MONDIALE RALLY GERMANIA, IL SOGNO È REALTÀ PER FABIO PERUZZO

Il pilota di Conselve conta i giorni che lo separano dal debutto nel weekend, nel FIA World Rally Championship, all’ADAC Rallye Deutschland, in Germania.

Conselve (PD), 19 Agosto 2019 – Ci siamo, la settimana più calda dell’intera carriera sportiva di Fabio Peruzzo è finalmente iniziata ed il FIA World Rally Championship bussa prepotentemente alla porta del pilota di Conselve: è in arrivo l’ADAC Rallye Deutschland.

Il decimo round del campionato del mondo, in programma dal 22 al 25 Agosto in Germania, vedrà il portacolori della scuderia Omega coronare il sogno di tanti piloti, quello di prendere parte alla massima serie planetaria per quanto riguarda il mondo dei rally.

Affiancato dall’inseparabile Nicola Terrassan, alle note, il patavino si presenterà sulla pedana di partenza alla guida di una Peugeot 208 R2, messa a disposizione da Mauro Dalla Torre.

Un sogno, lungo quasi trent’anni, che potrà tramutarsi in una splendida realtà.

È un’emozione indescrivibile già da adesso” – racconta Peruzzo – “perchè siamo entrati ufficialmente nella settimana più importante, sportivamente parlando, della nostra vita. Figuriamoci quando ci troveremo a scendere dalla pedana di partenza. Il nostro primo avversario sarà l’emozione e, credetemi, domarla quando vedi il tuo sogno diventare reale non sarà per nulla semplice. Non vediamo l’ora che sia Giovedì per iniziare a viverlo da dentro ma, prima di fare questo, voglio ringraziare tutti quelli che ci hanno regalato questo. In primis tutti i partners che hanno sostenuto questo progetto. Grazie alla scuderia Omega ed a Maurizio Dalla Torre che ci ha dato fiducia, lasciandoci tra le mani una splendida Peugeot 208 R2.”

L’edizione 2019 dell’ADAC Rallye Deutschland scatterà ufficialmente Giovedì, sulla prova speciale “St. Wendeler Land” (5,20 km), prima di iniziare a fare sul serio.

Tre i tratti cronometrati previsti per il giorno seguente, Venerdì: “Stein und Wein” (19,44 km), “Mittelmosel” (22,00 km) e “Wadern – Weiskirchen” (9,27 km) saranno ripetuti per due volte.

Otto gli impegni che caratterizzeranno la giornata del Sabato: due tornate su “Freisen” (14,78 km) e “Römerstraße” (12,28 km) prima di affrontare l’appuntamento clou tedesco con il doppio giro su “Arena Panzerplatte” (10,73 km) e “Panzerplatte” (41,17 km).

A chiudere l’evento, nella giornata conclusiva di Domenica, saranno le prove di “Grafschaft” (28,06 km) e “Dhrontal” (11,69 km), da percorrere per due passaggi.

Un programma molto ricco, chilometraggi decisamente impegnativi per chi si affaccia al panorama rallystico mondiale per la prima volta.

Partiamo con il sorriso stampato in faccia” – aggiunge Peruzzo – “e speriamo di poterlo mantenere anche alla fine di questa favolosa esperienza. Per i non professionisti, come siamo noi, sarà già dura arrivare sino alla fine. Immaginarsi di affrontare una speciale come la Panzerplatte, lunga oltre quaranta chilometri, è un qualcosa di magico. A parte questa, la Grafschaft e la Mittelmosel, le altre prove sono in linea con le solite che affrontiamo in Italia. Aver corso a Scorzè, qualche settimana fa, ci è stato sicuramente utile come allenamento. Speriamo di non sfigurare, consapevoli del livello elevato della sfida. Daremo il nostro meglio.”




Coppa Italia: Udinese-Sudtirol 3-1 e bianconeri al IV turno

Terzo turno di Coppa Italia e primo impegno ufficiale della stagione per l’Udinese che ospita il Sudtirol, in quello che è il primo confronto fra la squadra friulana e quella bolzanina.

