Città di Tarvisio CUP Bianca Turati non si ferma

Bianca Turati non si ferma: anche Pia Cuk va ko Derby brasiliano Ce-Goncalves in semifinale

 

L’azzurra  batte la slovena ed è pronta a giocarsi l’approdo all’atto conclusivo contro la magiara Jani. Domani, oltre alle semifinali, anche la finalissima del doppio

 

Tarvisio (Udine), 28 giugno 2019 – Un’italiana, due brasiliane e una ungherese. Eccole, le nazionalità delle quattro atlete pronte a giocarsi l’ingresso alla finale della “Città di Tarvisio Cup”, la kermesse internazionale di tennis femminile sponsorizzata da Bluenergy e inserita nel circuito professionistico Itf. Nei quarti di finale disputati oggi sui campi in terra rossa del Tc Tarvisio arriva un’altra bella notizia per l’Italia. Bianca Turati, ultima delle azzurre in tabellone, approda al penultimo atto dopo la vittoria sulla coriacea Pia Cuk, la vincitrice della prima edizione del torneo tarvisiano nel 2015. Parte a spron battuto la piccola slovena, ma la brianzola trova subito le contromosse giuste e, con attenzione e caparbietà, conquista il primo parziale per 6-4. Cuk prova a mettere maggiore pressione all’italiana nel secondo parziale ma Turati non vacilla e rimane salda sul match, fino a chiudere per 6-3 dopo un’ora e 48 minuti di gioco. Bianca, numero 559 del mondo, se la vedrà domani in semifinale con la magiara Reka-Luka Jani, quinta testa di serie del torneo, brava a imporsi in tre set contro l’australiana Jaimee Fourlis, terza forza del ranking tarvisiano. Partita incredibile: Jani va sopra 3-0, poi attraversa una fase di lungo blackout che consegna a Fourlis il primo set per 6-3. Dopo nove game di fila dell’australiana, l’ungherese si risveglia e cambia strategia: a suon di smorzate e rovesci tagliati manda in crisi la rivale. Sul 5-5 della seconda partita, break decisivo di Jani, abile a rimanere fredda e tenere il servizio, pareggiando i conti dei set con un tirato 7-5. Nel terzo, Fourlis accusa il colpo e comincia a sbagliare di più: permane il grande equilibrio, ma Jani tira fuori concentrazione e carattere, imponendosi per 6-3 dopo 2 ore e 40 minuti di lotta sotto il sole cocente tarvisiano.

 

Nella parte alta del tabellone è in arrivo, invece, un derby tutto brasiliano. Prosegue, infatti, l’avventura della brasiliana Paula Cristina Goncalves che, dopo aver eliminato la rumena Jaqueline Adina Cristian, prima testa di serie, e la quotata italiana Stefania Rubini, centra le semifinali dopo due ore e 20′ di duri scambi. La sudamericana estromette l’ottava testa di serie della kermesse, la croata Tena Lukas, mettendo in mostra un gioco vario e solido. Vinto il primo parziale 6-3, nel secondo la Goncalves deve soccombere al ritorno di Lukas, maggiormente propensa a prendersi qualche rischio in più. Finisce 6-4 per la croata, ma al terzo Goncalves resta più fredda nei punti decisivi, conquistando il pass per il penultimo atto. Ora se la dovrà vedere con la connazionale Gabriela Ce, sesta favorita del seeding della “Città di Tarvisio Cup”. La mancina sudamericana si impone al terzo set contro la qualificata rumena Miriam Bianca Bulgaru. La brasiliana, caparbia e regolare, resiste alle bordate di dritto dell’avversaria e, grazie anche ai pochi non forzati, si impone agevolmente nella prima partita per 6-1. Nel secondo set, Bulgaru alza l’intensità dei colpi, sbaglia meno e vince 7-5. Nella partita decisiva, Ce limita al massimo gli errori, risponde colpo su colpo al gioco “pesante” da fondo della avversaria che, nel finale, accusa anche qualche problema di crampi. Ce vola verso la vittoria e chiude con un perentorio 6-1. Curiosamente, le due brasiliane saranno in campo assieme per la finale di doppio, fissata dalle ore 17.

 

Il programma di domani prevede la prima semifinale alle 13, mentre alle 15 è in programma il secondo match che definirà la seconda finalista. Atto conclusivo anche per il doppio: alle 17 si sfideranno per il titolo da una parte la coppia composta da Rasheeda McAdoo, figlia dell’ex stella Nba Bob e Gloria Ceschi. Sulla loro strada troveranno, appunto, le due verdeoro Ce/Goncalves.




Città di Tarvisio Cup Brilla la stella di Bianca Turati: la Kostic va ko La brianzola rimane l’unica italiana in corsa

Tarvisio (Udine), 27 giugno 2019 – È Bianca Turati la protagonista della quarta giornata di “Città di Tarvisio Cup”. La brianzola, numero 559 al mondo, nel secondo turno di main draw elimina la serba Natalija Kostic, seconda testa di serie del torneo professionistico dotato di un montepremi di 25.000 dollari e griffato Bluenergy.  L’azzurra, dopo oltre due ore e mezza di battaglia, è brava a mantenere il sangue freddo nei momenti decisivi, aggiudicandosi dapprima il tie-break del parziale d’apertura e poi vincendo anche il secondo per 6-4. Ai quarti, in programma da questa mattina, se la vedrà con Pia Cuk: la slovena, trionfatrice nel 2015 alla prima edizione della kermesse sulla terra rossa tarvisiana, con un tennis solido e caparbio, lascia appena sette game alla croata Jana Fett, settima favorita del ranking valcanalese.

