mercoledì , 8 Aprile 2020
Notizie più calde //
Home » Spettacolo » Cinema » Rock of Age

Rock of Age

image_pdfimage_print

Un film di Adam Shankman con Paul Giamatti, Tom Cruise, Russell Brand, Malin Akerman, Catherine Zeta-Jones, Alec Baldwin, Bryan Cranston.

Si scivola indietro nel tempo fino agli anni ’80. Precisamente siamo nel 1987 e siamo a Hollywood, la città dove i sogni si realizzano. Il musical nelle prime scene ci si presenta come uno di quelli dolci e carini, più anni cinqaunta che anni ottanta, uno di quelli dove il politicamente scorretto è bandito. Almeno questa è l’impressione che si ha all’inizio, forse inevitabilmente, data la biondina coprotagonista prima ad apparire sulla scena. Cara ragazza lei, ma di rock sembra avere molto poco. Per fortuna oltre la solita storia d’amore (la biondina ed il suo cavaliere ovviemante),

indispensabile per il target di spettatori a cui punta il genere, c’è dell’altro. Non che si sviluppino delle sottotrame molto originali, ma qualche palanca di pepe viene felicemente gettata sulla pellicola. Ci pensano Tom Cruise, Catherine Zeta Jones, Bryan Cranston e la bella Malin a dare un sapore definitivamente rock al tutto. La prima apparizione di Cruise in particolare rende omaggio all’immaginario stereotipato che si ha delle rockstar. Aspettate. Anche la seconda e la trerza apparizione non scherzano. E pure la quarta. Ok, Tom Cruise rende omaggio allo stereotipo della rockstar. Per i nostalgici degli anni ottanta o per chi preferisce di gran lunga quel lontano panorama musicale a quello dei giorni nostri è un bel film, con un’azzeccata colonna sonora. Un film di quelli che anche se il finale lo capisci un’ora prima te lo gusti lo stesso.

Luca Artico

© Riproduzione riservata

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top