Udinese che si schiera con un 3-5-2 con Musso in porta, Opoku, Ekong e Samir in difesa, Larsen, Fofana, Jajalo, Mandragora e De Paul con Pussetto e Lasagna in attacco. 4-3-3 per il Sudtirol con Cucchietti in porta, Fabbri, Polak, Tait e Ierardi in difesa, Berardocco, Casiraghi e Vinetot a centrocampo con in attacco Morosini, Mazzocchi e Turchetta.

Primo tentativo della gara degli ospiti con Morosini, Musso la mette in corner. Al 14’ primo si presenta Jajalo con un tiro da fuori, Cucchietti la devia in angolo. Al 24’ tiro dalla sinistra di Fabbri, ci arriva senza difficoltà Musso. Partita non particolarmente vivace finora. Udinese al tiro sempre da fuori, ci prova ancora Jajalo ma non trova la porta, così come Mandragora nell’azione successiva. Udinese più propositiva in questa fase e vicina al gol con una buona conclusione dalla sinistra di Pussetto, con la palla che esce di poco. Un minuto più tardi doppio tentativo di Fofana prima parato da Cucchietti e poi alto sopra la traversa. Al 42’ buona azione Udinese con bel cross di Larsen dalla destra e testa di Mandragora da buona posizione con palla a lato.

Primo tentativo della ripresa ancora sui piedi di Mandragora che però calcia sempre a lato. Colpo di testa invece per gli ospiti con Mazzocchi, senza problemi Musso. Al 4’ vantaggio bianconero: buona azione dei friulani con passaggio filtrante di Fofana a Lasagna che da dentro l’area supera il portiere ospite. Ancora Udinese pericolosa prima con un tiro di Pussetto e poi con una buona trama conclusa malamente da Fofana da buona posizione. Al 16’ super occasione per il Sudtirol Mazzocchi e Morosini con un palo e un mancata deviazione vincente a pochi passi dalla porta. E’ il preludio al pareggio che arriva al 21’ con Morosini che conclude una buona trama offensiva da centro area. Tudor prova a fare qualche cambio: fuori Fofana e Pussetto per Becao e Nestorovski. 4 minuti più tardi ed è ancora vantaggio Udinese con un tiro al volo di Mandragora, 2 a 1 per i padroni di casa. Al 34’ tentativo di De Paul da fuori area, palla alta sopra la traversa. Al 43’ terzo gol bianconero ancora con Mandragora che da fuori area trova la botta vincente e mette al sicuro la qualificazione.

Arriva così la qualificazione al quarto turno dove i friulani incontreranno il Bologna vincente contro il Pisa per 3 a 0. Partita non esaltante quella dei bianconeri che dopo il vantaggio hanno lasciato spazio al Sudtirol pensando forse di aver già centrato la vittoria. Bravi comunque, gli uomini di Tudor a recuperare subito e trovare la via della rete dopo pochi minuti dal pareggio ospite iniziando con una vittoria la stagione contro un avversario di categoria inferiore e non particolarmente brillante.

Il mister dei bolzanini Vecchi ha visto nei suoi grande volontà e spirito giusto mantenendo in bilico il risultato fino a pochi minuti dalla fine facendo una buona figura. Complimenti alla sua squadra da parte di mister Tudor che ha visto la sua squadra bloccata nei primi minuti di match contro un avversario ben organizzato. L’importante comunque era passare per poi concentrarsi per il debutto in campionato di domenica prossima in casa contro il Milan.


Rudi Buset

rudibuset@live.it

@RIPRODUZIONE RISERVATA




Vince la Juve a Trieste, ma che bella Triestina!

Amichevole di lusso a Trieste dove i padroni di casa affrontano la Juventus nell’ultimo test amichevole prima dell’avvio ufficiale della stagione. Terza amichevole fra le due formazioni, per l’ultima bisogna guardare agli anni 70’ e sfida che va in scena dopo 13 anni, quando i bianconeri erano in serie B.

La Juve si presenta al Rocco di Trieste senza Cristiano Ronaldo ancora non in perfette condizioni e mister Sarri alle prese con un’influenza, ma con tutto il resto della rosa prima del debutto in campionato, sabato prossimo a Parma.

