Sabato 28 marzo ore 21.00 al Teatro Miela VIII edizione del Festival Pianistico Internazionale Recital della pianista MARIAM BATSASHVILI

Apre le porte il 28 marzo alle ore 21,00 l’VIII edizione del Festival Pianistico Internazionale 2015. La stagione concertistica organizzata dall’Associazione “Il Concerto” assieme al Direttore Artistico dell’associazione M° Chiara Della Porta e il Direttore Artistico del Festival Pianistico Internazionale M° Riccardo Radivo presentano cinque concerti in collaborazione con Bonawentura – Teatro Miela replicati la domenica mattina alle ore 11,00 a Villa Attems a lucinico (Gorizia) Un edizione questa del 2015 particolarmente “russa” sia per la nazionalità degli artisti che per i programmi dei concerti dedicati proprio alle pagine pianistiche dei compositori russi. Le repliche dei concerti a Villa Attems saranno anche l’occasione di degustare i vini presentati a fine concerto dalla aziende vinicole del territorio.
Ad aprire la rassegna sarà la giovanissima Mariam Batsashvili, vincitrice del Concorso Internazionale Franz Liszt di Utrecht con un recital dedicato interamente a Franz Liszt. Nata in Georgia nel 1993, ha studiato al Mikeladze Central Music School a Tbilisi con Natalia Natsvlishvili e in seguito alla Hochschule für Musik Franz Liszt a Weimar con Grigory Gruzman.
Ha vinto in svariati concorsi, ma la svolta decisiva è arrivata l’8 novembre 2014 quando ha vinto il primo premio al 10° Concorso Internazionale Franz Liszt a Utrecht, oltre al premio della stampa e della giuria composta da giovani pianisti. È la prima vincitrice femminile nella storia di questo concorso pianistico ed il premio le è stato consegnato in presenza della Regina Máxima.
Come vincitrice ora Mariam è impegnata in un tour concertistico molto intenso, che la porterà a suonare in oltre 20 Paesi.
È definita dalla stampa “un’artista completa” e il giornale olandese NRC Handelsblad titola “La vincitrice Batsashvili trasforma ogni frase in qualcosa di speciale”.
L’Associazione Il Concerto si avvale dell collaborazione della DueErre Produzioni Multimediali a cui è affidata la registrazione audio e video dell’intero festival e che sarà messa a disposizione sul web sui canali dedicati al Festival Internazionale di Trieste. In programma anche la produzione di un cd\dvd del Festival Pianistico Internazionale di Trieste.

organizzazione: Associazione Musicale “Il Concerto” / Bonawentura
Prevendita c/o biglietteria del teatro tutti i giorni dalle 17.00 alle 19.00; www.vivaticket.it




Udine: MUSICA E DEMONI nella Sala del Parlamento

Sul palco Eugenio Allegri e l’ensemble Cappella Artemisia

Udine – Grazie alla collaborazione con l’associazione culturale Dramsam, nel circuito ERT fa ingresso anche la musica antica. Martedì 31 marzo alle ore 21 la Sala del Parlamento del Castello di Udine ospiterà Musica e Demoni, un progetto che vede fianco a fianco un cast di attori capeggiati da un mattatore come Eugenio Allegri, l’ensemble Cappella Artemisa e cinque apprezzati musicisti. L’idea di questo concerto, dove musica antica, canto e recitazione si fondono è di Candace Smith – studiosa e interprete di musica antica femminile – mentre la drammaturgia è firmata da Alessandra Teatini.

Musica e Demoni racconta la storia di Eleonora d’Este, giovane badessa che dette al convento di Santa Chiara a Carpi lo sfarzo di una corte rinascimentale, facendone un centro di influenze politiche e culturali, dove la monacazione, forzata da situazione costrittiva, si trasformò in una rara occasione, per le donne del ‘600, di esercitare la loro influenza politica e dedicarsi allo studio delle arti, della musica e della composizione. Lo scoppio di un presunto caso di possessione demoniaca, negata peraltro dalla Chiesa dopo un lungo processo dell’Inquisizione, precipitò il convento nello scandalo e la vicenda si concluse con l’arresto di un intrigante confessore e l’esilio di Eleonora a San Geminiano a Modena, un monastero che aveva ospitato altre monache compositrici.