 

Niente da fare, invece, per le altre italiane. Gaia Sanesi, vinto il primo set contro l’australiana Jaimee Fourlis, terza testa di serie, lotta punto su punto salvo poi arrendersi con un doppio, onorevole, 3-6 alla quotata avversaria. Fuori dal torneo anche Deborah Chiesa. La trentina parte a razzo e si porta subito sul 4-0 a suo favore, ma la rivale Miriam Bianca Bulgaru alza il livello del suo gioco con l’andare degli scambi e riequilibra il match, prima di strappare il servizio all’italiana e, sul 6-5, chiudere l’incontro al quarto set point. Nel secondo parziale Chiesa, stanca dalla “maratona” del giorno precedente contro Muramatsu, sparisce dal campo e la rumena si impone agevolmente per 6-1. Alza bandiera bianca anche Stefania Rubini, che soccombe dopo più di tre ore e un quarto al cospetto di Paula Cristina Goncalves. La brasiliana, già capace di escludere la rumena Cristian (prima testa di serie del torneo), con un tennis vario mette in difficoltà da subito la potente bolognese che, però, riesce ad aggiudicarsi al tie-break un primo set tiratissimo. Rubini avrebbe l’occasione di andare sul 4-1 nel secondo parziale, la sudamericana vacilla ma non crolla e vince il gioco: è il momento di svolta, che vede Goncalves recuperare e pareggiare i conti. Nel terzo set l’equilibrio prosegue, finché l’azzurra, frenata anche da un fastidio muscolare, si deve arrendere all’outsider avversaria.

 

Avanzano le altre favorite. Reka-Luka Jani, dopo essere stata “strapazzata” nel primo set dall’esperta Greta Arn (40 anni), fa suo il derby magiaro con una rimonta-capolavoro, lasciando appena tre giochi all’avversaria. Pochi patemi per la brasiliana Gabriela Ce, sesta favorita, che supera senza soffrire l’italiana Martina Colmegna; ancora meno problemi per la croata Tena Lukas: la russa Anna Morgina riesce a portare a casa soltanto quattro game nei due set.

 

Domani venerdì 28 giugno, dalle 12 sono in programma i quarti di finale tra le “magnifiche otto” della kermesse. I campi di via Atleti Azzurri d’Italia sono pronti a regalare ancora scambi spettacolari e tante emozioni.

 




Tarvisio cup Tennis:In serata arriva l’impresa di Deborah Chiesa

Sorpresa a Tarvisio: subito fuori la n°1 Cristian In serata arriva l’impresa di Deborah Chiesa

Tarvisio (Udine), 26 giugno 2019 – Subito una sorpresa alla quinta edizione della “Città di Tarvisio  Cup” di tennis, inserita nel circuito professionistico Itf e con montepremi di 25.000 dollari. Jaqueline Adina Cristian, numero 227 al mondo e prima testa di serie della kermesse sponsorizzata Bluenergy, deve già abbandonare il torneo. La rumena, non nella miglior giornata, deve fare i conti con l’ispiratissima brasiliana Paula Cristina Goncalves, numero 515 del ranking Wta e già finalista al 25.000 di Padova. In un match contraddistinto dai duri scambi dalla linea di fondo, è la maggior concretezza della sudamericana, assieme a un numero ridotto di gratuiti, a indirizzare il match dalla parte di Goncalves, brava a imporsi dopo due parziali comunque equilibrati. Non stecca, invece, la terza favorita del seeding, l’australiana Jaimee Fourlis: troppo il divario con la qualificata americana (e figlia illustre) Rasheeda McAdoo, capace di racimolare appena 4 game in un match durato un’ora e un quarto. Convince anche la brasiliana Gabriela Ce, sesta favorita del torneo tarvisiano, che in un incontro comunque tiratissimo si impone in due parziali sulla nipponica Uchijma. In rimonta arriva anche il successo dell’ungherese Reka-Luka Jani: perso il tie-break contro la ceca Pantuckova, la quinta testa di serie limita gli errori e, con carattere, si aggiudica in modo netto gli altri due set. Da segnalare anche la vittoria di Pia Cuk, trionfatrice nella prima edizione del torneo tarvisiano, che dopo oltre 3 ore di gioco si aggiudica la sfida contro la croata Iva Primorac.

Le buone notizie per le azzurre arrivano da Deborah Chiesa. La trentina, dopo aver bene impressionato all’esordio delle qualificazioni, compie l’impresa di giornata eliminando la Muramatsu, quarta nel seeding tarvisiano. Dopo tre ore di battaglia, terminata quasi alle 21, l’azzurra si impone al terzo set sulla coriacea nipponica, dopo una lotta di nervi a suon di variazioni da fondo campo. Chiesa porta a casa il primo parziale, poi nel secondo la giapponese va a servire per il set sul 5-4, ma subisce il controbreak dell’avversaria. Qualche errore di troppo condanna Deborah ad andare al terzo dove, dopo essersi portata sul 3-0, tra emozioni altalenanti e le due atlete stremate dalla fatica, l’italiana riesce a imporsi sul filo di lana. Sulla sua strada, ora, per il secondo turno del tabellone principale ci sarà la rumena Bulgaru. Avanza anche Gaia Sanesi, brava a imporsi dopo due ore di gioco sulla qualificata svizzera Kennel, in un confronto comunque equilibrato. Nulla da fare, invece, per Lucrezia Stefanini, che lotta ma cede al terzo alla croata Lukas, ottava testa di serie.

Domani, dalle 10.30, spazio alle sfide del secondo turno del main draw. Da seguire con interesse, fra le altre sfide, il confronto tra la Goncalves e l’italiana Stefania Rubini, in un match che promette scintille.




