martedì , 20 Ottobre 2020
Notizie più calde //
Home » Il Discorso su » Dall'Italia » OCCIT’AMO – Gli appuntamenti da venerdì 2 a lunedì 5 luglio – Lagnasco e Valle Maira
OCCIT’AMO – Gli appuntamenti da venerdì 2 a lunedì 5 luglio – Lagnasco e Valle Maira

OCCIT’AMO – Gli appuntamenti da venerdì 2 a lunedì 5 luglio – Lagnasco e Valle Maira

image_pdfimage_print

VENERDÌ 2 AGOSTO 2019 – LAGNASCO

Ore 21.30 Castello di Lagnasco

 

HERVÉ BARMASSE, LA MIA VITA TRA 0 E 8000 – A cura di Borgate dal Vivo

Una chiacchierata con l’alpinista italiano Hervè Barmasse, che si racconta e racconta il suo rapporto con la montagna.

A seguire concerto e balli con il gruppo Spontaneo Trallallero

Ingresso € 5

Per i bambini fino agli 8 anni di età il biglietto d’ingresso è gratuito

 

“Nato e cresciuto ai piedi del Cervino, in una famiglia in cui il mestiere di guida alpina si tramanda da diverse generazioni, sembrava che non avessi altra scelta se non quella di diventare anch’io un alpinista. In realtà tutto avvenne un po’ per caso e in modo graduale.

A quindici anni ero una promessa dello sci poi un brutto incidente durante una competizione interruppe irrimediabilmente il mio futuro da professionista. Dopo un anno di riabilitazione, mio padre, decise di farmi un regalo: accompagnarmi sul Cervino. E così all’alba gelida di una mattina di ottobre eccomi pronto a scalare per la prima volta la Gran Becca.

Allora non potevo immaginare che, attraverso la montagna, avrei vissuto alcuni dei momenti più importanti della mia vita. Quel giorno pensavo solo a camminare, a non inciampare e a non rallentare il passo di mio padre. Quel giorno sul Cervino, inconsapevolmente, avevo deciso quale sarebbe stato il mio futuro.”

 

Hervé Bermasse in breve:

  • Alpinista professionista
  • Atleta del global team The North face
  • Storyteller – Conferenze alpinistiche e motivazionali
  • Outdoor coaching and motivational day
  • Guida alpina
  • Istruttore delle guide alpine
  • Tecnico del soccorso alpino
  • Maestro di sci e di snowboard
  • Allenatore federale di sci alpino
  • Regista dei film Linea Continua e Non così Lontano
  • Autore del libro La montagna dentro edito da Laterza
  • Consulente aziendale nel settore outdoor
  • Fotografo – Pubblicazioni per le principali riviste di montagna tra cui Alpinist, Desnivel, Meridiani Montagne, Alpin, Alp, Campo Base, Gory

 

I Biglietti possono essere acquistati:

Box Office Piemonte Ticket e online sul sito: http://www.ticket.it/

Direttamente presso Fondazione Amleto Bertoni, IAT Saluzzo e Filatorio di Caraglio

 

 

SABATO 3 AGOSTO 2019 – SAN DAMIANO MACRA

Ore 22.00 Piazza del Comune

 

CONCERTO LOU SERIOL

Nati nel 1992 come gruppo di musica trad, Lou Seriol è diventato nel corso degli anni una delle band più longeve e conosciute del panorama della nuova musica tradizionale occitana. Dai primordi acustici alla formazione attuale il fil-rouge è quello della trad-innovazione rigorosamente in lingua d’Oc. Organetto diatonico, auti, voci vengono affiancati dai ritmi delle ballate occitane e il tutto viene rivisto e stravolto fondendo sonorità antiche con l’attualità pop e rock del tempo. Le influenze richiamano la pachanka, il reggae, il punck il mix risulta esplosivo e coinvolgente. Brani tradizionali come “Au pont de Mirabel” diventano ballad storiche e nuove composizioni come “Laiseme” si annoverano come uno dei classici della nuova musica di composizione occitana. Innovare per non dimenticare, innovare per sentirsi vivi e far vivere una musica e una cultura pulsante nei cuori dei componenti della band, codificandola in mille sfaccettature ma facendo fede allo spirito popolare da cui si proviene.

