martedì , 20 Agosto 2019
Notizie più calde //
Home » HOT » ESTATE A PORDENONE domenica 4 agosto, lunedì 5 agosto, martedì 6 agosto 
ESTATE A PORDENONE domenica 4 agosto, lunedì 5 agosto, martedì 6 agosto 
corso Vittorio Emanuele

ESTATE A PORDENONE domenica 4 agosto, lunedì 5 agosto, martedì 6 agosto 

image_pdfimage_print

Domenica 4 agosto

✓ ore 16.30, Museo archeologico, visita guidata e laboratori per famiglie, architetti antichi 

Proseguono al Museo archeologico la prima e la terza domenica di ogni mese i percorsi a tema ogni volta diversi, alla scoperta delle collezioni esposte e del suggestivo castello che lo ospita. Domenica 4 agosto, alle 16.30 la visita guidata e il laboratorio per famiglie verterà sul tema “Architetti antichi”, per fare un viaggio attraverso diverse epoche alla scoperta dei materiali e delle diverse tecniche costruttive

Lunedì 5 agosto

✓ore 21, Biblioteca Civica, Ogni biblioteca è un’avventura
✓ ore 21, piazzetta Calderari, Cinema sotto le stelle, piazzetta Calderari, Easy Rider 

Gran finale lunedì 5 agosto a Pordenone, nel chiostro della biblioteca civica (in caso di pioggia nella sala Degan)e per l’occasione in orario serale (alle 21, con ingresso libero) con la rassegna “Ogni biblioteca è un’avventura”, storie dal Centro America e dintorni, che per più di un mese, nell’ambito dell’Estate a Pordenone, ha condotto bambini e adulti fra animali fantastici, foreste dalla vegetazione lussureggiante e paesaggi incantati abitati da meravigliose creature nelle cinque sedi delle biblioteche di quartiere di Pordenone. Il progetto di promozione della lettura organizzato dall’associazione Thesis in collaborazione con la Biblioteca Civica di Pordenone e il Centro Culturale “Aldo Moro di Cordenons, e il sostegno della Fondazione Friuli, e curato dal direttore artistico di Dedica Claudio Cattaruzza, si chiude con lo spettacolo “Storie di lupi”, di Alberto De Bastiani e Giovanni Trimeri, serata speciale con i burattini e pupazzi realizzati da Michele Callegher e Jimmi Davies. Per raccontare di lupi sempre bastonati e maltrattati, affamati ed evitati, che non sono proprio così cattivi come vengono dipinti…Una serata speciale per chiudere l’edizione 2019 della rassegna pensata per avvicinare i più piccoli al mondo narrativo e ai libri, come momento formativo e di crescita culturale. E nello stesso tempo, attraverso la scelta delle biblioteche di quartiere, per far incontrare diverse tipologie di pubblico nei luoghi della loro “quotidianità”, promuovendo lo sviluppo dell’aggregazione sociale e la valorizzazione della comunità. Per informazioni: Biblioteca Civica di Pordenone, tel. 0434 392970.

Easy Rider, opera prima di Dennis Hopper, ritorna in versione restaurata dalla Cineteca di Bologna lunedì 5 agosto alle 21.00 al Cinema Sotto le Stelle di Cinemazero, nell’Estate a Pordenone.
Un film manifesto di una generazione che, nell’America del Vietnam, dei figli dei fiori e dei sogni infranti, rifiuta ogni regola e si mette in viaggio.
Molti gli ospiti della serata che anticiperanno la proiezione in piazzetta Calderari. Ritorneranno, a un anno di distanza, Cocco Carnelutti e il regista Stefano Giacomuzzi per raccontarci la loro impresa: il folle viaggio in sella a una Harley Davidson Flathead 1200 del ’39, partendo da Pozzis per approdare a Samarcanda. 37 giorni di viaggio, 8222 km da percorrere in moto.
E le moto saranno, ovviamente saranno il fil rouge dell’intera serata. Infatti, per l’occasione saranno esposti custom/chopper rari e da collezione. Un’opportunità imperdibile per tutti gli amanti delle due ruote, nata grazie alla collaborazione con Moreno e Micke Persello della casa editrice Custom, organizzatori del Bikers Fest International, l’evento motoradunistico più importante d’Italia, il più spettacolare in Europa e uno tra i più conosciuti al mondo, che vanta ben 33 edizioni con oltre 50.000 presenze l’anno. Con loro vedremo sul grande schermo, per la prima volta davanti al pubblico, un video emozionante che racchiude i momenti più spettacolari dell’ultimo evento a Lignano Sabbiadoro, dove si è tenuta l’ultima edizione.
A seguire, al calare del sole, per coronare la serata, la versione restaurata del film icona dell’America ribelle degli anni Sessanta. In maniera esemplare Hopper è riuscito a raccontare, attraverso il viaggio dei due protagonisti Wyatt (Peter Fonda) e Billy (Dannis Hopper) la conquista della libertà lungo le strade della California.
Un evento in collaborazione con la Cineteca di Bologna, Editrice Custom e Rodaggio Film.

