No Borders Music Festival: la musica come forma di cultura e mezzo di comunicazione

Tarvisio / Sella Nevea (Udine) – 1°/29 agosto 2014. Poco più di tre settimane all’inizio di quella che ormai da tempo è riconosciuta quale manifestazione di spicco fra le più importanti rassegne musicali che popolano il Nord-Est d’Italia.

Il No Borders Music Festival, organizzato dal Consorzio di Promozione Turistica del Tarvisiano, Sella Nevea e Passo Pramollo in collaborazione con Azalea Promotion, giunge quest’anno alla sua 19° edizione e non rinuncia a perseguire il suo consueto ed ambizioso obiettivo: valorizzare la musica come forma di cultura e mezzo di comunicazione, comprensibile ed accessibile a tutti, al di là dei confini etnici, linguistici, sociali e geografici caratteristici dei territori multiculturali come il Tarvisiano.

nbmf1Dopo alcuni anni in cui il festival ha fatto da contenitore di esperienze musicali prevalentemente rock e folk, il programma previsto per il 2014 cambia rotta, dirigendosi verso sonorità un po’ più raffinate, che spazieranno dal soul al jazz, dalla musica d’autore a quella classica, incorporando anche il pop.

I suggestivi scenari naturali posti al confine tra Friuli-Venezia Giulia, Austria e Slovenia – nello specifico: Piazza Unità (Tarvisio), il Rifugio Gilberti (Sella Nevea) e il Santuario del Monte Lussari (Tarvisio) – ospiteranno quindi diversi grandi nomi del panorama musicale italiano e internazionale.

Lo show d’apertura, venerdì 1° agosto, toccherà a Raphael Gualazzi, giovane e talentuoso artigiano della musica, che accompagnato da un nutrito gruppo di musicisti di origine francese si lancerà in un concerto dinamico e multisfaccettato dall’inconfondibile sound internazionale, in cui troveranno spazio soul e blues, con frequenti incursioni nel gospel e nel jazz.

La sera dopo sul palco ci sarà Arisa – in compagnia dello GnuQuartet – a riproporre, arrangiati in una nuova veste ma con la simpatia e la leggerezza di sempre, i suoi brani più noti.

Domenica 3 invece la kermesse abbandonerà momentaneamente gli artisti nostrani, lasciando la scena all’attesissima festa per il 35° compleanno della celebre band britannica Incognito.

Sarà poi la volta – nel primo pomeriggio di domenica 10, presso il suggestivo Rifugio Gilberti – del pianista Remo Anzovino, considerato da pubblico e critica tra i più originali ed innovativi compositori attualmente in circolazione.

La manifestazione chiuderà, venerdì 29 agosto, con la straordinaria esibizione classica del Coro del Friuli-Venezia Giulia, diretto dal Maestro Cristiano Dell’Oste, e dell’Orchestra Barocca Senza Confini, impegnati nel riproporre una selezione delle Cantate di Bach.

Ulteriori informazioni e dettagli relativamente agli eventi in programma sono disponibili all’indirizzo www.nobordersmusicfestival.com

 

Ilaria Pingue




Mercoledì 9 luglio 2014 Dalla Carinzia a Folkest :ARTEGNA (collina di San Martino) CONCERTO DI: Hubert Dohr & Edgar Unterkirschner (Carinzia)