AllegriEugenio Allegri interpreterà l’autorità maschile mentre Francesca Ballico sarà voce e figura di Eleonora d’Este; con loro, sul palco, ci saranno anche Veronica Appeddu, Sara D’Angelo, Rosalba Iacoviello, Martina Pezzoli e Irene Romano, mentre l’ensemble di voci femminili si cimenterà in brani di musica antica, accompagnata dall’interpretazione di Angela Albanese alla viola da gamba, Chiara Cattani al clavicembalo e organo, Silvia Moroni al flauto traversiere e Monica Paolini alla tiorba e chitarra barocca; Eleonora Beddini immetterà delle contaminazioni elettroniche.Candace Smith


Di indubbia forze teatrale è risultato il rapporto tra musica e parola laddove la narrazione, descrizione di sentimenti ed evocazione artistica e spirituale di ambienti e luoghi, trova il suo contrappunto intellettuale nel canto e nella musica. L’insieme delinea l’immagine dell’arte declinata al femminile, mentre struggente si rivela l’impossibilità, per le donne stesse, di orientare, in direzione della bellezza, l’abbruttita vocazione politica degli uomini al potere. Ancora una volta l’arte parla un linguaggio universale e senza tempo.

La collaborazione tra ERT e Dramsam proseguirà con La Secchia Rapita del Tassoni con la voce narrante di Massimo Somaglino e Giuseppe Paolo Cecere che verrà rappresentata giovedì 30 aprile all’Antico Teatro Arrigoni di San Vito al Tagliamento.

Info al sito www.ertfvg.it, biglietti interi 10 euro, ridotti 8 euro; prevendite presso l’ERT a Udine (0432 224211-24); online su www.pointticket.it; e la sera del concerto in Castello.




MIELA MUSIC-LIVE lunedì 27 ore 21.30 gli attesissimi Verdena per un grande ritorno a Trieste

Ultimi posti disponibili !!!!

Prevendita al Teatro Miela dal lunedì al venerdì dalle 17 alle 19, oppure on-line su www.vivaticket.it.

Ad una settimana dall’inizio del tour, i Verdena annunciano la seconda tranche di concerti che vedrà protagonista il Vol 1 di ‘Endkadenz‘. Prima dell’estate uscirà infatti ‘Endkadenz Vol.2” e nel tour che gli farà seguito, sarà dato più spazio ai brani di questo nuovo capitolo musicale. A Pordenone, la band, che celebra 20 anni di attività, è attesa con gradito ritorno  a Trieste, al teatro Miela, il 27 aprile.
Nel tour di aprile i Verdena tornano nella dimensione del club che poi è quella che la band bergamasca da sempre preferisce. Locali più piccoli e più intimi, più a contatto col pubblico.

 

 




RITORNANO THE FUN HOUSE PROJECT (DOORS NAPOLI) Venerdì 27 marzo ore 22:30 al Fabric Hostel di Portici

Per festeggiare i suoi 14 anni di carriera, la band capitanata dall’istrionico Junior Graziano torna con Una serata dedicata interamente agli anni ’70 con proiezioni e selezione audio a tema. L’obiettivo è quello di rendere omaggio alla band di Jim Morrison riproponendo i brani della mitica formazione di Los Angeles in modo molto fedele.

I FUN HOUSE PROJECT (meglio conosciuti come Doors Napoli) nascono a Napoli nel 1999 da un’idea di Junior Graziano (ex vocalist dei Neuralia), che, insieme al fratello Carlo Maria Graziano (batterista degli Gnut e di Gino Fastidio) forma il primo nucleo della band.
L’obiettivo è quello di rendere omaggio alla band di Jim Morrison riproponendo i brani della mitica formazione di Los Angeles in modo molto fedele.
Già dalle primissime apparizioni la band è seguita da un pubblico trasversale e sempre molto numeroso, il che li spinge a perfezionare sempre di piu’ lo spettacolo, accompagnando le esibizioni con la proiezione di video e filmati dei Doors. Dopo centinaia di concerti, e l’alternarsi di diversi chitarristi, nel 2007 si aggiunge alla band Gianpaolo Impero (chitarrista dei Minerva), grande conoscitore del repertorio dei Doors, che riesce ad affinare ulteriormente le esibizioni della band.Nel 2012, con l’obbiettivo di rendere il live sempre piu’ fedele alla formazione dei Doors, la band sceglie di esibirsi senza basso. Entra così nella band il tastierista Antonio Tedeschi

– Nel 2009 i Fun House Project celebrano i loro 10 anni di attività esibendosi al Sudterranea Club di Napoli.

– Il 19 Novembre 2011. A 40 anni dalla morte di Jim Morrison, i Fun House Project aprono la seconda edizione della mostra/evento “Rock” (Ideata e diretta da Carmine Aymone e Michelangelo Iossa) presso il PAN – Palazzo delle Arti di Napoli -Via de’ Mille.