Lo spirito sicuramente è quello della festa ma anche e soprattutto la era rivendicazione della propria terra, veicolando la comunicazione dei grandi temi globali vicino a quelli locali senza mai dimenticare la sensibilizzazione e la riscoperta di una lingua e tradizione che continua a vivere, nelle musiche e nei testi delle canzoni, verso un pubblico che non sempre conosce la realtà Occitana ma soprattutto verso quel pubblico occitano che parla in lingua d’Oc.

 

 

IL PROGRAMMA COMPLETO DEL LUNGO FINE SETTIMANA 2-5 AGOSTO

 

LAGNASCO

 

VENERDÌ 2 AGOSTO 2019 – LAGNASCO

Ore 21.30 Castello di Lagnasco

 

HERVÉ BARMASSE, LA MIA VITA TRA 0 E 8000 – A cura di Borgate dal Vivo

Una chiacchierata con l’alpinista italiano Hervè Barmasse, che si racconta e racconta il suo rapporto con la montagna.

A seguire concerto e balli con il gruppo Spontaneo Trallallero

Ingresso € 5

Per i bambini fino agli 8 anni di età il biglietto d’ingresso è gratuito

 

Prima dell’incontro con Hervè Barmasse il pubblico potrà assaggiare le eccellenze del territorio come il Crudo di Cuneo, il gelato Fioca della Valle Varaita, formaggi di pecora e frutta fresca del Saluzzese grazie alla Pro Loco di Lagnasco.

 

ANTEPRIMA SPETTACOLO – LAGNASCO

Dalle ore 18.00 Cortile del Castello di Lagnasco

 

PLUF! GIOCA CON LE TERRE DEL MONVISO

Un calendario di “visite giocate” per bambini, vere animazioni di piazza che coinvolgono per scoprire le terre del Monviso divertendosi con “Pluf! Gioca con le terre del Monviso”. Il gioco, realizzato da La Fabbrica dei Suoni, è una delle principali azioni di animazione turistica del progetto Pluf!, di cui l’Unione Montana Valle Varaita è capofila.

Tutti i territori aderenti al progetto sono rappresentati e si potrà giocare scegliendo su quale o quali zone concentrare la propria attenzione. Attraverso duecento carte, abbinate ad altrettante domande su natura, sport, cultura, prodotti tipici, storia & storie, i partecipanti vanno alla scoperta delle terre del Monviso con una modalità ludica di tipo cooperativo.

Attività gratuita con prenotazione obbligatoria entro le ore 12 di giovedì 1 agosto 2019 al numero 0175576294.

 

 

VALLE MAIRA

 

SABATO 3 AGOSTO 2019 – SAN DAMIANO MACRA

Ore 17.30 Ala Comunale

 

LA FABBRICA DEI SUONI

Laboratorio didattico intorno alla musica rivolto ai bambini dai 5 ai 13 anni.

 

SABATO 3 AGOSTO 2019 – SAN DAMIANO MACRA

Ore 22.00 Piazza del Comune

 

CONCERTO LOU SERIOL

Nati nel 1992 come gruppo di musica trad Lou Seriol è diventato nel corso degli anni una delle band più longeve e conosciute del panorama della nuova musica tradizionale occitana.

 

Venerdì 2 e sabato 3 agosto sono in programma due giornate dedicate ai fratelli Zabreri, nativi di Chiabreri di San Damiano Macra, tra i massimi maestro scalpellini medievali piemontesi.

Il programma dettagliato della due giorni a disposizione al link dropbox tra i materiali stampa

 

DOMENICA 4 AGOSTO 2019 – CANOSIO

ore 16.00

 

JEAN PAUL FARAUT TRIO

Animatori instancabili delle feste popolari di Nizza e del suo arrière-pays, membri permanenti del collettivo “Lo Cepon” di Vence, da oltre un decennio portano in giro per il mondo gli strumenti tradizionali della loro terra.