Hubert Dohr & Edgar Unterkirschner

Hubert Dohr & Edgar Unterkirschner

Due musicisti che hanno viaggiato per molti anni sulle strade musicali del Vecchio Continente creano una musica originale che si spinge fra est e ovest,  profumando di spezie d’oriente senza rinunciare a farsi affascinare dalle melodie della grande tradizione irlandese. Composizioni personali dei due musicisti si mescolano a brani originari del territorio carinziano, strumenti a plettro di vario tipo s’intrecciano con sax e flauti, creando un intreccio originale e sognante. L’utilizzo di uno strumento insolito di origine scandinava (latmandola) incrementa le suggestioni timbriche del duo, protagonista di uno spettacolo vario e piacevole. Artegna, in friulano Dartigne, è situata a sinistra della ampia valle del Tagliamento, tra le pendici meridionali del monte Cuarnan e quelle occidentali del monte Faeit, sviluppandosi attraverso una “figura a forma di cuore” come scrisse il Baldissera all’inizio del ‘900. Le sue origini sono antichissime: abitata già in epoca preistorica conobbe significativi insediamenti celtici e romani commerciali. Non distante dal centro è possibile visitare il Parco delle Rose con straordinarie fioriture in ogni stagione. Passione e storia si fondono anche nella tradizione enogastronomica, in particolar modo norcina, che si distingue per la genuinità ed il sapore “senza tempo” dei suoi prodotti festeggiati alla fine di novembre dalla tradizionale Festa del Maiale che si snoda lungo le vie del paese coinvolgendo tutta la comunità.

