sabato , 28 Novembre 2020
Notizie più calde //
Home » Sport » Altri sport » O’Connor vince la tappa 17 del Giro d’Italia, Almeida ancora in Maglia Rosa
O’Connor vince la tappa 17 del Giro d’Italia, Almeida ancora in Maglia Rosa
Foto Gian Mattia D'Alberto/LaPresse

O’Connor vince la tappa 17 del Giro d’Italia, Almeida ancora in Maglia Rosa

image_pdfimage_print

O’CONNOR, LA SECONDA VOLTA È QUELLA BUONA!
ALMEIDA CONTROLLA LA CORSA

Battuto ieri, l’australiano va in fuga con altri corridori e poi li stacca nel finale imponendosi in solitaria sul traguardo. Tutto rimandato per la classifica generale, i favoriti arrivano insieme e Almeida conserva la Maglia Rosa alla vigilia della tappone alpino con Stelvio (Cima Coppi) e arrivo in salita ai Laghi di Cancano

Foto Massimo Paolone/LaPresse

Madonna di Campiglio, 21 ottobre 2020 – Ben O’Connor ha conquistato la 17^ tappa del Giro d’Italia. Dopo il secondo posto di ieri a San Daniele del Friuli, il corridore australiano è andato in fuga con altri corridori per poi attaccare quando mancavano 8.5km dal traguardo e arrivare da solo a braccia alzate a Madonna di Campiglio. Secondo al traguardo il compagno di fuga Herman Pernsteiner (Bahrain-McLaren), con un altro dei fuggitivi della prima ora, Thomas De Gendt (Lotto – Soudal), che ha completato il podio. La Maglia Rosa è arrivata al traguardo con tutti i principali favoriti della generale, dopo aver risposto ai tentativi di allungo del Team Sunweb sulla salita finale.

LE PILLOLE STATISTICHE

  • Prima vittoria al Giro per Ben O’Connor, è il secondo australiano che vince un traguardo in salita alpino al Giro dopo Michael Rogers (Zoncolan 2014).
  • Ben O’Connor conquista la 34^ tappa per l’Australia. Vince la 17^ tappa ed è il 17° australiano vincente al Giro.
  • 17^ Maglia Rosa per il Portogallo (2 di Acacio Da Silva, 15 di João Almeida), nella 17^ tappa del Giro 103.

RISULTATO DI TAPPA
1 – Ben O’Connor (NTT Pro Cycling Team) – 203 km in 5h50’59”, media 34.703 km/h
2 – Hermann Pernsteiner (Bahrain – McLaren) a 31″
3 – Thomas De Gendt (Lotto Soudal) a 1’10”

CLASSIFICA GENERALE
1 – João Almeida (Deceuninck – Quick-Step)
2 – Wilco Kelderman (Team Sunweb) a 17”
3 – Jai Hindley (Team Sunweb) a 2’58”

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel – João Almeida (Deceuninck – Quick-Step)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo Zanetti – Arnaud Démare (Groupama – FDJ)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum – Ruben Guerreiro (EF Pro Cycling)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin – João Almeida (Deceuninck – Quick-Step), indossata da Jai Hindley (Team Sunweb)

DATI MONITORATI OGGI
I dati forniti da Velon raccontano la tappa attraverso dati dispositivi per il monitoraggio in tempo reale. I dati sono disponibili a questo link.


Il Presidente dell’UCI David Lappartient durante la tappa di oggi. Qui sul Monte Bondone

CONFERENZA STAMPA
Il vincitore di tappa Ben O’Connor: “Avevo studiato le prime due salite sul Garibaldi, sapevo che la fuga si sarebbe creata e decisa lì. Tatticamente è stata una frazione abbastanza semplice. Dovevo solo correre davanti e provare ad entrare nel gruppo di attaccanti. Il mio gesto di celebrazione sul traguardo era ispirato a Shane Warne [giocatore di cricket australiano]. Preferisco ottenere una vittoria da attaccante piuttosto che rimanere nel gruppo e provare a seguire le ruote dei migliori. Per ora mi piace correre in maniera offensiva, è divertente. Se in futuro riuscirò ad avere piu costanza, proverò a fare classifica”.

La Maglia Rosa João Almeida: “Il nostro unico obiettivo era mantenere la Maglia Rosa. La tappa di oggi è stata molto impegnativa, anche se l’ultima salita non è stata delle più difficili, non era veramente dura e l’abbiamo percorsa a ritmo alto. Il Team Sunweb ha cercato di attaccarmi, me l’aspettavo, mi sentivo bene e ho risposto. Domani  ci aspetta un’altra tappa dura”.

La Maglia Azzurra Ruben Guerreiro“Giovanni Visconti è un corridore incredibile. Abbiamo corso testa a testa nei primi 30km. Sono andato a tutta e così sono entrato nella fuga e ho preso qualche punto GPM che mi ha permesso di vestire di nuovo questa Maglia. Ma non è ancora finita. Sono sicuro che domani tanti corridori ci proveranno, vorrei riuscire a passare per primo sullo Stelvio, sarebbe un risultato da sogno per me. Ci proverò”.

LA TAPPA DI DOMANI

Tappa 18 – PINZOLO-LAGHI DI CANCANO (Parco Nazionale dello Stelvio) – 207km

Tappone alpino che in quattro salite presenta un dislivello notevole che porta la tappa a circa 5400 m. Partenza in salita sul Passo Campo Carlo Magno che porta in Val di Sole e dopo circa 45 km si affronta l’inedito (strada di apertura recentissima) Passo Castrin/Hofmahdjoch che porta in Val d’Ultimo/Ultental. La lunga discesa su strade ampie, ben pavimentate serpeggianti a mezza costa porta ai sobborghi di Merano dove si riprende a salire da Foresta/Forst entrando in Val Venosta e risalendola quasi per intero. Si affronta quindi lo Stelvio (2758 m) dal versante più impegnativo (quasi 25 km al 7.5% di cui metà oltre i 2000 m) e quindi immediatamente dopo la lunghissima discesa (numerose brevi gallerie nella parte centrale) la salita finale ai laghi di Cancano con le “scale di Fraele” e i loro ventuno tornanti perfettamente ritmati sul fianco della montagna.

Ultimi KM
La salita finale di quasi 9 km attorno al 7% porta alle Torri di Fraele, circa a 2 km dall’arrivo. Seguono due brevi gallerie e una breve discesa fino al Lago delle Scale, che si costeggia per circa 1 km perfettamente pianeggiante. Gli ultimi 500 m sono in leggera salita al 3.5 % circa. Rettilineo finale di 200 m in asfalto largo 6.5 m.

COPERTURA TV
I palinsesti della Tappa 18 del Giro d’Italia sono disponibili a questo link.

#Giro

Photo Credits: LaPresse

About Dario Furlan

Dario Furlan
Fotografo free lance e giornalista pubblicista. Segue da anni il panorama musicale internazionale - ma anche locale - con particolare predilezione per quanto riguarda il rock (in tutte le sue derivazioni), il folk ed il blues nonché la musica in lingua friulana. Cultore di "motori e rally", dei quali vanta una conoscenza ultradecennale, è anche atleta nella disciplina ciclistica della mountain bike.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top