JAZZ IN PROGRESS Venerdì 9 novembre, nuovo appuntamento della rassegna con il progetto Sebastian Piovesan

Torna la rassegna di musica improvvisata Jazz in Progress, promossa dall’Associazione Nuovo Corso, con un nuovo concerto,atteso per venerdì 9 novembre alle 21come sempre al Carso in Corso a Monfalcone (ingresso libero). Protagonista della serata è il progetto Sebastian Piovesan “Travelling Notes”, il racconto in musica di un viaggio tra Estonia, Francia e Belgio che il giovane artista ha compiuto in occasione dei suoi studi e che vuole rivivere e restituire con le proprie composizioni.
Ad accompagnare Piovesan (oltre che autore delle musiche, anche arrangiatore e bassista) sono altri quattro giovani e talentuosi strumentisti, uniti in quintetto: Francesco De Luisa al pianoforte; Giorgio Giacobbi al sax; Francesco Ivone alla tromba e Camilla Collet alla batteria.

Il progetto Sebastian Piovesan “Travelling Notes” nasce dall’esperienza di viaggio dell’artista attraverso le terre di Estonia, Belgio e Francia. Le emozioni, i colori e i sapori di questo viaggio diventano così suoni, melodie e armonie che Piovesan annota durante il tragitto, come fossero un diario di bordo fatto di note.

Al centro della serata di Jazz in Progress è il recente album pubblicato da Dodicilune, che passo dopo passo rievoca le diverse esperienze vissute e messe in musica dal giovane compositore. Dall’iniziale spaesamento dell’approdo in terra straniera (“DisorientedBreeze”), al ricordo di casa (“Evenings”); dalle emozioni del vivere quotidiano (“Aeonian”), a un incontro inaspettato (“Whillip”); dal fascino per qualcosa di ignoto e misterioso (“Around a Round Trip”), alla riscoperta del proprio istinto (“Funky Feeling”), per concludere con la consapevolezza di quanto vissuto e la malinconia per il ritorno (“Näemejälle”).

Sebastian Piovesan
Da giovanissimo intraprende lo studio del pianoforte e, successivamente, del basso elettrico.
Nel 2008 si iscrive al Conservatorio Tartini di Trieste, dove consegue i diplomi di Triennio Superiore Sperimentale di I livello Jazz nel 2012, e di Biennio Specialistico Sperimentale di II livello Jazz nel 2015. Vincitore di due borse di studio, si trasferisce a Tallinn (Estonia), dove prosegue gli studi pressol’Estonian Academy of Music and Theatre, e, successivamente, a Leuven (Belgio), dove hamodo di insegnare, collaborare ed esibirsi per il Dipartimento di Jazz della LUCA School of Arts di Bruxelles – Campus Lemmens Leuven per l’anno accademico 2015-2016.Dal 2012 è bassista, compositore e arrangiatore della “Big Tartini Band” diretta da Klaus Gesing. Nel 2018 esce il suo primo disco da leader “Travelling Notes” per l’etichetta Dodicilune

E.L.