lunedì , 26 Settembre 2022
Notizie più calde //
Home » HOT » UN FIUME DI NOTE A MITTELFEST: domani MARTEDI’ 26 LUGLIO DEBUTTO IN PRIMA ASSOLUTA DELLA CO-PRODUZIONE MUSICAE-MITTELFEST “LASA PUR DIR/PUSTI NAJ GOVORIJO” (CHIESA DI SAN FRANCESCO ORE 19.30)
UN  FIUME DI NOTE A MITTELFEST: domani MARTEDI’ 26 LUGLIO DEBUTTO IN PRIMA  ASSOLUTA DELLA CO-PRODUZIONE MUSICAE-MITTELFEST “LASA PUR DIR/PUSTI NAJ  GOVORIJO” (CHIESA DI SAN FRANCESCO ORE 19.30)

UN FIUME DI NOTE A MITTELFEST: domani MARTEDI’ 26 LUGLIO DEBUTTO IN PRIMA ASSOLUTA DELLA CO-PRODUZIONE MUSICAE-MITTELFEST “LASA PUR DIR/PUSTI NAJ GOVORIJO” (CHIESA DI SAN FRANCESCO ORE 19.30)

“UN FIUME DI NOTE” A MITTELFEST

La rassegna musicale itinerante site-specific “Un Fiume di Note”
porta a MITTELFEST una co-produzione targata Distretto culturale
Musicae-Mittelfest (in collaborazione con Comune di Polcenigo e
Comune di Sacile) che debutta in prima assoluta martedì 26
luglio alle 19.30 alla Chiesa di San Francesco:

Lasa pur dir/Pusti naj Govorijo

con Matteo Bevilacqua al pianoforte, la mezzo soprano Valentina
Volpe Andreazza, Tinkara Kovač al flauto e alla voce e Cristina Bonadei, autrice dei testi e voce narrante

Evento d’eccezione per la quinta edizione di “Un Fiume di Note – Antica Fiera dei
Thést” – la rassegna musicale itinerante “site specific” curata dalla direzione artistica di
Dory Deriu Frasson, in collaborazione con PianoFVG in corso lungo tutta l’estate – è il
debutto in prima assoluta a Mittelfest 2022 della co-produzione firmata dal festival
cividalese con il Distretto culturale Musicae e la collaborazione dei Comuni di Polcenigo e
Sacile “Lasa pur dir/Pusti naj Govorijo”, in programma martedì 26 luglio alle 19.30 alla
Chiesa di San Francesco.

La performance tra musica e parole nasce come esperienza di confronto e incontro tra
due paesi confinanti e amici, Italia e Slovenia, intrecciati da forti legami storici e culturali,
con uno sguardo alla vicina Austria, nello spirito di quel “triangolo d’oro” culturale che
comprende le vite e la cultura di popoli confinanti. In scena il pianista Matteo Bevilacqua,
la mezzo soprano Valentina Volpe Andreazza, Tinkara Kovač al flauto e alla voce e
Cristina Bonadei, autrice dei testi e voce narrante. Dalla grande liederistica romantica
austriaca alla musica strumentale slovena, fino a composizioni di musicisti friulani che
hanno omaggiato la propria terra, lo spettacolo propone un percorso che invita lo
spettatore a valicare il confine dell’ascolto rendendosi partecipe di immaginari e percezioni
emozionali insite nell’inconscio collettivo di genti di confine, che animano questo ampio
territorio. La musica e il canto restituiscono in forme e colori impalpabili ed eterei profumi,
paesaggi, frammenti ed echi di storie vissute, presenti e passate, vicine e lontane.

Lo spettacolo sarà replicato venerdì 17 settembre, ultima giornata della rassegna “Un
Fiume di Note” al Teatro Zancanaro di Sacile (ore 21.00). Venerdì 29 luglio, invece,
nuovo appuntamento a Polcenigo con il concerto, a Villa Zara, della talentuosissima
pianista Gala Chistiakova, vincitrice nel 2014 del Concorso pianistico internazionale
PianoFVG. Veemente, intensa, dirompente, passionale, la musicista di origine russa
infonde alle interpretazioni nei più svariati repertori un tratto di virtuosismo formale
impeccabile e una limpida unità interpretativa. Nel concerto reinterpreta Scriabin e gli
rende omaggio, con una sonata-fantasia per piano solo, nel 150 anniversario della nascita.
Tutto il programma su: www.musicaefvg.it

About dal corrispondente

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top