27 settembre 2015 Il Golf Club Castello di Spessa di Capriva del Friuli compie 10 anni.

image001Green aperto ai giocatori dell’Alpe Adria: così domenica 27 settembre il Golf Club Castello di Spessa di Capriva del Friuli, nel Collio Goriziano, festeggia i suoi primi 10 anni di attività. Una giornata di festa e di sport, in cui decine di golfisti dei principali Club del Triveneto, della Slovenia e dell’Austria potranno giocare gratuitamente sul green a 18 buche disegnato fra i vignetiGolf & Country Club Castello di Spessa 31 della tenuta di Spessa.I golfisti si disputeranno, nelle varie categorie, il Trofeo Castello di Spessa del Decennale, giocato su 18 buche Stableford. In palio, pregiati prodotti dell’azienda Castello di Spessa. I vincitori saranno premiati dal Presidente del Golf Club Loretto Pali.Dolce corollario dell’evento, il brindisi finale con vini aziendali abbinato alla degustazione di golosità “I Sapori dell’Impero”, che la storica pasticceria De Stabile di Gorizia realizza artigianalmente in omaggio alla grande tradizione dolciaria mitteleuropea, di cui è interprete dal 1837.

Una piccola selezione di dolci sarà data in omaggio a tutti i partecipanti al torneo.

 

Per info:  Golf & Country Club Castello di Spessa

Via Spessa, 14  34070 Capriva del Friuli (Gorizia)  tel 0481 881009 / fax 0481 881063

info@golfcastellodispessa.itwww.golfcastellodispessa.it  




BARCOLANA 2015: PRESENTATA OGGI L’EDIZIONE 47 NEL PALAZZO DELLE GENERALI

11 regate in dieci giorni, oltre cento eventi a terra, un’importante rassegna culturale in collaborazione con i teatri e i musei triestini, lo sviluppo di FuoriRegata, un nuovo “contenitore” dedicato alla promozione di tutti gli sport del mare: la Barcolana di Trieste, nel 2015, cresce in maniera esponenziale. L’edizione 2015 raddoppia, potenziando il calendario del primo fine settimana di ottobre, ampliando gli spazi del Villaggio Barcolana verso il Porto Vecchio, creando un forte link con gli altri sport di mare e gettando il seme di un contenitore culturale che punta a crescere nelle prossime edizioni.

“Un grande lavoro di squadraspiega il presidente della Società Velica di Barcola e Grignano, Mitja Gialuzcon Istituzioni, realtà sportive del territorio e sponsor ci ha portato quest’anno a raggiungere l’obiettivo che ci eravamo prefissati: un salto di qualità per trasformare la Barcolana in un evento lungo dieci giorni, focalizzato sulla vela e aperto a nuove esperienze, pensato per far divertire il pubblico, promuovere il territorio e dare valore alla vela in un più ampio contesto dedicato agli sport del mare. Da adesso in poi, la Barcolana va pensata come un contenitore, dove la vela è il cardine e dove per dieci giorni la città è in festa, ricca di attrazioni”.

Barcolana quest’anno inizia venerdì 2 ottobre, con l’inaugurazione di un inedito itinerario di mostre e ilconcerto di apertura del maestro Remo Anzovino, considerato da critica e pubblico uno dei più importanti e innovativi musicisti del panorama nazionale, che si terrà a bordo dell’Ursus, grazie anche alla collaborazione della Guardia Costiera Ausiliaria, e prosegue fino all’11 ottobre, giorno in cui si disputerà la 47.a edizione della regata internazionale Coppa d’Autunno Barcolana. Attese circa duemila barche a vela al via, per un totale di oltre 20mila velisti: dopo l’aumento del 16% degli iscritti nel 2014 rispetto al 2013, l’organizzazione ha avviato quest’anno notevoli investimenti per consolidare questo risultato e puntare alla crescita.

Dal punto di vista sportivo, sarà una Barcolana di graditi ritorni – Paul Cayard al timone di AnyWave, Vasco Vascotto alla guida di Robertissima III – e, soprattutto, sarà una Barcolana senza un vincitore scontato: dopo cinque edizioni, infatti, Esimit Europa 2 non sarà al via e quindi la sfida per la vittoria assoluta è tutta aperta. Una lotta alla quale partecipano anche Alberto Bolzan, il velista oceanico di Romans D’Isonzo che timonerà Tempus Fugit, un 70 piedi ricco di atleti locali a bordo, e Maxi Jena, che si presenta con Furio Benussi e Mitja Kosmina. Tra gli ospiti sportivi dell’evento ci sarà la velista oceanica francese Isabelle Joske, scelta da Generali – Main Sponsor della Barcolana – come ambassador per la vela in Francia, e l’attrice italiana Marianna De Micheli,che ha iniziato mesi fa da Genova il suo viaggio verso Trieste navigando in solitaria assieme al suo gatto.
Tra i grandi partner di questa edizione, oltre a Generali che si conferma Main Sponsor dell’evento, anche illycaffè, che ha firmato il manifesto della Barcolana grazie all’opera realizzata dal maestroMichelangelo Pistoletto e sostiene una delle nuove regate, Barcolana Chef. È confermata la presenza di Land Rover, che dopo il successo del 2014 torna in Barcolana e firma la gara dedicata alla classe Extreme 40. Land Rover Extreme 40@Barcolana porta a Trieste per la seconda edizione i catamarani acrobatici da 40 piedi: quattro equipaggi si sfideranno nel Bacino San Giusto regatando quest’anno anche domenica, contestualmente alla partenza della Barcolana, per arricchire le Rive di grande sport in attesa dell’arrivo dei regatanti all’ormeggio.

