LA SECONDA EDIZIONE DEL WINTER TRIATHLON DI TARVISIO ASSEGNERÀ IL TITOLO ITALIANO DI SPECIALITÀ SPETTACOLO SULLA NEVE CON LA CORSA, LA MOUNTAIN BIKE E LO SCI DI FONDO

Sta per iniziare il conto alla rovescia che scandisce l’avvicinamento al secondo Winter Triathlon Tarvisio, la competizione organizzata dalla società triestina Alpe Adria Multisport, che comprende le discipline della corsa, della mountain bike e dello sci di fondo, in una suggestiva versione invernale della triplice.

Teatro della kermesse agonistica, che si svolgerà domenica 25 gennaio, sarà la pista Arena Paruzzi di Tarvisio, che si sta preparando ad accogliere atleti provenienti da tutta Italia e dalle vicine Slovenia e Austria.

«La gara di quest’anno – precisa orgoglioso il presidente dell’Alpe Adria Multisport Gino Merciai – sarà valida come Campionato italiano assoluto di winter triathlon. Si tratta di un riconoscimento importantissimo che premia la nostra società per la qualità dell’organizzazione e del percorso di gara. È un risultato sorprendente, se si tiene conto che siamo solamente alla seconda edizione di questa manifestazione».

Il triathlon invernale di Tarvisio, organizzato sotto l’egida della Fitri, la Federazione italiana triathlon, e con la collaborazione della Promotur e del Comune di Tarvisio, si disputerà sulla distanza di 6, 12 e ulteriori 6 chilometri, da percorrere rispettivamente di corsa, in mountain bike e infine con gli sci di fondo (categorie Elite e Master). Le categorie giovanili, invece, si misureranno nelle tre discipline su una distanza dimezzata.

I circuiti dedicati alla corsa, alla mountain bike e allo sci nordico sono stati disegnati in un ambiente naturale e incontaminato che si estende in una zona compresa fra il WT2Golf club e l’Hotel Il Cervo, alle spalle dell’abitato di Tarvisio, sotto l’austero sguardo del monte Mangart e delle altre splendide cime delle Alpi Carniche e delle Alpi Giulie.

La distribuzione dei pacchi gara verrà fatta sabato 24 gennaio dalle 18 alle 19.30 e domenica 25 gennaio dalle 8 alle 9.30, presso l’Hotel Il Cervo di via Priesnig 72.

Il via ai triatleti Youth e Junior verrà dato domenica alle 11.30, quindici minuti prima della partenza degli Elite e Master. Sul luogo sarà anche possibile noleggiare l’attrezzatura necessaria alla competizione.

Le iscrizioni alla gara si possono effettuare sul sito www.kronoservice.com. Per informazioni: www.alpeadriamultisport.weebly.com oppure 388/7906549 (Gino Merciai).

 




