sabato , 28 Novembre 2020
Notizie più calde //
Home » Sport » Altri sport » Černý vince la tappa 19 del Giro d’Italia: ČERNÝ, FUGA PER LA VITTORIA
Černý vince la tappa 19 del Giro d’Italia:  ČERNÝ, FUGA PER LA VITTORIA
Foto Gian Mattia D'Alberto/LaPresse23 ottobre 2020 ItaliaSport CiclismoGiro d'Italia 2020 - edizione 103 - Tappa 19 Morbegno a AstiNella foto: durante la garaPhoto Gian Mattia D'Alberto/LaPresseOctober 23, 2020 Italy Sport CyclingGiro d'Italia 2020 - 103th edition - Stage 19 Morbegno AstiIn the pic: during the race

Černý vince la tappa 19 del Giro d’Italia: ČERNÝ, FUGA PER LA VITTORIA

image_pdfimage_print

Asti, 23 ottobre 2020 – Josef Černý (CCC Team) ha vinto in solitaria la diciannovesima tappa del 103^ Giro d’Italia.
Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente i compagni di fuga Victor Campenaerts (NTT Pro Cycling Team) e Jacopo Mosca (Trek – Segafredo).
Wilco Kelderman (Team Sunweb), giunto con il gruppo dopo 11’43”, conserva la Maglia Rosa di leader della classifica generale.

Josef Černý (CCC Team) ha vinto in solitaria la tappa 19, il cui percorso originale da Morbegno ad Asti è stato accorciato da 258 a 124 km.
Il corridore ceco è andato in fuga con altri attaccanti dopo il km 0 di Abbiategrasso, per staccare i compagni di fuga nel finale e imporsi in solitaria ad Asti. Victor Campenaerts (NTT Pro Cycling) e Jacopo Mosca (Trek-Segafredo) hanno completato il podio mentre Wilco Kelderman (Team Sunweb) ha conservato la Maglia Rosa alla vigilia dell’ultimo weekend del Giro d’Italia con la tripla scalata a Sestriere e la crono finale di Milano.

LE PILLOLE STATISTICHE

  • Prima vittoria al Giro d’Italia per Josef Cerny: è la 9^ vittoria per la Repubblica Ceca, la prima dalla 19^ tappa del 2012, quando Roman Kreuziger vinse all’Alpe di Pampeago.
  • Con la 9^ vittoria di tappa, la Repubblica Ceca raggiunge la Svezia al 17° posto di tutti i tempi.
  • Primo podio per Jacopo Mosca (3°).
  • 19^ tappa: Solo un atleta olandese nella storia del Giro d’Italia era stato al comando della generale oltre la 18^ tappa: Tom Dumoulin, quando prese la Maglia Rosa nell’ultima frazione del 2017, la 21^, con cui si aggiudicò la Corsa Rosa (cronometro Monza-Milano).

Urbano Cairo, Presidente di RCS MediaGroup, ha seguito le fasi finali della tappa. Qui applaude il passaggio dei corridori a Masio, suo paese natale

RISULTATO DI TAPPA
1 – Josef Černý (CCC Team) – 124 km in 2h30’40”, media 49.381 km/h
2 – Victor Campenaerts (NTT Pro Cycling Team) a 18″
3 – Jacopo Mosca (Trek – Segafredo) a 26”

CLASSIFICA GENERALE
1 – Wilco Kelderman (Team Sunweb)
2 – Jai Hindley (Team Sunweb) a 12”
3 – Tao Geoghegan Hart (Team Ineos Grenadiers) a 15”
4 – Pello Bilbao (Bahrain – McLaren) a 1’19”
5 – João Almeida (Deceuninck – Quick-Step) at 2’16”

Il vincitore di tappa Josef Černý“Ho vinto una tappa del Giro d’Italia! È stato fantastico alzare le braccia al cielo sul traguardo. Mi rende davvero felice. Mi sono divertito durante la fuga, è stata un po’ una lotteria. Sono contento di avere ancora buone gambe dopo lo Stelvio. Che bello vincere al Giro!”.

La Maglia Rosa Wilco Kelderman“È stato bello correre con la Maglia Rosa. Sono contento della decisione di accorciare la tappa. Oggi è stata una buona giornata per recuperare. Domani dovrò seguire i corridori del Team Ineos Grenadiers. Hanno dimostrato di essere forti ma la tappa di domani non è così dura come quella di ieri. Sarà un grande giorno, darò tutto”.

La Maglia Ciclamino Arnaud Démare“Dopo quattro vittorie in questo Giro il nostro obiettivo oggi era difendere la Maglia Ciclamino. Non volevamo correre nessun rischio. La fuga è andata quando il team Bora – Hansgrohe ha smesso di tirare in gruppo. Questo risultato ci va bene per la Classifica a Punti”.

LA TAPPA DI DOMANI

Ritrovo di partenza:
h 9.40 Piazza Duomo – Alba (CN)
Incolonnamento e sfilata cittadina:
h 11.00

Percorso
Tappa alpina di oltre 3500 m di dislivello. Dopo una fase di avvicinamento da Alba fino a Pinerolo attraverso la pianura per strade mediamente ampie e rettilinee si inizia la lunghissima salita pedalabile per il primo passaggio a Sestriere (non si passa sul traguardo). Discesa fino a Cesana Torinese per risalire a Sestriere attraverso Sauze di Cesana. Si passa quindi sul traguardo con l’assegnazione di un GPM. Nuova discesa su Cesana Torinese per un secondo giro di circuito e arrivo in salita a Sestriere.

Ultimi km
Ultimi chilometri tutti sulla sp.215 con carreggiata di media ampiezza e ben pavimentata. Da segnalare una breve galleria (100 m) in località Grangesises e una piccola rotatoria ai 300 m dall’arrivo. Rettilineo d’arrivo di 250 m su asfalto largo 7 m.

 

 

 

About Dario Furlan

Dario Furlan
Fotografo free lance e giornalista pubblicista. Segue da anni il panorama musicale internazionale - ma anche locale - con particolare predilezione per quanto riguarda il rock (in tutte le sue derivazioni), il folk ed il blues nonché la musica in lingua friulana. Cultore di "motori e rally", dei quali vanta una conoscenza ultradecennale, è anche atleta nella disciplina ciclistica della mountain bike.

Commenti chiusi.

[fbcomments]
Scroll To Top