Tra le importanti novità anche il ritorno d’immagine nazionale: si parte con la partnership con Rai Radio2, che diventa radio ufficiale della Barcolana e che trasmetterà dal Villaggio domenica 11 ottobre. Linea Blu, la trasmissione del sabato pomeriggio di Rai Uno condotta da Donatella Bianchi, dedicherà alla Barcolana l’intera trasmissione di sabato 10 che verrà trasmessa da Triestecon una produzione di alto livello, un palco allestito davanti alla Scala Reale e un’ora e mezza di diretta. Forte anche il sostegno della sede Rai del Friuli Venezia Giulia, con la diretta della regata domenica 11 ottobre e una serie di collegamenti nei giorni precedenti dal Villaggio Barcolana.“Abbiamo centrato un grande obiettivoha commentato il presidente della Società Velica di Barcola e Grignano, Mitja Gialuzquello di potenziare la comunicazione nazionale della Barcolana coinvolgendo un’audience potenziale sensibilmente più elevata rispetto agli scorsi anni. La Rai permetterà alla Barcolana di ampliare il proprio raggio di comunicazione, a beneficio dell’evento e della promozione del territorio. Tra i media partner anche il quotidiano locale Il Piccolo che, assieme agli organizzatori della regata, contribuisce a raccontare la grande storia collettiva della Barcolana”.

APP BARCOLANA – Barcolana concretizza anche il proprio progetto di diventare “Smart”, ovvero sempre più vicina al proprio pubblico attraverso i più moderni sistemi di comunicazione. La collaborazione con Unicredit ha portato alla realizzazione di Barcolana Charter, il progetto della start up Bluewago avviato a giugno per garantire ai velisti la possibilità di noleggiare barche e posti singoli in barca, e prosegue con la pubblicazione della App Barcolana realizzata da Ikon per IOS e Android, scaricabile dai rispettivi store a stretto giro. “La App è per noi uno strumento innovativoha dichiarato Mitja Gialuzè la prima release di un progetto triennale, che permetterà di vivere tutta la Barcolana dai dispositivi mobili. In questa prima parte del progetto ci siamo concentrati sul calendario dell’evento: scaricando sui device mobili la App si sarà sempre aggiornati in tempo reale sulle manifestazioni in corso, sulla loro localizzazione, sugli orari di inizio e fine e si potranno ricevere delle notifiche che ricorderanno l’inizio imminente degli eventi. Un modo “smart” per vivere la Barcolana, essendo sempre aggiornati senza mai perdersi un evento”. La App contiene anche un divertente gadget: la possibilità di scattare le proprie foto, completarle con degli sfondi personalizzati Barcolana e condividerle sui social o per email. Avviata quest’anno anche una partnership con Tim Music, che sulla propria piattaforma creerà una playlist dedicata all’evento e porterà a Trieste i suoi noti dj, tra i protagonisti dei concerti in Barcolana.

IN MARE: 11 REGATE IN 10 GIORNI
CONFERMATE YOUNG, FUN, CHALLENGE, EXTREME 40 @BARCOLANA,
CLASSIC, TRI-ESTE E JOTUN CUP
SI AGGIUNGONO BARCOLANA CHEF E GO TO BARCOLANA

COPPA D’AUTUNNO: NUOVO ORARIO PER LA PARTENZA,
IL VIA PREVISTO ALLE 10.30 DELL’11 OTTOBRE,
IL PERCORSO RESTA INVARIATO CON ARRIVO DAVANTI PIAZZA UNITA’

Mai senza regate: dal 2 all’11 ottobre, ogni giorno ci sarà un’occasione per regatare, e non soltanto a Trieste. Si parte da Spalato, dove salperà il primo dei rally nautici di Go To Barcolana: grazie alla collaborazione dei circoli velici e marina croati, un rally di avvicinamento condurrà in sicurezza a Trieste gli scafi che da Spalato, Fiume e Isola parteciperanno alla Barcolana. Nel primo fine settimana di ottobre partiranno gli armatori di Spalato, che avranno ormeggio gratuito nei Marina ACI lungo la loro rotta; via via gli scafi di Fiume e degli altri porti croati si aggiungeranno alla flotta e sabato 10 il rally comprenderà anche Isola d’Istria, per un arrivo a Trieste in tempo per la Barcolana.