Città di Tarvisio Cup Nelle qualificazioni ruggisce Deborah Chiesa

La seconda testa di serie della “Città di Tarvisio Cup” supera al terzo set una coriacea Lombardo. La trentina lascia appena un game ad Angelica Moratelli

 

Tarvisio (Udine), 25 giugno 2019 – Esordio con brivido per Natalija Kostic. La serba, testa di serie numero 2 e numero 252 del mondo, debutta vincendo al terzo set contro l’ottima azzurra Beatrice Lombardo. Entra sempre più nel vivo la quinta edizione della “Città di Tarvisio Cup”, torneo internazionale di tennis femminile inserito nel circuito Itf sponsorizzato da Bluenergy e dotato di un montepremi di 25.000 dollari. Oggi, sui campi in terra rossa di via Atleti Azzurri d’Italia si sono disputate le prime sfide del main draw e, subito, si è ammirato tanto spettacolo. Tra i match più avvincenti, quello appunto tra Kostic e Lombardo: la wild card azzurra, solida da fondo campo, non vacilla di fronte ai vincenti della quotata avversaria e, sul 4-4, strappa il servizio alla rivale, per poi aggiudicarsi il parziale d’apertura al primo set point. Tiratissimo il match anche nella seconda partita, con Lombardo che recupera dal 3-5 e trascina l’avversaria al tie-break, nel quale Kostic la spunta in rimonta. È il momento chiave: nel terzo set, la maggiore esperienza della serba, unita a qualche gratuito di troppo dell’italiana, consegna la vittoria alla balcanica dopo due ore e mezza di battaglia. Niente da fare, invece, per Claudia Giovine contro la settima favorita, la croata Jana Fett, capace di imporsi in due set senza eccessivi patemi. Avanzano altre due azzurre nel tabellone principale. Bella la vittoria di Bianca Turati che, dopo quasi tre ore, riesce a prevalere sulla wild card francese Pauline Payet: la brianzola, dopo essersi aggiudicata il primo parziale al tie-break, subisce la rimonta della transalpina nel secondo, salvo poi mettere il turbo nel terzo set e imporsi. In serata, poco dopo le 20, sorride a Stefania Rubini il derby azzurro “a tutta potenza” contro la wild card Martina Spigarelli: bello il match tra le due italiane, con bordate da fondo campo e molti vincenti da ambo le parti, con molti applausi a salutare i duri scambi fra le due atlete. Alla fine, dopo quasi due ore di battaglia, è Rubini ad alzare le braccia al cielo.

 

Chiesa-Moratelli

Tanti spunti di interesse anche nelle qualificazioni. Deborah Chiesa vince e convince al debutto: la trentina, prima testa di serie del tabellone secondario, impiega un’ora per piegare Angelica Moratelli con un netto 6-1, 6-0 che non lascia spazio a recriminazioni. Ben più combattute, invece, due sfide terminate al super tie-break finale. Rasheeda McAdoo, figlia di Bob, dell’ex stella Nba di basket, dopo un incontro senza esclusione di colpi si impone per 13-11 sulla nipponica Hayashi, mentre la battaglia da fondo campo tra Iva Primorac e l’egiziana Samir termina con l’affermazione della “spilungona” croata. Avanti anche Pia Ciuk, la slovena trionfatrice della prima edizione della “Città di Tarvisio Cup”, abile a sbarazzarsi in due partite dell’azzurra Gloria Ceschi.

 

Domani, il programma partirà alle 9.30: tra gli incontri previsti c’è anche l’esordio della prima testa di serie, la rumena Jaqueline Adina Cristian, numero 227 del mondo, opposta alla brasiliana Paula Cristina Goncalves. Match clou nel tardo pomeriggio, quando Deborah Chiesa fronteggerà la nipponica Chihiro Muramatsu, quarta nel ranking delle favorite del torneo tarvisiano.




NEL CUORE DI BASSANO DEL GRAPPA (VI) ASSEGNATI I TITOLI TRICOLORI SU STRADA

Domenica 23 giugno si è svolta l’ultima appassionante giornata di gare ai “Campionati Italiani Assoluti di Paraciclismo 2019”, andati in scena sulle strade vicentine. Dopo i titoli contro il tempo, assegnati nella giornata di sabato 22 giugno nel cuore di Marostica (VI), è stata la splendida città di Bassano del Grappa (VI) ad accogliere gli agguerriti atleti che si sono contesi le ambite maglie tricolori nelle combattutissime prove in linea.


Tutte le affascinanti competizioni si sono svolte sulle strade di uno spettacolare tracciato di 5500 metri, ripetuto più volte a seconda della categoria di appartenenza. In cabina di regia l’A.S.D. Giubileo Disabili – Roma di patron Mauro Valentini, che ancora una volta ha saputo predisporre alla perfezione un evento che ha riscosso un grande successo di atleti (battuto ogni record per quanto riguardo gli iscritti ed i partenti) e di pubblico.

Alla festosa cerimonia di premiazione non sono voluti mancare il Sindaco di Bassano del Grappa Elena Pavan, il Sindaco di Marostica Matteo Mozzo, il Presidente Regionale del C.I.P. (Comitato Italiano Paralimpico) Ruggero Vilnai ed il Consigliere Nazionale della F.C.I. (Federazione Ciclistica Italiana) Bruno Battistella. Di seguito i nomi di tutti gli atleti medagliati nelle varie prove su strada dei “Campionati Italiani Assoluti di Paraciclismo 2019”.

A Marostica invece, nella giornata di sabato 22 giugno, si sono assegnate le prime maglie tricolori dei “Campionati Italiani Assoluti di Paraciclismo 2019”. Le strade di Marostica, in provincia di Vicenza, hanno accolto le appassionanti sfide a cronometro, disegnate sulle strade di un circuito lungo 5100 metri con partenza ed arrivo collocati nella suggestiva Piazza degli Scacchi, resa ancor più bella dai variopinti colori di un folto pubblico, che non è voluto mancare alla manifestazione organizzata dall’A.S.D. Giubileo Disabili – Roma di patron Mauro Valentini.