CANOTTAGGIO: XVIII COPPA DI NATALE VII MEMORIAL MARIO USTOLIN

Vince la Ginnastica Triestina il VII Memorial Mario Ustolin alla Coppa di Natale 2014. Favorita da eccellenti condizioni meteomarine, si è disputata domenica mattina la XVIII edizione della Coppa di Natale – VII Memorial Ustolin, organizzata dalla Società Ginnastica Triestina Nautica. Oltre 200 gli atleti in gara delle categorie ragazzi, junior, senior e master, in rappresentanza di 12 società, tra le quali, la croata Adriatic di Parenzo, alla prima uscita ufficiale dopo 75 anni di inattività. Una partecipazione di qualità per la manifestazione pensata e voluta anche per ricordare il Image00473più rappresentativo degli allenatori biancocelesti, quel Mario Ustolin, olimpionico a Londra ’48, il cui nipote Federico, azzurro anche lui, ha voluto domenica essere dell’organizzazione, seguendo le regate e premiando nella sede della Sacchetta i vincitori. Partecipazione anche qualitativa con le due azzurre del Cmm Millo (campionessa d’Europa e bronzo mondiale juniores in 4 senza) e Molinaro (oro in Coupe de la Jeunesse), le campionesse d’Italia juniores della Timavo, ed una schiera di agguerritissimi master. Due gruppi e due partenze distinte: la primaImage00792 quella dei ragazzi e junior vedeva le barche lunghe (yole e gig) partite per prime, a prendere la testa della gara, con le formazioni dei monfalconesi della Timavo a fare da battistrada sia al maschile che al femminile, e chiudere in vantaggio sul traguardo, mentre nelle barche corte, successi di Ginnastica Triestina nei canoè ragazzi, junior maschile e femminile, Cmm nei doppi ragazzi e junior femminile, e Timavo nei doppi ragazze e junior maschile.
Affollata la seconda partenza di senior e master, con il motivo principale la sfida tra le otto jole a 8 vogatori. Duello acceso fino al giro di boa tra Nettuno e Cmm ed i veneziani della Diadora a fare da terzo incomodo, con l’inserimento della gig a 4 della Timavo. Gara appassionante fino a quando a metà del secondo lato il Circolo prendeva quel vantaggio che poi manteneva fin sul traguardo. 3 vittorie per Sgt Nautica (8 yole femminile, doppio maschile e femminile master), e Saturnia (doppio senior, yole a 2 e canoè tutti al maschile), 2 per Ravalico (canoè maschile e femminile senior), Timavo (gig a 4 senior e yole a 4 femminile master), e Cmm (yole a 4 master e 8 yole); ed 1 per Trieste (doppio senior femminile), Adriaco (yole a 4 maschile), Ausonia (gig a 4 maschile).
Festeggiava la Ginnastica la classifica di società che la vedeva al primo posto, seguita da Cmm e Timavo.
Ragazzi: canoè maschile: Sgt Nautica (Negrino), gig a 4: Timavo (Bruno, Da Lio, Musio, Polez, timoniere Polez); doppio canoè maschile: Cmm “N. Sauro” (Secoli, Starz); doppio canoè femminile: Timavo (Leghissa, Lise); Junior: canoè maschile: Sgt Nautica (Gortan); canoè femminile: Sgt Nautica (Rota); doppio femminile: Cmm “N. Sauro” (Millo, Molinaro); doppio maschile: Timavo (Maiello, Miniussi); yole a 4 femminile: Timavo (Buttignon, Sansa, Lise, Tomasini, timoniere Rismondo); Senior: canoè maschile: Ravalico (De Petris); canoè femminile: Ravalico (Giacomazzi); doppio canoè femminile: Trieste (Bartolovich, Vesnaver); doppio canoè maschile: Saturnia (Panteca, Cotognini); yole a 4: Adriaco (Uremovic, Crevato, Kevro, Didara, timoniere Kostesic); gig a 4: Timavo (Centazzo, Rusconi, Romano, Cernic, timoniere Polez); Master: Yole a 4 master: Cmm “N. Sauro” (Binetta, Kucich, Gonan, Parco, timoniere Degrassi); yole a 4 femminile: Timavo (Bartole, Passeri, Stradi, Miani, timoniere Favento); Yole a 8 master maschile: Cmm “N. Sauro” (Milos, Donat, Persoglia, Morosinato, Tumburus, Millo, Pietanza, Luca, timoniere Liu); gig a 4 master: Ausonia (Corazza, Marin, Cicogna, Lugnan, timoniere Marin); yole a 8 femminile: Sgt Nautica (Paravia, Giobbi, Biagi, d’Amore, Delfino, Bolognini, Spadaro, Nespolo, timoniere Fragiacomo), doppio maschile: Sgt Nautica (Carboni, Sancin); doppio femminile: Sgt Nautica (Della Torre, Fichtner); yole a 2: Saturnia (Clagnaz, trevisan, timoniere Rosso); canoè maschile: Saturnia (Zonta).Classifica per società: 1) Sgt Nautica, 2) Cmm “N. Sauro” (50); 3) Timavo (49); 4) Saturnia (40); 5) Trieste (12); 6) Ravalico (11); 7) Ausonia e Adriatic (8); 9) Adria e Diadora (6); 11) Giudecca (5); 12) Pullino (4).
daniele Negrino (Sgt) primo nei ragazzi
L’otto yole del Cmm N. Sauro
Fasi concitate in boa tra Nettuno e Cmm
Federico Ustolin premia con il trofeo dedicato al Nonno Mario Ustolin la rappresentante della Ginnastica Triestina
l’otto yole femminile della Ginnastica