IL PRIMO FINE SETTIMANA DI OTTOBRE – Confermate le regate più amate della Barcolana. Il primo fine settimana di ottobre sarà dedicato agli Optimist, con Barcolana Young che torna ad essere tappa finale del circuito Kinder. Negli stessi giorni si aprirà la finestra dedicata ai kitesurfer e windsurfer di Barcolana Fun, che quest’anno punta a innovarsi grazie al sostegno di nuovi sponsor (040 Group e quiconviene.com) e proponendo la regata downwind per windsurf e kite dal Molo Audace a Miramare. Tornerà a dare spettacolo la tradizionale gara di salto per kiter nel bacino San Giusto – guest star gli atleti capoverdiani – e sarà potenziato l’evento di wakeboard in Ponterosso, con un trampolino mozzafiato al servizio degli atleti-acrobati della specialità.

LUNEDI’ 5: UN NUOVO EVENTO – Lunedì 5 e martedì 6 ottobre è previsto un nuovo evento, voluto da uno dei più noti cuochi del Friuli Venezia Giulia, Emanuele Scarello, che, per promuovere la propria regione con i suoi prodotti e il suo territorio, chiama a raccolta dieci cuochi stellati. illycaffè e Pasta Zara raccolgono la sfida: prima si regata, con i dieci cuochi al timone su altrettanti scafi monotipo, e poi si cucina nella mensa della illycaffè. La classifica è unica e Barcolana Chef – questo il nome della nuova regata tra boe e fornelli – diventa anche un video ricettario di cucina in cambusa firmato dai cuochi stellati.

EXTREME 40 @BARCOLANA – Archiviati i “FUNamboli della vela”, i ragazzi della Young e i cuochi velisti, è tempo dei professionisti. Torna a Trieste Land Rover Extreme 40 @Barcolana: terminata la tappa di Istanbul del circuito Extreme 40, i catamarani fanno tappa a Trieste prima di partire per l’Australia. Da giovedì 8 a domenica 11 i professionisti di questo acrobatico circuito si misureranno in una serie di regate nel Bacino San Giusto, a pochi passi da terra, grazie anche alla collaborazione di Samer & Co. Shipping. Novità di questa seconda edizione, la finale che si disputerà domenica 11 ottobre davanti alla diga del Porto Vecchio contestualmente alla partenza della Barcolana nel Golfo di Trieste, con l’obiettivo di garantire al pubblico sulle Rive, in attesa di festeggiare i vincitori della Coppa d’Autunno, un grande spettacolo di vela acrobatica.

VENERDI’ 9 E SABATO 10: CINQUE SFIDE IMPERDIBILI – Il fine settimana lungo che inizia venerdì 9 ottobre sarà ricchissimo di regate e di spettacolo per chi segue da terra: si comincia il 9 con la seconda edizione di Barcolana Challenge, a bordo dei monotipi Este 24, riservata ai vincitori di categoria della precedente edizione della Coppa d’Autunno. La sfida ad armi pari permette di azzerare le variabili: non conta più la dimensione dello scafo, qui conta solo il fattore equipaggio. I vincitori di categoria dell’edizione 2014 della Barcolana si sfidano in tre prove, compresa una notturna nel Bacino San Giusto, dove, lo stesso giorno, si sfideranno anche gli equipaggi degli scafi paralimpici 2.4 e gli armatori delle diverse sezioni della Lega Navale Italiana in una prova a loro riservata. Sabato 10 ottobre non ci sarà un attimo di respiro. Il circuito Este 24 sbarca a Trieste per la tappa finale della stagione 2015, e regata su due prove sulle boe e una notturna nel Bacino San Giusto: è la seconda edizione di Barcolana Tri-Este. In notturna regatano anche i Meteor, una delle classi più numerose alla Barcolana. La mattina di sarà dedicata a Barcolana Classic, la sfida delle barche d’epoca. Poi, quando farà buio, si scatenerà il tifo per gli Ufo28, in una nuova e sempre combattuta edizione diBarcolana Jotun Cup lungo il Molo Audace.

DOMENICA 11 OTTOBRE, LA BARCOLANA – Confermato il percorso della scorsa edizione, con arrivo di fronte Piazza Unità d’Italia, già previsto per l’edizione 2014, ma non concretizzato in mare perché, a causa del poco vento, la regata fu ridotta. La novità di questa edizione riguarda l’orario di partenza della Barcolana che viene cambiato di mezz’ora. La Barcolana 2015, infatti, parte lungo la consueta linea lunga 1,8 miglia da Barcola a Miramare alle 10.30 dell’11 ottobre (e non alle 10, come in passato). La scelta è dettata dall’analisi delle condizioni meteo: in caso di bonaccia, infatti, mezz’ora di ritardo significa avere più possibilità che il vento si formi, lasciando per meno tempo gli scafi fermi al via. In caso di Bora sostenuta, invece, c’è maggiore possibilità che il vento cali prima della partenza.




