MACERATA: Oliviero Malaspina. Domani parteciperà a Musicultura 16 GIUGNO 2014

Appuntamento alle 18.00 nel cortile del palazzo comunale di Macerata

Domani alle ore 18.00 Oliviero Malaspina suonerà a Macerata nel corso del prestigioso festival Musicultura. Ad accompagnarlo alle chitarre Giorgio. Piccione e Carlo Cosi, con i quali presenterà i brani del suo nuovo album, dando vita ad uno degli appuntamenti più atteso del tour promozionale di “Malaspina”. Dopo aver debuttato su oltre 240 digital store lo scorso 15 maggio e l’uscita in formato cdbooklet in tutte le librerie nei giorni scorsi, il disco sta riscuotendo entusiastici apprezzamenti da parte di pubblico e critica.  Durante il concerto Oliviero Malaspina eseguirà i brani tratti dal disco tra cui il singolo “Vorrei Essere La Luna Sui Campi” per il quale è stato realizzato uno splendido videoclip (https://www.youtube.com/watch?v=Qsmz-wBCWDg). Il disco che prende il nome dall’autore, è il frutto della sinergia tra due autorevoli etichette discografiche, Hydra Music e Ululati dell’editore salentino Lupo Editore, che per l’occasione hanno unito le forze dando vita ad un disco prezioso, nel quale brilla tutta l’intensità del songwriting poetico di Oliviero Malaspina. I dodici brani del nuovo disco mettono a nudo l’anima dell’artista lombardo donando riflessioni profonde sull’esistenza, storie vissute ai margini della vita, schegge di ricordi che graffiano e segnano il cuore dell’ascoltatore. Determinanti per la realizzazione del disco sono stati il contributo di Amedeo Pesce che, presso gli Hydra Studios, ne ha curato gli arrangiamenti e la realizzazione, e la preziosa collaborazione di Ettore Bianconi dei Baustelle, che si è occupato del mixaggio. A otto anni di  distanza da “Marinai Di Terra”, “Malaspina” si preannuncia come uno dei più importanti ed intensi capolavori della carriera del cantautore pavese, svelandoci il lato più intimo ed introspettivo della sua vena  poetica. Tra i nuovi brani impastati nella sofferenza e nell’inquietudine spicca la canzone “I Migranti”, un vecchio testo scritto nel lontano ’97 con l’ausilio di Fabrizio De Andrè e rispolverato da Malaspina. Noto per aver vinto la 2ª e la 4ª edizione del Premio Città di Recanati e per essere stato scelto da De Andrè per la realizzazione de “I Notturni” (inedito restato incompiuto dopo la morte del celebre paroliere genovese), Oliviero Malaspina si appresta a tornare sulla scena musicale con lo stile che lo ha sempre contraddistinto.

OLIVIERO MALASPINA Tour Promozionale 2014
16 Giugno 2014 ore 18,00 Macerata, Musicultura, Cortile Palazzo Comunale con Giorgio Piccione e Carlo Cosi alle chitarre
21 Giugno 2014 ore 21,00 Este (PD), Versi In Libertà, Chiostro di San Francesco in Este, via Garibaldi C/O ex Collegio Vescovile




HIP HOP TV SUMMER FESTIVAL VENERDÌ 1 AGOSTO 2014, inizio ore 19:00 MAJANO (UDINE)

È il rapper campano Clementino, con il brano inedito “Made in Italy”, l’artista italiano scelto dalla BBC per il progetto “BBC Radio 1Xtra World Cup Freestyles”, che coinvolge 32 nazioni, 32 rapper e 32 barre di rap in freestyle, per festeggiare i mondiali di calcio in Brasile.

Da oggi il video è online sui canali ufficiali della BBC e in rotazione radiofonica su BBC Radio 1Xtra. Al lavoro sul nuovo album, ecco dunque un altro grande successo dopo il recente Disco d’Oro per l’ultimo “Mea Culpa” pubblicato a maggio del 2013 e trainato dalle hit “O’Vient”, “Fratello” con Jovanotti e “Buenos Aires/Napoli” assieme ai Negrita.Clementino presto arriverà dal vivo nel Nordest Italia: venerdì 1 agosto nell’area concerti del Festival di Majano (Udine) assieme a Salmo e al collettivo etichetta “Roccia Music” con Marracash, Fred De Palma, Achille Lauro, Luche, Shablo e Deleterio, sarà una delle star di HOP TV SUMMER FESTIVAL, il contenitore dedicato alle sonorità rap e alla street culture,