PODIO CATEGORIA MB:
1) PIZZI Ivano ITA MB TEAM LEVANTE 1:37:24
2) MERONI Carlo ITA MB T°RED FACTORY RACING 1:42:42 +5:18
3) ZANOTTI Angelo ITA MB POLISPORTIVA DISABILI VALCAMONICA 1:42:55 +5:31

PODIO CATEGORIA MC1:

1) MASINI Giancarlo ITA MC1 ANTHROPOS ASD 1:26:40
2) FANTINI Domenico ITA MC1 ASD MANIGA PARACYCLING TEAM 1:28:34 +1:54
3) PUSATERI Andrea ITA MC1 CYKELN TEAM POL. ASD 1:28:37 +1:57

PODIO CATEGORIA MC2:

1)  RADRIZZANI Fabio ITA MC2 TIGULLIO HANDBIKE TEAM 1:28:31
2) CASADEI Andrea ITA MC2 TEAM EQUA ST
3) TABARRINI Fabrizio ITA MC2 U.C. PETRIGNANO A.S.D. ST

PODIO CATEGORIA MC3:
1) ANOBILE Fabio ITA MC3 ALOVE TEAM ASD 1:41:49
2) LAINI Riccardo ITA MC3 CAMIN BIKE TEAM A.S.DILETTANTISTICA -1 giro
3) CATENA Alberto ITA MC3 ASD MANIGA PARACYCLING TEAM -3 giri

PODIO CATEGORIA MC4:
1) PITTACOLO Michele ITA MC4 PITTABIKE A.S.D. 1:45:31
2) TAM Stefano ITA MC4 U.S. CHIAVENNESE 1:46:22 +51
3) ROSA Michele ITA MC4 TEAM DEL CAPITANO A.S.D. 1:46:27 +56

PODIO CATEGORIA MC5:
1) ADDESI Pierpaolo ITA MC5 TEAM LEVANTE 1:41:48
2) TARLAO Andrea ITA MC5 TEAM LEVANTE ST
3) PISANO Marco ITA MC5 ASD PEPPE MOLE’ 1:46:15 +4:27

PODIO CATEGORIA MH1:
1) CORNEGLIANI Fabrizio ITA MH1 TEAM EQUA 1:31:02
2) CONTI Andrea ITA MH1 GSC GIAMBENINI -1 giro
3) CAVALLINI Riccardo ITA MH1 A.S.D. “YOU CAN” -1 giro

PODIO CATEGORIA MH2:
1) MAZZONE Luca ITA MH2 CIRCOLO CANOTTIERI ANIENE 1:21:27
2) RIZZATO Omar ITA MH2 ACTIVE TEAM LA LEONESSA 1:29:10 +7:43
3) SIMEONI Manolo ITA MH2 BIKE LAB 1:29:13 +7:46

PODIO CATEGORIA MH3:
1) CECCHETTO Paolo ITA MH3 TEAM EQUA 1:24:50
2) PODESTA’ Vittorio ITA MH3 TIGULLIO HANDBIKE TEAM 1:24:58 +8
3) BRIGO Roberto ITA MH3 GSC GIAMBENINI 1:25:42 +52

PODIO CATEGORIA MH4:
1) BARTOLOTTA Dario ITA MH4 TIGULLIO HANDBIKE TEAM 1:26:45
2) GIAGNONI Christian ITA MH4 ACTIVE TEAM LA LEONESSA 1:26:51 +6
3) BOTTI Andrea ITA MH4 TIGULLIO HANDBIKE TEAM 1:27:31 +46

PODIO CATEGORIA MH5:
1) ZANARDI Alessandro ITA MH5 CIRCOLO CANOTTIERI ANIENE 1:22:37
2) COLOMBARI Diego ITA MH5 POLISPORTIVA PASSO ASD ONLUS 1:29:38 +7:01
3) BOVE Fabrizio ITA MH5 ANMIL SPORT ITALIA -1 giro

PODIO CATEGORIA MT1:
1) FARRONI Giorgio ITA MT1 ANTHROPOS ASD 1:01:45
2) NARI Fabio ITA MT1 ASD A.FA.P.H -1 giro
3) SCATTOLINI Enrico ITA MT1 SPORTABILI ALBA ONLUS ASD -2 giri

PODIO CATEGORIA MT2:
1) STACCHIOTTI Stefano ITA MT2 ANTHROPOS ASD 1:08:08
2) RAGGINO Livio ITA MT2 TIGULLIO HANDBIKE TEAM 1:11:57 +3:49
3) MESSINA Marco ITA MT2 ASD PEPPE MOLE’ 1:16:01 +7:53

PODIO CATEGORIA WB:
1) MELONI Ilaria ITA WB S.C. MONTEPONI A.C.D. 1:39:38
2) CEPPAGLIA Nicolina ITA WB S.C.D. DOPLA  TREVISO 1:39:44 +6
3) CAL Beatrice ITA WB A.S.D. A.N.B. FIAMME CREMISI 1:42:38 +3:00

PODIO CATEGORIA WC3:
1) NOBIS Lucia ITA WC3 ANMIL SPORT ITALIA 1:27:35

PODIO CATEGORIA WC4:
1) CRETTI Claudia ITA WC4 BORN TO WIN G20 BOILER PARTS AMBEDO 1:31:57
2) BARALDO Annalisa ITA WC4 ANMIL SPORT ITALIA -1 giro
3) VINCI Silvana ITA WC4 ASD MANIGA PARACYCLING TEAM -1 giro

PODIO CATEGORIA WC5:
1) MELE Eleonora ITA WC5 ONE GEAR A.S.D. 1:29:31
2) CARUSO Francesca ITA WC5 ASD PEPPE MOLE’ 1:33:06 +3:35
3) ROMELLI Agnese ITA WC5 TEAM EQUA 1:35:24 +5:53

PODIO CATEGORIA WH1:
1) PASINI Luisa ITA WH1 TEAM EQUA 1:38:44
2) BELIAEVA Natalia ITA WH1 A.S.D. COOPERATORI 1:38:45 +1
3) FROSI Veronica ITA WH1 ANMIL SPORT ITALIA 1:38:49 +5

PODIO CATEGORIA WH2:
1) AMADEO Roberta ITA WH2 BEE AND BIKE 1:26:27
2) TURCO Anna Grazia ITA WH2 DANIELLO CYCLING WEAR -2 giri
3) DE GREGORIO Teresa Angela ITA WH2 ACTIVE TEAM LA LEONESSA -2 giri

PODIO CATEGORIA WH3:
1) RIVOIRA Valentina ITA WH3 POLISPORTIVA PASSO ASD ONLUS 1:21:48
2) VALENTI Sara ITA WH3 GSC GIAMBENINI 1:32:57 +11:09

