Egan Bernal vince il 103^ GranPiemonte

Santuario di Oropa (Biella), 10 ottobre 2019 – ll corridore colombiano Egan Bernal (Team INEOS) ha vinto la 103esima edizione del GranPiemonte NamedSport, da Agliè al Santuario di Oropa (Biella), di 183 km. Sul traguardo ha preceduto Ivan Ramiro Sosa (Team INEOS) e Nans Peters (AG2R La Mondiale).

RISULTATO FINALE
1 – Egan Bernal (Team INEOS) – 183 km in 4h24’16” media 41,548 km/h
2 – Ivan Ramiro Sosa (Team INEOS) a 6″
3 – Nans Peters (AG2R La Mondiale) a 8″.

Il vincitore Egan Bernal, dopo la linea del traguardo, ha dichiarato: “Sono molto contento. Mi sono svegliato questa mattina con il desiderio di fare una buona gara ma vincere è sempre difficile. È bello conquistare il primo trionfo in Italia. Sulla salita finale Ivan Sosa ha dimostrato di essere veramente forte e insieme abbiamo fatto un ottimo lavoro”.




Woods vince la 100a Milano-Torino

100% WOODS
Il corridore canadese attacca tre volte sulla salita di Superga, nel finale della 100^ edizione della Classica più antica, per imporsi sul traguardo davanti a Valverde e Yates

Torino (Superga), 9 ottobre 2019 – Il canadese Michael Woods (EF Education First), un ex podista di livello internazionale, ha ottenuto la sua prima vittoria in una classica, nella corsa più antica del mondo, la 100^ Milano-Torino NamedSport. Si è imposto sul traguardo di Superga davanti a due grandi campioni quali Alejandro Valverde (Movistar Team) e Adam Yates (Mitchelton-Scott), candidandosi come uno dei favoriti per Il Lombardia NamedSport di sabato, giorno in cui compirà 33 anni.

RISULTATO FINALE

1 – Michael Woods (EF Education First) – 179km in 4h03’48” media 44,052km/h
2 – Alejandro Valverde (Movistar Team) s.t.
3 – Adam Yates (Mitchelton – Scott) a 5″


Il vincitore Michael Woods, ha dichiarato in conferenza stampa: “Questa mattina mi sono domandato più volte come avrei dovuto correre oggi, se a tutta o meno, considerando le condizioni meteo e, sopratutto, Il Lombardia di sabato che è uno dei miei obiettivi principali. Allo stesso tempo questo finale si adatta veramente bene alle mie caratteristiche: sarebbe stato troppo difficile non provarci e perdere l’opportunità di vincere. Sapevo di essere in buona forma. Questa salita favorisce chi attacca e corre in maniera aggressiva. Ho deciso quindi di attaccare già all’inizio della salita per mettere sotto pressione gli altri, penso che abbia funzionato. Dopo questo successo molti mi considereranno tra i favoriti de Il Lombardia ma è una corsa in cui non mai centrato la top 10. Il mio primo obiettivo sarà quello di provare a salire sul podio e provare a conquistarla più avanti nella mia carriera”.
Il secondo classificato Alejandro Valverde, ha dichiarato: “Michael Woods ha meritato la vittoria; ringrazio comunque il mio team per l’ottimo lavoro svolto. Ho aspettato quello che credevo sarebbe stato il momento giusto per attaccare: mi sarebbe piaciuto vincere. Complessivamente siamo abbastanza contenti del secondo posto, sono stato sconfitto ma di poco. Forse mi è mancata un po’ di sicurezza. Se analizziamo la settimana di gare con un quinto posto, un secondo posto, la sfortuna di ieri e il secondo posto di oggi, credo di poter dire di essere pronto per Il Lombardia”.