 
——————————————
INGRESSO LIBERO
——————————————



TRENTINOINJAZZ 2014 …battendo nuove vie… 11 luglio – 6 dicembre 2014

Venerdì 11 luglio 2014 parte in grande stile la nuova edizione del TrentinoInJazz, rassegna tra le più peculiari, ricche e significative del panorama nazionale. Dopo l’edizione di svolta dello scorso anno, che ha convogliato sotto un’unica denominazione diverse rassegne locali che prima operavano separatamente, quest’anno il TrentinoInJazz rafforza l’unitarietà resistendo alla crisi e offrendo un cartellone corposo e variegato, puntando sulle diverse espressioni del jazz contemporaneo, con nomi italiani e stranieri nelle consuete location di sogno della provincia di Trento. Ancora una volta entusiasta e positivo Emilio Galante, presidente dell’Associazione TIJ: “Anche nel 2014 TrentinoInJazz conferma la sua vocazione a farsi rete, ribadendo l’unione di quattro festival con una storia importante (Sonata Islands, NonSole Jazz, Valsugana Jazz Tour e Lagarina Jazz) e rilanciando il miglior antidoto alla crisi del settore musicale: un lungo cartellone, ingressi gratuiti e serate a “prezzo simbolico”, proposte jazz per tutti i gusti, un’attenzione speciale da parte delle istituzioni pubbliche trentine per il turismo e la cultura declinati in musica”.
I numeri sono importanti: sei mesi di musica da luglio a dicembre, una ventina di comuni coinvolti, centinaia di musicisti partecipanti, insomma un appuntamento speciale da non perdere, che per l’edizione 2014 approda anche su Facebook con una pagina sempre aggiornata. Si debutta come sempre in Valsugana con la dodicesima edizione del Valsugana Jazz Tour, che riserva da sempre particolare attenzione ai talenti emergenti (programma Jazz Happening) senza dimenticare le colonne del jazz internazionale. Venerdì 11 Luglio 2014 Double Mallets Trio & Andrea Dulbecco (Levico Terme), giovedì 17 FareJazz Big Band (Grigno), venerdì 18 Sextet Quartet Jazz Band (Pergine Valsugana), sabato 19 Omit Five (Alberè di Tenna), martedì 22 Roberta Rigotto Jazz Trio (Valcanover), mercoledì 23 Gianfranco Menzella Quintet con Michael Rosen (Pergine Valsugana), giovedì 24 Mille Lire Dixieland Band (Caldonazzo), venerdì 25 FareJazz Big Band (Levico Terme), domenica 27 Doa – Luca Olzer Trio (S. Cristoforo al Lago), infine sabato 6 settembre FareJazz Big Band (Pergine Valsugana). Sabato 6 dicembre appendice invernale: FaRe Jazz Big Band con Banda Sociale Pergine (Pergine Valsugana). Calendario e info su: www.valsuganajazztour.it
Coinvolti anche alcuni comuni della Val di Fassa con proposte accattivanti tra jazz, rock e avanguardia: venerdì 18 luglio E. Z. Quartet (Moena), venerdì 25 Everything But The Name (Moena), martedì 29 Gamma 3 & Kenn Bailey (Alba di Canazei), Venerdì 1 agosto e martedì 26 Walkin’ Jazz Quartet (Moena), martedì 5 agosto Claudio Fasoli Four (Pozza di Fassa), Venerdì 8 Modern Saxophone Quartet (Moena), martedì 12 BluJob (Alba di Canazei), mercoledì 13 Franco D’Andrea & Zeno De Rossi (Ziano di Fiemme), martedì 19 Tonolo & Bianchetti duo (Pozza di Fassa), martedì 2 settembre Shamanes: Santana Tribute (Alba di Canazei). Presente all’appello anche il Lagarina Jazz, concentrato ad agosto e sempre attento alle migliori nuove proposte del jazz internazionale e italiano. Si comincia sabato 9 agosto con il doppio concerto del trio Beccalossi-Guiducci-Succi, prima a Rovereto poi a Villa Lagarina, domenica 10 Gianluca Petrella e Gabrio Baldacci a Villa Lagarina, lunedì 11 Lunedì il trio Felder-Senni-Gatto a Isera, mercoledì 13Wolfgang Muthspiel a Ala, lunedì 18 gli Acrobats di Tino Tracanna a Mori.
Come sempre jazz di frontiera e masterclass nelle Valli del Noce, con la sezione diretta dal poliedrico musicista e saggista Enrico Merlin. Venerdì 18 luglio Petra (Mezzolombardo), sabato 19 Andrea Brunello & Enrico Merlin con Compagnia Arditodesìo_Teatro Portland & Massimiliano Milesi in “Bum! 14.18, storie e suoni della Grande Guerra” (Santuario di San Romedio – Coredo), domenica 20 masterclass di chitarra di Mauro Campobasso e Antonio Fusco Sextet in “Suite For Motian” (Cles), lunedì 21 Mauro Campobasso Trio (Coredo), martedì 22 Helga Plankensteiner in “Two By Two by Plankton” feat. Matthias Schriefl (Malè), Samadhi Quartet feat. Claudio Fasoli (Taio), giovedì 24 Pino Dieni in “Requiem for Mr. Jazz” (Pavillo di Tassullo), venerdì 25 Sonata Islands in “Relendo Villa-Lobos” (Cles), sabato 26 masterclass di Boris Savoldelli (Cles), Merlin Un-Covered Music Project feat. Boris Savoldelli (Malè), domenica 27″Canyon In Jazz” con Mille Lire Dixie Band e Sextet Quartet Jazz Band (Parco Fluviale Novella), Boris Savoldelli (Cles), infine lunedì 28 Zeno De Rossi Trio “Kepos” (Denno).
La fase finale si svolge sempre in autunno, passando dalle valli al capoluogo, con cartellone interamente a Trento: Sonata Islands – diretta dal flautista e docente Emilio Galante – è con la sezione dedicata ai connubi sperimentali tra jazz, rock e musica colta: mercoledì 15 ottobre Mediterraneo, martedì 21 Nippon Eldorado, mercoledì 22 Sonata Islands Kommandoh, mercoledì 29 Sonata Islands in “Una Sera D’Autunno – Un Radiodramma di Friedrich Durrenmatt”, martedì 4 novembre Amy Denio and the Triptons, mercoledì 5 OU ~ Pisces Crisis, sabato 8 Sonata Islands in “Canti alpini”, mercoledì 12 Sonata Islands in “Novelle Crudeli – musica e testo di Francesco Cusa”, mercoledì 19 Trio Conductus in “Le due vite”, martedì 25 Schwingungen 77 Entertainment, infine sabato 6 dicembre Sonata Islands in “Osso Mastrosso e Carcagnosso – Favola musicale sulle mafie”. Calendario e info su: www.sonataislands.com



“Teatro incontro” rassegna teatrale: “Sotto il cielo di San Giacomo” – Sabato 12 Luglio ore 20.00 “LIPA”