Al 6’ primo tentativo della Juve con Dybala, con una bella azione dalla destra, Offredi e la Triestina si salvano. 15 minuti più tardi ancora Juve pericolosa dalla sinistra con Malomo che anticipa Dybala ed evita il peggio. Alla mezzora doppia occasione per i campioni d’Italia prima con un tiro del solito Dybala da fuori area, bravo Offredi il portiere di casa, a metterla in angolo e dal successivo corner Chiellini con un colpo di testa parato senza grossi patemi. La differenza di due categorie si sente ma la Triestina non lascia molti spazi e copre bene. Al 38’ vantaggio Juventus con una grandissima giocata di Dybala che in sospetto fuorigioco “scherza” il malcapitato difensore Scrugli e con un bel pallonetto supera Offredi. In finale di tempo ci provano Bernardeschi e Douglas Costa con un tiro ad incrociare dalla sinistra ma entrambe le conclusioni non trovano la porta.

Inizio secondo tempo con la Juve pericolosa con due conclusioni da fuori area di Khedira e di Douglas Costa, sulla prima bravo Offredi, la seconda fuori. Al 4’ rigore per i bianconeri per fallo del portiere Offredi su Bernardeschi: dal dischetto va Dybala con Offredi che para la conclusione dagli 11 metri mantenendo invariato il risultato. Ancora Juve sempre con Dybala di testa, vince ancora Offredi. Al 14’ primo tentativo della Triestina con un tiro da fuori di Coletti entrato da poco, Szczesny sventa la minaccia. Al 26’ occasione ancora per la Juve con Bentancour entrato nella girandola di sostituzioni di pochi minuti prima. 10 minuti più tardi e prima conclusione di Higuain, in campo da metà del secondo tempo, a lato. Ancora Higuain poco più tardi e sempre Offredi, in super serata, si salva in angolo. Al 42’ doppia occasione per i padroni di casa con Ferretti prima dalla sinistra con Szczesny che manda la palla sulla traversa e poi con un tiro da fuori area parato senza affanni. Ancora Triestina pericolosa con un tiro da fuori di Steffè, ancora il numero 1 bianconero in corner. Bel finale degli alabardati che infiammano il pubblico casalingo.

Soddisfatto e a ragione il mister della Triestina Pavanel per la prestazione dei suoi capaci di fare una buona fase difensiva ma anche creare qualcosa in attacco. La bella serata e le emozioni di questa partita però finisco qui perché da domenica parte il campionato e bisogno subito metterci la testa. Complimenti da parte del mister ad Offredi, uno dei migliori portieri della C, protagonista indiscusso della serata. Da parte del numero 1 alabardato una grande emozione nell’affrontare i campioni della Juve ma anche concentrazione per un campionato in un cui la Triestina parte come una delle favorite in una specie di seconda serie B visto il blasone della squadre in campo che vantano ben 110 partecipazioni ai campionato di serie A, solo 7 in meno delle squadre che disputeranno la serie B.

Da Trieste L’inviato: Rudi Buset

rudibuset@live.it

@RIPRODUZIONE VIETATA




Il 30 e 31 agosto torna il Rally del Friuli, la presentazione al Città Fiera martedì 27 agosto.

Dopo due anni il Rally del Friuli Venezia Giulia ritorna nella massima serie.

Basso – Granai vincitori dell’ultima edizione del Rally del Friuli valida per il CIR (foto Dario Furlan)

Il 55° Rally del Friuli Venezia Giulia torna nel Campionato Italiano Rally (CIR) dopo due anni di permanenza nel CIWRC  (Campionato Italiano World Rally Car) per calcare nuovamente le meravigliose strade delle Valli del Torre e del Natisone nelle giornate di venerdì 30 e sabato 31 agosto. La gara, organizzata come di consueto dalla Scuderia Friuli ACU, avrà anche quest’anno il suo centro nevralgico  presso il Città Fiera di Torreano di Martignacco, dove oltre alla logistica della manifestazione (parco assistenza, partenza, direzione gara, sala stampa, ecc.) ci sarà anche la novità della prova-spettacolo “Martignacco Città Fiera Circuit”, ricavata negli ampi spazi adiacenti il centro commerciale.

