lunedì , 23 luglio 2018
Notizie più calde //
Home » Spettacolo » Musica » XIV EDIZIONE DI NATIVITAS canti corali e tradizioni natalizie in Alpe Adria Ultimi appuntamenti: dal 3 al 18 gennaio

XIV EDIZIONE DI NATIVITAS canti corali e tradizioni natalizie in Alpe Adria Ultimi appuntamenti: dal 3 al 18 gennaio

Nativitas è stata anche quest’anno una grande festa della coralità che ha saputo valorizzare la cultura e le tradizioni della nostra regione nel periodo natalizio, ha fatto conoscere a livello più ampio consuetudini musicali consolidate, ha favorito gli scambi e la conoscenza reciproca tra cori con ogni tipo di organico e repertorio.

La vetrina di canti e tradizioni natalizie in Alpe Adria promossa dall’Usci Friuli Venezia Giulia ha regalato per cinque settimane piccoli e grandi momenti di musica, progetti inconsueti e concerti di classici natalizi, interpretazioni della gioia natalizia declinate nei toni della musica barocca, del grande repertorio ottocentesco, del gospel, delle contaminazioni latinoamericane, del jazz e degli standard americani, del canto gregoriano, senza trascurare nemmeno ricordi tematici della Grande Guerra. Il programma, preparato ed eseguito da cori della regione Friuli Venezia Giulia, si è esteso oltre i confini regionali, toccando il Trentino Alto Adige, la Lombardia, la Sardegna, il Veneto, ma anche Austria, Croazia e Slovenia.

Fino al 18 gennaio Nativitas avrà ancora in serbo molti concerti sull’intero territorio regionale, per festeggiare l’Epifania e rivivere l’atmosfera delle feste anche nei giorni immediatamente successivi.

(segue il dettaglio degli eventi nel periodo dal 3 al 18 gennaio – provincia per provincia)

TRIESTE

Nell’ultimo segmento dell’imponente programma di Nativitas 2014 sarà Trieste la provincia che offrirà il maggior numero di concerti. Domenica 4 gennaio la chiesa di Bagnoli della Rosandra ospiterà il tradizionale concerto Nativitas nel Breg, dove i gruppi locali, il coro misto Fran Venturini di Domio e il gruppo vocale folk Stu ledi condivideranno le note di festa con gli ospiti del gruppo corale Sot el agnul di Galleriano di Lestizza. L’attesa dell’Epifania inizierà lunedì 5 gennaio alle 17.30 nella chiesa della Beata Vergine del Rosario con la celebrazione liturgica che avrà un accompagnamento musicale particolarmente importante con la Messa per il Santissimo Natale di Alessandro Scarlatti nell’interpretazione della cappella musicale della chiesa. Sempre lunedì, ma alle 19.30 nella chiesa della Beata Vergine del Soccorso il Gruppo Incontro proporrà inni e preghiere attraverso tre secoli di musica sacra in ricordo di don Giuseppe Radole. Nel giorno dell’Epifania il programma corale di Nativitas a Trieste si aprirà alle 9.00 con la celebrazione liturgica a Sant’Antonio Nuovo, accompagnata dai canti degli Amici della Cappella Corale che nello stesso giorno interpreteranno i vespri solenni alle ore 19.00. Alle ore 17.30 la celebrazione liturgica nella Chiesa della Beata Vergine del Rosario si svolgerà sulle note dell’Oratorio di Natale di Johann Sebastian Bach, sempre a cura della Cappella musicale della chiesa diretta da Elia Macrì. Prolungherà le festività sotto il titolo Ogni giorno è Natale il gruppo vocale e strumentale Cantarè che si esibirà alle ore 18.00 nella chiesa di san Gerolamo. Il quartetto di fiati Nomos e le voci del coro Tončka Čok saranno protagonisti mercoledì 7 gennaio del concerto serale di brani natalizi nella chiesa di Cattinara. Dopo una breve pausa, i concerti di Nativitas nella provincia di Trieste riprenderanno domenica 11 gennaio con il tradizionale augurio musicale nel duomo di Muggia, dove alle ore 15.00 si esibirà il coro accademico dell’Università del Litorale di Capodistria, diretto dal triestino Mirdi Capodistria, diretto dal triestino Miesibirà il coro accademico dell’rà alle ore 18.00 nella chiesa di san Gerolamo. ko Ferlan. “Ultime note di Natale” è invece il titolo del concerto che alle ore 18.00 nella chiesa di santa Caterina da Siena unirà tre cori di istituti scolastici triestini (Oberdan junior e senior, Volta) e il coro Alpi Giulie. Lo stesso giorno alla stessa ora anche la chiesa di san Giacomo avrà il suo concerto di brani natalizi dal titolo Benedictus qui venit, interpretato dai cori misti Lipa di Basovizza e Divača dalla Slovenia. L’ultimo concerto della serie sarà in programma domenica 18 gennaio a San Giuseppe della Chiusa, dove alle ore 18.00 canteranno ben cinque cori: il nonetto e il gruppo vocale femminile Primorsko di Caresana, il coro di voci bianche F.Venturini, il coro misto Mačkolje e il coro Tita Copetti di Tolmezzo.

