martedì , 4 Agosto 2020
Notizie più calde //
Home » Il Discorso su » L’offerta turistica delle Dolomiti Friulane in mostra all’Expo di Longarone

L’offerta turistica delle Dolomiti Friulane in mostra all’Expo di Longarone

image_pdfimage_print

Ospite d’eccezione, in rappresentanza del Parco delle Dolomiti Friulane, il campione olimpico Daniele Molmenti Villa Chiozza di Cervignano, 26 settembre 2012 – Dal 28 al 30 settembre il territorio delle Dolomiti Friulane sarà protagonista della 2° edizione di “Expo delle Dolomiti Patrimonio dell’Umanità”, un evento che rientra in un progetto di promozione turistica, economica e culturale unitaria, volto alla valorizzazione di un complesso montano unico al mondo, la cui bellezza e necessità di tutela sono state riconosciute dall’UNESCO. Il Friuli Venezia Giulia, con le Province di Udine e Pordenone interessate dal territorio delle Dolomiti, sarà presente con uno spazio espositivo e diverse iniziative coordinate dall’Agenzia TurismoFVG che vogliono far conoscere l’offerta turistica montana della regione, valorizzare il territorio dolomitico e creare sinergie con le altre realtà nazionali impegnate nella gestione del comprensorio. Oltre al contesto espositivo, è stato organizzato un rilevante panel di iniziative collaterali che metteranno in luce tutti i “turismi” che si possono vivere durante un soggiorno nell’ambito delle Dolomiti Friulane, dal turismo attivo fino a quello enogastronomico passando per quello culturale e religioso. La fiera sarà un’occasione per il Friuli Venezia Giulia per fare il punto con altri attori del turismo nazionale sulle prospettive e linee di sviluppo da mettere in atto per una gestione turistica integrata e virtuosa del territorio dolomitico in coerenza con il dettato UNESCO. Ed è per questo che nel ricco programma di incontri pianificati in occasione dell’Expo delle Dolomiti che l’Agenzia TurismoFVG organizza una serie di appuntamenti che hanno come vere protagoniste le Dolomiti Friulane. Gli incontri in programma Venerdì 28 settembre alle ore 10.30 si inizia con il convegno “Verso una rete di musei delle Dolomiti” durante il quale il Friuli Venezia Giulia sarà presente con la Rete Carnia Musei e la Rete Museale Provincia di Udine; mentre alle ore 11.15, in occasione della cerimonia inaugurale, verrà consegnato il premio “Dolomiti Champion” a uno dei rappresentanti più illustri dello sport regionale, il campione olimpico di canoa K1 slalom Daniele Molmenti, testimonial del Parco Dolomiti Friulane. Il premio “Dolomiti Champion” viene assegnato annualmente ad atleti o gruppi sportivi delle province dell’area dolomitica che si siano posti in particolare evidenza e abbiano contribuito con le loro imprese a far conoscere nel mondo il proprio territorio. In questo senso, Daniele Molmenti, accompagnato per l’occasione dall’assessore allo Sport della Regione Friuli Venezia Giulia Elio De Anna, ben rappresenta il Friuli Venezia Giulia quale fucina di grandi campioni dello sport. Venerdì alle ore 16.30 è prevista invece la tavola rotonda “La tutela del paesaggio” organizzata da TurismoFVG e coordinata dalla Provincia di Udine e dall’Università degli studi di Udine. Durante l’incontro si focalizzerà l’attenzione su una delle peculiarità delle Dolomiti Friulane: la natura incontaminata del suo territorio, caratterizzato da una wilderness che non trova eguali in altre parti d’Italia. Sabato 29 alle 16.30, invece, all’interno del convegno “Il turismo religioso: la montagna negli itinerari di formazione giovanile e come luogo di rigenerazione del corpo e dello spirito”, il Friuli Venezia Giulia porterà l’esperienza del Cammino Celeste, un percorso religioso che partendo dal mare raggiunge le vette della regione. Domenica 30 alle 10.30 gli attori del turismo coinvolti nella promozione turistica delle Dolomiti si incontreranno invece in un dibattito dal titolo “Expo 2015: un’opportunità di promozione congiunta delle Dolomiti” durante il quale sarà presente in rappresentanza del Friuli Venezia Giulia il direttore generale dell’Agenzia TurismoFVG Edi Sommariva che metterà in luce le strategie regionali nella creazione di un brand Dolomiti Friulane. Sempre domenica alle 10.30 è in programma l’incontro “L’albergo diffuso: uno strumento per il turismo sostenibile”, durante il quale Stefano Lucchini, sindaco di Sauris, parlerà dell’albergo diffuso della località montana e dell’esperienza virtuosa degli alberghi diffusi del Friuli Venezia Giulia il cui modello sarà esportato anche in Albania. Domenica alle ore 15.00, invece, è in programma un convegno sul tema “In Dolomiti: musei, archivi, biblioteche e parchi” dove sarà presente la Provincia di Pordenone, mentre alle ore 16.00 sarà presentato il video “Dolomiti Friulane – Le voci del silenzio” a cura di Marson Editore. Esperienza LIVE del Friuli Venezia Giulia Per chi volesse già toccare con mano l’offerta turistica del territorio, il Parco delle Dolomiti Friulane, in collaborazione con TurismoFVG, per la giornata di sabato 29 settembre organizza delle escursioni gratuite riservate agli ospiti della fiera che potranno visitare la diga del Vajont e avere un piccolo assaggio di una vacanza nel pordenonese. Le escursioni, della durata di un’ora circa, saranno effettuate con dei bus gratuiti in partenza dalla fiera. Ampio spazio sarà riservato, inoltre, alla valorizzazione dell’artigianato locale che sarà rappresentato dalle sculture in legno di Sutrio, dalle creazioni in fieno dell’artista Julia Artico e dalle opere della Scuola dei mosaicisti di Spilimbergo. Per quanto riguarda la produzione gastronomica tipica, nell’area ristorante della fiera si potranno degustare i piatti tradizionali delle Dolomiti tra cui i tipici cjarsons.

About Redazione

Redazione
Il discorso è composto da idee, parole, fatti ed esperienze con il fine di in-formare coscienze libere e responsabili. Le cose sono invisibili senza la luce, le parole sono vuote senza un discorso.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top