque delle otto specie di tonno di interesse commerciale[2] sono a rischio, compreso il tonno pinna gialla, il più consumato in Italia. Spesso nelle scatolette finisce tonno pescato con metodi distruttivi, come i palamiti e le reti a circuizione con “sistemi di aggregazione per pesci” (FAD), che causano ogni anno la morte di migliaia di esemplari giovani di tonno, squali, mante e tartarughe marine. Greenpeace diffonde oggi un video shock che documenta le conseguenze distruttive della pesca con i FAD. Il filmato è stato girato da un informatore dell’industria del tonno su un peschereccio coreano nell’Oceano Pacifico. Le immagini su: http://www.youtube.com/watch?v=6JlKwoUtMk4

Tra i marchi meno trasparenti MareAperto STAR, Maruzzella, Consorcio e Nostromo. Riomare non specifica mai area e metodo di pesca: vuole nascondere che userà metodi di pesca sostenibili solo nel 45 per cento dei suoi prodotti? Mareblu non dice come viene pescato il proprio tonno: forse non vuol far sapere ai consumatori italiani che si è impegnata per una pesca sostenibile senza FAD solo sul mercato inglese? Se un’azienda vuole, può essere trasparente. AsdoMar, per esempio, ha iniziato a riportare il nome della specie, l’area di pesca e il metodo utilizzato – anche se non specifica ancora l’eventuale uso di FAD.

“Oggi i consumatori italiani sono complici senza saperlo della distruzione dei mari. In Inghilterra tutti i più importanti marchi hanno deciso di utilizzare solo tonno pescato in modo sostenibile, mentre in Italia non esiste ancora una scatoletta di tonno 100 per cento sostenibile. Cosa stiamo aspettando?” – conclude Monti.

Greenpeace chiede al settore del tonno in scatola di garantire piena tracciabilità e trasparenza, di non utilizzare specie a rischio e di
impegnarsi a vendere solo tonno pescato in maniera sostenibile, per esempio con amo e lenza o senza FAD. Un cambiamento è possibile anche grazie alle scelte dei consumatori, per questo Greenpeace chiede oggi agli utenti di dire la loro con il sondaggio “Tonno in trappola: Dì la tua” su:www.tonnointrappola.it




GRANDE SUCCESSO DELLA MOSTRA ‘AUDREY A ROMA’

Oggi verrà proiettata, dopo la cerimonia di premiazione del Festival Internazionale del Film di Roma, nella Sala Sinopoli, la versione restaurata, in alta definizione, di “Colazione da Tiffany”, di cui si festeggia il 50° compleanno. La proiezione sarà preceduta da un breve filmato che mostra Audrey Hepburn in missione con l’UNICEF in Somalia nel 1992. Allora come oggi, il Corno d’Africa era colpito da una gravissima carestia, e l’allora ambasciatrice UNICEF in visita ai bambini somali, testimoniava al mondo la loro malnutrizione.
A dieci giorni dall’inaugurazione della mostra tributo “Audrey a Roma Esterno Giorno” si registrano i primi importanti risultati raggiunti dal club Amici di Audrey per Unicef a lei dedicato. Le presenze registrate sono oltre diecimila.

“Siamo molto soddisfatti dei dati riguardanti i biglietti venduti dopo questa prima settimana dalla mostra ‘Audrey a Roma’, soddisfatti ed anche piacevolmente sorpresi”. Queste le parole di Vincenzo Spadafora, Presidente dell’UNICEF Italia, che ha voluto commentare l’affluenza dei visitatori alla mostra che si sta svolgendo a Roma presso l’Ara Pacis in questi giorni e che si protrarrà fino al 4 dicembre”.
“Anche quest’anno, grazie alla collaborazione con la Fondazione Cinema per Roma, l’UNICEF Italia è presente al Festival Internazionale del Film di Roma – ha continuato Spadafora – ed in particolare, per questa edizione, è stato possibile allestire questa importante mostra. Con l’aiuto dei figli della nostra famosa ambasciatrice, la presenza del Comune di Roma e l’impegno del Club “Amici di Audrey”, che raccoglie fondi per il nostro Comitato. Un ringraziamento particolare va alla madrina del Club, la
giornalista Désireé Colapietro Petrini, alla sua passione ed alla sua generosità, che hanno permesso in poco tempo di rendere vivo ed operativo il Club. I 25.000 euro raccolti dall’UNICEF nella sola prima settimana sono un ottimo risultato, per una mostra che celebra il rapporto della Hepburn con la città di Roma, e dedica anche molto spazio al suo essere stata ambasciatrice e testimonial dell’UNICEF nel mondo”.

“Siamo felicissimi di questi primi risultati raggiunti e ringraziamo i tanti visitatori che in questi giorni hanno contribuito a sostenere il nostro progetto in Ciad con più di diecimila biglietti già venduti. Sento oggi più che mai il dovere, a nome mio e di tutti gli Amici di Audrey, di dire grazie al sindaco Gianni Alemanno e all’assessore Dino Gasperini per la sensibilità dimostrata nei confronti di questa nostra prima iniziativa. Ma anche a Luigi Abete, per essersi impegnato in prima persona perché questo fosse possibile. E ovviamente grazie a Audrey, senza la quale nessuno di noi oggi potrebbe stare qui a festeggiare un nuovo importante risultato che ci permette di aiutare molti bambini vittime della malnutrizione”, queste le parole di Désireé Colapietro Petrini.

© Riproduzione riservata




AVETE SPOSTATO LE LANCETTE ?

RICORDATE OGGI CHE SIAMO TONATI ALL’ORA SOLARE SPOSTARE INDIETRO DI UN’ORA L’OROLOGIO