Il terzo classificato Adam Yates, ha dichiarato: “Sarei stato più contento di salire sul gradino più alto del podio ma ho fatto del mio meglio e tutta la squadra oggi è ha corso bene, in particolare Jack Haig. All’attacco della salita finale ha fatto un ottimo lavoro per portarmi davanti. Sapevamo che Michael Woods sarebbe stato uno dei corridori da battere. Ha dimostrato di avere le gambe migliori, soprattutto su una salita come questa. Il Lombardia di sabato sarà una gara completamente diversa. Oggi abbiamo affrontato un percorso abbastanza pianeggiante prima della salita finale mentre sabato ne affronteremo uno più difficile già dall’inizio. Farò del mio meglio e spero di ottenere un buon risultato”.#MilanoTorino

Foto Credit: LaPresse




Scherma:La stagione 2019/2020 di Mara Navarria si apre con un bronzo

Ginevra (Svizzera), 6 ottobre 2019 – La stagione 2019/2020 di Mara Navarria si apre con un bronzo: nella tappa svizzera di Ginevra Satellite World Cup l’azzurra ottiene un ottimo terzo posto finale dopo un match molto combattuto contro la polacca Knapic, perso alla priorità per una sola stoccata. Il suo è stato un percorso netto nella fase a gironi con 5 vittorie su 5 incontri disputati mentre nelle dirette è uscita vittoriosa contro Luna (SUI), Signani (ITA), Briasco (ITA) e Makkinnon (CAN).

Oggi prima gara dell’anno e sono contenta: mi sono ritrovata in pedana, volevo sperimentare e mettermi alla prova su alcune azioni specifiche. L’obbiettivo era di portare a casa degli assalti importanti e sono soddisfatta del risultato ottenuto oltre il podio”.

Mara tornerà in pedana a Spalato sabato 12 ottobre 2019 e poi alla Prima Prova Nazionale di Bastia Umbra, in programma dal 18 al 20 ottobre 2019.




Dal 10 al 13 ottobre la 17^ edizione di Rallylegend, la grande festa con i campioni del WRC e il “Legend Show”

Manca pochissimo oramai al 17° Rallylegend, un appuntamento irrinunciabile per gli amanti della specialità e dello spettacolo, spettacolo che non mancherà nella Repubblica di San Marino dal 10 al 13 ottobre quando si rinnoverà l’appuntamento con la manifestazione che richiama ogni anno nella piccola Repubblica del Titano una moltitudine di persone proveniente da tutta Europa e oltre.

Anche quest’anno le novità non mancheranno, a cominciare dai grossi nomi che si cimenteranno sulle prove speciali in programma: Thierry Neuville, Andreas Mikkelsen, Craig Breen, Ken Block, Gigi Galli, Andrea Dovizioso e Mattias Ekstron, solo per citare i più noti.

Potrebbero bastare solo questi nomi per garantire adrenalina e spettacolo ma in programma ci sono anche altre novità che vivacizzeranno la kermesse e faranno divertire e sognare il pubblico. Una delle più spettaccolari andrà in scena giovedì 10 ottobre a partire dalle ore 21.00: il “Legend Show”, una sfida ad eliminazione a colpi di “traversi” sulle due rotatorie – collegate da un rettilineo di circa 350 metri – situate nei pressi del Village di Rallylegend. Due vetture alla volta si sfideranno lungo il percorso presidiato da due giurie, una per rotatoria, che valuteranno le prestazioni (o forse sarebbe meglio dire “i numeri”) dei concorrenti fino ad arrivare alla superfinale che impegnerà i finalisti su sei giri attorno ad ogni rotatoria per ogni senso di marcia e decreterà il vincitore del “Legend Show”. Insomma: spettacolo puro!

Thierry Neuville

Andreas Mikkelsen

Craig Breen

Altra succosa novità proposta dal duo Vito Piarulli e Paolo Valli (gli organizzatori della kermesse) è l’Historic Heritage, una categoria che vedrà partecipare una ventina di vetture “selezionate” e certificate fra le storiche degli anni ’70 e ’80 che in livrea originale dell’epoca verranno guidate – su un percorso ridotto – da piloti che in quegli anni fecero furore con quelle vetture; nomi come Jean Claude Andruet, Miki Biasion, Federico Ormezzano, Tito Cane, Chicco Svizzero e molti altri si sfideranno come una volta sulle bellissime strade della Repubblica di San Marino.