“LIPA”
di Giuseppe Vergara
Reading musicale per commemorare una strage.
Musiche originali di Marco Vilevich eseguite dai Bachibaflax
Collaborazione del “Teatro incontro”

lipa_trailer“Gli attori Tiziana Bertoli, Luca Giustolisi, Katia Monaco e Stefano Vattovani leggeranno ed interpreteranno il testo di Vergara con l’accompagnamento musicale dei Bachibaflax, la band di nove elementi diretta da Marco Vilevich autore anche della colonna sonora dello spettacolo.
All’interno della struttura un tempo adibita a lavatoio pubblico ed ora museo e polo culturale gestito dall’AMIS, Amici delle Iniziative Scout, si potrà ascoltare la storia del paese di Lipa che il 30 aprile del 1944 fu raso al suolo da un rastrellamento nazifascista trasformatosi in una strage di innocenti civili. 269 persone furono trucidate quel triste giorno, 121 di loro erano bambini, gli altri anziani e donne. Un episodio poco conosciuto anche a Trieste che dista solo una sessantina di km dal paesino croato.
L’intento dello spettacolo è quello di far conoscere questa triste vicenda attraverso un testo che intreccia il linguaggio storico a quello narrativo, grazie alla forma del reading musicale, per uno spettacolo della durata di quasi due ore. L’entrata sarà ad offerta libera.
Per maggiori informazioni e per la visione di contributi video è attiva la pagina Facebook (disponibile anche per chi non è iscritto al Social Network):
http://www.facebook.com/lipa1944 ”



RED CANZIAN VENERDÌ 25 LUGLIO 2014, inizio ore 21:00 FESTIVAL DI MAJANO (UDINE)

Sarà la star dei Pooh, il grande Red Canzian, il protagonista dell’appuntamento inaugurale della 54esima edizione del Festival di Majano, fissato per venerdì 25 luglio alle ore 21:00, nell’Area Concerti del Festival in Piazza Italia a Majano (Udine). Approfittando della pausa con i Pooh, Red Canzian sta girando l’Italia con un nuovo progetto tutto suo: il concerto-racconto “Ho visto sessanta volte fiorire il calicanto”. Una storia lunga una vita, un concerto-racconto che attraversa musica, mode, modi di vivere degli italiani, dagli inizi degli anni ’50 fino ai giorni nostri.

È la storia di un ragazzo che ce l’ha fatta, perché ha sempre sentito il dovere di sognare e di battersi, per proteggere i propri sogni. Attraverso storie molto divertenti ed altre assolutamente commoventi, Red Canzian canta le canzoni che, in qualche modo, hanno segnato la sua vita. E come tutte le storie, anche quella di Red parte da un tempo ormai lontano, da “Grazie dei Fior”, che vinse Sanremo nel 1951, l’anno della sua nascita, per passare a una canzone cult come “Tutti Frutti” di Little Richard, “Love me Tender” dell’icona Elvis Presley, “Yesterday” dei Beatles, tanti capolavori della musica italiana come “Il Cielo in una Stanza” di Gino Paoli e, ovviamente, i brani incisi con i Pooh in quasi 50 anni di carriera assieme, che hanno scritto pagine indelebili nella storia della musica italiana.

Ad accompagnare Red Canzian durante lo spettacolo ci saranno gli Archimia, uno straordinario quartetto d’archi, due bravissimi chitarristi quali Rudy Michelutti e Ivan Geronazzo e , al pianoforte e alle percussioni, il poliedrico e raffinato Phil Mer, batterista dei Pooh dal 2011 e batterista di Malika Ayane. Ospite speciale del concerto-racconto sarà poi Chiara Canzian, figlia di Red, che porterà sul palco alcuni grandi successi internazionali, regalando momenti di assoluta e intensa emozione oltre a un brano finale, che condividerà in duetto con il padre.

Due ore e mezza di grande musica, suonata da altrettanto grandi musicisti, durante le quali Red si alternerà tra il ruolo di cantante, musicista e narratore, attore e divertente imitatore.

“Ho Visto Sessanta Volte Fiorire il Calicanto” vuole essere un concerto spettacolo per famiglie, dove i genitori avranno la possibilità di rivivere e condividere momenti della propria infanzia con i figli, dal lontano dopoguerra, alla prima radio o alla prima televisione in bianco e nero, alla Lambretta, al primo juke box e così via. Una bella storia tutta italiana fatta di emozioni e passioni, le stesse che da oltre 50 anni contraddistinguono e animano il Festival di Majano, una delle più importanti manifestazioni artistiche, culturali e sociali del Friuli Venezia Giulia. Sarà una grande festa in musica ad ingresso libero per migliaia di persone tra appassionati e sostenitori del Festival. Tutte le info su www.festivalmajano.it




