martedì , 21 maggio 2019
Notizie più calde //
Home » IN EVIDENZA » Derby di Lega Pro: Triestina-Pordenone 1-2 con i neroverdi che vedono la B
Derby di Lega Pro: Triestina-Pordenone 1-2 con i neroverdi che vedono la B

Derby di Lega Pro: Triestina-Pordenone 1-2 con i neroverdi che vedono la B

image_pdfimage_print

Big match nella 30a giornata della Leg Pro al Rocco di Trieste, con il super derby fra Triestina e Pordenone, rispettivamente seconda e prima del girone B. Differenza di 7 punti al fischio di inizio fra le regionali che puntano ad una storica doppia promozione in B, con la prima classificata promossa direttamente e la seconda che dovrà passare per i carnaio dei playoff per conquistare uno dei due ulteriori posti a disposizione.

Quasi 8.000 spettatori, una bella cornice per una partita che riaccende finalmente i riflettori su due belle realtà regionali.

Pronti via e al 3’ vantaggio del Pordenone: palla filtrante per Candellone che appena entrato in area trafigge il portiere alabarda Offredi con un diagonale perfetto. Al 7’ Pordenone ancora pericoloso con Gavazzi con palla alta sopra la traversa. Due minuti più tardi primo tentativo casalingo con Coletti che di testa non trova la porta. Poche emozioni nella fase centrale del match con la Triestina che ci prova ma il Pordenone tiene bene il campo. Al 40’ tentativo neroverdi con Magnani, para facile Offredi. Al 45’ rigore per gli ospiti: sul dischetto va Burrai che tira alla sinistra superando Offredi per il raddoppio ospite. Ultima occasione in pieno recupero con un colpo di testa di Malomo per la Triestina che però non trova la porta, prima di un dubbio in area neroverde con l’arbitro Ayroldi che non concede il rigore ai padroni di casa.

Rigore alabarda che arriva nella ripresa, al 50’. Ci prova Granoche che cerca lo stesso angolino di Burrai, ma Bindi devia la palla in corner e salva i suoi. Grande occasione sprecata per la Triestina. Due minuti più tardi Maracchi da centro area, sempre per gli alabardati, palla in curva Furlan, cuore del tifo triestino. A metà tempo un pericolo per parte, prima Steffe per i padroni poi il Pordenone che va vicino al terzo gol ma Offredi evita la capitolazione. Triestina ancora pericolosa, ma Bindi si rifugia in corner.  Padroni di casa che non dermordono e accorciano le distanze al 75’ con Costantino, entrato nella ripresa, con un pregevole tiro al volo. Al 95’ ultimo tentativo dei giuliani con Hidalgo ma Bindi si supera mantenendo il vantaggio del Pordenone che porta a casa 3 punti che fanno aumentare il vantaggio a 10 lunghezze nei confronti di una Triestina che mantiene il secondo posto in classifica grazie alla sconfitta della FederalpiSalò.

Bella gara con le giuste emozioni che ha premiato i neroverdi che devono difendere questo importante vantaggio nelle ultime 8 gare della stagione regolare. Per la Triestina resta il rammarico per non aver raggiunto il pareggio nel finale in una gara che però doveva vincere per provare ad avere ancora speranze per raggiungere il primo posto. Speranze che ora si riducono al lumicino ma si mantengono, quelle si concrete, di riuscire a vedere due realtà regionali nella serie cadetta.

Dall’inviato Rudi Buset

rudibuset@live.it

@RIPRODUZIONE RISERVATA

About Rudi Buset

Rudi Buset
Pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti dal 2013 Diplomato presso l’ITC Einaudi nel 2007, lavora presso una carpenteria leggera artigiana. Impegnato nel sociale e in politica, da anni collabora con diverse realtà del suo territorio con particolare attenzione al mondo dell’associazionismo. Appassionato di tutto ciò che riguarda l’uomo in quanto “animale politico” oltre che allo sport (in primis il calcio).

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top