LA “STAFFETTA” DEL PATTINAGGIO IRIDATO NOVARA A CALI IN COLOMBIA PER IL PASSAGGIO DELLA BANDIERA

In programma anche una riunione con tutte le 34 delegazioni di ogni parte del mondo nel corso della quale il sindaco e l’assessore allo sport presenteranno la città Il Sindaco di Novara Andrea Ballarè e l’assessore allo Sport Rossano Pirovano sono in queste ore ospiti della Firs (Fédération Internationale Roller Sports) a Cali, in Colombia, dove si sta svolgendo l’edizione 2015 dei campionati mondiali di Pattinaggio a Rotelle, e dove, alle 17 di oggi ora italiana, parteciperanno, con il Presidente della Federazione internazionale Sabatino Aracu e i delegati delle 34 Federazioni presenti, alla riunione tecnica nel corso della quale sarà presentata l’organizzazione dei Mondiali di pattinaggio artistico a Novara settembre 2016.
L’obiettivo della riunione è quello di presentare l’evento di Novara 2016 a 360 gradi: non solo gli aspetti tecnici ed organizzativi e le strutture sportive che ospiteranno le competizioni, ma anche gli aspetti legati alle bellezze storiche e artistiche della città, alle occasioni per il tempo libero, oltre che, naturalmente, alla ospitalità alberghiera e ai trasporti.
Il Sindaco e l’Assessore ribadiranno l’importanza dell’investimento economico previsto soprattutto in una prospettiva di definitiva affermazione della capacità di Novara di ospitare grandi eventi internazionali. Molto importante la presenza di rappresentanti di nazioni vicine all’Italia, come Germania, Francia, Spagna, Portogallo, Austria, Slovenia oltre ai “colossi” Usa, Giappone, Australia: tutti mercati potenziali sui quali promuovere il prodotto-Novara dal punto di vista turistico. La presenza di così numerose delegazioni di paesi europei e degli altri continenti fa assumere a questo momento un valore importantissimo di promozione e di marketing territoriale.
Sabato 26 settembre durante la cerimonia di chiusura del Mondiale il Sindaco Ballarè riceverà dal Sindaco di Cali Rodriguo Guerrero la bandiera ufficiale dei Mondiali di pattinaggio artistico della Firs che verrà portata a Novara e presentata al pubblico in occasione di un evento al palazzetto del Terdoppio che costituirà un vero e proprio “anticipo” del mondiale del settembre 2016, la prima di una serie di manifestazioni che accompagneranno verso il torneo iridato, convogliano da subito su Novara pubblico (con le conseguenti ricadute positive in termini economici) e attenzione mediatica.




GIRO D’ITALIA :La gara più bella del mondo” fa tappa in Friuli Venezia Giulia

 

Torna in Friuli Venezia Giulia il Giro d’Italia con una tappa che punta in alto, anche per la promozione turistica del territorio. Una tappa del Giro d’Italia – in programma dal 6 al 29 maggio – sarà interamente sul territorio friulano da Palmanova a Cividale del Friuli (dopo 40 anni, maggio 1976, dal terremoto che colpì queste zone).IL PERCORSO – 13^ TAPPA DEL GIRO D’ITALIA, VENERDI’ 20 MAGGIO, PALMANOVA – CIVIDALE DEL FRIULI (161 km) Tappa completamente immersa nelle Alpi Giulie orientali e nei suoi boschi di castagne, noti anche per vini famosi. Partenza dalla città fortificata di Palmanova e spostamento verso il primo passaggio a Cividale del Friuli e risalita del Natisone. Tappa complessivamente molto impegnativa.Sulla valenza promozionale dell’iniziativa, presentata stamattina nella sede della Protezione civile di Palmanova, hanno indirizzato i loro interventi tutte le autorità presenti, compresi i vertici di RCS sport, società che la organizza e che molto si aspetta, in termini di partecipazione, dal percorso in regione.Nelle zone toccate dal Giro, infatti, sono attese svariate decine di migliaia di spettatori anche da Slovenia, Croazia, Repubblica Ceca, Austria e dal vicino Veneto, considerando che alla “tappa rosa”, in arrivo venerdì 20 maggio 2016, è stata collegata una Gran Fondo la domenica successiva, tracciato che sarà proprio lo stesso su cui i grandi campioni si sono sfidati in una delle tappe più attese e sicuramente decisive dell’intera corsa.Partendo da Palmanova e toccando per ben due volte Cividale, il Giro avrà il suo clou nelle Valli del Torre e del Natisone, una zona della regione poco conosciuta dal punto di vista turistico, ma ricca di fascino e opportunità di sviluppo. Su questo territorio, che conta un sito Unesco già riconosciuto (Cividale) e un altro “in corsa” per diventarlo (Palmanova), TurismoFVG predisporrà le condizioni di accoglienza e di offerta turistica assieme agli operatori in modo da permettere una fruizione del territorio non solo nei giorni interessati dal doppio evento sportivo, ma soprattutto per consentire che la corsa a tappe più famosa d’Italia rappresenti un “testimonial” per il turismo del Friuli Venezia Giulia.TurismoFVG ha già realizzato due prodotti turistici pensati per i ciclisti e cicloturisti che vogliono vivere la loro vacanza in bicicletta e per coloro che desiderano invece un’esperienza slow  conoscendo la parte autentica e genuina del territorio: Bike Experience e Rurale Slow. Il primo include strutture ricettive con un forte orientamento al mercato del cicloturismo che offrono servizi specifici per i ciclisti e cicloturisti, come spazi sicuri dove mettere le bici, attrezzature per le piccole riparazioni, colazioni rinforzate e personalizzate su richiesta, late check-out, il bike carnet (blocchetto di sconti su servizi specifici offerti dai fornitori del territorio che aderiscono al circuito Bike Experience) e molto altro ancora. Il secondo invece comprende le strutture di piccole dimensioni che offrono un’accoglienza familiare e permettono agli ospiti di conoscere l’autenticità e le tradizioni del territorio, l’amore e la cura per le piccole cose, i sapori e profumi delle colazioni fatte in casa con prodotti locali, per valorizzare la filiera corta e favorire una ricaduta economica positiva su tutto il territorio.

