lunedì , 9 Dicembre 2019
Notizie più calde //
Home » HOT » Teatro Contatto, presentata la stagione numero 38
Teatro Contatto, presentata la stagione numero 38

Teatro Contatto, presentata la stagione numero 38

image_pdfimage_print

Venti proposte artistiche per cinquantasei serate di spettacolo dal vivo: sono questi i numeri che caratterizzeranno il cartellone di Teatro Contatto, la stagione curata dal CSS Teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia.

Teatro contatto è espressione della direzione artistica del CSS teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia —Alberto Bevilacqua, Rita Maffei, Fabrizia Maggi e Luisa Schiratti – realizzata con il sostegno del mibac Ministero per i beni e le attività culturali, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Comune di Udine e Fondazione Friuli.

Novità italiane, eventi coreografici, produzioni e co-produzioni, esiti delle residenze artistiche, teatro partecipato, percorsi sensoriali e in realtà virtuale saranno in scena dal 26 ottobre 2019 al 4 aprile 2020.
Aprirà la stagione il 26 ottobre Madre della compagnia di danza  contemporanea Balletto civile fondata da Michela Lucenti che la sera successiva presenterà Concerto fisico.
Due appuntamenti anche con Virgilio Sieni che porterà in scena La natura delle cose, dal poema di Lucrezio  la danza come strumento di indagine sul mondo d’oggi e Il mondo novo, un’esperienza di teatro partecipato, esercizi e meditazioni sui gesti scomparsi.
Teatro partecipato è anche Il Labirinto di Orfeo, riportato in scena da Rita Maffei  dopo 25 anni dal debutto. Teatro sensoriale che coinvolgerà in prima persona gli spettatori. Ne Il Labirinto di Orfeo Vr la storia di Orfeo ed Euridice si riproduce in forma immersiva, tecnologica grazie alla realtà virtuale per uno spettatore e un visore.
Davide Carnevali porterà in scena invece Lorca sogna Shakespeare in una notte di mezza estate dove alcuni spettatori diventeranno ogni sera parte attiva dello spettacolo al fianco degli attori stessi per riflettere del teatro come luogo in cui realtà e finzione si incontrano, si scontrano e dialogano.
Ksenija Martinovich e Giulia Bean presenteranno i loro lavori – rispettivamente Mileva e Cabe, a vhs elegy – creati durante la permanenza presso le residenze artistiche per le arti performative nell’ambito del progetto Dialoghi avviato già da alcuni anni a Villa Manin di Passariano.
Il regista Fabrizio Arcuri sarà presente con due lavori: Un intervento, su testo di Mike Bartlett che ha debuttato lo scorso anno con Rita Maffei e Gabriele Benedetti e La chiave dell’ascensore fiaba nera sulla violenza sulle donne interpretato da Anna Paola Vellaccio.
Il teatro di narrazione porterà a Contatto Ascanio Celestini con Radio Cladestina spettacolo  sulla storia di Roma  tra la fine Ottocento e il dopoguerra ricostruita attraverso le voci delle borgate e dei testimoni. In nome del padre di Mario Perrotta racconterà di quanto sono cambiate le famiglie nel nuovo millennio.
Emma Dante con Misericordia parlerà di solitudine di degrado e di fragilità delle donne.
Roberto Latini e Gianluca Misti vincitori del premio Ubu 2017 saranno a Udine con la loro trasposizione del Cantico dei cantici. 
Lucia Calamaro farà riflettere e sorridere parlando delle fragilità e nevrosi umane con Nostalgia di Dio. 
Quasi niente è lo spettacolo di Daria Deflorian e Antonio Tagliarini dedicato a Il deserto rosso di Antonioni e al ruolo magistrale di Monica Vitti, occasione per immergersi nelle crisi dell’età della vita.
L’infinito tra parentesi è la nuova produzione dei fratelli artisti Maddalena e Giovanni Crippa che partendo dal romanzo di Malvaldi porterà ad una accesa discussione alla ricerca di possibili punti di contatto tra cultura scientifica e cultura umanistica.
Gerda Taro compagna di Robert Capa è il soggetto dello spettacolo di Nicoletta Oscuro, voce e canto con le composizioni di Matteo Sgobino.
Chiuderà la stagione, il 4 aprile, Cous Cous Klan della emergente Carrozzeria Orfeo racconto irriverente sul possibile imminente futuro.
Questa dunque la variegata offerta di spettacoli che caratterizzeranno la stagione 38 di Teatro Contatto.
Maria Teresa Ruotolo

About Maria Teresa Ruotolo

Avatar
Nata a Udine nel 1970 vive a Grado. Giornalista Pubblicista dal 2004; Laurea in Scienze Politiche indirizzo politico sociale collaborazione varie: con il Consorzio Agenti Immobiliari per la redazione dell’editoriale di Corriere Casa Nord Est; con Gruppo Sirio per la redazione di articoli pubblicati sul periodico Business Point e altre varie collaborazioni per la redazione di articoli di attualità e politica.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top