sabato , 28 Novembre 2020
Notizie più calde //
Home » Spettacolo » LA NUOVA STAGIONE DI PROSA DEL TEATRO CONTRADA DI TRIESTE

LA NUOVA STAGIONE DI PROSA DEL TEATRO CONTRADA DI TRIESTE

image_pdfimage_print

Sofisticata, intrigante, esilarante, graffiante”. È questa la nuova veste della Stagione di Prosa 2012/2013 che la Contrada-Teatro Stabile di Trieste porterà sulle scene del Teatro Orazio Bobbio da ottobre alla prossima primavera.
La Stagione del Bobbio, le nuove produzioni e i nuovi progetti della compagnia della Contrada sono stati illustrati stamattina dalla Presidente dello Stabile di Trieste, Livia Amabilino, assieme al Direttore artistico Francesco Macedonio. A rappresentare il Comune di Trieste era presente anche il Sindaco Roberto Cosolini, cui sono seguiti gli interventi del responsabile delle relazioni culturali Paolo Quazzolo, del Direttore organizzativo Ivaldo Vernelli e del regista Andrea Collavino che dirige una delle due produzioni della Contrada inserite nel cartellone di prosa del Bobbio.
Dieci i titoli del nuovo cartellone, suddivisi fra spettacoli “rossi” a nove recite e spettacoli “blu” a quattro repliche. Si profila subito la prima grande novità di questa nuova stagione che vede una replica aggiuntiva per gli spettacoli “blu”: dopo il debutto del venerdì sera e le repliche del sabato sera e della domenica pomeriggio, i tre titoli “blu” della Stagione replicheranno ancora al lunedì sera. La decisione nasce dalla grande richiesta del pubblico che nelle ultime stagioni ha “affollato” le tre repliche, rendendo così difficili sia la vendita di biglietti ai non abbonati, sia la possibilità per quanti lo richiedevano di trovare posto nel primo settore del teatro. Con la vendita, fin dal primo giorno di campagna abbonamenti, delle poltrone per la nuova replica, si potranno così soddisfare le esigenze di tutti gli spettatori.
Le formule di abbonamento a turno fisso rimangono due (per i sette spettacoli “rossi” o per i sette “rossi” e i 3 “blu”), così come vengono confermati i diversi tipi di abbonamento a turno libero: il Carnet “Liberissimo” (non nominale, usufruibile da più persone) per 7 o per 10 ingressi e le offerte per i più giovani. Mantenendo i costi molto contenuti, vengono riconfermate infatti la “School Card” (per i ragazzi dagli 11 ai 19 anni) e la “University Card” (per i ragazzi dai 20 ai 26 anni) per 5 spettacoli a scelta libera fra i dieci titoli in abbonamento.
La Contrada vuole inoltre venire incontro alle famiglie e rafforzare così la sua vocazione di polo aggregativo proponendo una nuova formula riservata a genitori e figli (fino ai 14 anni). La seconda novità di questa stagione è infatti l’Abbonamento “Family” riservato ai genitori di uno o più figli: con questo abbonamento (nominale, a turno libero) i titolari possono scegliere fra 5 dei sette spettacoli “rossi” e i figli entrano a teatro con loro pagando un biglietto di soli 2 euro.
La tradizionale commedia dialettale che inaugura la Stagione 2012/2013 è “Maldobrie”, Diretto da Francesco Macedonio,  – in scena dal 19 al 28 ottobre – può contare sulla divertente interpretazione di Ariella Reggio e Gianfranco Saletta, interpreti storici dei testi di Carpinteri e Faraguna, affiancati dagli attori della compagnia stabile della Contrada – Adriano Giraldi, Maria Grazia Plos, Marzia Postogna, Maurizio Zacchigna, Massimiliano Borghesi, Paola Saitta e Lorenzo Zuffi – e dagli allievi dell’Accademia Teatrale “Città di Trieste”. Lo spettacolo gode del sostegno della Camera di Commercio di Trieste.
Il consolidamento della tradizione si affianca però alla messa in scena di autori contemporanei dal forte contenuto sociale. Ecco quindi che la seconda produzione della Contrada in scena al Bobbio sarà “Il metodo” dell’autore spagnolo Jordi Galcerán (traduzione di Pino Tierno). Interpretato da Adriano Giraldi, Riccardo Maranzana, Maria Grazia Plos e Maurizio Zacchigna, lo spettacolo vede quattro manager chiusi in una stanza pronti a battersi senza esclusione di colpi per un posto da direttore generale di una multinazionale giapponese. Seguendo le regole di un gioco crudele, i quattro accettano di affrontare strane prove attitudinali e di rivelare agli altri i propri segreti più imbarazzanti, pronti anche a umiliarsi pur di guadagnare l’ambito posto.Lo spettacolo teatrale,diretto da Andrea Collavino, sarà in scena al Bobbio dal 16 al 25 novembre.
In dicembre debutta il primo spettacolo in ospitalità della Stagione: si tratta di uno dei più grandi classici del teatro internazionale, “Trappola per topi” di Agatha Christie. Sarà in scena dal 7 al 16 dicembre.
