sabato , 28 Novembre 2020
Notizie più calde //
Home » Rubriche » Cultura » UDINE: CALENDIDONNA: DIALOGHI IN BIBLIOTECA PRESENTA IL ROMANZO STORICO “L’ABIURA”

UDINE: CALENDIDONNA: DIALOGHI IN BIBLIOTECA PRESENTA IL ROMANZO STORICO “L’ABIURA”

image_pdfimage_print

Tornano, nell’ambito delle iniziative di “Calendidonna”, gli appuntamenti della rassegna “Dialoghi in Biblioteca”, organizzata dalla biblioteca civica e dall’assessorato alla Cultura. Mercoledì 11 marzo alle 18 la sala Corgnali della biblioteca, in Riva Bartolini, ospiterà la presentazione del romanzo di Daniela Galeazzi e Giuseppina MinchellaL’abiura”, edito quest’anno da Kappa Vu.  Dialogherà con le autrici il direttore della biblioteca Joppi, Romano Vecchiet.

Henrick Maler, il protagonista di questo romanzo storico di Daniela Galeazzi e Giuseppina Minchella, fin da bambino ha conosciuto il dramma di vivere sospeso tra due fedi, quella cattolica della madre e quella calvinista del padre. Lacerazioni, dubbi, inquietudini diventano così suoi compagni di vita e ne fanno un personaggio emblematico del disincantato Seicento e nello stesso tempo un precursore di nuovi tempi e del disagio di vivere dell’uomo contemporaneo. Prendendo avvio da un processo istruito nel 1619 dall’Inquisizione, il romanzo ricostruisce la difficile infanzia del protagonista in Olanda, l’istruzione prestigiosa nel collegio gesuita di Anversa, il lungo e avventuroso viaggio attraverso l’Europa, l’incontro con una donna sorprendente, un amore appassionato che tuttavia non riuscirà a fermarlo. Il vagare di Henrick Maler diventa così la metafora dell’umano bisogno di conoscenza al di là di ogni confine e pregiudizio e dell’esigenza di dare un senso alla vita stessa.

 Daniela Galeazzi, nata a Palmanova, è attiva nel mondo dell’associazionismo culturale e presiede da anni alcuni sodalizi. Ha scritto, con Maria Renata Sasso, due romanzi storici: Marietta olim Galla (2001) e La camera del miglio (2012).

 

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top