sabato , 20 aprile 2019
Notizie più calde //
Home » HOT » dal 29 gennaio al 5 febbraio 2019 il Teatro coop. produzioni Galleria Toledo RICCARDO III –
dal 29 gennaio al 5 febbraio 2019  il Teatro coop. produzioni Galleria Toledo  RICCARDO III –

dal 29 gennaio al 5 febbraio 2019 il Teatro coop. produzioni Galleria Toledo RICCARDO III –

image_pdfimage_print
dal 29 gennaio al 5 febbraio 2019
 
il Teatro coop. produzioni /Galleria Toledo
RICCARDO III – invito a corte
da William Shakespeare
drammaturgia e regia Laura Angiulli 

con Giovanni Battaglia, Alessandra D’Elia, Luciano Dell’Aglio 

ambientazione Rosario Squillace
disegno luci Cesare Accetta
 
 
Ritorna in scena Riccardo III – Invito a corte, da William Shakespeare, per la regia di Laura Angiulli, con Giovanni Battaglia nei panni del sovrano inglese, Alessandra D’Elia a interpretare le tre lady, le regine Anna, Elisabetta, e Margherita, mentre a Luciano Dall’Aglio è affidato il ruolo di Lord Buckingham. Un dramma politico sull’ascesa e la caduta del sovrano Riccardo III Plantageneto, re d’Inghilterra, reso pazzo dall’ambizione e dalla sete di potere. Il pubblico si ritrova accolto nello spazio scenico, diviene platea cortigiana, e ne testimonia i misfatti e la morte; tra le due rose opponenti di Lancaster e York, una corona insanguinata rotola ai piedi del trono britannico.La messinscena registica di Laura Angiulli, si pregia dal disegno luci di Cesare Accetta, che contribuisce a rendere in maniera impeccabile la dimensione inquietante della corsa al potere e la caduta di un re tiranno, assieme con la visione scenografica di Rosario Squillace, curatore dell’immagine e dei costumi. Al teatro Galleria Toledo, dal 29 gennaio al 5 febbraio 2019.
 
 
Arrogante, calcolatore, spietato, preso in una corsa al massacro, che se pure lo porterà all’ambito successo ne minerà tuttavia la stabilità, fino alla perdita della vita stessa: “… sono ormai tanto immerso nel sangue che al peccato segue il peccato… ” Riccardo III, re inquieto, instabile, disperatamente solo: “… non c’è nessuno che m’ami…” Bisogno di rivalsa contro la Natura che lo ha reso fisicamente deforme; o più credibilmente deformità dell’anima, assuefazione al delitto come pratica quotidiana, in quella “Guerra dei cent’ anni” che vide contrapporsi con alterne vicende le avverse fazioni dei Lancaster e degli York? 
Al centro dello spettacolo i loschi piani del protagonista, le insane riflessioni, in un flusso di pensieri e sensazioni che conducono inevitabilmente dritto al delirio finale e alla sconfitta.
È evidente che la concezione di «potere soggiogato all’azione sanguinosa» trova in Riccardo un radicamento che esclude l’etica, e spiega il suo ripiegamento all’orrore del gesto: irrilevante è il valore della vita, schiacciata in un gioco al massacro che elude ogni riflessione sull’atto in sé.
In scena, in sostanziale contrapposizione con Riccardo, il cugino-consigliere Buckingham e le tre regine richiamate dalla vicenda: Anna che le diviene infelice sposa; Elisabetta, regina- madre dei giovani eredi al trono, spietatamente uccisi proprio in riferimento al diritto istituzionale derivante loro dalla nascita; Margherita, la regina dell’altra fazione, carica d’odio e di dolori. Il pubblico è invitato in funzione di corte, e in tale ruolo è chiamato a condividere l’emozione degli eventi.
 Laura Angiulli
 
La storia feudale è una grande scala sulla quale sfila ininterrottamente il corteo regale. Ogni scalino, ogni passo verso l’alto è contrassegnato dal delitto, dall’inganno, dal tradimento. Ogni gradino, ogni passo verso l’alto avvicina al trono o lo consolida… (Jan Kott)

informazioni
orario spettacoli
feriali ore 20.30
domenica ore 18.00
biglietti
intero  € 15
ridotto / over 65  € 12
under 35  € 10
*per i titolari di Carta Più e Carta Multipiù il costo del biglietto è di € 10
E’ possibile prenotare i biglietti telefonicamente o via mail. 
Il ritiro del biglietto prenotato deve essere effettuato 30 minuti prima dell’inizio dello spettacolo, salvo diversa comunicazione.
 
convenzionati con Supergarage
via Shelley 11 – Napoli / tel. 0815518708
 
M linea 1 / stazioni Toledo / uscita Montecalvario
 
indirizzo
Galleria Toledo, teatro stabile d’innovazione

About Enrico Liotti

Enrico Liotti
Giornalista Pubblicista dal 1978, pensionato di banca, impegnato nel sociale e nel giornalismo, collabora con riviste Piemontesi e Liguri da decenni.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top