JOHN FOGERTY canta i CREEDENCE CLEARWATER REVIVAL, attesa alle stelle per lo show di mercoledì 9 luglio a Trieste

Emozionante, leggendaria, senza tempo, è la musica dei CREEDENCE CLEARWATER REVIVAL, ancor di più se reinterpretata dal suo storico leader e front man, JOHN FOGERTY, voce della musica a stelle e strisce degli anni Sessanta e Settanta, capace di vendere oltre 100 milioni di copie in carriera, che gli hanno fruttato 18 Dischi d’Oro10 Dischi di Platino, un Grammy Award e l’inclusione nella Rock & Roll Hall of Fame. Dopo la partenza dagli Stati Uniti, il nuovo tour mondiale di John Fogerty è finalmente sbarcato in Europa, con la prima tappa tenuta ad Ávila (Spagna) lo scorso sabato. Questa sera sarà la volta del primo dei due grandi concerti italiani, alla City Sound Arena di Milano, in attesa dell’arrivo di mercoledì 9 luglio a TRIESTE, per un unico esclusivo live in tutto il Nordest Italia, che si svolgerà nella splendida Piazza Unità d’Italia con inizio alle 21.30. Il concerto è organizzato da Azalea Promotion e Zedlive, in collaborazione con il Comune di Trieste, la Regione Friuli Venezia Giulia e inserito nel pacchetto “Music&Live” dell’Agenzia TurismoFVG. I biglietti per quello che si annuncia come uno degli eventi più importanti dell’estate musicale regionale sono ancora disponibili nei punti vendita Ticketone, Eventim, Oeticket e Azalea Promotion e lo saranno anche alla biglietteria del concerto, nei pressi del Teatro Verdi, a partire dalle 17.00 di mercoledì.

Mentre l’attesa per i fan inizia a farsi spasmodica, si delinea qualche particolare in più relativamente a quello che sarà il live vero e proprio di Fogerty, di certo contraddistinto per larga parte dai successi intramontabili dei CREEDENCE CLEARWATER REVIVAL, band che ha scandito il ritmo di due decenni della musica mondiale.

Nelle prime date del nuovo tour larga parte della scaletta è stata dedicata alla storica band che lo stesso Fogerty ha reso grande. Non mancano vere e proprie perle firmate Creedence, come “Fortunate Son”, “Proud Mary”, “Born on the Bayou”, “Who’ll Stop the Rain”, “Susie Q”, la meravigliosa “Have you Ever Seen the Rain” e molte altre, canzoni diventate veri e propri inni per diverse generazioni. Con questa band John Fogerty ha firmato 7 album in studio, l’ultimo è stato “Mardi Gras” del 1972, e numerosi album live e raccolte. Dopo lo scioglimento dei Creedence, Fogerty ha intrapreso una luminosa carriera solista che lo ha consegnato alla storia come uno degli artisti più influenti della musica mondiale. Lo scorso mese di maggio Fogerty ha pubblicato il suo ultimo disco, “Wrote a Song for Everyone“, raccolta di suoi passati successi ri-registrati con ospiti d’eccezione come Foo Fighters, Bob Seger, Keith Urban, Miranda Lambert e Tom Morello. “Ho incoraggiato ognuno degli artisti coinvolti nel progetto a proporre una loro personale versione della mia canzone, anziché limitarsi a rifare quella che io ho inciso in passato” – ha commentato Fogerty. L’ex leader dei Creedence Clearwater Revival prepara ora il suo grande ritorno in Italia per due imperdibili live, tra cui quello di Piazza Unità a Trieste il 9 luglio, concerto che sicuramente richiamerà un grande numero di fan da fuori regione e anche dalle vicine Austria, Slovenia e Croazia.