Il Rally del Friuli torna così a fregiarsi della massima titolarità in Italia, dopo l’assenza forzata negli ultimi due anni a causa del principio di rotazione delle gare che  di anno in anno debbono far parte del Campionato Italiano Rally, con piena soddisfazione di Giorgio Croce, Presidente della Scuderia organizzatrice.

Gara nella gara: a fine agosto ci sarà anche l’oramai tradizionale abbinamento con il mondo delle auto storiche, nelle medesime giornate si correrà infatti anche il 24° Rally Alpi Orientali Historic riservato alle “vecchiette” dei rally, che forse proprio per la loro’età matura suscitano un interesse sempre maggiore ed hanno un seguito notevole di tifosi. L’appuntamento sarà valido per il  Campionato Europeo (FIA HSRC) e per l‘Italiano (CIRAS) della specialità,

Pur mantenendo lo schema tradizionale delle prove che caratterizzano il rally friulano (due prove nelle valli del Torre e tre in quelle del Natisone) le novità sul percorso non mancano, novità che daranno sicuramente più “pepe” alla manifestazione, con le due prove del venerdì che verranno disputate in senso contrario rispetto a quanto solitamente avveniva gli anni scorsi; la Prova  di “Valle” vedrà i concorrenti affrontare la salita dal lato di Colloredo di Soffumbergo e dopo aver scollinato a Valle tuffarsi nella lunga ed insidiosa discesa che porta a Canal di Grivò; poco dopo (e senza assistenza!) si ripartirà per effettuare la prova di “Porzus” – di fatto l’unione di due tratti di prove di precedenti edizioni del rally – con la salita che porta all’abitato di Canebola ed al successivo quadrivio di Bocchetta di S. Antonio e, dopo essere transitati vicino alle malghe tristemente note per i fatti partigiani dell’ultima guerra, si affronterà la ripidissima discesa di Porzus con l’arrivo, freni permettendo, nei pressi di Attimis. Insomma, due prove molto selettive che metteranno a dura prova vetture ed equipaggi già nella prima giornata di gara.

Le prove speciali della seconda giornata di gara non presentano invece grosse novità in quanto saranno pressochè identiche a quelle degli anni precedenti ma non per questo saranno meno insidiose, a cominciare dalla lunga “Mersino” che con i suoi oltre 21 kilometri sulle pendici del Matajur darà del filo da torcere ai concorrenti che dopo aver “scalato” il Matajur dalla parte di Mersino dovranno affrontare la stretta discesa che da Montemaggiore, con una lunga serie di tornanti, arriva a Ieronizza  per poi risalire fino a Masseris, idem dicasi per la “Drenchia”,con la sua velocissima discesa finale; discorso un po’ diverso per la “Trivio” che non presenta discese impegnative come le altre ma che ha dei tratti indubbiamente tecnici da affrontare con la massima concentrazione,

In attesa del rombo dei motori, gli appassionati possono recarsi alla presentazione dell’evento che avverrà martedì 27 agosto presso Città Fiera, cenrto nevralgico della manifestazione.

Tutte le informazioni sul 55° Rally del Friuli Venezia Giulia24° Rally Alpi Orientali Historic si posso reperire al link http://www.rallyalpiorientali.it/it/

Dario Furlan

 

 




Dal 22 al 25 agosto l’Adac Rallye Deutschland, 6 gli equipaggi italiani in gara nella tappa tedesca del Campionato del Mondo Rally.

Dal 22 al 25 agosto prossimi si svolgerà l’Adac Rallye Deutschland, ultimo evento interamente su asfalto del Campionato del Mondo Rally. La gara si svolgerà su un totale di 344 km di prove speciali cronometrate suddivise nei quattro giorni di gara.