12-14 dicembre alla Fiera di Pordenone JUMPING CHRISTMAS I Campionati regionali di salto ad ostacoli veicolo di promozione per la Carnia

Sport (in questo caso l’equitazione), vita attiva, prodotti tipici, gastronomia: è questo uno dei mix su cui punta la Carnia per attrarre i turisti. E proprio per valorizzare e presentare questo prodotto turistico, Carnia Welcome organizza alla Fiera di Pordenone, dal 12 al 14 dicembre, i Campionati regionali Jumping Christmas con categorie OPEN. Il campionato di salto ad ostacoli, organizzato con il patrocinio della FISE regionale, con il supporto organizzativo dell’associazione “Il mondo a cavallo” e l’appoggio tecnico dell’azienda “La contea”, si snoderà attraverso un campo di gara allestito con elementi tipicamente montani. L’ingresso è libero.

In questo modo, attraverso l’equitazione, uno degli sport più belli del mondo, la Carnia presenterà le sue offerte turistiche e farà assaggiare le sue prelibatezze, attraverso le eccellenze gastronomiche e agroalimentari di cui è ricchissima. I padiglioni della fiera saranno allestiti a tema natalizio/montano. Il campo gara raffigurerà quello che la montagna offre, con ornamenti e piante alpini. Gli ostacoli che comporranno il percorso saranno rappresentativi delle località e del prodotto turistico della Carnia.

Jumping Christmas rientra nella serie di eventi “La Carnia incontra” che Carnia Welcome sta organizzando in varie città italiane per andare a proporre, in modo attraente e piacevole, la propria offerta turistica.

 




TRIESTE : CAMPIONATI ITALIANI DI CANOTTAGGIO INDOOR: I TESTIMONIAL

Una manifestazione di alto livello il Campionato Italiano di Canottaggio Indoor che si svolgerà domenica 11 gennaio 2015 presso il Centro Commerciale Montedoro di Muggia (Trieste), nato sotto l’egida del Comitato Regionale della Federcanottaggio del Presidente Massimiliano d’Ambrosi, e la collaborazione della muggesana Società Nautica Pullino, ma con il contributo di tutte le società della regione.

Elena Waiglein

Elena Waiglein

Un evento dove nulla è stato lasciato al caso, e che prevede infatti due testimonial tra gli atleti più rappresentativi del Friuli Venezia Giulia e delle rispettive squadre nazionali: Elena Waiglein e Simone Ferrarese, accomunati dallo stesso club di provenienza, il Saturnia (allenati da Barbo),

Simone Ferrarese

Simone Ferrarese

dalla maglia azzurra, e da una serie di risultati nazionali ed internazionali di tutto rispetto. Proprio la Waiglein tra l’altro, è stata scelta dall’organizzazione anche perchè attualmente è la detentrice del record italiano indoor under 16, imbattuto dal 2012. Due vogatori che in questi anni hanno tenuto alto il nome della Trieste remiera: Elena nella squadra italiana juniores, con ambizioni, nelle stagioni a venire di contribuire ai successi della nazionale maggiore (Plovdiv in Bulgaria ai mondiali under 23 a luglio ad esempio), Simone specializzatosi in questi anni nel coastal rowing e baluardo della nazionale universitaria con obiettivi 2015 i mondiali di Coastal a Lima (Perù) e le Universiadi di Gwangju (Corea), e proprio da Muggia, domenica 15 gennaio, partirà l’avventura per la nuova stagione per i due testimonial del Campionato Italiano.

Elena Waiglein, 18 anni, avvicinatasi al canottaggio nel 2008, in una carriera agonistica che va dal 2011 al 2014 (in maglia azzurra dal 2012), ha conquistato 11 titoli italiani, 2 argenti Europei ed un argento mondiale, pedina importante della squadra nazionale juniores di questi ultimi tre anni.
Simone Ferrarese, 24 anni, ha iniziato a remare nel 2002 e vanta la conquista di 13 titoli italiani, 2 ori e 2 argenti ai mondiali di coastal rowing, 1 argento ed 1 bronzo ai mondiali universitari, 1 argento alle Universiadi, 1 argento e 1 bronzo agli Europei juniores, 2 medaglie di bronzo al valore atletico del CONI.