Queste sono solo alcune delle proposte che “accenderanno” il fine settimana di Rallylegend a San Marino in un tripudio di spettacolo, divertimento e adrenalina dove si celebrerà una festa di popolo unica al mondo per tutti coloro che sono uniti da una grande passione: il rally.

Paolo Diana e la sua 131: spettacolo assicurato

Altra vettura, piccola ma sempre spettacolare, la 126 di Flaviano Polato

Un’occasione imperdibile quindi per vedere all’opera i professionisti del volante in questo evento organizzato da  Zeromille e REW Events con la collaborazione di FAMS, Federazione Auto Motoristica Sammarinese, di CONS, Comitato Olimpico Sammarinese ed il patrocinio della Segreteria di Stato Istruzione e Sport della Repubblica di San Marino.

Per tutte le informazioni su orari, mappe, iscritti e quant’altro riguarda Rallylegend il sito di riferimento è www.rallylegend.com

17° RALLYLEGEND 2019 : I CONTATTI

Rallylegend Segreteria: cell. (+39) 339.5478180

tel. (+378) 0549.909053

Sito Web : www.rallylegend.com              e-mail: info@rallylegend.com                 e-mail: info@fams.sm

Social Area:

Facebook: https://www.facebook.com/officialrallylegend/?ref=hl

Twitter: https://twitter.com/rallylegend

Instagram: https://www.instagram.com/rallylegendofficial/

YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCnFn4qD2nYj-lNsbcxEyl2A

Servizio e foto: Dario Furlan




Il Lombardia 2019, ecco la maglia dedicata a Gimondi

Svelata oggi nella sede della Regione Lombardia la Maglia dedicata a Gimondi che verrà consegnata al vincitore dell’ultima classica Monumento della stagione. 243 km da Bergamo a Como con le storiche salite del Ghisallo e di Sormano che faranno da trampolino di lancio per il gran finale con Civiglio e San Fermo della Battaglia. 

Da sinistra, Il Presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana e Paolo Bellino, Amministratore Delegato e Direttore Generale di RCS Sport con la Maglia dedicata a Gimondi

Milano, 8 ottobre 2019 – È stata svelata oggi a Milano nella sede della Regione Lombardia la maglia dedicata all’indimenticato Felice Gimondi, disegnata e prodotta da Castelli, che verrà consegnata al vincitore della classica monumento di fine stagione, sabato 12 ottobre. Il Lombardia NamedSport, che toccherà luoghi simbolo del ciclismo e della Lombardia, si annuncia spettacolare e con grandi campioni al via.

Il Presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha detto: “Grazie agli organizzatori e soprattutto ai ciclisti che ci offrono sempre un grande spettacolo sulle strade della nostra Regione. Con Il Lombardia vivremo una bellissima giornata di sport, resa speciale dalla dedica per Felice Gimondi. È stato uno dei corridori più amati perché interpretava in maniera sincera il ciclismo, facendo della fatica e della sofferenza il suo tratto principale”.

Un’immagine di una edizione precedente del “Lombardia” (foto Dario Furlan)

Paolo Bellino, Amministratore Delegato e Direttore Generale di RCS Sport ha dichiarato:“Con La Regione Lombardia abbiamo un rapporto consolidato e questa edizione della corsa ci ha dato modo di rafforzarlo. Da parte nostra era doveroso omaggiare Felice Gimondi. Lo faremo dedicandogli questa corsa simbolo, che lui ha vinto due volte, e che partirà dalla sua Bergamo. Inoltre al vincitore di questa 113^ edizione verrà consegnata una maglia con una dedica speciale che ricorda il grande campione. Le immagini in diretta di questa particolare edizione verranno trasmesse nei cinque continenti e sono certo che sapranno emozionare tutti gli appassionati nel Mondo”.

Antonio Rossi, Sottosegretario con delega ai Grandi Eventi Sportivi della Regione Lombardia ha detto: “Il Lombardia è uno dei grandi eventi della nostra Regione che è ricca di storia del ciclismo. Il Lombardia tocca le salite simbolo come il Ghisallo, il Muro di Sormano e il Civiglio. Quest’anno per me è molto emozionante poter rendere omaggio a Gimondi con questa gara. Mi piace molto l’idea di vedere i pro il sabato e poter percorrere il percorso il giorno dopo con la Gran Fondo il Lombardia. È una corsa spettacolare, faccio i complimenti a chi l’ha disegnata”.

