mercoledì , 12 Agosto 2020
Notizie più calde //
Home » HOT » LA RI-PARTENZA DI MUSIC SYSTEM ITALY, CONCERTI E MAESTRI DELLE GRANDI ORCHESTRE DEL MONDO PER L’ESTATE UDINESE
LA RI-PARTENZA DI MUSIC SYSTEM ITALY,  CONCERTI E MAESTRI DELLE GRANDI  ORCHESTRE DEL MONDO PER L’ESTATE UDINESE

LA RI-PARTENZA DI MUSIC SYSTEM ITALY, CONCERTI E MAESTRI DELLE GRANDI ORCHESTRE DEL MONDO PER L’ESTATE UDINESE

image_pdfimage_print

Quest’anno, le restrizioni dovute al contenimento della pandemia da Covid-19 avrebbero potuto interrompere bruscamente il felice cammino intrapreso nel 2019 con la prima edizione. E, invece, la tenacia e la forza di volontà degli organizzatori, insieme con la voglia di ripartire, faranno sì che Music System Italy possa tornare nuovamente in terra friulana. Sempre sotto la direzione artistica di Ottaviano Cristofoli, maestro originario del Friuli e da anni in residenza a Tokyo, dove ricopre il prestigioso incarico di prima tromba alla Japan Philharmonic Orchestra.

Fabrizio-Bosso-Emanuele-F-Trio

Una versione “speciale”, quella si aprirà ufficialmente il 13 luglio sotto la Loggia del Lionello in piazza Libertà a Udine con il duo Bortolotto al violino e Andri al pianoforte (già sold-out), ma non per questo minore. Anzi. Se, infatti, gli oltre cento giovani musicisti che erano pronti a raggiungere il Friuli per partecipare alle masterclass ed esibirsi in diverse performance non potranno arrivare a causa delle limitazioni agli spostamenti tra Paesi, SimulArte è riuscita ugualmente a mettere a punto un programma di concerti gratuiti all’aperto con i maestri provenienti dalle più grandi orchestre del mondo e, seppur in misura più ridotta, a garantire comunque diversi appuntamenti di alta offerta formativa musicale, sempre nel rispetto delle normative anti-contagio da Coronavirus.

«In pochi mesi – racconta Cristofoli – è cambiato il mondo e, man mano che la pandemia, e con essa le restrizioni, cambiava abbiamo ogni volta riadattato il programma. C’è stato un lavoro quotidiano che ha portato, appena una settimana fa, a poter inserire anche alcune masterclass, cosa all’inizio impossibile. Io stesso – ammette – non sapevo se avrei potuto raggiungere il Friuli dal Giappone. Gli stessi ragazzi che avrebbero dovuto raggiungere l’Italia dall’estero ci chiedevano costantemente di poter organizzare qualcosa. Quello che ne uscito, alla fine, è il risultato di tutto questo lavoro preparatorio. Una sintesi in grande stile – prosegue ancora Cristofoli – di tutto quello che avrebbe dovuto essere Music System Italy. Un ringraziamento speciale va a tutti gli insegnanti, ai maestri che si sono visti cancellare gli impegni e a quelli che hanno accettato di venire qui senza riserve, comprendendo la situazione».

«Anche quest’anno – commenta l’assessore regionale alla Cultura e allo Sport, Tiziana Gibelli – i grandi maestri della musica accompagneranno l’estate udinese. Nonostante le difficoltà e le incertezze legate all’emergenza Covid-19, infatti, SimulArte è riuscita a mettere in piedi una rassegna di qualità che mette insieme l’esperienza di docenti e musicisti di fama internazionale a quella di giovani talenti, anche locali. Un’ulteriore dimostrazione – conclude – di come le associazioni culturali del nostro territorio hanno lavorato instancabilmente in questi mesi, cercando di cogliere tutte le opportunità possibili per dare una risposta concreta alla voglia di musica e di cultura che da sempre caratterizza il Friuli Venezia Giulia, ma che è anche strumento fondamentale per attrarre turisti sia dall’Italia che dall’estero».

