Scatto aifoniano: puntuale

Lo scatto aifoniano è quello della panchina dove un nobile signore si accosta tutte le sere al riparo dall’indifferenza di un mondo mediocre.  L’ albergo la “panchina” apre dalle 23.00 alle 6.00. …. tra nottambuli e chiassosi treni merci, per poi trasferirsi nella piu’ comoda “reception” ovvero la  sala d’attesa della 2a classe…. in attesa appunto…. del suono martellante di una sveglia che annuncia, puntualmente in ritardo, il treno delle 7.10.
Un brusco risveglio….. una frettolosa goffa corsa per bagnarsi il viso in maleodoranti bagni “pubblici”…. attimi rubati ad uno specchio in crisi di identita’, velocemente, senza sbarbarsi o profumarsi per qualche nobile compagna del passato …
Mani gonfie, rugose tremanti, piene d’ acqua profumata di cloro…. un veloce gesto per pulirsi della notte ed aprire quei due occhi grandi e neri…. mentre altri occhi azzurri sbarbati e pieni di comodi sonni in eccesso…. ruotano a destra…l’arrogante testa vuota elevata da un paio di occhiali scuri firmati dal nulla.

JO

Punto D vista D jo