lunedì , 21 Ottobre 2019
Notizie più calde //
Home » HOT » “Un intervento”, indagine sulle relazioni umane
“Un intervento”, indagine sulle relazioni umane

“Un intervento”, indagine sulle relazioni umane

image_pdfimage_print

È arrivato a  Udine “Un intervento” di Mike Bartlett, la nuova produzione del CSS Teatro stabile d’innovazione Friuli Venezia Giulia per la stagione di Contatto 37.

Bartlett è un drammaturgo ingleselo molto noto ed apprezzato dal pubblico italiano. Il CSS in passato ha già proposto “Bull”, un altro suo lavoro.

I protagonisti di “Un intervento” sono due amici che si conoscono da un po’. Sono adulti, istruiti e consapevoli. Tra loro c’è complicità e condivisione: ” lei mi dava energia, mi accendeva io la rasserenavo, le davo solidità e, penso, un po’ di prospettiva” racconta B al pubblico. Non ci sono nomi, solo A e B per distinguere i due che parlano.

Il rapporto si incrina nel momento in cui uno dei due partecipa a una marcia contro l’intervento militare britannico in Iraq e l’altro invece si dichiara a favore della guerra.

Il testo indaga sulle difficoltà dei rapporti tra le persone e sulla fragilità degli equilibri che ne derivano. Basta poco per rompere un’amicizia, e può anche succedere che un compagno ideale si trasformi in un perfetto estraneo. Le debolezze e le fragilità non vengono più accettate ed anzi diventano persino motivo di scontro. L’accordo e l’armonia si sgretolano e le due persone da buoni amici diventano degli estranei, qualche volta persino dei nemici.

Viene il momento in cui ognuno va per la sua strada.

Ma l’allontanamento durerà per sempre? Sappiamo quali traiettorie seguono i rapporti personali? Forse è tutto un lasciarsi e ritrovarsi, forse il legame dell’amicizia sarà più forte dei contrasti.

Bravissimi gli attori Rita Maffei e Gabriele Benedetti.

Nei loro dialoghi i due sono provocatori e sarcastici, giungendo talvolta a strappare il sorriso nella loro continua interazione con il pubblico di cui cercano la complicità momento per momento.

“Un intervento” diventa quindi l’occasione per far riflettere sulla vita e sulle mutevoli relazioni tra le persone.

Ottima la regia di Fabrizio Arcuri che ci presenta una coppia di amici uomo e una donna con tutti i loro contrasti.

La piéce però è aperta e versatile perché, come specificato dall’autore, il copione può essere interpretato da attori di qualsiasi età, genere, etnia.

I 5 quadri che compongono la storia si aprono e si chiudono con musica trasmessa dalla radio. Luigina Tusini è scenografa e costumista.

Lo spettacolo si conclude sulle note di Nothing compares 2U.

Al Palamostre il 14, 15, 22 febbraio alle ore 21:00; il 16, 21, 22 febbraio alle ore 19:00

 

About Maria Teresa Ruotolo

Avatar
Nata a Udine nel 1970 vive a Grado. Giornalista Pubblicista dal 2004; Laurea in Scienze Politiche indirizzo politico sociale collaborazione varie: con il Consorzio Agenti Immobiliari per la redazione dell’editoriale di Corriere Casa Nord Est; con Gruppo Sirio per la redazione di articoli pubblicati sul periodico Business Point e altre varie collaborazioni per la redazione di articoli di attualità e politica.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top