Il rapper Clementino

Il rapper Clementino

promosso da Hip Hop TV, che anche per l’edizione 2014 ritorna in Friuli Venezia Giulia dopo il grande successo dell’edizione passato. La seconda edizione, come per la prima, vedrà anche la partecipazione del presentatore Max Brigante, dj, conduttore radiofonico e volto di Hip Hop TV. Venerdì 1 agosto dalle ore 19:00 il Festival di Majano indosserà dunque i panni larghi, simbolo di quella cultura hip hop capace di parlare diritto al cuore di numerosissimi ragazzi e di convogliare in sé le diverse sfaccettature dell’intrattenimento giovanile: dalla musica schietta e parlata, alla tradizione del writing più creativo, passando per lo sport, i workshop e le sfide di ballo freestyle.Il biglietto, in vendita online su Ticketone.it e nei punti vendita autorizzati, costa 16 euro fino al 20 giugno e dal 20 giugno sino al 1° agosto costerà 21 euro, comprensivi dei diritti di prevendita.HIP HOP TV SUMMER FESTIVAL, supportato dal primo canale tematico in Italia interamente dedicato alla musica urban, on air 24 ore su 24 in esclusiva su Sky canale 720, è organizzato dall’Associazione Pro Majano, Friuli Eventi e Hip Hop TV, in collaborazione con Radio 105, e si inserisce nella 54° edizione del Festival Di Majano, organizzato dalla Pro Majano in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia.

La manifestazione è inoltre parte della promozione “Music&Live”, realizzata dall’Agenzia TurismoFVG, che permette a chi soggiorna in regione di ricevere il biglietto omaggio (per informazioni www.musicandlive.it o www.turismofvg.it).

PER MAGGIORI INFORMAZIONI SUL FESTIVAL: Pro Majano tel. +39 0432 959060 – www.festivalmajano.it – promajano60@gmail.com

 




LA SCIMMIA NUDA: HIP HOP EDITION GIARDINO CASA DELLA CONTADINANZA (CASTELLO DI UDINE)

LUNEDÌ 16 GIUGNO 2014

I due rapper/mc Max Mbassado’ e Dj Tubet, Skyl beatbox e Lello Gnesutta saranno gli ospiti speciali che durante la serata si evolveranno con il collettivo alla ricerca della contaminazione e dell’improvvisazione più pura

Dopo essersi confrontata per oltre sei mesi con artisti del calibro nazionale ed internazionale, per lo più appartenenti all’area jazzistica, la Scimmia Nuda, nella direzione artistica e musicale di Francesco Bertolini e Federico Missio, lunedì 16 giugno evolverà in un’edizione assolutamente inedita, presentando la sua Hip Hop Edition. Con questa edizione, il collettivo in evoluzione dimostra ancora una volta di voler superare deliberatamente le apparenti e riduttive frontiere tra i generi e di cogliere piuttosto proprio queste occasioni come un grande momento di crescita e di scambio tra musicisti e verso il  pubblico. Special guest della serata chiamati a fondersi nell’originale progetto artistico, sostenuto dall’Associazione Culturale LiveAct, sono 4 illustri artisti: i due rapper/mc Max Mbassado’ e Dj Tubet, Skyl beatbox e Lello Gnesutta. I primi due sono vocalist molto carismatici ed apprezzati in tutto il triveneto e non solo. Max Mbassado’, americano d’origine, è meritevole tra le altre cose di aver importato il rap nella sua matrice d’oltreoceano più pura. Il nostrano Dj Tubet invece ha fatto dell’apparentemente improbabile scommessa di rappare in lingua friulana un autentico ed esclusivo marchio di fabbrica. Skyl è straordinario talento del beat box, una tecnica espressiva vocale, forse non così popolare in Italia tra i non addetti ai lavori, che consiste nella riproduzione di suoni ritmici col solo utilizzo della bocca a simulare tanto semplici grooves di batteria, quanto effetti noise derivati dall’elettronica. Lello Gnesutta, al basso elettrico, (musicista aperto e dal curriculum straordinario, che non è errato considerare fautore della storia musicale del triveneto) sarà la colonna portante di una serata, in cui l’autentica improvvisazione nella sua accezione più completa, trasversale e attuale, la farà da padrona. Federico Missio, co-ideatore del progetto, spiega infatti: “L’Hip Hop è discendente diretto del funk e del jazz. È musica di pancia e come tale non potevamo non considerarla. Abbiamo trovato nondimeno stimolante mettere su “una squadra” che potesse riprodurne tutto il potenziale comunicativo e di suggestioni… dal rap, al beatbox, alle improvvisazioni soliste, alle sezioni di background… nondimeno la serata sarà basata su semplici canovacci perché è così che si genera il freestyle più autentico. Speriamo di riuscire a far ballare la gente in sala!” Sul palco, insieme ai succitati ospiti e agli stessi Francesco Bertolini (chitarra) e Federico Missio (sax), si uniranno Paolo Corsini (pianoforte) e Andrea Pivetta (batteria). Sperimentazione e contaminazione non mancheranno nemmeno nella seconda parte della serata, quella in cui “La Scimmia Nuda” si fonderà con il pubblico nel momento, ormai consolidato, della jam session in evoluzione. Possibilità di cenare dalle 19:00 (prenotazioni 329.2496211) e inizio concerto alle 21:00.