PODIO CATEGORIA WH4:
1) MODENA Romina ITA WH4 ALOVE TEAM ASD 1:28:39
2) RUFFATO Giulia ITA WH4 ANMIL SPORT ITALIA 1:30:14 +1:35
3) COLOSIO Grazia ITA WH4 ALOVE TEAM ASD -2 giri

PODIO CATEGORIA WH5:
1) VITELARU Ana Maria ITA WH5 ANMIL SPORT ITALIA 1:21:11
2) AERE Katia ITA WH5 ANMIL SPORT ITALIA 1:31:43 +10:32
3) ZICCARDI Lorena ITA WH5 ASD MANIGA PARACYCLING TEAM -1 giro


Cycling Communication – Press Office Campionati Italiani Paraciclismo




Tennis Tarvisio Impresa della Raggi contro la Pislak, convince la “figlia illustre” McAdoo

Tarvisio (Udine), 24 giugno 2019 – Qualche sorpresa e già scambi di alto livello nella prima giornata della “Città di Tarvisio Cup”. La quinta edizione del torneo internazionale di tennis femminile inserito nel circuito Itf, ancora sponsorizzato da Bluenergy e dotato di montepremi di 25.000 dollari, ha vissuto oggi il turno inaugurale, con le prime sfide delle qualificazioni. In particolare, bella impresa di Angelica Raggi: la ternana, al termine di un match tiratissimo, riesce a superare con una doppia vittoria al tie-break la slovena Manca Pislak, quindicesima testa di serie del tabellone secondario e vincitrice del torneo tarvisiano nel 2016. Avanzano altre due azzurre, entrambe vittoriose nel derby contro atlete italiane: Gloria Ceschi, dopo quasi due ore di battaglia da fondo campo, ha la meglio su Elena De Santis in due set, sempre in due partite arriva l’affermazione di Angelica Moratelli (nona favorita delle qualificazioni) sulla slovena Novak, che si arrende soltanto al super tie-break del parziale decisivo. Domani se la vedrà con Deborah Chiesa, già numero 143 Wta e protagonista in Fed Cup: la trentina, prima testa di serie delle qualificazioni, a Tarvisio prova a ripartire verso i suoi ottimi livelli precedenti. Nulla da fare, invece, per le altre italiane.

 

Nelle sfide odierne, spicca il debutto convincente di Rasheeda Mc Adoo, figlia del mitico Bob, stella della pallacanestro Nba e che in Italia ha fatto faville con la maglia di Milano. L’americana, con un gioco potente e costante pressione, non ha lasciato possibilità a Tasha Cacciato. Spettacolo anche nella sfida fra Marinkovic e Bokor, con la serba brava a rimanere più lucida nel super tie-break. Da segnalare anche l’esordio convincente dell’egiziana Sandra Samir, sesta testa di serie del tabellone secondario, che nonostante qualche errore di troppo riesce a imporsi sulla slovena Erjavec. Buone impressioni anche dalla giapponese Moyuka Uchijima, solida e potente, che a suon di vincenti non lascia scampo alla giovane Rubina Marta De Ponti.

 

Domani, 25 giugno, oltre al secondo turno di qualificazioni entrerà nel vivo anche il main draw. Tra le sfide in programma, spicca il debutto della serba Natalija Kostic, seconda favorita del torneo: sulla sua strada ci sarà la romana Beatrice Lombardo. Spiccano anche due derby azzurri tutti da vivere: oltre a quello fra Deborah Chiesa e Angelica Moratelli, da seguire anche la sfida tra Martina Spigarelli e Stefania Rubini, con quest’ultima leggermente favorita. Al via anche il torneo di doppio con i primi cinque incontri.

 

RISULTATI PRIMA GIORNATA DI QUALIFICAZIONI

 

Gloria CESCHI (ITA) batte Elena DE SANTIS (ITA, 16) 6-0, 6-4

Karin KENNEL (SUI, 10) batte Barbora MIKLOVA (CZE) 6-1, 6-2

Miriam Bianca BULGARU (ROU, 7) batte Anastasia PIANGERELLI (ITA) 6-1, 6-0

Rasheeda MCADOO (USA, 12) batte Tasha CACCIATO (ITA) 6-1, 6-1

Angelica RAGGI (ITA) batte Manca PISLAK (SLO, 15) 7-6 (4), 7-6 (6)

Bojana MARINKOVIC (SRB, 14) batte Veronika BOKOR (AUT) 6-2, 0-6, 10-5

Sandra SAMIR (EGY, 6) batte Veronika ERJAVEC (SLO) 6-4, 6-3

Moyuka UCHIJIMA (JPN, 8) batte Rubina Marta DE PONTI (ITA) 6-2, 6-3

Camilla ROSATELLO (ITA, 13) batte Anna PERES (ITA) 6-0, 6-2

Iva PRIMORAC (CRO, 11) batte Gaia DI PAOLO (ITA) 6-1, 6-1

Angelica MORATELLI (ITA, 9) batte Kristina NOVAK (SLO) 4-6, 6-3, 10-4




Finali Tornei Giovanili In piazza Unità a Tarvisio dal 28 giugno 400 atleti in varie discipline

Oltre 400 atleti in rappresentanza di sette nazioni, 26 squadre che si affronteranno in quattro discipline, campi da gioco in tre Stati diversi. Questi i numeri della seconda edizione di Sport senza confini, il torneo internazionale giovanile multisportivo in programma da venerdì 28 a domenica 30 giugno per iniziativa del Comune di Tarvisio in collaborazione con la Smilevents e con il sostegno di Promoturismo Fvg. A volley si affronteranno otto squadre di Under 16 femminile, a calcio altrettante di Under 13 maschile, a basket sette di Under 18 maschile e a tennis tre di Under 12 misto. Le formazioni protagoniste del torneo provengono da Italia, Austria, Slovenia, Croazia, San Marino, Bosnia e perfino dalla Cina, grazie alla presenza dei cestisti della Beijing Sport University- BSU, provenienti da Kranj. Gli incontri saranno disputati a Tarvisio e a Kranjska Gora in Slovenia. Per l’esattezza i calciatori scenderanno in campo a Fusine e Tarvisio, i cestisti a Kranjska Gora, pallavoliste e tennisti a Tarvisio.