Soddisfatto l’assessore alla Cultura del Comune di Udine, Fabrizio Cigolot«Come amministrazione comunale – sottolinea – siamo convinti siamo importanti iniziative come questa, che arricchisce la città di numerosi appuntamenti e di prestigiosi interpreti. Il Friuli nel mondo è una patria senza confine, ci dicevamo anni fa con l’Ente Friuli nel mondo. Oggi come mai, grazie alle nuove tecnologie e ai friulani che vivono all’estero, ma che mantengono viva la loro radice, questa è sempre più una realtà. Basti vedere quanti giovani friulani, in ambito musicale, si sono formati qui e sono diventati famosi a livello internazionale. Va riconosciuta e sostenuta – prosegue – questa loro capacità, così come quella di valorizzare iniziative come questa. La proposta che faccio agli organizzatori – conclude Cigolot – è quella di organizzare qui in città, per la prossima edizione, degli stage estivi per giovani musicisti provenienti da ogni parte del mondo».

Il programma

Come anticipato, Music System Italy si aprirà il 13 luglio alle 21 sotto la Loggia del Lionello con il concerto, già sold out, del duo formato da Laura Bortolotto al violino e Matteo Andri al pianoforte, musicisti che riuniscono in sé apprezzate doti sia solistiche che cameristiche e con all’attivo numerosi concerti nell’ambito di prestigiosi festival.

Già ospite della scorsa stagione, torna a Udine l’attesissimo concerto con Paul Halwaxprimo tuba solista dei “Wiener Philharmoniker”Il 21 luglio (Loggia del Lionello) darà vita a un recital per trombone, tuba e pianoforte insieme ad altri due grandi maestri, Enzo Turriziani e Desirée Scuccuglia. Turriziani è stato vincitore del concorso di primo trombone presso l’orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia nel 2014 ed è il primo italiano ad aver ricoperto l’incarico di trombone solista all’opera di stato di Vienna avendo accesso diretto presso i Wiener Philharmoniker, in cui tutt’ora ricopre il ruolo di primo trombone. Scuccuglia, attualmente docente al Conservatorio “N.Sala” di Benevento, ha collaborato per circa dieci anni in qualità di pianista dei corsi di alto perfezionamento all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma ed è stata assistente musicale e pianista all’ Orchestra Sinfonica di Roma.

Il calendario, che proporrà un concerto a settimana fino al 24 agosto sempre con l’introduzione del musicologo Alessio Screm, vedrà la partecipazione di molti altri maestri di fama internazionale e di altrettanti giovani talenti, molti dei quali friulani, che già si sono fatti notare in prestigiosi festival o rassegne musicali.

Ospite di Music System Italy sarà Fabrizio Bosso, jazzista famoso in tutto il mondo, a Udine il 3 agosto, stavolta sul plateatico di piazza Libertà per un concerto con l’Emanuele Filippi Trio al termine di una giornata di alta formazione musicale al Teatro Bon di Colugna o, ancora, lo Spilimbrass Quintet, quintetto di ottoni formatosi a Spilimbergo nel 2003 e che annovera prime parti delle orchestre musicali più importanti d’Italia. Saranno loro, il 24 agosto in una nuova location, piazza Venerio, a dare vita a uno spettacolo adatto a tutte le età musicando dal vivo due cortometraggi giovanili di Charlie Chaplin. E, ancora, stavolta il 18 agosto (Loggia del Lionello), l’Opter Ensemble, formato dal cornista Guglielmo Pellarin, dal violinista Francesco Lovato e dal pianista Federico Lovato, e considerato un punto di riferimento nel panorama musicale italiano.

Spazio, come anticipato, anche ai talenti “nostrani”, come la serata del 27 luglio, quando Andrea Cesari, primo corno solista all’Orchestre Philarmonique de Monte Carlo, salirà sul palco della Loggia del Lionello al fianco dei Filarmonici Friulani, unico esempio della regione di ensemble musicale gestito, coordinato e curato da under 30.

Altre sorprese attendono il pubblico di Music System Italy

Se questo è il calendario di appuntamenti già in programma, altrettanti concerti, se non di più, stanno per prendere forma non solo a Udine, ma in altri centri della regione, grazie anche alla collaborazione con PromoTurismoFvg. «Stiamo definendo gli ultimi accordi – spiega il presidente di SimulArte, Federico Mansutti –, con altre amministrazioni della regione così da proporre nuove serate sulla scia di quanto già organizzato lo scorso anno. Un modo, questo, per abbinare la grande musica e l’offerta di spettacoli dal vivo con la promozione del territorio».

