mercoledì , 15 agosto 2018
Notizie più calde //
Home » Spettacolo » Danza » Il balletto GIULIETTA E ROMEO sabato 24/02 ad AZZANO DECIMO
Il balletto GIULIETTA E ROMEO sabato 24/02 ad AZZANO DECIMO

Il balletto GIULIETTA E ROMEO sabato 24/02 ad AZZANO DECIMO

image_pdfimage_print

Uno spettacolo che ha fatto la storia della danza italiana, Giulietta e Romeo, impreziosisce la stagione teatrale di Azzano Decimo, grazie alla sinergia tra amministrazione comunale e Circuito ERT e con la collaborazione dei goriziani Artisti Associati, partner dell’ERT per gli appuntamenti con l’arte coreutica. Sabato 24 febbraio alle 21 il Teatro Marcello Mascherini ospiterà una delle produzioni di maggior successo della compagnia del Balletto di Roma, firmata dal coreografo e regista Fabrizio Monteverde. Sul palco, su musiche di Sergej Prokof’ev, si esibiranno Luca Pannacci, Azzurra Schena, Raffaele Schicchitano, Adrian Marcos Becerra, Dino Amante, Roberta De Simone, Monika Lepisto, Stefano Zumpano, Valentina Pierini, Eleonora Pifferi e Eleonora Peperoni.
Opera del 1989, già trionfalmente ripresa dal Balletto di Roma nei primi anni Duemila, Giulietta e Romeo trasferisce la vicenda shakespeariana da Verona al Sud dell’Italia, un Sud buio e polveroso, reduce da una guerra e alle soglie di una rivoluzione. Nell’Italia contraddittoria del secondo dopoguerra, immobile e fremente, provinciale e inquieta, Giulietta sarà protagonista e vittima di una ribellione giovanile e folle, in fuga da una condizione femminile imposta e suicida di un amore inammissibile. Romeo, silenziosamente appassionato e incoscientemente sognatore, sarà martire della propria fede d’amore innocente. Tra loro, le madri Capuleti e Montecchi, padrone ossessive e compiaciute di una trama resa ancor più tragica dall’intenzionalità dell’odio e dall’istigazione alla vendetta.

Originale scrittura d’autore percorsa dai fotogrammi inquieti del cinema neorealista, l’opera di Fabrizio Monteverde denuda la trama shakespeariana e ne espone il sentimento cinico e rabbioso, così vicino al suo stesso impeto coreografico. Ne nasce una narrazione essenziale ma appassionata, lirica e crudele, che come il cerchio eterno della vita continuamente risorge dal proprio finale all’alba di un nuovo sentimento d’amore.
Maggiori informazioni al sito www.teatromascherini.it o contattando l’Ufficio Cultura del Comune di Azzano Decimo (0434.636720/21 cultura@comune.azzanodecimo.pn.it).

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top