In gennaio (dall’11 al 20) torna invece a Trieste la comicità di Ray Cooney reinterpretata da Antonio Catania, Gianluca Ramazzotti, Miriam Mesturino e Raffaele Pisu, diretti da Gianluca Guidi: la stessa compagine che due anni fa portò in scena con grande successo “Chat a due piazze” (sequel di “Taxi a due piazze”, entrambi di Cooney) oggi interpreta “Se devi dire una bugia dilla ancora più grossa”. Attesissimo il debutto alla Contrada del quinto spettacolo in abbonamento (primo dei tre titoli “blu”). Si tratta del “Re Lear” di Shakespeare che può contare su un interprete d’eccezione: Michele Placido (che ne è anche co-regista assieme a Francesco Manetti).  Lo spettacolo debutta al Bobbio venerdì 25 gennaio e replica fino a lunedì 28.
Molto gradito il ritorno in febbraio di una delle coppie comiche più longeve del teatro italiano, Zuzzurro&Gaspare, che porteranno in scena “La cena dei cretini” di Francis Veber.  lo spettacolo è in scena dall’8 al 17 febbraio.
Il settimo spettacolo in abbonamento (nuovamente un titolo “blu”) vede invece debuttare per la prima volta sul palcoscenico del Bobbio un’inedita coppia comica, Lunetta Savino e Emilio Solfrizzi, in “Due di noi” di Michael Frayn.Diretto da Leo Muscato, “Due di noi” sarà in scena da venerdì 22 a lunedì 25 febbraio.
“Come tu mi vuoi” di Luigi Pirandello arriva invece alla Contrada in marzo, dall’1 al 10.  Dirige lo spettacolo Francesco Zecca.
Dal 15 al 24 marzo un grande evento dedicato al cabaret classico sarà in scena a Trieste con una coppia storica: Cochi&Renato in “Quelli del cabaret”. A fine aprile va infine in scena il decimo e ultimo spettacolo in abbonamento: terzo titolo “blu” a quattro repliche, debutta al Bobbio la commedia musicale “Una vita da strega”, ispirata al celebre telefilm americano degli anni ’60. Su un progetto di Simone Martini e i testi di Elvio Porta e Armando Pugliese (quest’ultimo anche regista) lo spettacolo ha per protagonista la bella Samanta, una strega caduta dal cielo per colpa del suo temperamento poco docile, che si innamora di un mortale. L’incontro-scontro tra i due avrà esiti decisamente imprevedibili. Protagonisti di “Una vita da strega”, in scena dal 5 all’8 aprile, sono Bianca Guaccero e Francesco Venditti. 
Accanto ai dieci spettacoli in abbonamento, sarà presentata fuori dal cartellone una rassegna di 5 titoli “Extra” (per i quali gli abbonati della Stagione di Prosa godranno di un trattamento di favore). Cinque eventi assolutamente inediti che spaziano al di fuori della prosa.
Il primo di questi spettacoli sarà l’operetta “Eterno amore” di Gianni Gori e Alessandro Gilleri, interpretato da Elio Pandolfi, Daniela Mazzucato, Max Renè Cosotti, Diletta Rizzo Marin e Andrea Binetti, accompagnati dal pianista Marco Solastra. Diretta da Alessandro Gilleri, l’operetta è l’unico dei 5 eventi “extra” con due rappresentazioni: mercoledì 31 ottobre e giovedì 1° novembre.Martedì 18 dicembre Gennaro Cannavacciuolo veste i panni di Domenico Modugno in un recital tutto dedicato al cantante pugliese, “padre putativo” dei cantautori italiani: “Volare. Concerto a Domenico Modugno”. Per i primi 4 titoli “extra” (“Eterno amore”, “Volare”, “I am not a penguin” e “Mind juggler”) è possibile acquistare un carnet libero per 4 ingressi, mentre “Firefly” è valido per i Carnet Liberissimo della Stagione di Prosa.  La campagna abbonamenti per la Stagione 2012/2013 della Contrada ha inizio mercoledì 5 settembre: gli abbonamenti possono essere sottoscritti presso la biglietteria del Teatro (Via del Ghirlandaio, 12 • tel. 040.390613/948471 – orario: 8.30-13.00/15.30-18.30), presso TicketPoint (Corso Italia, 6/c • tel. 040.3498276/3498277 – orario: 8.30-12.30/15.30-19.00); speciale “infopoint” anche al Teatro dei Fabbri (Via dei Fabbri, 2 • tel. 040.3224358 – orario solo pomeridiano: 15.30-18.30). Il termine ultimo per riconfermare i posti della passata stagione scade venerdì 28 settembre: da lunedì 1° ottobre, tutti i posti rimasti liberi saranno messi a disposizione del pubblico. Gli abbonamenti aziendali riservati ai soci di circoli ricreativi, associazioni convenzionate, sindacati e scuole si possono sottoscrivere esclusivamente sul posto di lavoro tramite gli incaricati aziendali.
La Contrada si avvale del sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, del Comune e della Provincia di Trieste; nella realizzazione delle sue attività può contare sulla collaborazione con istituzioni importanti come l’Ente Regionale Teatrale, l’Università Popolare e la Fondazione CRTrieste.
Informazioni: 040.948471 / 948472 /390613; contrada@contrada.it; www.contrada.it.

 

Enrico Liotti

About Enrico Liotti

Enrico Liotti
Giornalista Pubblicista dal 1978, pensionato di banca, impegnato nel sociale e nel giornalismo, collabora con riviste Piemontesi e Liguri da decenni.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top