Sono 55 gli equipaggi iscritti totali, originariamente dovevano essere 56 ma lo svedesed Pontus Tidemand su Ford Fiesta Mk2 R5 ha dato forfait all’ultimo momento. Tra di essi ci sono ben 6 equipaggi italiani, oltre a Simone Tempestini che corre con licenza rumena, che cercheranno di ben figurare in terra alemanna. Alla gara tedesca sarranno presenti tutti i big del mondiale, protagonisti di numerose battaglie in questo campionato WEC, eccezion fatta per Elfyn Evans che salta anche questo evento, dopo aver perso anche il Rally di Finlandia, a causa di un infortunio patito al Rally di Estonia.

Ma torniamo ai “nostri” in gara: con il numero 45 troviamo Fabio Andolfi e Simone Scattolin che si getteranno nella mischia a bordo della solita Skoda Fabia R5, supportata da Aci Team Italia, in cerca di riconferma nel Wrc2 dopo la vittoria dello scorso Tour de Corse.

Andolfi – Scattolin (foto Dario Furlan)

Claudio De Cecco, patron della Friulmotor

Con il numero 48, anche se – come detto – iscritto con licenza rumena, correrà Simone Tempestini in coppia con Sergiu Itu in gara con la Hyundai I20 R5 della manzanese Friulmotor, protagonista in questo Wrc2. Con il numero 52 invece troviamo Pedro ed Emanuele Baldaccini in gara con una Ford Fiesta Mk2 R5 gestita dal team ufficiale M-Sport con quale disputerà quest’anno anche il Rally di Turchia e quello di Spagna. Con il numero 71 sulle portiere della loro 124 Abarth RGT ci saranno Enrico Brazzoli e Manuel Fenoli impegnati in questa stagione nella conquista del Campionato del Mondo RGT a bordo della vettura torinese, dopo aver vinto nella passata stagione il titolo in classe Wrc 3.  Con il 79 ci saranno invece i comaschi Marco Roncoroni e Paolo Brusadelli che saranno in gara con una Skoda Fabia R5, mentre con il 91 ci saranno i varesotti Marco Oldani e Pietro d’Agostino a bordo di una Peugeot 208 R2. Chiude la schiera degli italiani il veneto Fabio Peruzzo in coppia Nicola Terrassan, anche loro a bordo di una Peugeot 208 R2 con il numero 95.

Di seguito l’elenco iscritti aggiornato:

In questi “intensi quattro giorni di gara” vi terremo aggiornati sull’andamento degli equipaggi con un occhio di riguardo per i “nostri”.

Piercarlo Donda




Coppa Italia: Udinese – Sudtirol 18 ago. ore 20:30 alla Dacia Arena

Scenderanno in campo domenica sera alle ore 20.30 i bianconeri per il primo impegno ufficiale in Coppa Italia contro il Sudtirol.  In occasione del match saranno aperti i seguenti settori della Dacia Arena: Tribuna laterale Nord e Sud, Tribuna centrale Nord e Sud, Club House e settore ospiti. Non ci sono restrizioni per la tifoseria ospite i cui tagliandi saranno acquistabili fino alle ore 19,00 del giorno antecedente la gara.

Per tutti i tifosi bianconeri, invece, lo sportello biglietteria della Dacia Arena, da oggi alle ore 16,30 fino a sabato 17 agosto, sarà  in Curva Nord presso l’Udinese Point Campagna Abbonamenti.

Domenica 18, giorno della gara, le biglietterie, nei box esterni, resteranno aperte dalle 10,30 fino al fischio di inizio del match.
Di seguito le tariffe,  comprensive delle agevolazioni per gli abbonati:

ABBONATI

TRIBUNA LATERALE € 10,00; € 5,00 (under 18)
TRIBUNA CENTRALE € 15,00; € 5,00 (under 18)

NON ABBONATI

TRIBUNA LATERALE: € 15,00; € 10,00 (Ridotto);  € 5,00 (under 18)
TRIBUNA CENTRALE: € 20,00; € 15,00  (Ridotto); € 5,00 (under 18)

OSPITI € 15,00

 




UDINESE-MILAN, GIÀ VENDUTI 10374 BIGLIETTI

Ancora disponibili tagliandi per la Tribuna Laterale, Distinti, Curva Sud e Tribuna Centrale