 

Un evento che porterà gli atleti e i loro staff alla scoperta delle peculiarità di un territorio unico a cavallo di tre confini, in un percorso esperenziale tra sport, natura, sport e musica. Ai partecipanti saranno infatti proposte esperienze come il tour delle Cave del Predil con l’annesso museo, lo sleddog con cani da slitta e la visita al santuario del Monte Lussari. Esperienze in grado di dare emozioni così forti e intense che i ragazzi saranno motivati a tornare in futuro per saperne di più sule ricchezze naturalistiche, culturali e turistiche del territorio. Per ospitare le squadre saranno utilizzate le strutture ricettive di Tarvisio come il Soggiorno Montano, la Colonia alpina Sacro Cuore di Fusine e la Casa Monsignor Faidutti di Bagni di Lusnizza, il Convitto del Liceo sportivo Bachmann e l’Hotel Il Cervo.

 

Quartier generale della manifestazione sarà piazza Unità a Tarvisio, dove i ragazzi e i loro dirigenti e accompagnatori potranno mangiare e dove si svolgeranno le cerimonie di inaugurazione (alle 19 di venerdì 28) e di premiazione (alle 15 di domenica 30). Inoltre saranno proposti concerti, spettacoli e iniziative di intrattenimento, fra cui sabato 29 alle 20.30 il Lenard Magic show. Tra gli eventi a corredo delle sfide sportive anche la mostra “Sport tra arte e natura”, allestita nella Torre medievale dall’artista goriziano Zetaa.

 

PROGRAMMA

VENERDI 28 GIUGNO 2019

Impianti sportivi di Tarvisio/Kranjska Gora

Dalle 10 alle 18 Tornei Giovanili

In piazza Unità a Tarvisio

18.30 Partenza sfilata HOTEL EDELHOF

19 Arrivo Sfilata in piazza Unità Inaugurazione dei Giochi

Dalle 19.30 CENA per i TEAM in piazza Unità

19.30 Concerto Inaugurale

20 Inaugurazione mostra “Sport fra arte e natura” dell’artista ZETAA (Torre Medioevale)

 

SABATO 29 GIUGNO 2019

Impianti sportivi di Tarvisio/Kranjska Gora

Dalle 10 alle 18 Inizio Tornei Giovanili

In piazza Unità a Tarvisio

Dalle 18 CENA per i TEAM

20.30 Lenard Magic Show e, a seguire, intrattenimento Musicale

 

DOMENICA 30 GIUGNO 2019

Impianti sportivi di Tarvisio/Kranjska Gora

Dalle 9 alle 14 Finali Tornei Giovanili

In piazza Unità a Tarvisio

Dalle 12 PRANZO per i TEAM

14 Cerimonia di Premiazione




IL GRANDE TENNIS È DI CASA IN FVG Città di Tarvisio Cup”, in programma dal 24 al 30 giugno.

Tarvisio (Udine), 23 giugno 2019 – Una settimana all’insegna delle grandi emozioni in punta di racchetta. Ritorna, in Valcanale, il grande tennis grazie alla quinta edizione della “Città di Tarvisio Cup”, in programma dal 24 al 30 giugno. L’evento, inserito nel circuito professionistico Itf e sponsorizzato dall’azienda Bluenergy, ha alzato l’asticella della qualità, visto che ci sono ben tre atlete nelle prime 250 del mondo. E non è l’unica novità: come preannunciato lo scorso anno, è cresciuto anche il montepremi, ora di 25.000 dollari. Le sfide, come di consueto, sono in programma sui campi in terra rossa di via Atleti Azzurri d’Italia gestiti dal locale Tennis Club del presidente Giuseppe Montanaro.

Premiazione torneo 2018

Dopo tre affermazioni slovene, la “Città di Tarvisio Cup 2018” aveva sorriso alla svizzera, grazie alla vittoria di Lisa Sabino, capace di imporsi con un duplice 6-3 sulla brasiliana Thaisa Grana Pedretti. Entrambe le finaliste non saranno, però, al via da lunedì. Curiosamente, invece, nelle qualificazioni al via dal 24 giugno saranno ai nastri di partenza le trionfatrici delle prime tre edizioni, le slovene Nina Potocnik, Pia Cuk e Manca Pislak.

È RUMENA LA PRIMA TESTA DI SERIE

Jacqueline Adina Cristian

Il montepremi più ricco ha attirato in Valcanale numerose tenniste di livello. A guidare la pattuglia delle aspiranti finaliste sarà la rumena Jacqueline Adina Cristian, numero 227 della classifica Wta e già finalista in regione al 25.000 di Grado, dove ha ceduto in due set alla slovacca Rebecca Sramkova. Seconda del ranking, invece, sarà l’ungherese Dalma Galfi, 237^ al mondo, mentre a completare il podio delle favorite è la serba Natalija Kostic, alla quale gli organizzatori hanno riservato una wild card. Tra le curiosità, la presenza della veterana magiara Greta Arn, 40 anni, così come quelle della giapponese Chihiro Muramatsu e dell’australiana Jaimee Fourlis.

RUBINI GUIDA LA PATTUGLIA AZZURRA

Le speranze italiane di ottenere la prima affermazione alla “Città di Tarvisio Cup” sono affidate a

Stefania Rubini,

Stefania Rubini, quinta testa di serie del torneo, accreditata delle posizione numero 309 al mondo. Torna a Tarvisio, dove ha disputato le prime due edizioni della kermesse, l’azzurra Gaia Sanesi, tredicesima favorita del tabellone principale. Attenzione, però, anche a Deborah Chiesa: la trentina, con un best ranking di numero 143 Wta e protagonista anche in Fed Cup, dopo un periodo poco brillante proverà a ripartire dalla Valcanale, dove disputerà le qualificazioni. Fra le altre italiane, fari puntati sulla toscana Tatiana Pieri, classe 1999 e molto promettente, ma anche sulle wild card delle qualificazioni Rubina Marta De Ponti, diciassettenne dalle belle speranze, e Beatrice Lombardo. Ci sarà anche un… pezzetto di Friuli nel tabellone secondario: una wild card è stata assegnata a Gaia Di Paolo dell’Atomat Tennis Udinese.

