venerdì , 24 Gennaio 2020
Notizie più calde //
Home » HOT » NUOVO TEATRO COMUNALE DI GRADISCA D’ISONZO ‘Popone e il granello di polvere’ per lo SpazioRagazzi Domenica 19 gennaio alle 16
NUOVO TEATRO COMUNALE DI GRADISCA D’ISONZO ‘Popone e il granello di polvere’ per lo SpazioRagazzi Domenica 19 gennaio alle 16

NUOVO TEATRO COMUNALE DI GRADISCA D’ISONZO ‘Popone e il granello di polvere’ per lo SpazioRagazzi Domenica 19 gennaio alle 16

image_pdfimage_print

NUOVO TEATRO COMUNALE DI GRADISCA D’ISONZO

‘Popone e il granello di polvere’ per lo SpazioRagazzi

Domenica 19 gennaio alle 16 – Un appuntamento per l’intera famiglia

‘Popone e il granello di polvere, una storia meravigliosa’. A dieci anni dal suo debutto, a.ArtistiAssociati riallestisce la fiaba dell’elefante più amato dai bambini: il grosso e sensibile Popone. Si tratta di una favola che con un linguaggio nuovo e contemporaneo conquista le nuove generazioni, fornendo un pretesto per una riflessione su temi importanti come la tolleranza, la tutela delle minoranze, il rispetto e la perseveranza. L’appuntamento per tutta la famiglia è fissato per domenica 19 gennaio 2020, alle 16, al Nuovo Teatro Comunale di Gradisca d’Isonzo. Lo spettacolo, scritto da Chiara Cardinali, vedrà in scena Enrico Cavallero, Serena Finatti (che firma anche le musiche) e Chiara Cardinali.

Lo spettacolo narra di un grande e grosso elefante di nome Popone che, mentre ciondola spensierato nella giungla, incontra un popolo talmente piccolo da abitare su di un granello di polvere. I nuovi minuscoli amici hanno bisogno dell’aiuto del tenero elefante, sono alla ricerca di un posto sicuro dove vivere, senza la continua paura di essere schiacciati. Popone li aiuterà pur incontrando mille difficoltà, prima su tutte la resistenza degli amici di sempre, che non riuscendo a vedere nulla sul granello, lo credono pazzo e decidono di rubarglielo per dispetto. Popone, rimasto solo e scoraggiato, verrà  sostenuto dai suoi piccoli amici e insieme riusciranno a sconfiggere l’intolleranza e l’indifferenza che li circonda. La giungla diventerà un posto sicuro in cui si potrà vivere tutti insieme nel rispetto delle diversità.

Il teatro aprirà un’ora prima dell’inizio dello spettacolo.

About dal corrispondente

Avatar

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top