sabato , 20 aprile 2019
Notizie più calde //
Home » Rubriche » Libri » Miriam Davide ripercorre le tappe del feudo Savorgnan di Buja

Miriam Davide ripercorre le tappe del feudo Savorgnan di Buja

image_pdfimage_print

Nuovo appuntamento con il ciclo di incontri “Dialoghi in biblioteca”

Legge e potere nel feudo Savorgnan di Buja. La famiglia, il territorio, l’eretico”. È questo il titolo del libro protagonista del prossimo appuntamento con “Dialoghi in Biblioteca”, il ciclo di incontri organizzato dalla biblioteca civica e dall’assessorato alla Cultura del Comune di Udine, in programma mercoledì 18 aprile alle 18 nella sala Corgnali della biblioteca, in Riva Bartolini. Il volume, edito l’anno scorso a Udine da Paolo Gaspari editore, sarà presentato dall’autrice, Miriam Davide, che dialogherà con il docente dell’università degli studi di Trieste Paolo Cammarosano.

La ricerca di Miriam Davide, nella prima parte del volume, approfondisce alcuni importanti temi della storia di Buja, dove la società sin dal Basso Medioevo si presenta molto articolata con un ceto dirigente costituitosi precocemente e in grado di rapportarsi con la casata dominante. Dall’organizzazione amministrativa con l’analisi delle vicende storiche della gastaldia di Buja e di Artegna dal XIII secolo ai primi anni del Cinquecento, si passa allo studio delle abitudini matrimoniali, all’organizzazione della famiglia e al ruolo della donna tra il tardo medioevo e la prima età moderna, per giungere nei capitoli successivi alle lunghe cause che videro protagonista la comunità di Buja per difendere i diritti e i privilegi acquisiti nei secoli contro le casate nobiliari e contro i nobili Savorgnan, che si impossessarono della gastaldia nel 1375. Nella seconda parte del volume Miriam Davide elenca ed approfondisce tutte le fonti documentarie prese in esame, con particolare riguardo alle pergamene dell’archivio comunale gemonese e dell’archivio della pieve di Buja. Scrive Paolo Cammarosano concludendo la prefazione al volume: “Un libro completo, dunque, che senza uggiosi quanto facili rinvii metodici e bibliografici alla storia locale o alla microstoria offre, semplicemente, una storia, una storia completa e senza aggettivi, scritta con giovanile maturità”.

Miriam Davide (Pordenone 1973) ha conseguito nel 2005 il dottorato di ricerca in “Forme della conoscenza storica dal Medioevo alla contemporaneità” ed è stata assegnista di ricerca presso l’università di Trieste, dove insegna “Storia degli Ebrei e delle minoranze nell’età medievale”. Si è occupata, in varie sue pubblicazioni, di aspetti diversi della società tardo medievale e di prima età moderna, in particolare nell’area friulana e veneta: strutture familiari, amministrazione della giustizia, attività creditizie, presenza e ruolo della minoranza lombarda, toscana, tedesca ed ebraica.

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top