venerdì , 15 Novembre 2019
Notizie più calde //
Home » Rubriche » Cultura » 21 GIUGNO AL MUSEO ARCHEOLOGICO DI CIVIDALE DEL FRIULI MUSICA CORTESE
21 GIUGNO AL MUSEO ARCHEOLOGICO DI CIVIDALE DEL FRIULI MUSICA CORTESE

21 GIUGNO AL MUSEO ARCHEOLOGICO DI CIVIDALE DEL FRIULI MUSICA CORTESE

image_pdfimage_print

Domani, 21 giugno, a partire dalle 18, ricco programma proposto

dal Festival Internazionale di Musica antica nei centri storici del Fvg

MUSICA CORTESE CELEBRA LA FESTA DELLA MUSICA AL MUSEO ARCHEOLOGICO DI CIVIDALE

Si parte alle 18  con il concerto Beata Viscera, a cura della Schola Aquileiensis per proseguire alle 20 con una visita guidata al Museo Archeologico Nazionale di Cividale e alle 20.45 un concerto-conferenza con Massimo Baroffio, riconosciuto come il più grande esperto in Italia di canto gregoriano e liturgico Nel suo viaggio storico attraverso le varie forme espressive musicali, ha accompagnato in questi giorni alla Nico Pepe di Udine il folto pubblico che ha seguito le sue lezioni. Giacomo Baroffio, riconosciuto come il più grande esperto in Italia di canto gregoriano e liturgico, sarà anche al Museo Archeologico Nazionale di Cividale del Friuli per un articolato programma di grande suggestione, concepito in chiave di valorizzazione territoriale del patrimonio culturale.

E tutto questo non poteva che accadere domani, 21 giugno, data in cui in tutta Italia si celebra la Giornata nazionale della musica. Un appuntamento che circa 700 città in tutto il Paese, tra cui Cividale, si danno per rendere omaggio a tutti i tipi di musica e alle loro storie.

Musica Cortese, il festival internazionale di musica antica nei centri storici del Friuli Venezia Giulia per la direzione artistica di Valter Colle, propone dunque una serata densa di proposte. Si parte alle 18 con il concerto Beata Viscera, a cura della Schola Aquileiensis. Una musica vibrante e intensa a esprimere la devozione alla Vergine, così come ci è stata consegnata dal manoscritto Guarneriano 188. Qui I brani scorrono delicati ed espressivi attraverso ogni momento rituale, raccontando il miracolo del grande dono di sé che fece Maria: una devozione profonda, che si svela nota dopo nota.

Alle 20 seguirà una visita guidata, a cura di Angela Borzacconi, direttore del MAN all’area archeologica nei sotterranei del museo, che conserva i resti del palazzo dei Patriarchi (posti riservati con prenotazione obbligatoria al numero 0432 700700).

Alle ore 20.45, infine, torna protagonista Giacomo Baroffio, insieme a Eun Ju Kim, con una lezione concerto dedicata alla “ricerca del canto perduto. Da Milano a Benevento via Aquileia, Nonantola, Roma. Riflessioni sul canto gregoriano” con una lezione concerto a cura di Giacomo Baroffio. Al termine della serata sarà offerto per i saluti un brindisi conviviale.

Sabato 22 giugno alle 18, Baroffio tornerà di nuovo alla Nico Pepe a Udine per l’ultima delle sue lezioni, stavolta dedicata al “Canto romano-franco”.

Come per tutti gli altri eventi di Musica Cortese, tutti gli appuntamenti del seminario alla Nico Pepe e la conferenza-concerto di Cividale sono a ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili (consigliata la prenotazione inviando una email all’indirizzo dramsamcgma@gmail.com. Per info: www.dramsam.org; email; tel +393381882364.

About dal corrispondente

Avatar

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top