PER INFORMAZIONI SU “LA SCIMMIA NUDA”www.facebook.com/lascimmianudacollettivo

 




Pat Metheny a Villa Manin sabato 14 giugno 2014

È una delle icone della musica mondiale, tra le più apprezzate e celebrate nel mondo (e non solo del jazz) ad aprire – con un’anteprima d’eccezione – la ventiquattresima edizione del festival. Kin è il suo ultimo lavoro discografico e lo Unity Group è il quartetto di musicisti di prim’ordine che lo affianca nella tournée estiva, di cui la tappa udinese è il primo appuntamento italiano. Pat Metheny, già ospite di due edizioni passate del Festival, riesce – con lo storico carisma e il suono denso e poetico insieme  – a muovere e galvanizzare enormi platee. In oltre tre decenni di carriera ha vinto 20 Grammy, dei quali l’ultimo con la Unity Band. La nuova formazione dà seguito alla qualità e all’energia del leggendario Pat Metheny Group, mantenendo l’apertura sperimentale e l’atteggiamento innovativo delle recenti esperienze. Una piattaforma dinamica, in continuo mutamento composta da talenti indiscussi dello scenario musicale internazionali:  le firme di Chris Potter, Antonio Sanchez e  Ben Williams sono di per sé garanzia di una (ri)evoluzione continua. A completare l’organico, uno dei solisti più energici, poliedrici e vulcanici del panorama italiano: il polistrumentista Giulio Carmassi.
Dice Metheny “Siamo diventati una di quelle preziose combinazioni di musicisti dove la somma è meglio delle singole parti”. E di Giulio Carmassi, Pat racconta: “è un pianista e tastierista eccellente, suona in modo fantastico i fiati, sia legni che ottoni, chitarre, bassi, batteria e in più … canta come un angelo!”




L’ artes Piccolo Teatro Caligola di Aversa fa spettacoli di qualità!!!!

In una città immaginaria arrivano gli uomini. Colorate donne a ritmo di “Alabama song”  rendono vivo uno spazio immaginario.

Quattro attrici rivisitano un testo, creano una scacchiera e trasportano il pubblico nel paese delle meraviglie di Alice.

Cosa hanno in comune queste due cose? Il frutto incantato di anni di studio teatrale.

La prima suggestione è la messa in scena della “Citta di Mahagonny”  di Brecht, in cui troneggia  la scritta  “hotel dell’uomo ricco” e primeggia la regia tecnicamente perfetta di Rocco Di Santi. Canzoni, balli, effetti sonori  e bravura attoriale di una comunità di artisti  che si esibiscono nell’accademia teatrale L’ artes Piccolo Teatro Caligola di Aversa.iiiiiiiiiiiiiiiiiii

Creare un mondo nel mondo non è facile, umiltà e fatica hanno reso poetica la performance di “scacco della realtà” in cui l’adattamento del famoso testo di Carroll voleva solo essere una prova finale accademica, ma ha invece creato e ricreato l’alchimia del corpo in scena attraverso la digestione della parola.

Insomma a giugno 2014 val la pena scoprire luoghi che non hanno bisogno di gran pubblicità per riempire il teatro di fantasia e qualità.