Martedì 6 agosto

✓ ore 21, Convento S Francesco,

Ansambel / Ensemble “Il Terzo suono”

Festival musica antica, Trame e proporzioni
✓ ore 21 area verde Castello di Torre, Teatro d’agosto al castello, Due dozzine di Rose Scarlatte 

Felice intreccio tra la musica barocca e l’Estate a Pordenone per il prossimo mese di agosto: l’Associazione Barocco Europeo, guidata da Donatella Busetto, e l’Assessorato alla Cultura dell’Amministrazione cittadina hanno infatti consolidato la loro partnership, con una significativa presenza della musica antica nel programma degli eventi ospitati al Convento di San Francesco. Due saranno i percorsi che toccheranno la città: il festival Not&Sapori, nel quale i concerti cameristici barocchi vengono accompagnati da degustazioni di antiche ricette tratte dai trattati culinari dell’epoca, e il festival MusicAntica, che nell’anno dedicato a Leonardo, ha scelto nel titolo “Trame e Proporzioni” il tema dell’armonia, che unisce felicemente arte e musica.

Primo appuntamento il 6 agosto alle 21 con i Concerti da camera di Vivaldi e Tartini nell’interpretazione dell’Ensemble Terzo Suono in arrivo da Pirano, la splendida cittadina del litorale adriatico che ha dato i natali a Giuseppe Tartini, cui è dedicato un prestigioso festival col quale il Barocco Europeo ha stretto una recente collaborazione, che porterà Slovenia a fine agosto il nuovo allestimento del Laboratorio per l’Opera Barocca, ovvero l’intermezzo di G.M. Orlandini “Bacocco e Serpilla”. L’ensemble sloveno formato da Jasna Nadles, flauto traverso, Gianpiero Zanocco, violino barocco, Milan Vrsajkov, violoncello barocco e Ivano Zanenghi, liuto ha scelto alcuni concerti e sonate scritti per varie formazioni, duo, trio e quartetto con basso continuo.

Martedì 6 agosto si rialza nuovamente il sipario su “Teatro d’agosto al Castello”, rassegna teatrale dedicata alla lingua e al dialetto organizzata da Fita Pordenone assieme a Fita Uilt, Gruppo Teatro Pordenone Luciano Rocco, grazie al sostegno di Regione Friuli Venezia Giulia Fvg Solidale e Comune di Pordenone. Sono tre gli appuntamenti, che saranno ospitati, alle 21, nel parco del Castello di Torre, in via Vittorio Veneto 10, nel cartellone dell’Estate a Pordenone. L’ingresso, come sempre, è libero. In caso di maltempo le rappresentazioni si terranno nel vicino teatro della parrocchia dei Santi Ilario e Taziano, a Torre. La prima data in tabellone, martedì 6 agosto, la Compagnia Giù Dai Colli di Pordenone porterà in scena la commedia “Due dozzine di rose scarlatte” di Aldo De Benedetti (regia di Antonio Rocco). Si tratta di una classica commedia brillante dell’epoca dei telefoni bianchi, scritta “su misura” da Aldo De Benedetti nel 1936 per Vittorio De Sica e Giuditta Rissone e portata dallo stesso De Sica sugli schermi cinematografici nel 1940. L’opera racconta con leggerezza, eleganza e sottile ironia una storia ambientata nell’alta borghesia e nata da un casuale fraintendimento. Conserva il profumo del passato, il fascino discreto di un’eleganza di scrittura, di monotonia matrimoniale. La particolarità di questo lavoro – in un mondo dove anche il privato è urlato e fin troppo scoperto, creando una crisi dei sentimenti – risiede proprio nella sua leggerezza, nella trama mai superficiale, nel gioco degli equivoci, condotto con raffinata abilità. Pur essendo un’opera disimpegnata, “Due dozzine di rose scarlatte” permette ancora di trascorrere più che piacevolmente qualche ora a teatro, mettendo comunque in scena alcuni delle passioni basilari dell’animo umano: l’amore, la gelosia, la rabbia, il desiderio, la speranza.

About dal corrispondente

Avatar

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top