 

Udine, 13 agosto 2019 – Quella contro il Milan per la prima giornata di Serie A TIM, in programma alla Dacia Arena domenica 25 agosto alle ore 18, sarà una grande festa dello sport e del calcio. L’Udinese potrà contare sul calore e l’affetto del territorio di Udine e dell’intera regione Friuli-Venezia Giulia per fare risultato contro una big del campionato. È Udinese-mania, infatti, perché a poco più di una decina di giorni dal match contro il Milan sono stati già venduti 10.374 biglietti, ma tanti ancora sono i posti a sedere disponibili acquistabili attraverso i canali ufficiali della società. Un dato straordinario. Si va ad assommare così ai numeri importantissimi della campagna abbonamenti che ha accompagnato l’estate dei tifosi bianconeri. Per la sfida contro i rossoneri di Giampaolo sono esauriti i settori Ospiti e la Curva Nord, mentre sono in vendita i tagliandi per assistere allo spettacolo della prima giornata di campionato alla Dacia Arena nei settori della Tribuna Laterale, Distinti e Tribuna Centrale.

 

I BIGLIETTI DISPONIBILI

 

TRIBUNA LATERALE 50€ (intero), 45€ (ridotto), 40€ (U18)

DISTINTI 60€ (intero), 55€ (ridotto), 50€ (U18)

TRIBUNA CENTRALE 70€ (intero), 60€ (ridotto), 50€ (U18)

CURVA SUD 40 €

 

Tariffa ridotta: riservata a over 65 (nati prima del 31/12/1954), donne e persone con invalidità superiore al 70%.

Tariffa under 18: riservata ai ragazzi nati dopo il 01/01/2001.

Minori di 3 anni: ingresso gratuito, senza tagliando e senza posto a sedere.

 

BIGLIETTERIE STADIO (SOLO GIORNO PARTITA)

Orari: dalle 09.30 fino al calcio d’inizio

 

Per acquistare il biglietto è necessario presentarsi presso le rivendite autorizzate muniti del proprio documento d’identità.

Nel caso di acquisto del biglietto per altre persone è necessario presentare anche il documento d’identità di queste.

Per maggiori informazioni chiamare lo 0432-544994.

 

GIORNO DI GARA

Nel giorno di gara le biglietterie della Dacia Arena saranno aperte dalle 9.30 al calcio d’inizio. Il giorno di gara tutti i prezzi subiranno un incremento di 5€.

 

 

CURVA NORD

Biglietti esauriti

 

SETTORE OSPITI

Biglietti esauriti

 

CAMBIO UTILIZZATORE

Per questa partita non è possibile effettuare il cambio utilizzatore per i biglietti, sarà possibile effettuarlo solo per gli abbonamenti da una tessera del tifoso all’altra.

 




ITALIA, VIA ALLE VENDITE DEI TAGLIANDI PER UDINESE – SUDTIROL

Udine, 12 agosto 2019 – Scenderanno in campo domenica sera alle ore 20.30 i bianconeri per il primo impegno ufficiale in Coppa Italia contro il Sudtirol.
In occasione del match saranno aperti i seguenti settori della Dacia Arena: Tribuna laterale Nord e Sud, Tribuna centrale Nord e Sud, Club House e settore ospiti.
Non ci sono restrizioni per la tifoseria ospite i cui tagliandi saranno acquistabili fino alle ore 19,00 del giorno antecedente la gara.
Per tutti i tifosi bianconeri, invece, lo sportello biglietteria della Dacia Arena, da oggi alle ore 16,30 fino a sabato 17 agosto, sarà in Curva Nord presso l’Udinese Point Campagna Abbonamenti.
Domenica 18, giorno della gara, le biglietterie, nei box esterni, resteranno aperte dalle 10,30 fino al fischio di inizio del match.
Di seguito le tariffe,  comprensive delle agevolazioni per gli abbonati:

