sabato , 7 Dicembre 2019
Notizie più calde //
Home » Spettacolo » Cinema » Martedì 12 novembre al Reggio Film Festival si parla di bruttezza, danza e disabilità
Martedì 12 novembre al Reggio Film Festival si parla di bruttezza, danza e disabilità

Martedì 12 novembre al Reggio Film Festival si parla di bruttezza, danza e disabilità

image_pdfimage_print

Presentazione di un esilarante dizionario a fumetti e di una selezione di cortometraggi da tutto il mondo, proposti anche in collaborazione con la Fondazione Nazionale della Danza / Aterballetto: tutto a ingresso libero e gratuito.

«Non è bello ciò che è bello, figuriamoci i film brutti»: Davide La Rosa introduce il suo Dizionario dei film brutti a fumetti che presenterà, in dialogo con Nicola Guarino, martedì 12 novembre alle ore 18 alla Libreria Punto Einaudi di Reggio Emilia, nell’ambito della diciottesima edizione del Reggio Film Festival «È un libro che lancia il lettore in un abisso fatto di film senza trama, attori  incapaci  e registi che credono troppo in loro stessi».

Alle ore 19.30 ci si sposterà all’Auditorium Credem, per la presentazione di una selezione di corti internazionali dedicati al mondo della disabilità. L’appuntamento si colloca nell’ambito di Danza e Fragilità, progetto della Fondazione Nazionale della Danza / Aterballettosostenuto da Gruppo Credem, in collaborazione e con il sostegno di Reggio Emilia Città senza Barriere e Consorzio Oscar Romero.

Alle ore 21 il Reggio Film Festival tornerà al Teatro San Prospero per una ricca selezione internazionale di cortometraggi, tra i quali vale ricordare almeno l’anteprima italiana di Off the Grid e di Tempus Fugit.

Il primo (Norvegia, 12’ 30”), diretto da Vegard Dahle, racconta la vicenda di Ola Ravn che, come spiega il Direttore Artistico del Festival Alessandro Scillitani, «sogna di vivere la vita a modo suo. Decide di costruire una piccola casa isolata da tutto, in grado di purificare l’acqua piovana e accumulare energia solare. Vuole provare che è possibile vivere una vita sobria ma agiata, economicamente indipendente e con uno stile di vita sostenibile. Suo padre, tuttavia, trova quest’idea sciocca ed egoista».

Tempus Fugit (Francia, 20’), diretto da Lorenzo Recio, narra di Jeanne e Paul, «due settuagenari, conducono una tranquilla e monotona vita da pensionati nel sud della Francia. Durante un’ondata di caldo, l’improvvisa comparsa di un fiume stravolgerà le loro vite».

Ingresso gratuito a tutti gli appuntamenti.

La Libreria Punto Einaudi si trova in Via Emilia San Pietro, 22 a Regio Emilia.

L’Auditorium Credem si trovi in via Emila San Pietro, 4 a Reggio Emilia.

Il Teatro San Prospero si trova in via Guidelli, 5 a Reggio Emilia.

Info e programma dettagliato: http://www.reggiofilmfestival.it/.

 

 

Michele Pascarella

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top