Il marchio sportivo del Giro d’Italia sarà utilizzato per promuovere questo territorio, ricco di fascino e modello verace di quel turismo slowsempre più ambito dai visitatori e che in Friuli Venezia Giulia significa ap




CANOTTAGGIO CAMPIONATO REGIONALE fvg

Saturnia (613), Pullino e San Giorgio (268), Timavo (191), la classifica per società; Saturnia (27 ori, 7 argenti e 6 bronzi), Pullino (7 ori, 6 argenti, 4 bronzi), san Giorgio (5 ori, 5 argenti, 8 bronzi), il responso del medagliere, 25 al Saturnia, 7 alla Pullino, 6 a ciascuno San Giorgio e Cmm, l’assegnazione dei titoli regionali: un responso che capovolge la geografia remiera regionale, dove alla leadership del Saturnia, risponde una crescita di due realtà della periferia: la Pullino di Muggia, in particolare tra gli under 14, la Canoa San Giorgio un po’ in tutte le categorie.Image00202

Il Circo dei Remi regionali si trasferiva sabato e domenica ancora una volta sulle rive dell’Ausa Corno per la disputa del Campionato del Friuli Venezia Giulia di canottaggio, che assegnava 46 titoli alle società in gara per l’ultima volta in questa stagione sulle distanze tradizionali. Un appuntamento remiero che vedeva scendere in acqua oltre 500 atleti con in gara i migliori vogatori della regione, anche coloro che nel corso dell’annata avevano conquistato i titoli italiani e vestito i colori delle rispettive squadre nazionali.

Ai Campionati Regionali di canottaggio disputatisi sabato e domenica sull’Ausa Corno, hanno conquistato il titolo: 4 di coppia ragazze. Gioia, Matijacich, Pierazzi, Prelazzi (Saturnia); 4 di coppia junior femminile: Buttignon, Lise I., Sansa, Lise S. (Timavo); doppio cadetti: Verrone, Fonda (Saturnia); singolo cadetti: Pipolo (Nettuno); singolo 720 cadette: Grbec (Pullino); 4 senza senior: Brezzi Villi, Ferrarese, Mansutti, Duchich (Saturnia); 2 senza ragazzi: Colognatti, Pierazzi (Saturnia), singolo senior femminile: Denich (Cmm); singolo pesi leggeri femminile: Ruggiu (Saturnia); singolo junior: Accatino (Saturnia); singolo 720 allieve C: Goina (Saturnia); doppio allievi C: Verrone, Benvenuti (Saturnia); doppio ragazze: Matijacich, Visintin (Saturnia); 4 senza ragazzi: Colognatti, Natali, Pierazzi, Quartana (Saturnia); 2 senza senior: Brezzi Villi, Ferrarese (Saturnia); singolo junior femminile: Molinaro (Cmm); 4 di coppia allievi B2: Carelli, Cok, Krizman, Image00123Vesnaver (Pullino); singolo 720 allieve B1: Schillani (Saturnia); singolo 720 allieve B2: Volponi (Sgt); doppio ragazzi: de Rogatis, Quartana (Saturnia); singolo senior Romano (Timavo); 4 di coppia junior: Maiello, Musio, Miniussi, Rusconi (Timavo); 4 senza junior: Accatino, Flego, Bonaccorsi, Prelazzi (Saturnia); singolo 720 allievi B1: Corazza (Ausonia); singolo 720 allievi B2: Serafino (Pullino), doppio senior femminile: Denich, Cozzarini (Cmm); 2 senza ragazze: Gioia, Salci (Saturnia); 2 senza junior femminile: Millo, Andiloro (Cmm); otto senior: Sabatino, Franco, Tuniz, Arreghini, Minute, Scaini, Bernardi, Del Bene, timoniere Valiera (san Giorgio); 4 di coppia senior: Milos, Donat, Panteca, Morosinato (Cmm); 4 di coppia pesi leggeri: Fabris, Parma, Sfiligoi, Tedesco (Saturnia); doppio pesi leggeri: Tedesco, Parma (Saturnia); 2 senza junior: Flego, Prelazzi (Saturnia); 4 di coppia ragazzi: Macor, Zemolin, Paulotto, Schintu (San Giorgio); doppio junior femminile: Millo, Molinaro (Cmm); singolo 720 cadetti: Toso (Ausonia), singolo 720 allievi C: Mocibob (Pullino); singolo cadette: Tuniz (san Giorgio); doppio cadette: Grbec, Pizzamus (Pullino); 4 di coppia cadetti: Abrami, Drago, Castiglione, Dionis (Pullino); singolo ragazze. Visintin (Saturnia); singolo pesi leggeri: Sfiligoi (Saturnia); doppio junior: Tuniz, Franco (san Giorgio), singolo ragazzi: Zemolin (san Giorgio); doppio allievi B1: Dri, Bernardi (san Giorgio); doppio allievi B2: Flego, Clagnaz (Saturnia); doppio allieve B1: Gottardi, Pahor (Saturnia); doppio allieve B2: Volponi, Leone (Sgt); 4 di coppia allieve C: Chiarandini, Chersi, Zaina, Siderini (Pullino); 4 di coppia cadetre: Zerboni, Ligotti, Smilovich, Michelazzi (Saturnia); doppio senior: Duchich, Ghezzo (Saturnia); doppio allieve C Goina, Salci (Saturnia).

