martedì , 16 Agosto 2022
Notizie più calde //
Home » HOT » OMAR SOSA – Il pianista cubano di fama mondiale inaugura domenica 3 luglio il 24° festival NEI SUONI DEI LUOGHI
OMAR SOSA – Il pianista cubano di fama mondiale inaugura domenica 3 luglio il 24° festival NEI SUONI DEI LUOGHI

OMAR SOSA – Il pianista cubano di fama mondiale inaugura domenica 3 luglio il 24° festival NEI SUONI DEI LUOGHI

Associazione Progetto Musica, con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia – Assessorato alla cultura e allo sport e Assessorato alle Attività Produttive e Turismo
Presenta

IL PIANISTA CUBANO DI FAMA MONDIALE OMAR SOSA INAUGURA IL 24° FESTIVAL

NEI SUONI DEI LUOGHI

ALL’ALBA DI DOMENICA 3 LUGLIO PARTIRANNO TRE CAMMINI DAI COMUNI DI MARTIGNACCO, MORUZZO E FAGAGNA, LUNGO IL PERCORSO DEI 10.000 PASSI, CHE CONDURRANNO AL LUOGO SEGRETO E SUGGESTIVO DEL CONCERTO

OMAR SOSA

“Senses”

Domenica 3 luglio, ore 6.30

In caso di maltempo il concerto si svolgerà alle ore 21:00 all’Auditorium Impero di Martignacco

Il calendario completo del Festival è consultabile sul sito www.neisuonideiluoghi.it

Conto alla rovescia per il via alla 24° edizione del festival internazionale di musica e territori Nei Suoni dei Luoghi. Protagonista domenica 3 luglio di un evento del tutto eccezionale sarà il pianista cubano di fama mondiale Omar Sosa. Non un semplice concerto ma un percorso che parte da tre punti diversi per giungere all’alba camminando alla venue vera propria, ancora da scoprire, per un’esperienza unica fra musica, cammino e natura. I ritrovi per il pubblico saranno alle 06:30 del mattino in Piazzale del Cimitero di Martignacco, nel Piazzale del Municipio di Moruzzo o al Castello di Villalta di Fagagna. Da qui partirà una passeggiata di circa 40 minuti che porterà nel luogo prescelto come teatro dell’evento. Il concerto è organizzato nell’ambito del progetto “AURORE – 10.000 passi tra musica e natura”, con la direzione artistica di Francesco Bertolini, che

ha l’obiettivo di dare spazio alla musica in mezzo alla natura. Il circuito AURORE è realizzato grazie al contributo dei Comuni di Martignacco, Fagagna e Moruzzo, con il supporto di Fondazione Friuli e di PromoTurismoFVG. Si consiglia di portare cuscino o plaid per sedersi sull’erba.

Pianista eccezionale, poliglotta musicale che unisce i continenti, Omar Sosa, tra l’utopia e la realtà, è un’allegoria dello scambio artistico universale. “Senses” è una nuova tappa di un viaggio fra sentimenti ed emozioni vissuti in prima persona e talmente forti da far nascere l’esigenza di condividerli con altri. L’album è nato all’Experimental Media and Performing Arts Center di Troy: Sosa era stato invitato a prendere parte a una residenza artistica insieme alla danzatrice e coreografa dello Zimbabwe Nora Chipaumire, per comporre la musica di un pezzo di teatro—danza in parte ispirato alla vita della cantante sudafricana Miriam Makeba. Racconta lo stesso Sosa: “Non ho potuto resistere e sono rimasto nello studio per ore, improvvisando. Ho pensato a ciò che stava succedendo nella mia vita: stavo attraversando un momento molto difficile dal punto di vista emotivo. Ma come si dice, tutto succede per una ragione, e grazie a questo momento duro nella mia vita personale, ho avuto l’opportunità di restare solo con le mie paure e con i miei dubbi, così come con i miei antenati e con gli Spiriti”. I due prossimi appuntamenti mattutini del circuito AURORE saranno il 9 luglio a Moruzzo con Daniele di Bonaventura e il suo bandoneon e il 17 luglio a Fagagna con il duo composto da Federico Missio (saxofoni) e Francesco De Luisa (pianoforte).

Nei Suoni dei Luoghi è organizzato da Associazione Progetto Musica, con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia – Assessorato alla cultura e allo sport e Assessorato alle Attività Produttive e Turismo e con il sostegno di Fondazione Friuli e Credifriuli.

About Dario Furlan

Fotografo free lance e giornalista pubblicista. Segue da anni il panorama musicale internazionale - ma anche locale - con particolare predilezione per quanto riguarda il rock (in tutte le sue derivazioni), il folk ed il blues nonché la musica in lingua friulana. Cultore di "motori e rally", dei quali vanta una conoscenza ultradecennale, è anche atleta nella disciplina ciclistica della mountain bike.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top