Staffetta Telethon 24 per un’ora: a Udine, migliaia di podisti pronti a partecipare

Udine12/13 dicembre 2014, dalle 17 alle 17. Bisserà il successo del 2013 (263 team al via, per un totale di oltre 6.000 corridori) la sedicesima edizione della Staffetta Telethon 24 per un’ora, manifestazione organizzata dal Comitato Udinese Staffette Telethon, che quest’anno ha permesso ai partecipanti di iscriversi e prendere parte alla competizione anche senza un gruppo di riferimento, andando a rimpinguare le squadre in cerca di frazionisti che completassero la loro formazione.

TelethonInvariato, rispetto alla passata edizione, il tracciato che gli staffettisti si troveranno a percorrere: via Mercatovecchio sarà il punto di partenza (e di arrivo), poi la corsa proseguirà in via Sarpi, via Valvason, via Zanon (pista ciclabile), via Poscolle (nel tratto compreso tra le vie Zanon e del Gelso e via Canciani), via Cavour e piazza Libertà. Presso il Villaggio Telethon, in piazza I Maggio, gli atleti troveranno invece tutti i servizi di accoglienza (ristoro, zona squadre, docce, cambio, etc.).
Parallelamente alla 24 per un’ora si disputerà anche la Staffetta Giovani che, per l’edizione 2014, si correrà nella mattinata di sabato 13 e grazie all’impegno dell’Ufficio scolastico per l’educazione fisica e sportiva di Udine, coordinato dal professor Claudio Bardini, vedrà scendere in pista gli studenti delle scuole medie e superiori dell’intera regione, i quali solo dopo aver completato un giro del tracciato ufficiale (con partenza, però, da piazza Libertà) potranno passarsi il testimone.

A fare da contorno alla due-giorni sportiva anche due eventi a carattere medico-scientifico: Energetica della corsa, in cui gli atleti avranno la possibilità di misurare il loro costo energetico, ovvero la quantità di energia consumata per percorrere una distanza di riferimento, e Movimento è Vita, che metterà a disposizione dei corridori un medico e due fisioterapisti a cui chiedere consulto o rivolgersi per risolvere i piccoli problemi legati alla corsa.

Non mancheranno, come da tradizione, le tante iniziative collaterali all’insegna della musica e dei momenti d’incontro, oltre alla quarta edizione della Staffetta dell’Arrotino che, grazie alla disponibilità dell’Associazione Arrotini della Val Resia, presso la Loggia del Lionello, offrirà alla cittadinanza – per l’intera durata della manifestazione – lavori di affilatura il cui ricavato andrà interamente devoluto a Telethon.

Diversi, in questa edizione, anche i testimonial: dalle Frecce Tricolori, che saranno al via – con tutta la formazione – nella prima frazione della corsa, per poi proseguire il loro impegno con la squadra della Pan nell’arco delle 24 ore, alla Bnl-Bnp Paribas, banca ufficiale della raccolta fondi nazionale, che ospita la speciale mostra dedicata alla Pan (in cui si possono ammirare le acrobazie dei piloti, in attesa di vederli dal vivo durante la corsa), passando per lo scienziato friulano Mauro Ferrari, fedele alla promessa di partecipazione fatta lo scorso anno.

Ulteriori informazioni e dettagli sull’iniziativa sono disponibili all’indirizzo www.telethonudine.it

Ilaria Pingue




MUGGIA: L’EuroMarathon da record va allo sloveno Kosovelj

PER IL SECONDO ANNO CONSECUTIVO È MITJA KOSOVELJ IL RE DELL'EUROMARATHON

PER IL SECONDO ANNO CONSECUTIVO È MITJA KOSOVELJ IL RE DELL’EUROMARATHON

L’ottava edizione dell’EuroMarathon, l’eco-trail della penisola di Muggia, ritorna per il secondo anno consecutivo nelle mani dello sloveno Mitja Kosovelj, autore di una splendida cavalcata in solitaria dalla partenza di Ancarano al traguardo di Muggia, su un percorso di 25 chilometri che ha stregato tutti per la sua bellezza. La vittoria al femminile, invece, è andata alla triestina della Sportiamo Giulia Schillani, grazie a una grintosa volata che le ha consegnato il gradino più alto del podio.