“Felice Gimondi è stato uno dei più importanti e prestigiosi personaggi che ha caratterizzato positivamente gli ultimi sei decenni dello sport Lombardo. Per questo motivo l’iniziativa di dedicare durante “Il Lombardia” una maglia alla sua memoria é stata un’idea che non poteva che trovare il pieno appoggio e la condivisione di Regione Lombardia. Un riconoscimento all’uomo di sport a 360 gradi che permetterà, anche se non ce ne sarebbe bisogno, di consacrarlo a poche settimane dalla sua scomparsa, come un’icona internazionale del ciclismo internazionale”, Martina Cambiaghi, Assessore a Sport e Giovani di Regione Lombardia.


Da sinistra, Il Presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, Paolo Bellino, Amministratore Delegato e Direttore Generale di RCS Sport, Antonio Rossi, Sottosegretario con delega ai Grandi Eventi Sportivi della Regione Lombardia e Stefano Allocchio, Direttore di Corsa RCS Sport

 IL PERCORSO
243 km da Bergamo a Como. Rispetto all’ultima edizione oltre alle salite di Colle Gallo, Colle Brianza, Madonna del Ghisallo, Colma di Sormano con il Muro e Civiglio ritorna, nel finale, il San Fermo della Battaglia.
#ILombardia

Foto Credit: LaPresse




Un Trittico d’Autunno grandi firme

Milano, 7 ottobre 2019 – Annunciato oggi l’elenco degli iscritti alle corse del Trittico d’Autunno di questa settimana, la Milano-Torino NamedSport del 9 ottobre, il GranPiemonte NamedSport del 10 e ll Lombardia NamedSport del 12, gare che chiudono la stagione europea del grande ciclismo targato RCS Sport / La Gazzetta dello Sport.

Si comincia con la Milano-Torino NamedSport di mercoledì 9 ottobre, dove tra gli iscritti spicca il nome del nuovo Campione del Mondo su Strada Mads Pedersen. Al via anche il vincitore del Tour de France Egan Bernal, Julian Alaphilippe, Miguel Angel Lopez, Jakob Fuglsang, Giulio Ciccone, Fausto Masnada, Davide Formolo, Adam Yates, Alejandro Valverde, Mikel Landa Meana, Ilnur Zakarin e Wilco Kelderman.

Il giorno seguente, giovedì 10 ottobre, tra gli iscritti al GranPiemonte NamedSport figurano i vincitori del Giro d’Italia e Tour de France 2019: Richard Carapaz e Egan Bernal. Tra gli altri anche il vincitore uscente Sonny Colbrelli, Emanuel Buchmann, Rafal Majka, Warren Barguil, Enrico Battaglin, Daniel Martin e Pierre Rolland.

Sabato 12 ottobre ll Lombardia NamedSport, ultima Classica Monumento della stagione, sarà una sfida tra contendenti di altissimo livello. Tra gli iscritti i vincitori delle prime quattro Classiche Monumento del 2019, Julian Alaphilippe, Philippe Gilbert, Alberto Bettiol e Jakob Fuglsang e di Vuelta e Tour Primoz Roglic ed Egan Bernal. Tra gli altri anche il due volte vincitore di questa corsa Vincenzo Nibali (2017, 2015) e i vincitori delle edizioni 2016 e 2014, Esteban Chaves e Daniel Martin; il campione italiano Davide Formolo, Tim Wellens, Tiesj Benoot, Adam Yates, Nairo Quintana, Mikel Landa Meana, Ilnur Zakarin e Giulio Ciccone.

OPERAZIONI PRELIMINARI
I dettagli delle operazioni preliminari delle tre corse sono scaricabili al seguente link.