Per le prossime settimane è previsto “Il segreto della luna” e “mezzo sogno di una notte di mezza estate”. E il sogno continua…

info e prenotazioni 328 7226502.

 Anita Laudando

Nostra corrispondente da Napoli

 

 

 




PARCO DEL CORMOR UDINE: Eventi di venerdì 13, sabato 14 e domenica 15 giugno 2014

Da Barcellona a Udine: freschi di Primavera Sound, gli internazionali LNRipley con Ninja dei Subsonica alla batteria accendono la serata Ambra Bass Culture di venerdì 13 al parco del Cormor.  Dalle ore 19.00, free entry 

Freschi di Primavera Sound, il festival di culto barcellonense, unici italiani in cartellone, e di album con etichetta inglese, gli LNRipley approdano al parco del Cormor di Udine sul palco di Homepage venerdì 13 giugno, www.hpfestival.com. Nati nel 2006 e nel 2007 premiati come migliore band rivelazione al MEI, i torinesi LNRipley vantano in formazione Ninja, formidabile batterista dei Subsonica, e hanno come unico obiettivo quello di far scatenare il dancefloor. Drum’n’bass e dubstep, punk, metal ed elettronica sono le coordinate della loro musica che è energia pura, nota in Italia e adorata in tutta Europa. Lo sanno bene quelli che conoscono le loro apparizioni live, tante in questi anni, tra cui un’apertura leggendaria per Fatboy Slim. La band, che oltre a Ninja contempla il carismatico performer Mc Victor alla voce, Ale Bavo e McSucco al groovebox e Verror al basso, sono i main artist di una serata tutta dedicata ai colori e alle sfumature della drum’n’bass e firmata da Ambra Bass Culture. Sono infatti Jahrdo, Quanto, Phog e Davda della crew pionera del d’n’b in regione ad aprire la serata musicale al parco alle 19.00 e a scaldare il palco per gli LNRipley. Come di consueto la musica si ferma alle 23.30 ma prosegue nell’Acoustic Corner. Non mancano venerdì le arti visive curate da Chiara Moro per il progetto Soundmotion con collaborazione di Graphistudio. Ospite è questa volta il napoletano Angelo Ricciardi con i videoLisca bianca e End CreditsTantospazio venerdì anche per i workshop con numerose attività per bambini e adulti. Dalle 17.30 alle 19.30 Funny Time Animazione insegna a fare sculture di palloncini; dalle 17.00 alle 19.30 Vitae Onlus propone la sua divertente “palestra” di abilità per crescere e, per i più grandi, dalle 18.30 alle 21.00 con cena inclusa, si apre il corso di cucina vegana con lo chef Max Noacco (Loveg). Informazioni giulia.napolitano@homepagefestival.com.

Mercatino, swap (il bazar del baratto) e chioschi per bere e mangiare sono aperti fin dal pomeriggio per rendere ancora più piacevole la permanenza al parco. Sempre venerdì ma in centro città di Udine, presso l’Auditorium di palazzo Toppo Wasserman (Via Gemona 90) alle ore 20.30, si svolge l’incontro col fotogiornalista internazionale Valerio Bispuri che incontra per la prima volta il pubblico udinese con Encerrados, il progetto che racconta 10 anni nelle carceri sudamericane, divenuto un libro grazie al crowdfunding sostenuto anche da Homepage. Sempre Bispuri conduce l’atteso workshop di fotogiornalismo sabato 14 e domenica 15 alla Casa della Contadinanza (daniele.borghello@homepagefestival.com). Workshop anche sabato al parco con Leroy Merlin Italia sul trattamento del legno per esterni (orari 9.00 – 13.00), con Funny Time Animazione sulla pasta di sale (orari 17.00 – 19.00) e domenica con Vitae Onlus per scoprire le abilità della crescita (ore 15.30). Tranne il workshop di fotogiornalismo, tutti gli altri sono rinviati in caso di maltempo. Ingresso libero.




