ALLA CIVIDALE-CASTELMONTE MICHELE MANCIN TENTA L’ASSALTO AL TIVM

MANCIN, DA CIVIDALE, TENTA L’ASSALTO AL TIVM

Il pilota di Rivà, archiviata una stagione deludente nella massima serie tricolore, si rimette in caccia, da leader del Trofeo Italiano Velocità Montagna.

Rivà (Ro), 10 Ottobre 2018 – È un combattivo Michele Mancin quello che si appresta a tornare al volante, il prossimo weekend, in occasione dell’edizione numero quarantuno della Cronoscalata Cividale – Castelmonte.

Messa da parte ogni ambizione di tripletta tricolore, nell’ambito del Campionato Italiano Velocità Montagna, il pilota di Rivà, grazie alle molteplici concomitanze, si è ritrovato in testa alla classe A 1600 della seconda serie nazionale, per blasone, dedicata agli specialisti della velocità in salita: il Trofeo Italiano Velocità Montagna.

Nella zona riservata al nord Italia il portacolori di Mach 3 Sport, quando al termine mancano solamente tre round, si ritrova leader con sette lunghezze su Finestauri e diciassette su Parisi.

Una situazione, per certi versi inaspettata, che ha rivitalizzato Mancin, sin qui deluso da un CIVM sotto alle aspettative causa cronici problemi tecnici alla Citroen Saxo di gruppo A.

“L’epilogo nel CIVM era ormai scritto” – racconta Mancin – “probabilmente già prima dell’ultima trasferta a Pedavena ma, nel TIVM, la storia è ancora tutta da costruire. La concomitanza con tanti eventi della massima serie tricolore ha fatto si che, senza quasi rendersene conto, abbiamo raccolto un ottimo bottino di punti. Questo ci ha proiettato in testa al campionato, nella zona del nord Italia. In realtà avevamo già deciso di prendere il via a Cividale, gara che amo molto, ma con queste premesse il desiderio di salire in Friuli e fare bene è ancor più alto.”

Per presentarsi al meglio, nella difesa della leadership nella serie, Mancin e lo staff di Assoclub Motorsport ha lavorato duramente in questa sosta, cercando di risolvere tutte le problematiche che hanno pesantemente condizionato il cammino tricolore.

“Vista la pessima annata” – sottolinea Mancin – “e vista la rialzata posta in gioco abbiamo affrontato un rialzo a fondo della nostra Saxo. Con i ragazzi di Assoclub Motorsport la abbiamo ripassata, da cima a fondo. Un particolare ringraziamento lo voglio fare a Valentino Vettore, con il quale siamo riusciti a trovare le giuste regolazioni dell’assetto. Ora siamo molto fiduciosi.”

Tutte le carte sembrano essere in regola ed il polesano è chiamato ad una prestazione solida, nella speranza che la dea bendata decida di guardare altrove, per poi affrontare il successivo appuntamento, ad Orvieto, con un margine utile a chiudere la partita.

“Abbiamo bisogno di conquistare il TIVM” – conclude Mancin – “perchè ci permetterebbe di risollevare il morale di tutta la squadra. Abbiamo messo in piedi un mini programma, fatto di due uscite, delle quali la Cividale sarà la prima. Sperando che vada tutto per il meglio in Friuli ci trasferiremo poi ad Orvieto. L’obiettivo è di riuscire a vincere matematicamente, evitando l’ultima trasferta ad Alghero. Un passo alla volta, partiamo da questo weekend a Cividale, dove  incrociamo tutto il possibile, dita delle mani e dei piedi. Ce la metteremo tutta per farcela.”

Michele Mancin – Ufficio Stampa