sabato , 20 Luglio 2019
Notizie più calde //
Home » Spettacolo » Arte e mostre » “IAPODES e noi” gennaio 2019 Eventi collaterali alla mostra “Iapodes – Il popolo misterioso degli altopiani dell’Europa centrale”
“IAPODES e noi” gennaio 2019  Eventi collaterali alla mostra  “Iapodes – Il popolo misterioso degli altopiani dell’Europa centrale”

“IAPODES e noi” gennaio 2019 Eventi collaterali alla mostra “Iapodes – Il popolo misterioso degli altopiani dell’Europa centrale”

image_pdfimage_print

Il Civico Museo dAntichità J.J. Winckelmann e la Comunità Croata di Trieste, nellambito della mostraIapodes – Il popolo misterioso degli altopiani dell’Europa centrale”, curata dal Museo Archeologico di Zagabria ed esposta nel Museo a Trieste, riprendono il Ciclo di conferenze di approfondimento dal titolo “IAPODES e noi”.

Nel corso del mese di gennaio 2019, nella Sala conferenze del Museo (piazza della Cattedrale 1 e via della Cattedrale 15) saranno organizzati tre nuovi incontri. Due voci illustri dell’archeologia croata, docenti dell’Università e del Museo di Pola, illustreranno il popolo degli Istri, contemporaneo degli Iapodes, stanziatosi nella penisola che da loro prese il nome.

Domenica 13 gennaio (alle ore 11.00), saranno presentati i risultati delle ricerche presso il sito archeologico di Monte Ricco, a un chilometro a est di Orsera, dove è stata riportata alla luce un’importante località archeologica con un abitato fortificato e la sua necropoli, utilizzati sia nell’età del bronzo che del ferro. Poi, nel primo secolo a.C., un ricco romano costruì sul colle una grande villa rustica. Relatrice sarà la prof.ssa Klara Buršić-Matijašić, professore ordinario al Dipartimento di Archeologia alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Juraj Dobrila di Pola.

Domenica 20 gennaio, conosceremo in modo ancor più approfondito questi vicini degli Iapodes, gli Istri, attraverso i ricchi materiali dei corredi rinvenuti nelle necropoli a incinerazione di Pizzughi (Parenzo), Pola, Castelvenere presso Buie, Leme, nonché quelli scoperti nella più ricca necropoli di Nesazio, l’ultimo caposaldo degli Istri alla conquista romana del 177 a.C.

Relatrice sarà la dott.ssa Kristina Mihovilić, già curatrice dal 1974 al 2016, al Museo Archeologico dell’Istria di Pola, delle collezioni protostoriche. Dal 1995 al 1996 e dal 2002 al 2006 è stata anche direttrice dello stesso Museo.

Domenica 27 gennaio, sarà la volta dell’universo femminile e del costume iapodico così come viene testimoniato dai ritrovamenti nelle necropoli e ricostruito dagli studiosi croati. Relatrice sarà la dott.ssa Asja Tonć, assistente ricercatrice presso l‘Istituto Archeologico di Zagabria, specializzata nelle comunità protostoriche della costa orientale dell’Adriatico.

La partecipazione alle conferenze di approfondimento “IAPODES e noi” è l’occasione di visitare la mostra ospitata al Civico Museo dAntichità J.J. Winckelmann (ingresso libero)aperta fino al 17 febbraio 2019, che presenta 133 reperti provenienti dal Museo Archeologico di Zagabria che illustrano la cultura materiale degli Iapodes, abitanti dellarea montana della Croazia e della Bosnia nord-occidentale, tra la fine delletà del bronzo (fine del X secolo a.C.) e la conquista romana del 35 a.C.

Calendario di gennaio

Domenica 13/01/2019, ore 11

“Il sito archeologico di Monte Ricco presso Orsera-Vrsar”

Relatrice prof.ssa Klara Buršić-Matijašić , professore ordinario al Dipartimento di Archeologia presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Juraj Dobrila di Pola.

Domenica 20/01/2019, ore 11

“Histri – abitanti dell’Istria, coevi degli Iapodes”

Relatrice dott.ssa Kristina Mihovilić, già curatrice dal 1974 al 2016, al Museo Archeologico dell’Istria di Pola, delle collezioni protostoriche. Dal 1995 al 1996 e dal 2002 al 2006 è stata anche direttrice dello stesso Museo.

Domenica 27/01/2019, ore 11

“La donna giapodica tra moda ed identità”

Relatrice dott.ssa Asja Tonć, assistente ricercatrice presso l‘Istituto Archeologico di Zagabria, specializzata nelle comunità protostoriche della costa orientale dell’Adriatico.

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top