Per l’occasione, venivano assegnati: il Trofeo De Marchi per il singolo cadetti a Pipolo (Nettuno); il Trofeo Amodeo per il singolo junior a Accatino (Saturnia); il Trofeo Culot per il doppio junior a Tuniz e Franco (San Giorgio).

 




TONY CAIROLI AL VIA DEL 13° RALLYLEGEND

TONY CAIROLI, ASSO DEL MOTOCROSS MONDIALE,AL VIA DEL 13° RALLYLEGEND

 

Si allunga la striscia di presenze di grande prestigio al via del 13° Rallylegend, in programma a San Marino dall’8 all’11 ottobre. Ad un elenco già ricco di fuoriclasse, si aggiunge Tony Cairoli, otto volte Campione del Mondo di Motocross, pilota ufficiale KTM Red Bull Factory Racing Team. Trentenne siciliano, è il secondo pilota più vincente di tutti i tempi nel Motocross, con una straordinaria media del settanta per cento delle gare terminate a podio – centoventuno su centosettantacinque – e con un record di ben settantaquattro vittorie.

Cairoli fa parte del folto gruppo di grandi campioni a due ruote appassionati di rally e ha scelto Rallylegend per cimentarsi in gara tra le “Myth” al volante di una Lancia Delta Integrale con i colori del suo team Magneti Marelli Checkstar .

“Sono molto contento di partecipare a questo evento straordinario – è un entusiasta Cairoli a parlare –  Poter provare in gara una macchina come la Lancia Delta Integrale è sempre stato un sogno, e questa è l’occasione giusta per realizzarlo, divertendomi e dando spettacolo in una cornice prestigiosa come il Rallylegend di San Marino.”

La partecipazione al Rallylegend di San Marino è la nuova sfida sulle quattro ruote di Tony Cairoli e fa parte di un programma di eventi, legato al mondo delle auto, che il campione di Patti sta portando avanti con il team Magneti Marelli Checkstar.  Cairoli ha già al suo attivo due brillanti partecipazioni al Monza Rally Show nel 2013 e nel 2014, dove ha colto rispettivamente l’ottavo e il sesto posto assoluto.

 




CAMPIONATO REGIONALE DI CANOTTAGGIO FRIULI VENEZIA GIULIA 19 E 20 SET. rive dell’Ausa Corno

Image00076Il Circo dei Remi regionali si trasferisce sabato e domenica ancora una volta sulle rive dell’Ausa Corno per la disputa del Campionato del Friuli Venezia Giulia di canottaggio, che distribuirà 52 titoli alle società in gara per l’ultima volta in questa stagione sulle distanze tradizionali. Un appuntamento remiero che vedrà scendere in acqua oltre 500 atleti e che inizierà sabato pomeriggio con le batterie eliminatorie (primo via alle 14,00, ultimo alle 18,51), per proseguire domenica con le finali (primo via alle 9,30, ultimo alle 15,40). In gara i migliori vogatori della regione, anche coloro che nel corso dell’annata hanno conquistato i titoli italiani e vestito i colori delle rispettive squadre nazionali. Oltre a tutte le società regionali saranno presenti anche alcune forti realtà del vicino Veneto e dalla Slovenia, ospiti tradizionali delle gare organizzate dalla locale Canoa San Giorgio di concerto con il Comitato Regionale della Federcanottaggio del FVG.