Il suo nome è Bond. James Bond Concert Show! 14 LUGLIO 2014 al REAL ORTO BOTANICO di Napoli

la XIV edizione della rassegna “BRIVIDI D’ESTATE” organizzata e promossa da IL POZZO E IL PENDOLO ospita proprio il JAMES BOND CONCERT SHOW negli spazi del monumentale REAL ORTO BOTANICO di NAPOLI.La serata sarà l’occasione per presentare in anteprima le tracce di Forever Bond: canzoni memorabili tratte dalle colonne sonore dei film di James Bond e un brano inedito che dà il titolo al disco. Dallo strumentale James Bond Theme di Monty Norman alla memorabile Goldfinger portata al successo da Shirley Bassey, sino alla fragorosa Live And Let Die di Sir Paul McCartney e a GoldenEye, ‘griffata’ dagli Bono & The Edge degli U2 per la voce di Tina Turner: l’energia di una live-band di 7 elementi ‘al servizio segreto’ delle canzoni dei film ‘bondiani’!Il JBCS nasce nel 2011 da un’idea del musicista e giornalista/scrittore Michelangelo Iossa [coordinatore e tastierista del James Bond Concert Show]. Direttore musicale del James Bond Concert Show è il chitarrista/compositore Fabrizio Fedele. Della band fanno parte la cantante Nanà (alias Fabiana Martone), il vocalist/cantautore Sabba (alias Salvatore Lampitelli), il tastierista e computer programmer Sasà Priore, il batterista Ciro Ciotola e il bassista/compositore Roberto Giangrande.  L’album FOREVER BOND è disponibile sui principali store musicali digitali ed è prodotto da Michelangelo Comunicazione in collaborazione con Optima Italia, Veradeis Edizioni e co-prodotto da CS – Cellar Studio e B&D Records. Il disco è distribuito da IRD – International Records Distribution in Italia e all’estero.  Il James Bond Concert Show e l’album “Forever Bond” godono del Patrocinio Morale dell’Ambasciata Britannica in Italia – Ufficio di Napoli [British Embassy – Naples Office] e dell’Ufficio UKTI – UK Trade & Investment – sede di Napoli.

 




Sabato 12 luglio e 9 agosto 2014 | Museo Cappella Sansevero | Napoli : “A Testament made of stone”

IL TESTAMENTO DI PIETRA” IN LINGUA INGLESE   Sabato 12 luglio e 9 agosto 2014 | Museo Cappella Sansevero | Via F. De Sanctis 19/21 – Napoli

 Dopo il successo della nuova versione della visita guidata teatralizzata “Il Testamento di Pietra“, il Museo Cappella Sansevero e l’Associazione Culturale NarteA propongono, in esclusiva assoluta, “A Testament made of stone”: due appuntamenti in lingua inglese per i turisti stranieri che desiderano conoscere il Museo Cappella Sansevero nei mesi di luglio e agosto attraverso la “spettacolarizzazione” dell’evento culturale. L’iniziativa prevederà anche la possibilità di partecipazione per un turno in lingua italiana. Trailer dell’iniziativa su canale YouTube. La quota di partecipazione è di 15,00  a persona.  La prenotazione è obbligatoria ai numeri +39 380.9049909 napoli– / +39 333.5496708.   In esclusiva assoluta, per la prima volta dall’estate 2014, il Museo Cappella Sansevero e l’Associazione Culturale NarteA offrono la straordinaria opportunità di partecipare al nuovo adattamento della visita guidata teatralizzata “Il Testamento di Pietrain lingua inglese per i turisti stranieri che desiderano ammirare il Museo Cappella Sansevero in modo inusuale ed emozionante. L’iniziativa prevederà anche la possibilità di partecipazione per un turno in lingua italiana. Due appuntamenti, il 12 luglio e il 9 agosto, articolati con due turni a disposizione alle ore 19:00 e alle ore 20:00, accendono i riflettori con il theatrical guided tour A Testament made of Stone“: la nuova trama del percorso teatralizzato, attraverso monologhi e dialoghi, farà rivivere la figura del principe Raimondo Di Sangro, insieme ad altre importanti personalità legate alla storia del Museo, esaltandone la genialità e il modo di schernire l’ignoranza, senza tralasciare le leggende che da sempre lo riguardano. Un vero e proprio viaggio nel passato, tra mistero e alchimia, racconti e studi scientifici, attraverso quella ragione che permette all’uomo di raggiungere il disinganno e liberarsi dalle false verità. Gli ospiti parteciperanno alla “lotta” fra il genio di un uomo e l’ignoranza dei più, nel coinvolgente format teatralizzato di NarteA. Il format prevede un percorso guidato di descrizione della storia e delle opere della Cappella Sansevero e della Cavea sotterranea, attraverso le parole della guida Camilla Tripodi, animato dalla singolare “spettacolarizzazione” dell’evento culturale (format esclusivo di NarteA, una perfetta sincronia tra visita guidata e performance teatrale), realizzata con l’inedita pièce teatrale scritta da Febo Quercia, art director di NarteA, tradotta e adattata da Antonio Perna, attore professionista in scena con gli attori professionisti Valerio Gargiulo e Andrea Fiorillo che, in mise storica, riportano in vita i personaggi rilevanti nella storia del complesso museale.

