domenica , 17 Novembre 2019
Notizie più calde //
Home » Sport » Altri sport » IL TROFEO SENZA FINE ATTENDE A MILANO IL VINCITORE DEL GIRO 100
IL TROFEO SENZA FINE ATTENDE A MILANO IL VINCITORE DEL GIRO 100

IL TROFEO SENZA FINE ATTENDE A MILANO IL VINCITORE DEL GIRO 100

image_pdfimage_print

Da oggi e per un mese il Trofeo senza Fine, destinato al vincitore del Giro d’Italia, sarà esposto a Milano in Galleria Vittorio Emanuele II fino all’ultimo atto della Corsa Rosa. La Madrina Giorgia Palmas ha svelato il Trofeo. Countdown targato TAG Heuer, official timekeeper del Giro.


Milano, 28 aprile 2017 – Da oggi e per un mese tutti i tifosi ed i turisti potranno ammirare il Trofeo senza Fine, destinato al vincitore della Classifica Generale del Giro d’Italia, esposto durante una cerimonia inaugurale dalla Madrina dell’evento, Giorgia Palmas, in Galleria Vittorio Emanuele II a Milano.
Il General Manager di TAG Heuer Italia – Roberto Beccari, il Direttore Generale di RCS Sport – Paolo Bellino e la Madrina del Giro d’Italia – Giorgia Palmas
Uno speciale conto alla rovescia targato TAG Heuer, official timekeeper della manifestazione, è partito per scandire il tempo che manca alla celebrazione del trionfatore dell’edizione numero 100 della Corsa Rosa. Per l’occasione il Trofeo senza Fine è stato realizzato in una speciale lega di oro rosa.

Jean-Claude Biver, CEO TAG Heuer e Presidente della Divisione Orologi del Gruppo LVMH, a proposito del ruolo di Official Timekeeper del Giro d’Italia assunto da TAG Heuer, ha dichiarato: “Il Giro d’Italia è una delle gare più importanti del circuito ciclistico internazionale. Una gara leggendaria ed iconica che celebra quest’anno la sua centesima edizione. Siamo quindi molto soddisfatti di essere l’Official Timekeeper di questo celebre circuito. Inoltre, la cultura di innovazione dimostrata dagli organizzatori è perfettamente in linea con lo spirito all’avanguardia di TAG Heuer”.

#Giro100
PHOTO CREDIT: LaPresse

About Dario Furlan

Dario Furlan
Fotografo free lance e giornalista pubblicista. Segue da anni il panorama musicale internazionale - ma anche locale - con particolare predilezione per quanto riguarda il rock (in tutte le sue derivazioni), il folk ed il blues nonché la musica in lingua friulana. Cultore di "motori e rally", dei quali vanta una conoscenza ultradecennale, è anche atleta nella disciplina ciclistica della mountain bike.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top