giovedì , 23 Gennaio 2020
Notizie più calde //
Home » Il Discorso su » Dall'Italia » TREVISO » Bazan + Bazan + Bazan, l’evento dedicato alla fotografia

Bazan + Bazan + Bazan, l’evento dedicato alla fotografia

image_pdfimage_print

Una mostra, un libro e un workshop raccontano l’universo della fotografia: dalla pellicola “Polaroid” Impossible agli scatti nella campagna cubana

Dal 16 al 20 aprile, presso l’Auditorium della Biblioteca Comunale di Montebelluna (Tv), si terrà l’evento “Bazan + Bazan + Bazan”: una mostra, un libro e un workshop dedicati al mondo della fotografia. Protagonisti saranno Carlo, Luca e Ernesto Bazan, tre autori che uniscono un approccio artigianale e artistico all’impiego di tecniche contemporanee. L’azienda “Carlo Bazan Studio Multimediale”, con sede a Volpago del Montello (TV), da 32 anni si occupa di comunicazione tramite l’utilizzo della fotografia; successivamente il suo campo d’azione si è ampliato con l’introduzione dei servizi video, grafico, web, telecinema e scansioni.

L’esposizione “Impossible BazanPortrait of an artist” è il tema della mostra che sperimenta un innovativo materiale fotografico a sviluppo istantaneo prodotto negli ex stabilimenti Polaroid, in Olanda, rilevati da un team visionario di ex dipendenti della celebre azienda che hanno dato vita all’Impossible Project. La mostra, che sarà inaugurata martedì 16 aprile alle ore 20.45, raccoglie una trentina di fotografie dai soggetti più diversi, fashion e still life, ma anche architetture e paesaggi del territorio, oggetti d’epoca, ritratti di personaggi e artisti trevigiani. Sono scatti unici, originali e non ripetibili, dal tocco inconfondibile. Manipolate e ritoccate manualmente, le immagini emergono con un’atmosfera ogni volta diversa, spesso onirica o dal sapore antico, quasi vintage. Il processo di creazione è intenso, richiede tempo e precisione; bisogna tenere conto di diversi fattori capaci di trasformare una semplice foto in un’opera d’arte. Molte delle foto realizzate da Carlo e Luca Bazan sono state anche pubblicate all’interno della gallery ufficiale del produttore della pellicola PQ 8×10 Impossible Project.

Alla serata dell’inaugurazione parteciperà anche Ernesto Bazan con il suo nuovo libroAl campo”, ottantotto scatti di reportage a colori dedicato alla campagna cubana. L’incontro è un’occasione straordinaria per conoscere il fotografo italiano, originario di Palermo ma da anni residente in Messico, le cui immagini fanno parte di collezioni private e musei fra cui il MoMA, l’ICP di New York, la Guggenheim Foundation e la Fondazione Italiana della Fotografia di Torino. Con la sua precedente pubblicazione, intitolata BazanCuba, Ernesto ha vinto il premio come miglior libro al Festival di fotografia di New York nel 2009. Al Campo, frutto di 5 anni di lavoro trascorsi a Cuba tra il 2001 e il 2005, ritrae in maniera intima e poetica la vita quotidiana dei contadini cubani.

Sabato 20 aprile si terrà infine un workshop sulla fotografia. Attraverso una doppia sessione fotografica, alle ore 16 e alle 18, sarà illustrato il percorso di lavoro che accompagna la realizzazione di un’immagine con la pellicola “Polaroid” Impossible. Sarà allestito un set, in cui i partecipanti (15 persone a sessione) potranno seguire tutte le fasi del processo creativo, dallo studio delle luci alla ripresa fotografica, dallo sviluppo istantaneo fino alla manipolazione manuale. Il workshop è gratuito, ma per partecipare è necessario effettuare l’iscrizione alla pagina: http://impossible.multimediabazan.it/workshop.

Mostra Impossible Bazan – Portrait of an artist

Dal 16 al 20 aprile – Auditorium della Biblioteca Comunale di Montebelluna, Via Martini 1
Orari
di visita: da mercoledì a venerdì 15 – 19, sabato 9 – 13 e 15 – 20 . Ingresso gratuito

Informazioni
Carlo Bazan Studio Multimediale
Volpago del Montello TV – Tel. 0423 622078
http://impossible.multimediabazan.it
impossible@multimediabazan.it

Vito Digiorgio

About Vito Digiorgio

Vito Digiorgio
Giornalista pubblicista iscritto all’Albo dei giornalisti dal 2013. Si è laureato all'Università di Udine con una tesi sulla filologia italiana. Collabora con alcune testate giornalistiche on line.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top