 

QUALIFICAZIONI AL VIA DA LUNEDÌ 24 GIUGNO

Il via all’edizione 2019 è fissato per lunedì 24 giugno con il primo turno delle qualificazioni. Il giorno seguente, invece, sono in programma i primi match del tabellone principale. In entrambi i casi, saranno 32 le tenniste ai nastri di partenza.

DOMENICA 30 GIUGNO L’ATTO FINALE

La quinta edizione della “Città di Tarvisio Tennis Cup”, dopo giornate ricche di emozioni e grande livello sportivo, vivrà il suo atto conclusivo domenica 30 giugno alle 10.30 con la finalissima. Sabato 29, oltre alle due semifinali del singolare, è in programma anche la finale del doppio.

Quello di Tarvisio è uno dei quattro appuntamenti di tennis di rilievo in regione assieme ai tornei di Cordenons (maschile con montepremi di 42.500 dollari), Grado (femminile da 25.000 dollari), e quello “combined” della Polisportiva San Primo di Aurisina, che abbina la competizione riservata agli uomini con quella delle donne. L’evento in Valcanale, organizzato dal Tennis Club Tarvisio, è possibile grazie all’impegno degli assessorati a Sport e Turismo della Regione Friuli Venezia Giulia, al Comune di Tarvisio e al Consorzio Bim (Bacino Imbrifero Montano della Drava).

Piero Tononi, già in prima linea nelle varie kermesse regionali, rivestirà ancora il ruolo di direttore del torneo, mentre il giudice arbitro internazionale sarà il ravennate Riccardo Regazzini.

 

LE ASPETTATIVE DEGLI ORGANIZZATORI

 

«L’evento sta diventando sempre più rilevante e a trainare l’appuntamento è anche la crescita di tutto il movimento. Il tennis, grazie al contributo di paddle e beach, è il secondo sport a livello di numeri dietro l’inarrivabile corazzata calcio. Speriamo che questo “boom” abbia effetti positivi anche per Tarvisio»: questo il commento del presidente regionale della Fit, Antonio De Benedittis, per la quinta edizione dell’evento tarvisiano. «Aver portato la kermesse a 25.000 dollari – aggiunge – è la testimonianza di come negli scorsi anni sia stato fatto un ottimo lavoro, riconosciuto dalla Federazione che ha deciso di confermare il torneo».

Ad assicurare un importante contributo saranno anche i volontari locali legati al Tennis Club Tarvisio: «La sfida di affrontare un 25.000 sarà ancora più grande – fa notare il presidente Giuseppe Montanaro -, ma le premesse per un’ottima riuscita ci sono tutte. Siamo tutti pronti e carichi per questa nuova avventura, con l’auspicio di riuscire a catalizzare un pubblico più ampio, anche grazie ai turisti già presenti in Valcanale. Fin da ora, ringrazio tutti, dallo staff alla Federazione, passando per le istituzioni e gli sponsor».




“CAMPIONATI ITALIANI ASSOLUTI DI PARACICLISMO 2019”: E’ RECORD DI ATLETI ISCRITTI!

TRA POCHE ORE LA CERIMONIA D’APERTURA DEI “CAMPIONATI ITALIANI DI PARACICLISMO”
LE CRONOMETRO DI DOMANI ANTICIPATE ALLE ORE 14:00
Bassano del Grappa (VI), 21 Giugno 2019 – Tutto pronto per il grande evento dei “Campionati Italiani Assoluti di Paraciclismo 2019”, in programma questo fine settimana sulle strade del vicentino. Tra poche ore, con inizio alle 18:30, si svolgerà la suggestiva cerimonia di apertura in Piazza Libertà a Bassano del Grappa (VI), alla presenza di autorità, sponsor, media, stampa e pubblico.Nella giornata di domani, sabato 22 giugno, via alle appassionanti sfide contro il cronometro, che scatteranno alle ore 14:00 in punto. Gli atleti in gara sfideranno se stessi ed il cronometro nel cuore di Marostica (VI), sulle strade di un circuito lungo 5100 metri da ripetere più volte a seconda della categoria. Partenza ed arrivo sono collocati nello spettacolare scenario di Piazza degli Scacchi, luogo suggestivo noto in tutto il mondo. Gran finale domenica 23 giugno a Bassano del Grappa (VI) con le gare in linea sul tracciato di 5500 metri, sempre da ripetere più volte a seconda della categoria di appartenenza.

E’ RECORD DI ISCRITTI!

Record di atleti iscritti ai “Campionati Italiani Assoluti di Paraciclismo” in programma questo fine settimana sulle strade del Veneto. Ben 210 atleti hanno risposto all’invito degli organizzatori dell’A.S.D. Giubileo Disabili Roma di patron Mauro Valentini. Tra di loro anche autentici fuoriclasse del paraciclismo pluri-medagliati a livello nazionale ed internazionale quali: Alessandro Zanardi, Fabio Anobile, Ana Maria Vitelaru, Giorgio Farroni, Luca Mazzone, Andrea Pusateri, Michele Pittacolo, Federico Mestroni, Vittorio Podestà, Pierpaolo Addesi, Fabrizio Cornegliani, Paolo Cecchetto, tanto per citarne alcuni.

Nelle giornate di giovedì 20 e di venerdì 21 giugno si terranno le visite di classificazione, mentre sempre venerdì, a partire dalle ore 18:30 in Piazza Libertà a Bassano del Grappa (VI), si svolgerà la suggestiva cerimonia di apertura alla presenza di autorità, sponsor, media, stampa e pubblico. Sabato 22 giugno via alle appassionanti sfide contro il cronometro, che si terranno nel cuore di Marostica (VI), sulle strade di un circuito lungo 5100 metri da ripetere più volte a seconda della categoria. Gran finale domenica 23 giugno a Bassano del Grappa (VI) con le gare in linea sul tracciato di 5500 metri, sempre da ripetere più volte a seconda della categoria di appartenenza. In allegato il programma completo della manifestazione, i dettagli sui percorsi di gara e l’elenco degli atleti iscritti.