Domenica 20 settembre 2015 Oktoberfest equestre al maneggio Lasiria di Cameri (NO)

IMG_0119L’estate è terminata e il bilancio delle Settimane verdi (i campus di equitazione per bambini e ragazzi) al maneggio Lasiria di Cameri (NO) è più che positivo. Sono state sette settimane molto intense, divertenti ed educative che hanno registrato il tutto esaurito con ragazzi provenienti oltre che da tutta Italia, dalla Russia, dalla Moldavia e dalla Svizzera, tra cui cavalieri di livello avanzato. In alcune settimane quindi la lingua ufficiale è stata l’inglese.IMG_0375

Ora il team del Lasiria ha già ricominciato alla grande la stagione agonistica: la dodicenne Giulia Zodio con il suo pony Comancy è stata selezionata dalla Federazione per partecipare alle Ponyadi dal 2 al 5 settembre a Terni, in rappresentanza del Piemonte, e la 15 enne Greta Bragliani con la cavalla Esmee saranno al Saggio delle Scuole Completo a fine ottobre a Roma.

Ma non è finita: in occasione dell’apertura dell’Oktoberfest, domenica 20 settembre 2015 al maneggio Lasiria è in programma una giornata veramente speciale aperta a tutti.

Giulia Zodio e Comancy

Giulia Zodio e Comancy

Il programma dell’Oktoberfest equestre prevede a partire dalle ore 10 e per tutta la mattinata la gara a squadre su tre specialità: percorso cross country e abilità staffetta a cavallo, baby trail. Le squadre saranno composte da un cavaliere di livello avanzato, un intermedio e un base/baby quindi tutti possono iscriversi.

A pranzo grigliata con specialità bavaresi, birra e apfelschorle (bevanda gasata al succo di mela) per i piccoli.

Nel pomeriggio carosello baby con i pony shetland e battesimi della sella per bambini e adulti. Il centro ippico Lasiria ha particolarmente a cuore l’insegnamento dell’equitazione ai più piccoli e organizza corsi propedeutici per i bambini dai 4 ai 6 anni, oltre che i corsi di equitazione per tutte le età.oktoberfest-041

Dress code: i partecipanti sono invitati ad indossare qualcosa di bianco e azzurro (i colori della Baviera, vanno bene anche foulard e nastrini) o i tipici cappelli bavaresi.

L’iscrizione forfettaria alle gare costa 10 euro, il pranzo (wurstel, crauti e bibita) 10 euro.

Il Lasiria Stable & Country Club ASD si trova in via Picchetta 200/202 a Cameri (NO). Per informazioni tel. 347 5666502, e-mail info@lasiria.it. Per prenotare una lezione, ricevere informazioni sui corsi o sui servizi, si può contattare la segreteria nei seguenti orari: dal martedì alla domenica 9,30-12,30; 14,30-18,30. 
Le iscrizioni in sede sono possibili il mercoledì, giovedì e venerdì dalle 14,30 alle 18,30 e sabato e domenica dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 18,30. Il centro è chiuso il lunedì. 




SCIA CON LE STELLE Due: una grande festa per 230 baby sciatori Domenica 13 set.pista artificiale di Aurisina (Trieste),

Domenica 13 settembre l’impianto di pista artificiale di Aurisina (Trieste), ha ospitato la seconda edizione di “SCIA CON LE STELLE”, evento organizzato dalle Stelle Olimpiche e dallo Sci Club 70.

La snowboarder Corinna Boccacini (quarta a Sochi 2014), il freestyler Walter Bormolini (Torino 2006), le veliste Giulia Pignolo e Chiara Calligaris (Pechino 2008) nonché la tuffatrice Ibolya Nagy (Barcellona 1992) hanno rappresentato, in qualità di Testimonials, il team olimpico che ha festeggiato questa grande giornata di sport con gli oltre 230 bambini che hanno invaso l’impianto sportivo “NEVE&SOLE”. 

bimbiSull’onda del successo della passata stagione e di GIOCA ESTATE CON LE STELLE, anche quest’anno si é pensato di promuovere nuovamente pure gli sport della neve e dare ai bambini, ai ragazzi ed alle famiglie la possibilità di scoprire le discipline dello sci alpino e dello sci nordico. La risposta é stata estremamente positiva e questo ci dà la forza e la convinzione per poter progettare nuove iniziative: queste sono state le parole di Chiara Calligaris dell’ASD Le Stelle, pronunciate durante l’evento di benvenuto.