E’ possibile vedere il trailer dell’iniziativa, realizzato da NarteA, su canale YouTube al seguente link: https://www.youtube.com/watch?v=QnbhK_CNX84

Per partecipare alle visite, è necessario prenotare ai numeri +39 380.9049909+39 333.5496708 o inviando una mail con i propri dati e recapiti all’indirizzo nartea@gmail.com. La quota di partecipazione all’evento è di 15,00  a persona (per maggiori info visitare il sito www.nartea.com). L’appuntamento è fissato presso la biglietteria del Museo Cappella Sansevero.




LUNEDI’ 14 LUGLIO SERATA SPECIALE “I NOSTRI ANGELI” SU RAI1

Sul palco triestino saliranno innanzitutto i vincitori della XI edizione del Premio Luchetta: giornalisti “di trincea” che hanno inviato importanti corrispondenze da fronti caldi dell’attualità internazionale: Flavia Paone, Premio Luchetta Tv 2014, ha ricostruito, per gli spettatori del Tg3, la vicenda dello sgombero della discarica Rom vicino a Giugliano, Napoli, dove  i bambini rom avevano cominciato a manifestare patologie connesse alle esalazioni dei fumi; Lucia Capuzzi, Premio Luchetta quotidiani/periodici 2014, ha raccontato ai lettori di Avvenire il paradosso della povertà in Bolivia, dove i bimbi rivendicano di poter lavorare pur di sostenere le loro famiglie. Lucia Goracci, Premio Alessandro Ota per il reportage tv, ha testimoniato su Rai3-Doc3 la battaglia delle bambine e delle adolescenti pachistane per rivendicare il loro diritto all’istruzione; Harriet Sherwood, Premio Dario D’Angelo per la stampa europea, ha raccontato dalla striscia di Gaza, per The Guardian Weekly Magazine, i 47 anni di occupazione israeliana attraverso gli occhi di 4 bambini, analizzando l’impatto delle politiche israeliane sui giovani.  Infine, Niclas Hammarström, Premio Miran Hrovatin per la migliore fotografia, ha ritratto sul quotidiano svedese Aftonbladet la drammatica condizione dei bambini di Aleppo: proprio per quegli scatti il reporter è stato sequestrato per una cinquantina di giorni con l’accusa di essere una spia e ferito alla gamba mentre cercava di scappare. Al centro del Premio Luchetta, promosso dalla Fondazione Luchetta Ota D’Angelo Hrovatin con la Rai, c’è la capacità di raccontare con sensibilità la difficile tematica  delle violenze e delle sopraffazioni sulle vittime più indifese, i bambini. Per questo, ospite fra i più attesi della Serata sarà il portavoce nazionale Unicef Andrea Iacomini, reduce da una importante missione in Libano. Special guests della Serata saranno la giornalista Lilli Gruber, Premio FriulAdria Testimoni della Storia 2014, e l’artista Simone Cristicchi, Premio Speciale Luchetta 2014.  Cast musicale scintillante, per l’XI Serata I Nostri Angeli, con una vetrina dei migliori giovani talenti della scena musicale italiana: sul palcoscenico del Rossetti si esibirà innanzitutto Il Volo, la formazione dei tre celebri tenori Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble, in tournee nel mondo da circa 4 anni, nei più grandi teatri e nelle famose arene, dove raccolgono anche 10 – 12.000 appassionati di tre generazioni.  Hanno duettato con artisti come Placido Domingo, Barbara Streisand, Eros Ramazzotti, Laura Pausini, e con Anastacia all’Arena di Verona. Il Premio Luchetta sarà la loro anteprima italiana di un atteso tour estivo internazionale. Si avvicenderanno insieme a loro, nel corso della serata, l’interprete rivelazione di Sanremo Giovani Ilaria Porceddu, e il rapper Miura, che si è affermato vincendo il contest del festival Biblico “Una canzone in cui credere”.  I Nostri Angeli 2014 sarà preceduti da “Anteprima Luchetta: i primi 50 anni della sede RAI del FVG”, in onda su Rai 3 Fvg, condotto da Marinella Chirico e Giovanni Marzini. 