PROGRAMMA “CAMPIONATI ITALIANI ASSOLUTI DI PARACICLISMO”

Venerdì 21 giugno 2019 – Bassano del Grappa (VI)
Ore 18.30 | Piazza Libertà
– Cerimonia di apertura

Sabato 22 giugno 2019 – Marostica (VI)
Ore 14.00 | Corso Mazzini
– Inizio prova a cronometro

Domenica 23 giugno 2019 – Bassano del Grappa (VI)
Ore 8.30 | Viale delle Fosse
– Inizio prova in linea
Ore 9.00-12.00 e 14.30-17.30 | Parcheggio Le Piazze
– Prove pubblico Sliderkids e associazione Il Sorriso arriva subito onlus
– Circuiti Bassano Accessibile e mostra
– Attività associazione Obiettivo 3/Alex Zanardi
Ore 18.00 | Area Vecchio Ospedale
– Premiazioni


Cycling Communication – Press Office Campionati Italiani Paraciclismo



Conclusa con successo a San Daniele del Friuli la settimana di lancio di We Like Bike

 

A poche ore dal rientro a San Daniele dell’ultimo escursionista sui percorsi di We Like Bike, il comitato organizzatore della settimana di eventi e di iniziative conclusasi domenica 9 giugno ha sviluppato a caldo le proprie valutazioni conclusive, assieme ad un gruppo di collaboratori e di concittadini.

Sicuramente positive e stimolanti sono state le impressioni di tutti, per gli esiti di un impegno rilevante, che ha consentito di intervenire in molti settori, alcuni dei quali decisamente innovativi, a cominciare dalla grande kermesse con i campioni del Giro d’Italia, che ha dato vita ad una indimenticabile serata di grande ciclismo, e dalle competizioni dedicate ai settori giovanili, tenutesi sul medesimo circuito dove Vincenzo Nibali aveva appena vinto lo Stars Cryterium Città di San Daniele.

Ma l’edizione zero sarà ricordata anche per altri momenti di irripetibile interesse; sicuramente non sarà facile dimenticare la mostra estemporanea “L’Italia in Bicicletta” allestita nella centralissima Chiesa di Sant’Antonio con le bici storiche ed i cimeli provenienti da ventiquattro musei e collezioni italiane dedicate alla bici ed agli eroi del ciclismo nazionale, dove migliaia di visitatori in pochi giorni hanno lasciato la testimonianza tangibile di un successo autentico e della evocazione di passioni profonde . 

In tanti ricorderanno anche le serate di “Al cinema in bici” che hanno dato vita a memorabili incontri con Francesco Moser e Roberto Conti, animate da pellicole cinematografiche a dall’anteprima di un imminente film sul “caso Pantani”, di immutata attualità. Con il formidabile supporto di Beppe Conti e di Franco Bortuzzo, noti giornalisti sportivi della RAI, che hanno anche intervistato il commissario tecnico della nazionale, Davide Cassani, ai bordi del circuito di gara degli allievi.

L‘occasione ha inoltre alimentato due modi diversi di animare la loggia della Guarneriana, sempre in pieno centro, con una entusiasmante dimostrazione di spinning curata da SpazioDanza e dal Groupcycling e con la serata affidata alle riflessioni di Dino Persello, giocate tra storia e quotidiana friulanità in tema di ciclismo, fino ad una commossa lettura di un memorabile brano di Alberto Luchini .

Da ultimi, i sedici percorsi di We Like Bike, presentati per la prima volta per essere collaudati da alcune centinaia di cicloturisti che, nel corso degli ultimi tre giorni, hanno animato decine di escursioni partendo dalla piazza cittadina  attraverso Ragogna. Forgaria, Osoppo, Maiano, Colloredo di Monte Albano, Fagagna, Rive d’Arcano e Dignano grazie alla registrazione ed organizzazione  attraverso il sito www.welikebike.it . 

La straordinaria bellezza e varietà dei tracciati, la curiosità per le e-bike che – messe a decine a disposizione dall’organizzazione – hanno decisamente conquistato i partecipanti di tutte le età e preparazione atletica, la combinazione con itinerari tematici irripetibili – lungo i quali sono state sperimentate alcune combinazioni di visita guidata a castelli e dimore storiche e di pause enogastronomiche – sono stati i vincitori incontrastati del consenso per  l’edizione zero di We Like Bike, secondo la testimonianza dei partecipanti e degli accompagnatori (più di una ventina) che hanno guidato i tanti gruppi di cicloturisti .   

Tant’è vero che il sindaco Pietro Valent, concludendo il debriefing di domenica pomeriggio vicino al pozzo di piazza Cattaneo – il recupero dell’impiego di luoghi e di siti è stato uno dei tratti caratteristici della manifestazione – ha ricordato che “da domani si ricomincia con una attività di promozione e di valorizzazione del territorio e di sviluppo di nuovi strumenti di accoglienza di un turismo curioso e consapevole, cui svelare il vantaggio competitivo delle due ruote in una terra bella ed ospitale”. 

Assieme agli assessori impegnati in prima linea per We Like Bike, da Silvano Pilosio a Claudia Colombino,  il sindaco Valent intende infatti sostenere la stabilizzazione del metodo e della strategia di We Like Bike, capitalizzando l’esperienza appena conclusasi a supporto di politiche comprensoriali condivise e di eventi che enfatizzino una antica passione per i ciclismo con eventi sportivi di qualità e con una attenzione alle implicazioni storico-culturali consona rispetto ai caratteri fondanti della città.

Il sito di www.welikebike.it verrà ora rapidamente adeguato, per costituire uno stabile strumento di divulgazione-informazione-incoming ed un durevole strumento di organizzazione quotidiana di escursioni cicloturistiche guidate e tematizzate, da proporre al pubblico italiano ed a quello nordeuropeo, già raggiunti anche dal programma di comunicazione da poco iniziato.