 

ore 21.00

CINECAMPER di Nuovi Mondi Festival – “Valley Uprising”

Valley Uprising è un lungometraggio di 90 minuti prodotto dalla Sender Films, vincitore del BANFF Mountain Film Festival del 2014 che ripercorre la storia alpinistica dello Yosemite dalla sua nascita nei primi anni 20 fino ai giorni nostri.

Lo Yosemite sta all’alpinismo americano come nessun altro luogo sta all’alpinismo europeo. È stata la culla dell’alpinismo anni 50/60 in cui personaggi come Yvon Chouinard, fondatore di Patagonia, facevano la comparsa; ha visto il nascere dell’arrampicata atletica e muscolare, ha visto la comparsa della prima climber donna, Lynn Hill, ad effettuare la prima salita in libera della via The Nose su El Capitan. Si arriva fino ai giorni nostri con le interpretazioni dell’arrampicata più estrema, con la testimonianza più che mai intensa, dopo la sua morte, del compianto Dean Potter fino al free solist più famoso e forte dei giorni nostri Alex Honnold.

Valley Uprising non è solo un film per capire le radici dell’alpinismo made in USA ma anche per comprendere come questo si fonda negli anni con i vari movimenti culturali, dal periodo pacifista durante la guerra del Vietnam, all’edonismo anni 80 alla cultura degli sport estremi.

 

LUNEDÌ 5 AGOSTO 2019 – ROCCERÈ

Ore 18.00 Partenza Colle della Chabra (1723 m) – salita dal Santuario di Val Mala

 

Il Parco Archeologico incontra le Cornamuse della Grande Orchestra Occitana

Sullo spartiacque tra Val Maira e Val Varaita una facile passeggiata che ci porta sulla vetta del Monte Roccerè, importante punto archeologico in quanto rappresenta una delle aree più interessanti del territorio, dove antiche e misteriose coppelle scolpite nella roccia testimoniano i primi insediamenti umani reperibili in Valle Maira. Qui la musica delle Cornamuse sarà accompagnamento di “pellegrini” curiosi di conoscere storia e musica.

 

TUTTI I MATERIALI STAMPA SONO DISPONIBILI A QUESTO LINK

 

————————————————————

 

FESTIVAL OCCIT’AMO – COS’È?

«Occit’amo è una grande occasione per affermare, attraverso la cultura e la musica, l’identità e la tradizione della nostra storia. La musica popolare, i balli, la letteratura hanno profonde radici in tutte le regioni italiane e in tutti i paesi del mondo. Queste culture possono convivere e possono arricchirsi reciprocamente: le radici, se condivise, aiutano la propria identità e la propria cultura ad aprirsi al mondo».

Questo è il biglietto da visita della kermesse che alla quinta edizione cresce ancora.

Protagoniste assolute sono la musica e la cultura occitana, declinate in molteplici forme d’arte che vanno dalla danza alla rappresentazione, canora e corale, fino al cinema e alla parola, legate tra loro da un vincolo strettissimo con il patrimonio paesaggistico e artistico locale: i sentieri, le baite, i colli, le chiese, le cappelle, i conventi, siti storici e architettonici di pregio saranno palco naturale.

Occit’amo conferma la vocazione di format cultural-turistico che dedica a ogni vallata un intero weekend di spettacolo, si arricchiscono le collaborazioni con importanti Festival italiani e francesi che raccontano la montagna e la tradizione, arrivano grandi ospiti nelle Terre del Monviso.

 

FESTIVAL OCCIT’AMO – DOVE E QUANDO?

Le Valli Stura, Maira, Po-Bronda e Infernotto, la Pianura del Saluzzese, le Valli Varaita e Grana dal 4 luglio al 15 agosto 2019 (con una serie di appuntamenti in anteprima) sono pronte ad accogliere oltre 20 gruppi musicali provenienti da tutta Italia e Francia, scrittori e cantanti che fanno letteratura.

Un focus su sonorità che vedranno rappresentate Provenza e Lengua Doc, visione plastica di un arco latino dove sono emigrate le nostre genti.

 

Occit’amo:

www.occitamofestival.it

About dal corrispondente

Avatar

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top