DODICI GRANDI SUCCESSI PER L’EDIZIONE 2014 DI “CINEINCITTÀ”

Si parte con “Belle e Sebastien”, in programma

lunedì 7 luglio alle 21.30 nell’arena di viale Vat

 Da “Gravity” a “Tarzan”, da “Belle e Sebastien” a “Zoran”, fino a “Frozen” e all’ultima “Philomena”. Partirà la prossima settimana l’attesissima nuova edizione di “CINEinCITTÀ”, la rassegna cinematografica nelle circoscrizioni cittadine, che quest’anno propone un programma di 12 film dell’ultima stagione del grande schermo in proiezione fino all’11 agosto nelle aree verdi e nelle piazze dei quartieri della città. A inaugurare il cartellone, lunedì 7 luglio alle 21.30, nell’arena di viale Vat, sarà “Belle e Sebastien”, pellicola per tutta la famiglia dedicata all’omonimo cartone animato degli anni Ottanta (in caso di maltempo lo spettacolo sarà rinviato a venerdì 11 luglio). “Nonostante le difficoltà di questo periodo di crisi – sottolina l’assessore al Decentramento, Antonella Nonino – l’amministrazione Comunale ha voluto riproporre un’iniziativa molto apprezzata dai cittadini. Un appuntamento molto richiesto che amplia l’offerta culturale nei quartieri e che si affiancherà a una ricca programmazione di ben 48 eventi culturali, ludici e sportivi”. Per tutto il mese di luglio e fino a Ferragosto seguiranno poi altre 11 proiezioni, spaziando dai film d’animazione, come “Frozen-Il regno di ghiaccio” (16 luglio – arena di viale Divisione Garibaldi Osoppo), “The Lego Movie” (21 luglio – arena di viale Vat), “Tarzan” (29 luglio – arena di via Amalteo) e “Khumba” (4 agosto – arena di via Pirona) a tanti grandi successi dell’ultima stagione cinematografica, come “Still life” (14 luglio – arena di viale Vat), “Gravity” (22 luglio – arena di via Amalteo), “12 anni schiavo” (23 luglio – arena di viale Divisione Garibaldi Osoppo), “Philomena” (28 luglio – arena di via Pirona), “Saving Mr. Banks” (5 agosto – arena di via Amalteo) e “Ci vediamo domani” (11 agosto – arena di via Amalteo). Nella programmazione di quest’anno non poteva mancare un altro grande successo dell’ultima stagione cinematografica, quello “Zoran-Il mio nipote scemo” che ha portato alla ribalta il regista friulano Matteo Oleotto. La pellicola, ambientata proprio in Friuli, sarà proiettata il 30 luglio nell’arena di viale Divisione Garibaldi Osoppo.

Quattro sono le arene all’aperto allestite per la manifestazione: l’area verde di viale Divisione Garibaldi Osoppo nella 3^ circoscrizione; il sagrato della chiesa di San Pio X, in via Amalteo nella 4^ circoscrizione; l’area verde Robin Hood, in via Pirona, nella 5^ circoscrizione; l’arena Sergio Brun di viale Vat nella 7^ circoscrizione. L’inizio degli spettacoli, con ingresso libero, è previsto alle 21.30 fino al 23 luglio, mentre dal 28 luglio le proiezioni partiranno alle 21 fino al termine della rassegn