«PromoTurismoFVG – spiega Alessandra Fogar, area cultura di PromoTurismoFvg – aderisce anche a questa seconda edizione di Music System Italy, in cui ha creduto fino dalla bozza progettuale nel 2019. Questa edizione 2020 è indubbiamente espressione di una situazione particolare, ma proprio per questo sarà ancora più bella. Una forma di resilienza e di restart all’insegna della grande musica. I collegamenti virtuali che ci saranno con gli studenti e gli insegnanti che non sono potuti arrivare come previsto – prosegue – consentiranno comunque di veicolare la promozione della nostra regione. Per quanto riguarda l’offerta per chi partecipa ai corsi – conclude – viene confermata la FVGcard come omaggio per visitare siti, musei, castelli e partecipare alle visite guidate organizzate da PromoTurismoFvg». A questo si aggiunge, per chi parteciperà ai concerti, l’opportunità di acquistare la FVGcard al prezzo scontato del 20% presentando il libretto di sala presso gli infopoint PromoTurismoFVG.

«Le limitazioni imposte dalla pandemia – commenta Loris Basso, presidente di Ente Friuli nel mondo – hanno impedito ed in parte modificato gran parte delle nostre attività. Siamo stati indotti a connetterci in modi che non avremmo mai immaginato, mettendo alla prova la nostra capacità di adattamento. È stato ovviamente messo al primo posto la tutela della salute e l’interesse pubblico. La perdita d’incontri, eventi ed esperienze programmate potrebbero farci avere la sensazione che questo periodo sia “trascorso” in modo incompleto, impedendoci di realizzare quelle azioni di servizio che avevamo pensato e quindi con la sensazione di non aver potuto trasformare le nostre idee in azioni. Invece la nostra capacità di adattamento e la nostra apertura verso le innovazioni ci hanno permesso di non perdere alcuna possibilità e occasione. Fra tutti – conclude – Music System Italy, progetto che, tra l’altro, aveva anche il compito di promuovere la nostra regione in Giappone attraverso la musica e il turismo, visto che il concerto inaugurale si sarebbe dovuto tenere proprio a Tokyo come benvenuto agli atleti olimpici corregionali e interpretato dai giovani musicisti che poi sarebbero venuti qui da noi in regione quest’estate. Concerto poi purtroppo rimandato così come le Olimpiadi. Sono certo che anche se la manifestazione che gli organizzatori sono riusciti a realizzare lo stesso qui in regione sia stata rivisitata, le finalità rimangono comunque intatte, con i giovani, la musica e la cultura ancora protagonisti».

Tutti i concerti, come ricordato, sono a ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria. Biglietteria: www.simularte.it, tel: +39 0432 1482124, biglietteria@simularte.it, orario: dal lunedì al sabato ore 16.00 – 19.00.

Music System Italy sostiene i #FiveMusicRights promossi dall’International Music Council, organizzazione professionale leader a livello mondiale dedicata alla promozione del valore della musica nella vita di tutti i

Spilimbrass-Quintet

popoli. La rassegna è realizzata grazie al sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia, del Comune di Udine, della Fondazione Friuli e della Fondazione Pietro Pittini. Numerosi i partner del progetto (Science in the City Festival di ESOF2020, i Comuni di Tavagnacco e di San Daniele del Friuli, i Filarmonici Friulani, Itineraria e l’Ente Friuli nel Mondo), così come le aziende che hanno garantito il loro supporto tecnico (ProntoAuto, Goccia di Carnia, Kopy Print+Gadgets e Biasin Musical Instruments) e gli sponsor (CrediFriuli e Ceccarelli Group).

IN ALLEGATO COMUNICATO STAMPA

e le immagini di:

Ottaviano Cristofoli, direttore artistico della rassegna

Federico Mansutti, presidente SimulArte

e alcuni dei protagonisti del cartellone:

– il duo Bortolotto-Andri (primo concerto in programma e già sold out) – Loggia del Lionello 13 luglio

– Paul Halwax, con Enzo Turriziani e Desirée Scuccuglia – Loggia del Lionello 21 luglio

– Fabrizio Bosso con Emanuele Filippi Trio – piazza Libertà 3

– Spilimbrass Quintet – piazza Venerio 24 agosto

About Carlo Liotti

Carlo Liotti
Giornalista Pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti da Aprile 2013. Dottore in Scienze e Tecnologie Alimentari. Appassionato di fotografia e di viaggi, capo redattore de ildiscorso.it, reporter/collaboratore per altri canali di comunicazione.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top