LE SQUADRE

Qui elencate le squadre, di sette corridori ciascuna, che parteciperanno alle tre corse con i principali iscritti:

100esima Milano-Torino NamedSport – mercoledì 9 ottobre (21 formazioni: 16 UCI WorldTeams e 5 UCI Professional Continental Teams)

  • ASTANA PRO TEAM – Lopez, Fuglsang
  • BAHRAIN – MERIDA – Bole, Garcia Cortina
  • BORA – HANSGROHE –  Formolo, Majka
  • CCC TEAM – Antunes, Ten Dam
  • DECEUNINCK – QUICK-STEP – Alaphilippe, Gilbert
  • EF EDUCATION FIRST – Higuita, Kangert
  • GROUPAMA – FDJ – Gaudu, Reichenbach
  • LOTTO SOUDAL – Wellens, Benoot
  • MITCHELTON – SCOTT – A. Yates, Haig
  • MOVISTAR TEAM – Valverde, Landa
  • TEAM DIMENSION DATA – Kreuziger, Van Rensburg
  • TEAM INEOS – Bernal, Geoghegan Hart
  • TEAM KATUSHA ALPECIN – Battaglin, Zakarin
  • TEAM SUNWEB – Kelderman, Bakelants
  • TREK – SEGAFREDO – Pedersen, Ciccone
  • UAE TEAM EMIRATES – Costa, Oliveira
  • ANDRONI GIOCATTOLI – SIDERMEC – Masnada, Cattaneo
  • BARDIANI CSF – Barbin, Carboni
  • NERI SOTTOLI SELLE ITALIA KTM – Visconti, Velasco
  • NIPPO – VINI FANTINI – FAIZANE’ – Canola, Bagioli
  • TEAM ARKEA – SAMSIC – Barguil, Gesbert

103esimo GranPiemonte NamedSport – giovedì 10 ottobre (19 formazioni: 10 UCI WorldTeams e 9 UCI Professional Continental Teams)

  • AG2R LA MONDIALE – Peters, Dupont
  • ASTANA PRO TEAM – Sanchez, Zeits
  • BAHRAIN – MERIDA – Colbrelli, Bole
  • BORA – HANSGROHE – Majka, Buchmann
  • EF EDUCATION FIRST – Bennett, Brown
  • MOVISTAR TEAM – Carapaz, Verona
  • TEAM DIMENSION DATA – Gasparotto, Meintjes
  • TEAM INEOS – Bernal, Ganna
  • TEAM KATUSHA ALPECIN – Battaglin, Zakarin
  • UAE TEAM EMIRATES – Martin, Polanc
  • ANDRONI GIOCATTOLI – SIDERMEC – Masnada, Cattaneo
  • BARDIANI CSF – Carboni, Orsini
  • NERI SOTTOLI SELLE ITALIA KTM – Visconti, Velasco
  • NIPPO – VINI FANTINI – FAIZANE’ – Canola, Osorio
  • ISRAEL CYCLING ACADEMY – Hermans, Neilands
  • GAZPROM – RUSVELO – Vlasov, Boev
  • COFIDIS, SOLUTIONS CREDITS – Herrada, Berhane
  • VITAL CONCEPT – B&B HOTELS – Rolland, Gautier
  • TEAM ARKEA – SAMSIC – Barguil, Hardy

113esimo Il Lombardia NamedSport – sabato 12 ottobre (25 formazioni: 18 UCI WorldTeams e 7 UCI Professional Continental Teams)

