venerdì , 19 ottobre 2018
Notizie più calde //
Home » Rubriche » Cultura » la Bulgaria sceglie l’Italia : La condivisione culturale: unico strumento per un’Europa che possa essere percepita una vera Casa per i cittadini
la Bulgaria sceglie l’Italia : La condivisione culturale: unico strumento per un’Europa che possa essere percepita una vera Casa per i cittadini

la Bulgaria sceglie l’Italia : La condivisione culturale: unico strumento per un’Europa che possa essere percepita una vera Casa per i cittadini

image_pdfimage_print

La cultura è l’unico strumento che abbiamo per costruire un’Europa che possa essere percepita vicina ai cittadini.” Con queste parole – coraggiose ed idealiste – l’Ambasciatore di Bulgaria Marin Raykov ha presentato oggi al tavolo organizzativo presso il Campidoglio Discover Bulgaria, il maestoso appuntamento che inonderà Roma e Piazza del Campidoglio di musica, danza e immagini il prossimo 28 maggio 2018.

“La Presidenza bulgara è l’ultima possibilità prima delle prossime elezioni europee per affrontare importanti questioni politiche quali Brexit, il nuovo budget dell’UE, le sfide per la sicurezza. Abbiamo voluto chiudere questo semestre lanciando un forte messaggio di politica culturale. Bulgaria e Italia sono entrambi paesi in prima fila per quanto riguarda i flussi dei migranti e questo crea una sensazione di paura e di tensioni sociali. L’unico modo che abbiamo per superare le paure e costruire un’Europa efficace, non semplicemente burocratica, è conoscendoci meglio attraverso la condivisione delle rispettive culture.”

Ha anche aggiunto: “Discover Bulgaria non vuole essere una banale celebrazione della Bulgaria, altrimenti avremmo scelto come sede l’Ambasciata. Piuttosto abbiamo voluto fortemente che si realizzasse al centro della Città Eterna proprio per il suo prezioso valore di simbolo della diplomazia culturale. E per questo ringraziamo il supporto del Comune stesso che ci ha seguito in questo sogno.”

La Bulgaria sceglie l’Italia per uno dei più significativi eventi culturali del suo Semestre europeo
Videomapping, danza, performance, musica made in Bulgaria in piazza del Campidoglio

28 maggio, Piazza del Campidoglio a Roma: la Bulgaria ha scelto l’Italia per portare in piazza Discover Bulgaria, uno degli eventi più spettacolari progettati a conclusione del semestre della Presidenza del Consiglio d’Europa. Nella convinzione della centralità della Cultura per il dialogo fra i Paesi: non si può dialogare senza conoscersi. In programma – alla presenza del Ministro della Cultura bulgaro Boil Banov – danza, 3D videomapping e musica tradizionale per raccontare i pilastri che hanno reso grande la Bulgaria per la storia europea: dai Traci con la loro cultura mistica e mitologica, all’invenzione dell’alfabeto cirillico che ha permesso l’introduzione del cristianesimo presso i popoli slavi. Protagonisti della serata, quindi, la danza spettacolare dei Chinary e l’innovativo videomapping in 3D degli artisti del MP Studio. A colonna sonora dell’evento Il Mistero delle Voci Bulgare con la voce di Lisa Gerrard.

Come ha precisato l’Ambasciatore Bulgaro in Italia, Maryn Raykov, per la Bulgaria – questo il senso si questo appuntamento – era fondamentale “lanciare il messaggio di una Presidenza che aspirasse a superare il mero atto politico e burocratico per avvicinarsi di più ai cittadini offrendo spunti di scambi culturali”. Parallelamente per Roma, in vista di Matera 2019 e di Plovdiv 2019, è stato naturale porsi come ideale Capitale della diplomazia culturale.

E mentre ai Chinary, gruppo di danza contemporanea di ispirazione folkloristica, verrà affidato il racconto delle tappe più importanti della storia bulgara in una performance che a gennaio aveva già aperto a Sofia l’inaugurazione della Presidenza, agli artisti del MP Studio di Sofia è affidata la realizzazione di un innovativo 3D videomapping che, proiettato sulla facciata del Palazzo Senatorio, si focalizzerà sulla nascita dell’alfabeto cirillico, di quella grafia, cioè, che trasponendo in forma scritta l’antica lingua bulgara, ha permesso di diffondere la cultura cristiana europea presso le popolazioni slave. A colonna sonora di questa operazione artistica alcune tracce tratte da BooCheMish, il nuovo album del celeberrimo Mistero delle Voci Bulgare: musiche di Petar Dundakov con la partecipazione straordinaria di Lisa Gerrard, la voce che ha reso famosa la colonna sonora, firmata Hans Zimmer, de Il Gladiatore.

L’evento è realizzato dall’Ambasciata di Bulgaria a Roma e dall’Istituto Bulgaro di Cultura con il supporto della Fondazione Plovdiv 2019 (che insieme a Matera sarà nel 2019 Capitale europea della cultura). L’evento è, infine, reso possibile grazie anche al prezioso contributo di Unicredit Bulbank.

 

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top