NOIANOIR Il nuovo lavoro discografico dei “Pennelli di Vermeer”

L’etichetta discografica indipendente Marotta&Cafiero Recorder è lieta di comunicare che lunedì 16 giugno alle ore 17:30 i Pennelli di Vermeer il loro nuovo cd NoiaNoir. Due giovani realtà del territorio napoletano si incontrano per dar vita ad un’opera originale e pronta a criticare attraverso il rock la società odierna. La Marotta&Cafiero Recorder, infatti, è nata solo ad ottobre ma ha già pubblicato tre lavori discografici importanti e appoggia in pieno il progetto del gruppo partenopeo.  Portavoce di un filone definito dalla critica “rock pittorico”, l’eclettica band Pennelli di Vermeer, dopo la parentesi musico-teatrale de La Sacra Famiglia, torna con un terzo disco, un concept album musicalmente trasversale i cui testi denunciano in chiave ironica la speculazione attuata dal “sistema dell’informazione” intorno ai casi di cronaca nera. L’album, la cui stampa è stata co-prodotta attraverso la piattaforma di crowdfunding Produzioni dal basso, sarà reperibile dal prossimo giugno nei migliori negozi di dischi, online e nelle librerie Marotta&Cafiero, di cui una ha sede nel foyer del Teatro Bellini di Napoli e l’altra nell’Istituto Vittorio Veneto di Scampia. La presentazione si terrà il 16 giugno alle ore 17:30 con un live set acustico nel Marotta&Cafiero store, sito nel foyer del Teatro Bellini di Napoli.




UP TO DOWN MUSIC CONTEST

FINO AL 30/6 – ISCRIZIONI APERTE

12/7 – FINALE A UDINE c/o HOMEPAGE FESTIVAL

11/8 – CONCERTO DEI DOWN c/o FESTIVAL DI MAJANO

Se il concerto dei mitici DOWN di Phil Anselmo, lo storico frontman dei leggendari Pantera, in programma il prossimo 11 agosto a ingresso gratuito al Festival di Majano era stato battezzato sin dal suo annuncio come l’unico grande evento metal dell’estate in Friuli Venezia Giulia, oggi con l’annuncio del “Up To Down Music Contest”, che permetterà a due band friulane di aprire il concerto, entra di diritto nel novero dei più importanti concerti dell’estate in Friuli Venezia Giulia.Prendono il via oggi e saranno aperte fino al prossimo 30 giugno le iscrizioni, assolutamente gratuite, per l’atteso contest organizzato dal Festival di Majano e Azalea Promotion in collaborazione con Homepage Festival con l’obiettivo di supportare e valorizzare gli artisti emergenti del Friuli Venezia Giulia. Essere residenti in Friuli Venezia Giulia sarà infatti l’unico requisito fondamentale, assieme all’esecuzione di brani metal, hardcore, rock o comunque generi musicali affini, per prendere parte alla gara che metterà in palio l’esclusiva opportunità di suonare sullo stesso palco dei Down del grande Phil Anselmo, autentica icona della musica metal in tutto il mondo. Down 2014_ new pic

Per iscriversi e partecipare sarà sufficiente compilare in tutte le parti il modulo scaricabile sul sito www.homepagefestival.com e sul sito www.festivalmajano.it e allegare un link con un video o un brano della band. Di volta in volta, i video verranno caricati sul sito dell’Homepage Festival, votati dal pubblico fino al 30 giugno e condivisi su Facebook.