  • AG2R LA MONDIALE – Latour, Frank
  • ASTANA PRO TEAM – Fuglsang, Lopez
  • BAHRAIN – MERIDA – V. Nibali, Teuns
  • BORA – HANSGROHE – Formolo, Majka
  • CCC TEAM – Antunes, Pauwels
  • DECEUNINCK – QUICK-STEP – Alaphilippe, Gilbert
  • EF EDUCATION FIRST – Bettiol, Higuita
  • GROUPAMA – FDJ – Gaudu, Reichenbach
  • LOTTO SOUDAL – Wellens, Benoot
  • MITCHELTON – SCOTT – Chaves, A. Yates
  • MOVISTAR TEAM – Quintana, Landa
  • TEAM DIMENSION DATA – Kreuziger, Meintjes
  • TEAM INEOS – Bernal, Geoghegan Hart
  • TEAM JUMBO – VISMA – Roglic, Bennett
  • TEAM KATUSHA ALPECIN – Zakarin, Battaglin
  • TEAM SUNWEB – Kelderman, Bakelants
  • TREK – SEGAFREDO – Ciccone, Mollema
  • UAE TEAM EMIRATES – Martin, Ulissi
  • ANDRONI GIOCATTOLI – SIDERMEC – Masnada, Vendrame
  • BARDIANI CSF – Carboni, Barbin
  • NERI SOTTOLI SELLE ITALIA KTM – Visconti, Velasco
  • ISRAEL CYCLING ACADEMY –  Hermans, Plaza
  • GAZPROM – RUSVELO – Vlasov, Arslanov
  • COFIDIS, SOLUTIONS CREDITS – Herrada, Edet
  • VITAL CONCEPT – B&B HOTELS – Rolland, Gautier
 #MilanoTorino | #GranPiemonte | #ILombardia
Photo Credit: LaPresse



Sorpasso in vetta alla A, la Juve torna prima

Ritorno al primo posto in classifica per la Juventus che ha la sua nel big match di domenica sera di San Siro contro l’Inter. La gara fra Conte e Sarri finisce 2 a 1 per i bianconeri che vanno in vantaggio dopo appena 4 minuti con Dybala. I nerazzurri riacciuffano il match al 18’ con un rigore di Lautaro Martinez ma capitolano all’80 con la rete di Higuain.

Si avvicina alla vetta continuando a non smettere di stupire, divenendo ormai una solida certezza del calcio italiano, l’Atalanta che ritrova il suo stadio a Bergamo (dopo i lavori di rinnovo di una parte) e batte per 3 a 1 il malcapitato Lecce. Zapata (35’), Gomez (40’) e Gosens al 56’ mettono molto bene la gara con Lucioni che all’86’ segna il gol della bandiera.

Non approfitta del big match il Napoli che a Torino impatta per 0 a 0 contro i granata di Mazzarri.

Pareggio anche per le romane: 1 a 1 della Roma in casa contro un buon Cagliari, in un gara condita da polemiche arbitrari per il rigore ospite e un gol annullato ai giallorossi nel finale. Vantaggio Cagliari con Joao Pedro su rigore al 26’, pareggio degli uomini di Fonseca con un’autorete di Ceppitelli al 31’.

Bellissima gara quella del Dall’Ara fra Bologna e Lazio aperta dalla processione delle due tifoserie per Sinisa Mihajlovic in panchina a supportare i suoi. Primo tempo spettacolare con il Bologna due volte in vantaggio con Krejci al 21’ e Palacio al 31’ ma raggiunto da un super Immobile che trova la via della rete al 23’ e al 39’. A 3 minuti dalla fine dopo un’espulsione per parte nella ripresa Correa calcia sulla traversa il rigore che poteva consegnare 3 punti ai biancocelesti.

Terza vittoria consecutiva della Fiorentina che sale in classifica a posizioni più nelle sue corde. Il lunch match contro l’Udinese, partita non particolarmente bella, è deciso dal colpo di testa di Milenjovic al 72’.

Sale a 9 punti punti l’Hellas Verona che fra le mura amiche batte la Sampdoria di un Di Francesco che pare abbia le ore contate sulla panchina dei blucerchiati visti i soli 3 punti in classifica in 7 giornate. Kumbulla al 9’ e un’autore di Murru all’81’ decidono la sfida.

Stessi punti in classifica per il Milan che in rimonta riesce a battere il Genoa in terra ligure. Vantaggio casalingo con Schone al 41’, pareggio di Hernandez al 51’ e rete della vittoria di Kessie su rigore al 57’.

Vittoria rossonera che non spegne il fuoco sulla panchina di Giampaolo con la società che sta decidendo il da farsi. Sorte non particolarmente benevola neanche per l’allenatore genoano, Andreazzoli a serio rischio esonero.

3 punti fondamentali anche per la SPAL nell’anticipo di sabato contro il Parma. La gara di sabato pomeriggio a Ferrara è decisa da Petagna al 31’.

