lunedì , 21 Ottobre 2019
Notizie più calde //
Home » Rubriche » Annunci e proposte » ARCIGAY FRIULI: PRESENTATO RICORSO CONTRO LA REGIONE

ARCIGAY FRIULI: PRESENTATO RICORSO CONTRO LA REGIONE

image_pdfimage_print

E il Presidente Renzo Tondo riceverà la delegazione di Arcigay Friuli, Mercoledì 10 aprile a Udine.

 

Deperu, Presidente Arcigay Friuli lancia un appello al Presidente Tondo:

Il Friuli Venezia Giulia non merita questa pessima figura! La Regione intervenga subito in autotutela al fine di annullare un provvedimento oggettivamente errato e discriminatorio, riconoscendo da subito i diritti della coppia gay pordenonese!

 

Intanto, tutta la politica risponde agli appelli di Arcigay.

Al via gli incontri con i principali candidati alle prossime elezioni:

Galluccio, Serracchiani, Honsell, Ioan

Il caso aveva suscitato clamore rimbalzando sulla cronaca nazionale. Una coppia gay di Pordenone si era vista rifiutare il Contributo Regionale Prima Casa (previsto per coppie sposate, coppie conviventi e, addirittura, singoli cittadini) in quanto lomosessualità non li renderebbe idonei. Questa lardita interpretazione di Mediocredito e degli uffici della Regione.

Giacomo Deperu, Presidente Arcigay Friuli Nuovi Passi Udine e Pordenone, non ha dubbi:È un chiaro caso di omofobia istituzionale che getta unombra di discredito sulla nostra Regione. Un atto discriminatorio che la coppia di Pordenone non ha intenzione di accettare, forte fra laltro della sentenza della Corte di Cassazione del marzo 2012 che chiarisce che, proprio perché impossibilitate a sposarsi, in questi casi le coppie gay devono accedere a trattamenti analoghi a quelli riservati alle coppie coniugate. E il responsabile legale di Arcigay Friuli, lAvvocato Francesco Furlan, ha presentato in questi giorni il ricorso al TAR contro la Regione Friuli Venezia Giulia.

Lassociazione, oltre ad offrire assistenza legale gratuita alla coppia, appoggerà il ricorso ad adiuvandum a sostegno dellinteresse diffuso che tale sentenza ricoprirà in ambito sociale e culturale. E a sostegno di tante coppie omosessuali che, in un recente passato, – sottolinea Deperu sono state disincentivate dagli stesi uffici preposti nel richiedere tale contributo: siete gay, non potete veniva fatto erroneamente intendere!.

Il clamore di questo caso ha infatti portato alla luce altri casi analoghi in Regione, coppie gay che, rassegnate, non presentavano nemmeno i documenti o non sapevano di poter denunciare il fatto.

E il Presidente Arcigay Friuli lancia un appello al Presidente Tondo, in vista dellincontro di Mercoledì 10 aprile che si terrà alle ore 12.00 a Udine in viale Duodo, presso il comitato elettorale del candidato alla Regione:

Il Friuli Venezia Giulia non merita questa pessima figura! La Regione intervenga subito, com’è nei suoi poteri, in autotutela al fine di annullare un provvedimento oggettivamente errato e discriminatorio, riconoscendo da subito i diritti della coppia gay pordenonese!

È la cultura sociale ed istituzionale che deve cambiare prosegue Giacomo Deperu non dobbiamo più elemosinare i nostri diritti, ma pretenderli. Facciamo proposte concrete, chiediamo risposte concrete: per questo incontreremo i principali candidati alle prossime elezioni, affinché le nostre istanze di civiltà diventino realtà nei loro programmi.

Un appello che pare avere avuto grande successo: iniziano infatti Lunedì 8 aprile, ore 20,30 al Caffè Caucigh di Udine, con il candidato M5S Saverio Galluccio, gli incontri di Arcigay Friuli con i principali candidati. Seguiranno lincontro pubblico con il Sindaco uscente di Udine, Furio Honsell, Martedì 9 alle 16,30 presso La Feltrinelli, lincontro riservato con il candidato di centrodestra alle comunali Adriano Ioan, sempre a Udine Giovedì 11 aprile. Concluderà il ciclo di incontri pubblici lOnorevole Debora Serracchiani che Lunedì 15 aprile alle 20,45 incontrerà Arcigay Friuli proprio nella Biblioteca Civica di Pordenone, città dalla quale questa battaglia è partita, segnando forse la storia dei diritti civili della nostra Regione.

Rudi Buset
rudi.buset@ildiscorso.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

 

About Rudi Buset

Rudi Buset
Pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti dal 2013 Diplomato presso l’ITC Einaudi nel 2007, lavora presso una carpenteria leggera artigiana. Impegnato nel sociale e in politica, da anni collabora con diverse realtà del suo territorio con particolare attenzione al mondo dell’associazionismo. Appassionato di tutto ciò che riguarda l’uomo in quanto “animale politico” oltre che allo sport (in primis il calcio).

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top