Nativitas FVG – XX edizione Canti e tradizioni natalizie in FVG Epifania in musica

Con l’Epifania volge al termine anche la XX edizione di Nativitas, la rete di concerti corali delle feste che ha espresso questa volta la creatività dei cori online. Da un mese l’Usci Friuli Venezia Giulia pubblica regolarmente sulla propria pagina facebook e sui canali youtube e soundcloud le registrazioni audio e video proposti dai cori associati, tutte in forma di mini concerti negli stili musicali più diversi.

Gli ultimi giorni di festa si aprono con il coro femminile Multifariam della Scuola di musica di Ruda, diretto da Michele Gallas. Si tratta di una proposta esclusiva realizzata proprio per questa occasione nel segno delle hit natalizie più celebri del repertorio americano, eseguite con la collaborazione del gruppo Bieiwatch che ha curato anche il montaggio del video.

Mercoledì 6 gennaio dalle 18.00 in poi sarà la volta del Coro di voci bianche Fran Venturini, pluripremiato a molti concorsi internazionali. Il loro programma è un montaggio di esibizioni dal vivo tratte da diversi concerti e con un florilegio di brani molto vari, interpretati con la direzione di Susanna Zeriali. Si nasce ogni giorno è il titolo della proposta insolita del Coro Panarie di Artegna, diretto da Paolo Paroni, che dal 7 gennaio potrà essere ascoltato con tre brani che spaziano dal rinascimento ai Metallica. Proseguendo verso la fine della settimana e dalle festività, le musiche scelte escono dal repertorio sacro e dalla tradizione anglosassone per incontrare anche la musica da film o l’opera, come nel programma registrato dal gruppo vocale Vocal Cocktail nel suo mini concerto augurale di inizio anno. Sarà invece la musica del compositore polacco Witold Lutoslawski a caratterizzare il programma del 9 gennaio, con un estratto dalle Twenty Polish Christmas Carols interpretate dal Piccolo Coro e voci bianche Artemìa di Torviscosa, diretti da Denis Monte. Il 10 gennaio il gruppo giovanile Fran Venturini di Domio (Trieste), accompagnato al pianoforte, clarinetto, sassofono, violino e percussioni, inviterà gli spettatori a seguire voci e strumenti in un giro intorno al mondo, alla scoperta di brani sacri e natalizi.