Manca all’appello Brescia-Sassuolo non giocatasi su richiesta del club ospite in quanto nella giornata di mercoledì è mancato il patron dei neroverdi Giorgio Squinzi. A lui il mondo del calcio ha rivolto il meritato omaggio con un minuto di silenzio su tutti i campi e i pensieri di ex giocatori e allenatori del club che ha portato nel calcio che conta.

Classifica dopo 7 giornate: Juventus 19; Inter 18; Atalanta 16; Napoli 13; Roma 12; Lazio, Cagliari e Fiorentina 11; Torino 10; Hellas Verona, Bologna, Parma e Milan 9; Udinese 7; Sassuolo (1 partita in meno), Brescia (1 partita in meno), SPAL e Lecce 6; Genoa 5; Sampdoria 3.

Immagine tratta da www.legaseriea.it

Rudi Buset

rudibuset@live.it

@RIPRODUZIONE RISERVATA




Come da pronostico Federico Liber fa sua anche la 42^ edizione della Cividale-Castelmonte

Federico Liber

Cividale, 6 ottobre 2019 – Pronostico perfettamente rispettato alla Cividale-Castelmente edizione numero 42: Federico liber ha messo anche quest’anno la sua Gloria C8P Evo davanti a tutti dopo le due manche di gara della cronoscalata cividalese; con due salite regolari ma velocissime il veronese ha piazzato due temponi da urlo senza lasciare alcuna possibilità agli avversari di puntare al gradino più alto del podio. Ci ha provato Stefano Gazziero ma la sua Osella Fa30 probabilmete non è la vettura più adatta per puntare alla vittoria sul tortuoso tracciato di Castelmonte, Gazziero si è così dovuto accontentare della seconda posizione. Al terzo posto Sergio Farris su Osella PA 2000 EVO.

Stefano Gazziero

Sergio Farris

La Safety Car

La prima vettura ad alimentazione completamente elettrica che ha partecipato alla Cividale-Castelmonte

Soretti, quarto classificato con la Subaru Impresa WRX

La Vw Golf Rallye Tfsi-R di Schagerl quinto assoluto

Herman Waldy, sesto

La Delta di Bubnic

Marco Guerra

Michele Buiatti

Fra le vetture storiche si è confermato Harald Moessler, autore del miglior tempo nella giornata di prove di ieri, l’austriaco si è imposto  con l’agilissima Steyr Puch Konigberg Spyder davanti al  cividalese Rino Muradore che è riuscito a migliorare la non brillantissima prestazione di ieri.

Harald Moessler

Rino Muradore

Massaro, terzo assoluto fra le vetturestoriche

La gara, dopo le prove effettuate ieri, ha visto partire ben  231 vetture  (fra moderne e storiche) che hanno terminato le loro “fatiche” poco dopo le 16  con l’arrivo dell’ultima vettura sul piazzale del Santuario mariano, sono poi seguite le premiazioni che hanno sancito la chiusura con successo di un fine settimana all’insegna dei motori che ha portato moltissimi spettatori sul tracciato cividalese ed ha contribuito a far conoscere ancora di più il fascino della città ducale e delle vallate circostanti.

Servizio e foto: Dario Furlan




Week end in chiaro/scuro per le regionali!

Una vittorie e due sconfitte per le squadre regionali.

Vince con merito il Pordenone che batte per 2 a 0 la capolista Empoli. La gara del Friuli di Udine prende subito una piega positiva per i neroverdi con l’espulsione di un centrocampista ospite, Bandinelli, dopo appena 2 minuti. Al 15’ altro episodio importante: fallo di Dezi su Misuraca e rigore trasformato da Burrai per il vantaggio casalingo. L’Empoli non demorde e al 22’ ha l’occasione di rimettere in parità il risultato con il rigore di Mancuso che però calciato alto. Il Pordenone alza i ritmi con due colpi di testa di Pobega e di Moreo. Al 40’ bella azione dei neroverdi finalizzata alla perfezione dal gioiellino Pobega che porta i suoi sul 2 a 0. La ripresa è meno movimentata con il Pordenone in controllo del match. Per gli uomini di Tesser, soddisfatto della prestazione a fine gara, conclusioni di Pobega, Ciurria, Misuraca, Monachello e Mazzocco, ma non arriva la terza rete. Nel finale pericoloso l’Empoli, a fine gara infastidito per il rigore generoso dato al Pordenone, con una conclusione di Frattesi su cui è bravo Di Gregorio. 10 punti in 4 gare casalinghe per i Tesser boys a quota 11 in campionato, all’ottavo posto, l’ultimo utile per i playoff.

