mercoledì , 11 Dicembre 2019
Notizie più calde //
Home » Spettacolo » Cinema » Mattador il 17 luglio a Venezia i convitti
Mattador il 17 luglio a Venezia i convitti

Mattador il 17 luglio a Venezia i convitti

image_pdfimage_print

10° Premio Mattador – ecco i vincitori della sezione Soggetto

Federica Marchesich

a federica
6 ore fa

Dettagli

10° Premio Mattador

La Giuria a Trieste ha annunciato i nomi dei finalisti della sezione “miglior soggetto”

I vincitori della sezione Soggetto ai quali va la Borsa di formazione Mattador sono:

Giorgio Maria Nicolai Mastrofrancesco Francesco Logrippo

(26 anni entrambi, Roma) con Prognosi Riservata 

*

Mattia Gradali, 27 anni, di Piacenza assieme a Giulia Betti, 24 anni, di Senigallia (Ancona) con Tutto si trasforma

Nuovi scrittori e nuove storie, anche in questa 10° edizione, il Premio Mattador tasta il polso del paese attraverso i racconti dei ragazzi che partecipano al concorsoconfronto con il passato, instabilità esistenziale, rapporti sentimentali. Sono questi i temi maggiormente frequentati nei soggetti finalisti del Premio Internazionale per la Sceneggiatura dedicato a Matteo Caenazzo e rivolto a nuovi talenti dai 16 ai 30 anni. I vincitori si aggiudicano la Borsa di formazione Mattador: alla fine del percorso, al migliore sviluppo del soggetto andrà il premio di 1.500 euro.

Prognosi riservata è un mockumentary dedicato alla rarissima malattia di cui soffre Ciro: allergia alle istituzioni. Le conseguenze lo debilitano e l’unica cura che sembra aver trovato è quella di rubare. Ma rubare è un reato e se si viene presi si finisce nell’istituzione per eccellenza: il carcere. Tutto si trasforma racconta di Ottavio che lavora in un obitorio e, a modo suo, ama avere a che fare con i morti. Non ama altrettanto rapportarsi con i vivi, ma l’incontro con l’orfana Kiku cambierà le sue prospettive. L’annuncio è stato datosabato 22 giugno nella conferenza stampa organizzata dall’Associazione Mattador ospitata dal Comune di Trieste nella sala Bobi Bazlen di Palazzo Gopcevich.

 

A Venezia il 17 luglio prossimo saranno resi noti anche i nomi dei vincitori delle altre sezioni di Mattador: sceneggiatura, Corto86 e Dolly. Il primo riceverà un premio di 5.000 euro; il secondo vedràprodotto il cortometraggio tratto dalla propria sceneggiatura; per Dolly, il premio sarà la Borsa di formazione sullo sviluppo della storia disegnata.

 

Gli elaborati, selezionati dai Lettori del Premio tra i ben 232 pervenuti da tutta Italia e dall’estero, sono stati valutati durante una riunione a porte chiuse dallaGiuria Mattador 2019 costituita da Gianluca Arcopinto, produttore, presidente di Giuria, Valentina Pedicini, regista, Giampiero Rigosi, romanziere, sceneggiatore e direttore didattico di Bottega Finzioni,Tonino Zera, scenografo, Francesca Scanu,sceneggiatrice e produttrice.

 

All’incontro, coordinato dal presidente del Circolo della stampa di Trieste Pierluigi Sabatti, hanno portato il loro saluto Alessia Rosolen, assessore al lavoro, formazione, istruzione, ricerca, università e famiglia della Regione Friuli Venezia Giulia; Giorgio Rossi, assessore alla cultura, sport e giovani del Comune di Trieste; Maurizio Fermeglia, rettore dell’Università di Trieste; Nives Zudič Antonič,direttrice del dipartimento di Italianistica dell’Università del Litorale; Laura Carlini Fanfogna, direttrice del servizio musei e biblioteche del Comune di Trieste e Francesco De Luca, direttore organizzativo del Teatro Miela. Tra i graditi ospiti anche Riccardo Caldura, docente di fenomenologia delle arti contemporanee all’Accademia di Belle Arti di Venezia e l’artista internazionale Loris Cecchini, autore del Premio d’Artista Mattador 2019.

 

Con l’occasione, a cura di Fabrizio Borin, Pietro Caenazzo, Andrea Magnani, Gianluca Novel e Mauro Rossi per l’Associazione Mattador, sono state illustrate le prossime pubblicazioni delle Edizioni EUT/Mattador, già presentate all’ultimo Salone Internazionale del Libro di Torino e sono stati anticipati gli appuntamenti del Decennale del Premio Mattador che si svolgeranno ad ottobre 2019 a Trieste, tra i quali, la serata di presentazione al Teatro Miela venerdì 25 ottobre e la mostra del Premio d’Artista Mattador, che inaugurerà sabato 26 ottobre al Museo Revoltella.

 

La Giuria e i vincitori delle quattro sezioni proposte dal Concorso, sceneggiatura per lungometraggio, soggetto per lungometraggio, sceneggiatura per cortometraggio CORTO86 e sceneggiatura disegnata DOLLY “Illustrare il cinema”, si incontreranno aVenezia in occasione della Cerimonia di Premiazione che si terrà mercoledì 17 luglio alle 18.00 nelle Sale Apollinee del Teatro La Fenice.

 

L’iniziativa è resa possibile grazie al contributo di Regione Friuli Venezia Giulia, Comune di Trieste, Regione del Veneto, Fondazione Kathleen Foreman Casali di Trieste, a donazioni private e quote associative.

About dal corrispondente

Avatar

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top