ABBONATI 
INTERO RIDOTTO U18
TRIBUNA LATERALE €10,00 €5,00
TRIBUNA CENTRALE €15,00 €5,00

NON ABBONATI 
INTERO RIDOTTO U18
TRIBUNA LATERALE €15,00 €10,00 €5,00
TRIBUNA CENTRALE €20,00 €15,00 € 5,00
OSPITI €15,00




UDINESE CALCIO : CAMPAGNA ABBONAMENTI: E’ RECORD

Al termine della quarta fase di vendita il dato è di 13.454 tessere vendute: record da quando esiste la Dacia Arena ! La campagna proseguirà ancora, a partire da lunedì 12 agosto, fino al 21 agosto per gli abbonamenti a 19 gare e fino al 30 agosto per le categorie sportivi e studenti universitari




EXPO MOTOR DAY, ALTRO SUCCESSO DI FIOCCO SPORT

In archivio la quinta edizione della classica kermesse polesana dedicata agli appassionati a due e quattro ruote, nonostante le avverse condizioni meteo.

Villadose (RO), 07 Agosto 2019 – È calato definitivamente il sipario su Expo Motor Day 5.0, l’ormai tradizionale appuntamento, dedicato agli appassionati delle due e delle quattro ruote, che anticipa le vacanze estive, calamitando l’interesse di tutta la provincia rodigina.

Un altro successo, quello raggiunto dall’associazione Fiocco Sport, per la quinta edizione della tre giorni che ha avuto come fulcro il cuore di Villadose, nonostante un meteo che è riuscito soltanto in parte a rovinare il programma della vigilia: la prima serata infatti, quella tanto attesa per Venerdì, ha visto l’organizzazione costretta a rimandare il tutto, con un recupero più che positivo Lunedì scorso, per l’arrivo di una pioggia incessante che non ha dato tregua.

C’era tanta attesa per la serata di Venerdì” – racconta Fiocco (presidente di Fiocco Sport) – “e purtroppo ci siamo visti obbligati ad annullare il programma, rimandandolo al Lunedì sera. Il recupero è stato prodigioso, grazie allo staff di Radio Company, a Michela Jay e Dj Nik. Un pienone spettacolare, piazza piena di giovani e non solo. La soddisfazione di questa edizione.”

Escludendo l’intoppo del cammino, causato dal maltempo, il programma si è svolto come da previsioni con un Sabato, dedicato alla parte espositiva, spettacolare: piazza Barchessa e via Umberto I gremite di auto da rally, storiche, truck tuning, muscle car, trattori d’epoca, off-road, radiomodelli, spl audio, racing car ed ancora moto da enduro e da cross, quad, motoferraglia e moto custom, accompagnati dal concerto degli Electro Shock, tribute band degli AC DC.

La parte expo, quella del Sabato è stata indimenticabile” – aggiunge Fiocco – “con un afflusso di espositori e di visitatori che, credo, abbia toccato il punto più alto della nostra piccola storia.”

Un successo amplificato dalla parte dinamica, quella che ha visto l’evento articolarsi sulla settima edizione del Vespa Moto Incontro, un centinaio gli iscritti, e sulla sesta del Cinque Miglia Storico Sportivo, la quale ha visto una trentina di partecipanti a quattro ruote.

Pienone per i due eventi dinamici della Domenica” – sottolinea Fiocco – “che hanno visto i partecipanti partire da Villadose e raggiungere Anguillara Veneta, attraversando Cambio e San Martino di Venezze. Siamo rientrati passando per lo storico contesto delle Botti Barbarighe, dando un tocco rallystico nell’affrontare il vecchio tracciato di una prova speciale del rally.”

Un arrivederci alla prossima edizione, condito da un pizzico di amaro in bocca per il presidente.

Grazie di cuore a tutti” – conclude Fiocco – “a partire dai partners che, anno dopo anno, ci confermano la loro fiducia. Grazie a tutte le autorità che ci hanno sostenuto in questa edizione ed a tutti i club e le associazioni che ci sono state vicine. Il 2020? È davvero dura continuare. Tanti costi, tante difficoltà burocratiche. È sempre più difficile ma sentirete parlare presto di noi.”

immagini a cura di Emotion Foto