venerdì , 18 Ottobre 2019
Notizie più calde //
Home » HOT » enogastronomia » Gorizia : GUSTI DI FRONTIERA: DOMANI, MERCOLEDI’ 18 SETTEMBRE, IL PRIMO EVENTO CHE PRECEDE L’APERTURA UFFICIALE DEL “SALOTTO DEL GUSTO”
Gorizia : GUSTI DI FRONTIERA: DOMANI, MERCOLEDI’ 18 SETTEMBRE, IL PRIMO EVENTO CHE PRECEDE L’APERTURA UFFICIALE DEL “SALOTTO DEL GUSTO”

Gorizia : GUSTI DI FRONTIERA: DOMANI, MERCOLEDI’ 18 SETTEMBRE, IL PRIMO EVENTO CHE PRECEDE L’APERTURA UFFICIALE DEL “SALOTTO DEL GUSTO”

image_pdfimage_print

GORIZIA- Ricchissima di proposte anche quest’anno la prestigiosa “finestra” culturale di “Gusti di Frontiera”: il “Salotto del Gusto” –a cura del Consorzio Collio, dell’Associazione Rosa di Gorizia e l’Associazione Produttori Ribolla di Oslavia – rinnova il suo ruolo di spazio di approfondimento e incontro con la cucina, i suoi prodotti e le materie prime, ospitando in piazza Sant’Antonio personaggi di primo piano del mondo enogastronomico e culturale, con dibattiti, live cooking e degustazioni gratuite.

A precedere l’apertura ufficiale del Salotto in programma già domani, mercoledì 18 settembre, dalle 9.00 nella Sala del Conte del Castello di Gorizia un’iniziativa sul tema dell’imprenditorialità eno-gastronomica. “Il cibo è cultura” – questo il titolo del workshop aperto a ingresso libero a tutto il pubblico interessato – propone un focus sui protagonisti locali dell’agroalimentare e del vitivinicolo. Presenti imprenditori e produttori locali (tra cui Il Consorzio Collio, l’Associazione Rosa di Gorizia, Goriziana Caffé, Orto in Tasca, Panificio Jordan e Molino Tuzzi, PizzaMagic, Ciemme Liquori, Strada del Vino e dei Sapori, Sodexo, Ardiss, Apro, IAL, Ad Formandum) che presenteranno la loro case history per spiegare come cibo e vino rappresentino a tutti gli effetti un patrimonio culturale.

Il confronto, moderato dal direttore del settimanale Il Friuli Rossano Cattivello, prevede anche la presenza di giornalisti di settore, opinion maker, che insieme si confronteranno su una serie di linee tematiche, tendenze e orientamenti con focus sulle materie prime e qualità, tradizione e innovazione; ospitalità e prodotto del territorio, packaging come veicolo di identità e territorio, sicurezza e conservazione. Presenti anche scuole e Istituti professionali, l’Agenzia Regionale per il diritto allo studio per creare un link tra i giovani e l’imprenditoria locale dell’agroalimentare e vitivinicola e avviare lo sviluppo di programmi formativi, progetti e iniziative utili anche nella prospettiva della candidatura Nova Gorica/Gorizia capitale europea della Cultura 2025.

Il workshop è aperto a tutto il pubblico interessato a partecipazione gratuita (inizio ore 9.00 per la registrazione dei partecipanti).

Tra le iniziative che precederanno la kermesse, martedì 24 settembre è programmato nelle cucine dello studentato universitario di Gorizia un laboratorio sul cibo a km zeroe la valorizzazione del territorio a cura delle associazioni ADIS e SODEXO con lo chef Roberto Franzin.

 

About dal corrispondente

Avatar

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top