lunedì , 30 Novembre 2020
Notizie più calde //
Home » Il Discorso su » Dall'Italia » RALLY DI ROMA CAPITALE: AL VIA LE PRIME INSIDIOSE SPECIALI
RALLY DI ROMA CAPITALE: AL VIA LE PRIME INSIDIOSE SPECIALI
Oliver Solberg

RALLY DI ROMA CAPITALE: AL VIA LE PRIME INSIDIOSE SPECIALI

image_pdfimage_print

La prima giornata di gara del Rally di Roma Capitale è stata caratterizzata da numerose uscite di strada che hanno determinato pesanti ritardi sulla tabella di marcia dei concorrenti.

Il più eclatante ha visto protagonista l’equipaggio Fourmaux-“Dedo” che sulla terza prova speciale ha stretto troppo una curva riportando notevoli danneggiamenti alla vettura per il conseguente cappotamento.

Di seguito le immagini della vettura di Fourmaux-Dedo inviate da un fan alla pagina Furlan_Wrc:

La macchina organizzativa si è comunque impegnata a fondo per far portare a termine gli stage nonostante i numerosi inconvenienti della giornata.

Diversi i piloti che hanno riscontrato difficoltà sulle prove tecniche del rally che però, al contempo, hanno fatto apprezzare ancor più il percorso di gara.


Mattatore della giornata è stato il russo Alexey Lukyanuk su Citroen C3 R5 che si è aggiudicato in sequenza tutte le prove della tappa odierna, il nostro Giandomenico Basso è all’inseguimento del battistrada occupando la seconda posizione assoluta ma è diventato leader di Gara 1 del CIR con questo risultato.

Impressionanti i tempi del giovanissimo Oliver Solberg (foto di copertina) che nonostante sia alle prime esperienze su asfalto si ritrova fra i big di questo evento, occupando la terza posizione assoluta.



Si riparte domani con la seconda è conclusiva giornata di prove speciali che, a fine giornata, vedrà i concorrenti far ritorno a Fiuggi dove si terranno le premiazioni.

Servizio e foto Guendy_wrc e darionnen.photographer.

About Dario Furlan

Dario Furlan
Fotografo free lance e giornalista pubblicista. Segue da anni il panorama musicale internazionale - ma anche locale - con particolare predilezione per quanto riguarda il rock (in tutte le sue derivazioni), il folk ed il blues nonché la musica in lingua friulana. Cultore di "motori e rally", dei quali vanta una conoscenza ultradecennale, è anche atleta nella disciplina ciclistica della mountain bike.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top