Lo Sci Club 70, come riferito dal Presidente Roberto Andreassich, ha confermato questa prestigiosa collaborazione con le Stelle Olimpiche, aprendo il proprio centro sportivo e coinvolgendo i maestri della scuola di sci di Aurisina ed il gruppo di volontari che, anche in questa occasione, si sono dimostrati l’arma vincente. Andreassich, ricevendo il nuovo gagliardetto del CONI regionale da parte del vicepresidente Francesco Cipolla, ha reso noto che allo Sci Club 70 é stata nuovamente affidata dalla FISI (federazione italiana sport invernali) l’organizzazione dei Campionati italiani assoluti e giovani 2016, femminili e maschili (discipline veloci) a Tarvisio e Sella Nevea, dopo il grande successo della passata stagione. 

Cipolla, complimentandosi con ambedue le associazioni sportive, ha confermato il supporto del CONI regionale a queste iniziative che promuovono lo sport, la cui organizzazione e riuscita devono essere un esempio da copiare e divulgare quanto più possibile a livello territoriale.

Il vicepresidente nonché assessore allo sport della Provincia di Trieste, Igor Dolenc ha posto l’attenzione sulla particolarità della pista artificiale di sci di Aurisina (unica nel suo genere a livello nazionale), inserita in un contesto naturale incomparabile e gestita in modo egregio, da anni, da parte dello Sci Club 70; una struttura che dev’essere ancor più inserita all’interno della promozione turistica del Carso e dell’intera regione.

La giornata iniziata, alle ore 09 e terminata nel tardo pomeriggio, ha visto numerosi bambini approcciare, per la prima volta, lo sci alpino e nordico, dimostrando grande entusiasmo e confermando l’obiettivo di tale evento e cioé offrire ai giovanissimi ed alle famiglie momenti di serenità e socializzazione, praticando sport.

Tutti i partecipanti (dai 4 ai 14 anni) hanno usufruito di un’ora di lezione gratuita con Istruttori federali, ricevendo il materiale tecnico (sci, scarponi, bastoncini, ecc..), direttamente dallo staff dello Sci Club 70. Al termine di ogni corso c’é stata la foto di gruppo e la consegna, ad ogni bambino, del diploma di presenza.

L’evento ha avuto anche una funzione sociale in quanto era presente l’ABC Associazione per i bambini chirurgici del’Ospedale infantile “Burlo Garofolo” di Trieste che ha gestito l’asta benefica di alcuni capi di abbigliamento olimpico e mondiale che gli atleti hanno offerto per tale scopo.

SCIA CON LE STELLE 2015 ha rappresentato il prologo all’apertura ufficiale dei corsi autunnali di sci che partiranno il weekend del 26-27 settembre sempre presso il centro sportivo NEVE&SOLE di Aurisina.

Maggiori informazioni su www.sciclub70.com




DUE SORRISI VI …. CONTAGERANNO

E le vedi li che chiacchierano dopo la finale della storia come due amiche dopo un allenamento. Chi scrive non è certo un intenditore di tennis, un appassionato da qualche tempo si, ma per capirne qualcosa ci vogliono un po’ di partite “sulle braccia” e non ho certo la presunzione di dirne che ne so. Quel che so è che è stato emozionante vedere due ragazze italiane, non più così giovani, duellare per portarsi a casa un trofeo sognato, o forse neanche perché era esagerato anche solo sognarlo, fin da bambine quando assieme davano i primi colpi ad un piccola pallina.

Flavia e Roberta, due storie di sport, di amore verso il proprio sport che si incrociano dall’inizio della propria carriera al momento più importante, quella finale degli US Open che ha acceso di colpo i riflettori su uno sport che ha tanto da insegnare e che ha finalmente alzato il livello di attenzione su due ragazze al culmine di due belle carriere coronate in una giornata speciale. Che dire se non essere orgogliosi di vederle li e ringraziarle per queste emozioni, per la loro fatica ripagata finalmente con i giusti sapori delle Gloria e con le giuste prime pagine finalmente riservate a chi viene messo alla fine dei giornali, solo per dovere di cronaca.

Grazie per aver finalmente fatto appassionare milioni di italiani, anche se per solo qualche ora, a qualcosa di diverso che sia il tanto amato, ma esageratamene chiacchierato calcio. Complimenti a Flavia per una vittoria che è speciale anche per l’annuncio del ritiro a fine stagione, grazie a Roberta per averle reso l’onore delle armi nel modo più elegante e signore possibile con la potenza di un sorriso sulle labbra che sa di sincera stima e amicizia per uno spot di una potenza eccezionale per l’intero mondo di appassionato sportivi, in un week end straordinario per lo sport italiano con Fabio Aru vincitore della Vuelta in Spagna, le nazionali di basket e pallavolo che continuano a vincere e le ragazze azzurre della ginnastica ritmica femminile che vincono uno straordinario oro. C’è da essere orgogliosi del nostro sport, sul tetto del mondo per un week end favoloso che dobbiamo tenere nella memoria per qualche tempo ma anche da cui partire per altre straordinarie vittorie future.

 

Rudi Buset

rudibuset@live.it

@RIPRODUZIONE RISERVATA