Nel lunch match domenica sconfitta per l’Udinese in casa della Fiorentina. Gara non particolarmente vivace nella prima frazione di gioco. Poche occasioni di nota: Castrovilli, Caceres per i padroni di casa, dall’altra Okaka si vede murato un buon tiro. Al 34’ Udinese in vantaggio con Nestorovski ma dopo l’intervento del VAR il gol viene annullato per il tocco di mano dell’attaccante bianconero. Ripresa delle stesso tenore. Ci provano De Paul e Ribery, ma senza fortuna. Al 72’ l’episodio che spacca il match. Da corner viola colpo di testa di Milenkovic che supera Musso per il vantaggio della Fiorentina. L’Udinese risponde subito con una conclusione del neo entrato Lasagna, ma Dragowki devia in angolo. Nel finale Udinese poco pericolosa con i padroni di casa che provano qualche sortita offensiva senza trovare la via del raddoppio. Continua la poca pericolosità in zona gol con i bianconeri ultimi nella classifica dei gol segnati, appena 3, e ora con un margine di appena un punto sul quartetto di squadre al terzultimo posto.

Per la A e la B la prossima domenica ci sarà la seconda pausa stagione per le nazionali con l’Italia impegnata sabato 12 a Roma contro la Grecia e martedì 15 in Liechtenstein con l’obiettivo di conquistare gli ultimi punti necessari a guadagnarsi la partecipazione all’europeo del 2020.

Sconfitta casalinga, nel pomeriggio di domenica per la Triestina. La squadra di Principali, rimasto in sella alla panchina alabarda esce sconfitta dal Rocco per merito di una rete di Nocciolini al 93’ che consegna i 3 punti al Ravenna. Sconfitta dopo 2 vittorie consecutive per i giullani fermi a 10 punti, ai margini della zona playoff.

Rudi Buset

rudibuset@live.it

@RIPRODUZIONE RISERVATA




Fedrico Liber ipoteca anche la 42^ Cividale – Castelmonte

Si sono svolte oggi le prove della 42^ edizione della Cividale-Castelmonte, la cronoscalata automobilistica organizzata dalla Scuderia Red White e valida per il Trofeo Italiano Velocità Montagna (TIVM), per il campionato FVG, per il FIA CEZ, per le serie nazionali di Austria e Sloveniae e per il Trofeo Alpe Adria 2019.

Federico Liber

Come da pronostico il veronese Federico Liber (già vincitore negli ultimi due anni) su Gloria C8P Evo, oggi ha fatto registrare il miglior tempo anche nella seconda manche mettendo così una seria ipoteca sull’edizione 2019 della cronoscalata cividalese, velocissimo anche Karl Schagerl che su Volskwagen Rallye Tfsi-R si è piazzato alle sue spalle mentre il teerzo tempo l’ha fatto registrare Stefano Gazziero su Osella Fa30.

Stefano Gazziero

Per quanto riguarda le vetture storiche, il cividalese Rino Muradore  -(anch’egli vincitore delle ultime due edizioni della gara – non è riuscito a mettere la sua Ford Escort Rs1600 davanti a tutti (o forse non ha voluto), l’ha spuntata invece l’austriaco Harald Moessler con l’agilissima Steyr Puch Konigberg Spyder.

Harald Moessler

Rino Muradore

Un momento di relax nel pomeriggio di ieri dopo le verifiche

Domani si giocherà a carte scoperte e bisognerà tenere giù il piede per mettere le ruote della propria vettura davanti a tutti. Il via è stato anticipato alle ore 9:00 visto l’elevato numero di partenti, mentre la strada verrà chiusa alle ore 8:00.

Servizio e foto: Dario Furlan