Le 3 band più votate, valutate sula base dei “mi piace” raccolti, assieme a 2 delle band iscritte scelte dagli organizzatori, per garantire alla sfida il più elevato livello qualitativo possibile, si sfideranno in una finale in programma sabato 12 luglio a Udine al Parco del Cormor e inserita anche nel cartellone dell’Homepage Festival. Le 2 migliori band della finale, valutate da una giuria di giornalisti e addetti al lavoro, avranno l’esclusiva opportunità di aprire il grande concerto dei Down in programma l’11 agosto al Festival di Majano condividendo lo stesso palco con Phil Anselmo e compagni.Una news straordinaria che di certo farà felici i tantissimi musicisti regionali e i tantissimi appassionati di musica metal che potranno dunque vivere una giornata indimenticabile con i Down, la band originaria di New Orleans nata nel 1991 per iniziativa di 5 ragazzi che suonavano già in altri gruppi più o meno famosi, su tutti il grande Phil Anselmo, già voce e leader dei Pantera, gruppo di riferimento mondiale del genere metal degli anni Novanta. Il primo album dei Down è “Nola” del 1995, contenente tredici brani che mischiano influenze di gruppi come Black Sabbath e Lynyrd Skynyrd. I testi sono tutti scritti dallo stesso Phil Anselmo, con uno stile che ricorda quello comparso poi sull’album “The Great Southern Trendkill” dei Pantera (1996). Dopo una lunga pausa, nel 2002 i Down pubblicano il loro secondo capitolo: “Down II: A Bustle in Your Hedgerow”. Il titolo del disco è tratto da un verso di “Stairway To Heaven” dei Led Zeppelin e rende bene l’idea di quali saranno le atmosfere del nuovo lavoro: più melodia, arrangiamenti più curati e la voce di Anselmo a tessere melodie disperate. A metà del 2006 i cinque musicisti annunciarono di aver ripreso a lavorare insieme ad un nuovo disco e partirono anche per una tournee europea che toccò Germania, Inghilterra, Irlanda, Francia, la Scandinavia e anche l’Italia. Il 25 settembre del 2007 vede dunque la luce il terzo lavoro della band statunitense, dal titolo “Down III: Over the Under”, seguito da un lunghissimo tour nordamericano. Dopo due anni di assenze dalla scene, lo scorso 13 maggio i Down sono tornati prepotentemente con il nuovo Ep intitolatoDown IV – Part Two!“, atteso e annunciato sequel di “Down IV – Part One”, che ha già ottenuto moltissime recensioni entusiaste sia della critica che del pubblico e verrà presentato dal vivo in tutta Europa con il nuovo tour al via il 1° agosto dalla Lituania. In Italia sono previste solo due date: al RockPlanet a Pinarella di Cervia il 12 agosto e il giorno precedente, lunedì 11 agosto, in Friuli Venezia Giulia al Festival di Majano (Udine). Info su www.festivalmajano.it

PER INFO SU “UP TO DOWN MUSIC CONTEST”: www.homepagefestival.com

PER INFO SUL CONCERTO DEI DOWN E SUL FESTIVAL DI MAJANO: PRO MAJANO – tel. +39 0432 959060 – www.festivalmajano.itpromajano60@gmail.com

 




IL MAGO DI OZ – il saggio del laboratorio STARTS LAB in scena dal 12 al 16 giugno alla Sala Bartoli

Ha ispirato il cinema, il teatro e il musical Il meraviglioso mago di Oz, primo dei quattordici libri di Oz dello scrittore statunitense L. Frank Baum: alla sua fantasia si ispira il nuovo saggio di fine anno su cui si impegna il direttore Luciano Pasini con i 60 allievi del Laboratorio “StarTs Lab”, che da diversi anni ormai opera con successo in collaborazione con il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia.  Come sempre, il saggio – presentato in anteprima alla Sala Bartoli dal 12 al 16 giugno – diverrà uno spettacolo vero e proprio e sarà inserito nella programmazione 2014-2015 dello Stabile regionale.  È curiosa la coincidenza del debutto del saggio – giovedì 12 giugno alle 20 – con l’uscita nei cinema italiani proprio lo stesso giorno (con il marchio della M2 Pictures) del film Il magico mondo di Oz diretto da Will Finn e da Dan St. Pierre e tratto da un libro del pronipote di L. Frank Baum, Roger Stanton Baum. I ragazzi di StarTs Lab in realtà lavorano sul capolavoro di L. Frank Baum con Luciano Pasini (regia e coreografia), Noemi Calzolari (per la recitazione e la dizione) e Daniela Ferletta (per l’impostazione musicale e il canto) da un anno, approfondendolo e preparando così la messinscena e formandosi passo dopo passo.  È questo infatti il senso del laboratorio nato in seno al Teatro Stabile: offrire a ragazzini fra i 6 e i 18 anni l’opportunità di imparare “sul campo” a conoscere ed amare il teatro, studiando recitazione, dizione, canto, coreografia e mettendo a frutto i loro sforzi in uno spettacolo finale, rivolto sia al pubblico dei coetanei sia a quello degli adulti.  Come sempre, anche per Il Mago di Oz la chiave scelta sarà musicale: l’espressione teatrale a cui i ragazzi vengono impostati è infatti a 360 gradi. L’adattamento del testo è affidato al triestino Adriano Braidotti, attore ma anche drammaturgo di notevoli capacità che ha accompagnato i ragazzi con la sua scrittura piena di verve e eclettismo già nei precedenti e applauditissimi Le avventure di Gian Burrasca e Ventimila leghe sotto i mari. La regia sarà a cura di Luciano Pasini. Il progetto coinvolge in diversi modi (non solo come attori o spettatori) i giovani della città: importante è l’impegno crescente e sempre più significativo assicurato dal Liceo artistico “Nordio” di Trieste che da due anni è parte integrante dello spettacolo finale. Ad esso infatti assicura un’accuratissima progettazione e realizzazione delle scenografie e – a partire da Il Mago di Oz – anche la concezione dei costumi dello spettacolo.