GORIZIA

Anche  la provincia di Gorizia potrà vantare in gennaio un ricco ciclo di eventi sotto il segno di Nativitas. Martedì 6 gennaio, nel giorno dell’Epifania, sarà possibile scegliere tra tre concerti: a Villesse alle ore 15.00 andrà in scena il concerto di Natale del coro di voci bianche e giovanili Io Tu Noi, a San Floriano del Collio alle ore 17.00 seguirà la magia delle note del natale nelle voci del coro misto F.B.Sedej, mentre a Fogliano Redipuglia alle ore 18.30 il pomeriggio corale verrà concluso dal Gruppo Corale Elianico con un programma di canti mariani del periodo natalizio. Sabato 10 gennaio il Natale avrà sfumature creole nel duomo di Gorizia con il progetto di cinque cori che hanno deciso di presentare il ciclo natalizio su ritmi di danze dell’America Latina La Navidad nuestra di Ariel Ramirez. Collaboreranno i cori giovanili Arcobaleno, Audite Juvenes, Io Tu Noi, La Foiarola , Le Note Allegre. Saranno invece i canti della tradizione natalizia slovena i protagonisti del concerto di domenica 11 gennaio a Ronchi dei Legionari, dove alle 15.30 si esibirà il gruppo vocale maschile Lipa di Basovizza. Sabato 17 gennaio Nativitas concluderà il proprio percorso nella provincia di Gorizia con un viaggio nelle tradizioni della nostra regione, proposto nella chiesa di Doberdò del Lago dai gruppi Jezero, Neokortex, sv.Jernej e Pod Lipo, provenienti dalle province di Gorizia, Trieste e Udine.

UDINE

Ancora tre concerti animeranno i giorni antecedenti l’Epifania nella provincia di Udine. “Durante i combattimenti della Grande Guerra nei pressi di una sconosciuta cittadina del Belgio si verificò uno straordinario evento: i soldati tedeschi e i soldati inglesi deposero le armi per trascorre e condividere insieme il Natale.”- così la corale Coceancigh di Ipplis descrive il proprio progetto musicale No man’s land-Terra di nessuno, che verrà presentato nel teatro di Premariacco sabato 3 gennaio alle ore 20.45. Domenica 4 gennaio la chiesa di Santa Maria della Neve a Udine ospiterà le Note di Natale dei cori Faisi Dongje e Grop Coral Gjviano. Nello stesso giorno a Tapogliano il coro femminile Multifariam e la corale San Martino proporranno alle ore 18.00 il proprio Concerto per l’Epifania.

PORDENONE

Nella provincia di Pordenone due concerti domenicali concluderanno il lungo viaggio di Nativitas. Il 4 gennaio alle 16.30 nel teatro di Casarsa della Delizia la favola di Natale avrà i colori di diversi paesi del mondo nel canto del coro femminile Helianthus, del coro di voci bianche Fran Venturini, dei Piccoli cantori di Rauscedo e del coro dell’Accademia lirica di Santa Croce che riunisce solisti provenienti dai conservatori di Italia, Slovenia, Croazia, Ucraina, Russia e Cina. Domenica 11 gennaio l’Ensemble Armonia accompagnerà la celebrazione liturgica nella chiesa della SS. Trinità di Pordenone.

 

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top