Quasi 600 atleti si sono presentati nel neonato comune sloveno, in una giornata che ha regalato temperature miti e la totale assenza di nuvole in cielo.

Alla corsa organizzata dall’Evinrude hanno preso parte anche alcuni testimonial d’eccezione: i campioni Marco De GasperiElisa Desco e Antonella Confortola, però, non sono entrati a far parte della classifica finale in quanto atleti d’elite.

Non avrebbero comunque potuto fare niente contro il dominio assoluto di Kosovelj, che ha preso la testa della gara già dopo il primo chilometro e ha sfruttato il ritiro a metà gara del campione neozelandese Jonathan Wyatt, vittima di un risentimento muscolare al polpaccio.

Il trentenne di Nova Goriza ha inserito le ridotte e impostando il proprio ritmo si è lasciato il vuoto alle spalle, oltrepassando il traguardo posto all’interno del Centro commerciale Montedoro Freetime in 1h42’21”.

VITTORIA FRA LE DONNE DELLA TRIESTINA GIULIA SCHILLANI

VITTORIA FRA LE DONNE DELLA TRIESTINA GIULIA SCHILLANI

Alle sue spalle, in 1h45’15”, è giunto il connazionale ventenne Jost Lapaine, che ha migliorato l’ottava posizione dello scorso anno e ha conquistato la seconda piazza grazie a una progressione finale. Ne ha fatto le spese il diciannovenne bergamasco Nadir Cavagna (Atletica Val Brembana/1h46’43”), campione italiano Junior di corsa in montagna, uno dei nomi più promettenti di questa disciplina.

Cavagna è risalito dalla decima posizione, riuscendo a soffiare il bronzo a Riccardo Sterni (Trieste Atletica) poco prima del traguardo. Il triestino, apparso comunque in buona condizione, si è dovuto accontentare della quarta posizione, ottenuta in 1h47’47” davanti al ronchese del Gs San GiacomoPaolo Massarenti (1h48’04”).

Fra le donne, invece, la vittoria si è risolta a 200 metri dall’arrivo, quando la Schillani (2h14’36”) ha fatto valere la sua esperienza in pista,

bruciando la bellunese Cinzia Salvi (2h14’46”). Le due si sono affrontate a viso aperto lungo buona parte del percorso. La specialista Salvi ha creato più di qualche grattacapo alla Schillani nelle discese tecniche, mentre la triestina, che con l’EuroMarathon ha iniziato la preparazione per la maratona di Londra, ha giocato l’asso della velocità nel finale.

Terza la slovena Ana Cufer (2h16’35”), davanti alla connazionale Ana Radivo (2h16’37”) e alla veneta della Asd Pavanello Maria Pizzino (2h17’51”).

ALCUNI DEI PROTAGONISTI DELL’EUROMARATHON:

L’ottava EuroMarathon va in archivio con il record assoluto di presenze e con un gradimento da parte dei top runner che ne hanno decretato il valore: «È un percorso molto suggestivouna corsa in montagna con vista mare – hanno raccontato a fine gara i testimonial – , tecnicamente molto valida».

Gruppo-testa

Gruppo-testa

In contemporanea all’eco-trail si è svolto il Memorial Rodolfo Crasso, una gara internazionale di marcia organizzata dal Gs San Giacomo, che ha visto la vittoria dello sloveno Vladimir Versec(52’45”) e della cussina Elisa Raia (54’38”).

Una quarantina di cani, invece, hanno dato vita all’EuroDogTrail organizzato dai Mushers Friulani, che è stato vinto dall’ex triatleta sloveno Damian Zepic con il suo bracco Bara e dalla connazionaleBarbara Rink insieme a Tege, un pointer ungherese di 3 anni.