Gli arrangiamenti musicali sono di Marco Steffè, le luci di Davide Comuzzi, il suono di Borut Vidau, la realizzazione costumi di Benedetta Schepis.

Per gli spettatori che vogliono applaudire Il Mago di Oz già in anteprima, le repliche del saggio andranno in scena alla Sala Bartoli dal 12 al 14 giugno alle ore 20, domenica 15 alle ore 17 e lunedì 16 giugno ultima replica serale alle ore 20. A fine ottobre sarà inserito nella programmazione 2014-2015 dello Stabile regionale.

I biglietti sono in vendita presso le biglietterie e i circuiti consueti dello Stabile regionale, info sul sito del Teatro www.ilrossetti.it.




VENEZIA | TEATRO GOLDONI Presentato il progetto “Goldoni Experience. Affresco di Venezia”

È stato presentato al Teatro Goldoni di Venezia lo spettacolo Goldoni Experience. Affresco di Venezia, un progetto del Teatro Stabile del Veneto che ne ha affidato l’adattamento e la regia a Giuseppe Emiliani. Ne hanno parlato alla stampa, oltre al regista veneziano, il Presidente dello Stabile Angelo Tabaro, Angela Vettese, Assessore alla Cultura del Comune di Venezia, Laura Fincato, Presidente del Comitato Expo Venezia 2015, Piero Rosa Salva, Presidente di Vela, Silvia Zanella, responsabile relazioni esterne del Caffè Florian e Nicoletta Canella dell’omonima ditta produttrice del famoso Bellini. Lo spettacolo è sottotitolato in inglese e debutterà il 21 giugno con una doppia recita ad ingresso libero in occasione dell’Art Night e rimarrà in scena fino ad ottobre, per essere poi ripreso durante il Carnevale all’interno del cartellone del Teatro Goldoni.  “Goldoni Experience – come ha spiegato Angelo Tabaro –  nasce con il fine di vivacizzare l’estate veneziana permettendo così al Teatro Goldoni l’apertura estiva che ancora mancava; rappresenta l’anteprima di un più ampio progetto di valorizzazione del repertorio goldoniano che vedrà il Teatro Stabile impegnato nell’allestimento di testi rivolti non solo a quanti sono presenti a Venezia ma anche da offrire, quale espressione del patrimonio teatrale italiano, ad un circuito internazionale per sviluppare una rete di relazioni con le grandi città teatrali d’Europa. Il progetto – ha concluso Tabaro – si avvale del partenariato di Vela SpA, del Caffè Florian e della ditta Canella, realtà d’eccellenza della nostra città”.  “Lo spettacolo – ha detto Giuseppe Emiliani illustrando il suo lavoro – è un vivace affresco teatrale della Venezia del ‘700, città delle meraviglie e palcoscenico del mondo, un omaggio a Carlo Goldoni e al suo teatro tratto da varie opere come Una delle ultime sere di carnovale, Le massere, La putta onorata, Le donne gelose, Il campiello, La bottega del caffè. Il cast è composto da attori veneti, sia giovani che di esperienza, e la scenografia è dell’indimenticabile Emanuele Luzzati, costituita da un fondale e fondalini di tela dipinta e animata da video-proiezioni”  Con l’avvio di questo progetto il grande commediografo veneziano avrà finalmente una sua presenza stabile nella programmazione culturale della città. “Una scelta naturale – ha detto l’Assessore Vettese – visto che Goldoni ha un ruolo centrale nella letteratura non solo veneziana, ed è l’erede di un percorso letterario che unisce lo svago e il tempo libero al pensiero e che ha nel teatro il suo luogo di ritrovo”.  Goldoni Experience è stato inserito tra le proposte culturali di Venezia per l’Expo 2015 considerato che, come ha spiegato Laura Fincato, la natura della proposta, fondata sul collegamento tra territorio e storia, si adatta perfettamente allo spirito della programmazione pensata per il grande evento.