venerdì , 24 novembre 2017
Notizie più calde //
Home » FOOT BROTHERS » L’UDINESE ROVINA LA FESTA A ZICO
L’UDINESE ROVINA LA FESTA A ZICO

L’UDINESE ROVINA LA FESTA A ZICO

image_pdfimage_print

Il mito Zico ritorna a casa e il popolo friulano lo accoglie con un’affetto che non ha eguali. Quattro giorni di incontri con i suoi tifosi, nella sua casa per riabbracciare generazioni che l’hanno amato e che si sono appassionate al calcio grazie a lui.

Oggi l’abbraccio con il nuovo Friuli, il giro di campo d’onore con una bella coreografia, cori che osannano l’ex bomber e una bella intervista pre match con Bruno Pizzul, in cui si è parlato del calcio del passato e di quello odierno.

Per quanto riguarda il campo Udinese e Sassuolo si contendono punti che permetterebbe ad una classifica tranquilla di esserlo ancor di più. 

Nulla di nuovo sul fronte formazione da ambo i lati. Pronti via ed è subito una buona Udinese decisa, forse, a regalare un completo pomeriggio di festa ai suoi tifosi. Al 5’ prima conclusione di Thereau, ma palla debole. Due minuti più tardi e da un rinvio errato di Consigli, Badu consegna la palla a Fofana che tira da fuori e la mette all’angolino alla destra del portiere ospite. Ancora Udinese al 14’: De Paul dalla destra per Thereau che non riesce a deviare la palla verso la porta. Buona occasione per il possibile raddoppio. Sassuolo poco in partita in questo primo quarto d’ora. Al 25’ primo tentativo ospite con Politano che la calcia alta. Gli uomini di DI Francesco tentano una reazione e lo fanno con un cross in area neutralizzato bene da Karnezis e con una punizione calciata sulla bandiera bianconera. Il tempo si chiude con una buona trama bianconera conclusa però in malo modo senza creare grossi pericoli. Buon primo inizio di tempo per i bianconeri che poi controllano il match con il passare dei minuti.

Stesse formazioni nella ripresa con i bianconeri che abbassano il baricentro lasciando maggior spazio alla squadra emiliana. Al 53’ e un minuto più tardi però si segnalano due tentativi bianconeri entrambi con Thereau, ma le conclusioni non sono precise. Al 66’ da corner dalla destra colpo di testa di Felipe con palla alta sopra la traversa. Al 70’, in una fase abbastanza tranquilla del match, arriva il pareggio ospite con il neo entrato Defrel bravo a sfruttare un buon traversone e superare con un preciso piatto il portiere bianconero. Un minuto più tardi e la reazione dei bianconeri capita sulla testa di Thereau servito bene da Felipe, ma la conclusione del francese non è precisa. Al 78’ Sassuolo vivo con una conclusione da fuori di Pellegrini su cui Karnezis arriva con qualche difficoltà. Un minuto più tardi però l’estremo difensore di casa non può fare nulla su una conclusione da fuori di Defrel che porta in vantaggio i suoi. L’Udinese non riesce a reagire immediatamente all’1-2 emiliano e i minuti passano verso la fine della gara. Unica opportunità, nel recupero, un colpo di testa di Felipe che non inquadra la porta.

Arrivano i fischi a fine match per una prestazione al di sotto delle aspettative contro un Sassuolo non entusiasmante che però è riuscito a portarsi a casa l’intera posta in palio con il minimo sforzo.

Deluso per la prestazione dei suoi Delneri che ha visto bene la sua squadra solo nei primi 15 minuti per poi abbassarsi progressivamente durante il resto della gara. Il mister sottolinea come questa sia stata una brutta sconfitta perché la squadra ha avuto paura e non ha giocato da squadra come deve e sa fare. Nelle prossime gare ci vorrà maggior coraggio e applicazione per non fare un girone di ritorno nell’anonimato lottando per fare  ancora i 10 punti che mancano per arrivare alla quota che di solito garantisce la salvezza fornendo delle prestazioni migliori a quella odierna.

Il calendario ora prevedere la trasferta di Roma contro la Lazio e la gara casalinga contro la Juve. Due partite di certo complicate, senza gli squalificati Hallfredsson e De Paul, in cui però la squadra dovrà fornire quantomeno delle buone prestazioni.

Rudi Buset

rudibuset@live.it

@RIPRODUZIONE RISERVATA

About Rudi Buset

Rudi Buset
Pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti dal 2013 Diplomato presso l’ITC Einaudi nel 2007, lavora presso una carpenteria leggera artigiana. Impegnato nel sociale e in politica, da anni collabora con diverse realtà del suo territorio con particolare attenzione al mondo dell’associazionismo. Appassionato di tutto ciò che riguarda l’uomo in quanto “animale politico” oltre che allo sport (in primis il calcio).

Commenti chiusi.

Comments

comments

Scroll To Top