PADOVA: PARTENZA CON IL BOTTO PER AUTO E MOTO D’EPOCA 2014

AUTO D'EPOCAPadova, 23 ottobre 2014 –  Trionfo per la prima giornata di Auto e Moto d’Epoca alla Fiera di Padova. I visitatori hanno segnato un più trenta per cento rispetto all’esordio del 2013, quando il Salone Padovano registrò il record di 74mila visitatori complessivi.

 

“Non si poteva sperare in un inizio migliore– dice l’organizzatore Mario Carlo Baccaglino – tantissimi gli appassionati e cultori dell’auto. I rappresentanti delle Case sono entusiasti. Ad Auto e Moto d’Epoca non vengono solo gli addetti ai lavori e giornalisti, ma tantissime persone ‘reali’. Ci siamo rivolti a coloro che amano l’automobile e hanno risposto. E’ questa la prova che i Motor Show devono partire dalle emozioni.  Le auto sono uniche proprio per i sentimenti che suscitano: racchiudono un  intero universo di storia, passione e cultura. Questo mondo si incontra ogni anno alla Fiera di Padova per condividere tutta la sua bellezza”.




Da GIOVEDI 30 OTTOBRE a DOMENICA 2 NOVEMBRE 2014 la XVI edizione del TOUR DELLA PENISOLA organizzato dal CLASSIC CAR CLUB

 

Tour della Penisola 2012

Tour della Penisola 2012

GIOVEDI 30 OTTOBRE 2014 prenderà il via l’ultimo raduno/evento della stagione 2014 targato CLASSIC CAR CLUB NAPOLI, club campano federato all’ASI – Automotoclub Storico Italiano.

Positano, Sorrento, Massa Lubrense e Amalfi faranno da sfondo alla sfilata di circa sessant’anni di storia dell’automobilismo internazionale durante i quattro giorni del TOUR DELLA PENISOLA – XVI edizione. Il raduno, tra i più seguiti della stagione, coniuga la passione per le quattro ruote con la bellezza del territorio campano.classic-car-club-napoli

Saranno oltre cinquantacinquetra auto d’epoca ed esemplari di Ferrari del passato – gli equipaggi protagonisti del TOUR DELLA PENISOLA 2014. I bolidi provengono dalla Lombardia, dall’Umbria, dalla Toscana, dal Lazio, dalla Calabria, dalla Puglia e, naturalmente, dalla Campania.

La più ‘anziana’ delle vetture del raduno sarà una rara AC Tourer 16/80 del 1937. Tra i gioielli a ‘quattro ruote’ che sfileranno vanno segnalate: una Jaguar XK 140 del 1954, una Jaguar E-Type del 1969, oltre a una versione coupé, una Lancia Aurelia del 1951, una Lancia Aurelia B20 e una B24, una Porsche 211 Carrera del 1975, una Ferrari ‘Dino’ del 1978, un’Alfa Romeo Giulietta Spider del 1960, una Ferrari California, una Ferrari 458 e moltissime altre ancora…  Questo il programma

Ferrari 458 del 2012

Ferrari 458 del 2012

della quattro-giorni dedicata alle ‘signore a quattro ruote’ più belle di sempre: giovedì 30 ottobrerombino i motori…si inizia! Destinazione: Sorrento. Venerdì 31 ottobre la partenza per Amalfi è fissata alle ore 10.30. Sabato 1 novembre tutti a Positano: l’appuntamento è alle ore 12.45. Domenica 2 novembre la mostra espositiva delle vetture approderà in Corso Italia, a Sorrento dalle ore 10.00 in poi. Il raduno/competizione entrerà nel vivo domenica alle ore 12.00 con un ‘giro turistico con percorso a tempo determinato’ con prova cronometrica che vedrà coinvolte tutte le autovetture iscritte. La giornata conclusiva del raduno terminerà alle ore 17.00 con la premiazione dei vincitori.

La bellezza dei luoghi-simbolo della Campania si fonde – come di consueto – con il fascino dei bolidi che hanno fatto sognare gli appassionati di automobilismo: tutto è pronto per questo nuovo appuntamento firmato CLASSIC CAR CLUB NAPOLI che unisce la passione per i motori alla voglia di scoprire, e riscoprire, “perle” del turismo mediterraneo.




PREMIATA DAL SINDACO COSOLINI VALENTINA CEPAK, MEDAGLIA DI BRONZO NEI 50 DORSO DI NUOTO AGLI EUROPEI SPECIAL OLYMPICS DI ANVERSA (BELGIO)

Valentina Cepak, la giovane ventunenne triestina diversamente abile, che ha ottenuto la medaglia di bronzo nei 50 metri dorso ai “”Giochi Europei Special Olympics” di nuoto, svoltisi dal 13 al 21 settembre ad Anversa in Belgio, è stata ricevuta oggi (giovedì 16 ottobre), nel salotto azzurro del palazzo municipale dal sindaco Roberto Cosolini, che gli ha conferito una targa del Comune di Trieste, segno di “ammirazione e riconoscenza” per l’importante risultato raggiunto.   Atleta dell’Acquamarina Team Trieste Onlus, che fa parte anche della Calicanto, dove pratica altri sport come pallavolo e basket,  Valentina Cepak è stata l’unica nuotatrice del Friuli Venezia Giulia che ha partecipato agli “Europei Special Olimpics”, entrando a far parte del ristretto numero degli 8 atleti valentinache hanno vestito la maglia della Nazionale italiana.   Sciolta, simpatica e soddisfatta, Valentina Cepak ha brevemente raccontato le sue impressioni sulla splendida trasferta ad Anversa, sul risultato raggiunto e sugli allenamenti settimanali che la vedono impegnata, ora due volte alla settimana, alla piscina Bruno Bianchi. Da qui la richiesta di poter contare su qualche qualche spazio in più per gli allenamenti in piscina, appunto che il primo cittadino ha raccolto. “Lo sport -ha detto infatti il sindaco Cosolini- dev’essere uno strumento di vita e di passione per tutti quanti, anche e sopratutto per le persone diversamente abili”.

La breve ma sentita cerimonia sì e conclusa con la foto ufficiale (anche con genitori, sorella, tecnici e amici) un bacio e un’ultima battuta del sindaco: “ritorna a trovarmi presto Valentina, magari con un’altra medaglia”.




LE STELLE OLIMPICHE salutano la 46° Barcolana

>Domenica 12 ottobre 2014, alle ore 13.43 l’ARYA 415 Give me Five con l’equipaggio delle STELLE OLIMPICHE ha terminato la regata della 46° Barcolana nel golfo di Trieste.

La mancanza di vento, il percorso accorciato (4 miglia) e l’assenza di Giovanna Micol a prua (rimasta a casa ammalata), non hanno distratto il TEAM formato da (timone) Chiara Calligaris,  (Randa) Giulia Pignolo ed Ibolya Nagy, (Tailer) Myriam Cutolo e Luca Giustolisi, (Drizze) Marta Zanetti e Karen Putzer, (Albero) Roberto Premier che, con una condotta impeccabile hanno gestito l’imbarcazione sia alla partenza sia durante tutta la competizione.

“Un’esperienza indimenticabile”; queste le prime parole dell’Ariete di Spresiano, il grande cestista Roberto Premier, il quale ha voluto complimentarsi con le atlete e campionesse del Crew per avergli fatto provare sensazioni ed emozioni nuove, in mezzo a quasi 2000 imbarcazioni, in uno scenario bellissimo. Spero di fare parte di questo straordinario TEAM, ha concluso Roberto, anche nel 2015.

Le STELLE OLIMPICHE, alla loro settima partecipazione alla Barcolana, la regata più affollata d’Europa, hanno, anche in questa circostanza, promosso e valorizzato i sani principi dello sport, vivendo un weekend sereno ed in amicizia con i Partners storici ARYA YACHTS, DUVETICA E BORTOLOMIOL.

I Presenters ufficiali delle STELLE OLIMPICHE @Barcolana46, IL GIULIA e SPORTLER hanno ampiamente condiviso e sostenuto il programma di promozione e sensibilizzazione delle iniziative e delle attività dell’ASD Le Stelle, confermando la Partnership, anche per le future manifestazioni ed eventi, come ribadito dal Direttore Commerciale triveneto di SPORTLER, il Dott. Marco Donda.