– Nel 2013, la band si esibisce davanti ad oltre 1000 persone all’Eco Summer Festival presso il Lido Don Pablo

– 11 Gennaio 2014 la band festeggia i 13 anni di attività al Moses Club di Napoli, registrando il sold out con oltre 500 persone.

– Nel Luglio 2014 band si esibisce davanti ad oltre 2000 persone al Moses Rock Fest di Napoli.

Attualmente la band è formata da 4 elementi:Junior Graziano: Voce, (ex Neuralia) Antonio Tedeschi: Keybords Gianpaolo Impero: Chitarra Carlo M. Graziano: Batteria (Gnut e Gino Fastidio).




27 marzo, Teatro Arciluito ROMA : EDOARDO DE ANGELIS IN ANNA HA VISTO LA LUNA

Il prossimo venerdì 27 marzo alle ore 21:30 Edoardo De Angelis presenterà al pubblico del Teatro Arciliuto Anna ha visto la luna, storie d’amore e di vita (piazza di Montevecchio, 5 – 00186 Roma, intero €. 15,00, ridotto €. 12,00; aperitivo buffet a partire dalle 20.30, €. 10,00; prenotazioni info@arciliuto.it, 06 6879419, 333 8568464): un racconto in musica, una sorta di collana intima e personale, un bilancio a cuore aperto della sua storia artistica e della sua vita, illustrando la sua appassionata e lunga esperienza di cantautore, ma anche di produttore, operatore culturale, scrittore, in un emozionante diario di viaggio, pieno di amici e di avventure, in un recital che raccoglie molti dei suoi brani più noti e amati, interpretati con voce e chitarra. Tra questi, alcuni tra i più significativi del nuovo album Non ammazzate Anna (Helikonia, 2014).

Parlare di Edoardo De Angelis equivale a ripercorrere alcuni fra i momenti di maggior significato nella storia della canzone d’autore italiana. Dal mitico Folkstudio degli anni ’70, teatro del suo debutto, dopo una parentesi di grande successo con laSchola Cantorum, (tre anni e quattro album), ha pubblicato da solo 18 album, l’ultimo dei quali Non ammazzate Anna. Fra gli ultimi anche Sale di Sicilia (Rai Trade, 2011), presentato a Palermo, raccoglie, oltre a quella dell’amico Neri Marcorè, le partecipazioni di molti artisti e musicisti siciliani, tra i quali Aida Satta Flores, Laura Mollica, Toti Basso, Franco Battiato, Francesco Buzzurro, Francesco Cafiso, Andrea Camilleri, Giuseppe Cusumano, Mimmo Cuticchio, Rosario Di Bella, Francesco Giunta, Giuseppe Greco, Mario Incudine. Nella sua articolata carriera è stato produttore artistico dei primi due album di De Gregori (Alice non lo sa, Francesco De Gregori), e di due album di Sergio Endrigo (Il giardino di Giovanni, Altre emozioni), con il quale ha condiviso una lunga amicizia.  Inoltre ha collaborato anche con Lucilla Galeazzi, Mina, Marisa Sannia, Tosca, Paola Turci, Luca Barbarossa, Angelo Branduardi, Bungaro, Mario Castelnuovo, Riccardo Cocciante, Lucio Dalla, Fabrizio De Andrè, Francesco Di Giacomo, Amedeo Minghi, Antonello Venditti, Edoardo Vianello. Il suo avvicinamento a temi e colori della musica popolare con Sale di Sicilia e con il  folkestprecedenteHistorias (il Manifesto cd, 2008), gli hanno permesso di ricevere nel 2011 il Premio alla Carriera Una vita per la Musica, assegnatogli da Folkest, la prestigiosa rassegna internazionale della musica folk, che nel 2012 gli ha anche affidato la  Direzione dei Progetti Speciali. Ha pubblicato due libri: il manuale Scrivere Canzoni(1984, Edizioni Albatros), più volte ristampato, e il recente Te la ricordi Lella? Quarant’anni di storie e canzoni (2011, Zona Editrice), libro + cd di appunti biografici. Ha realizzato per il Comune di Reggio

De Angelis con Neri Marcorè

De Angelis con Neri Marcorè

Calabria il progetto originale multimediale di comunicazione Terradimani. Le ultime novità di fine 2012 lo hanno visto impegnato in tour con Neri Marcorè, per il concerto  Le mie canzoni altrui, concluso con successo a Roma presso il Teatro Sistina, e nella scrittura della canzone originale del film Blackout,  Io credo io penso io spero,  interpretata daAntonella Ruggiero, scritta, per le musiche, da Marco Testoni e di recente vincitrice Premio Colonne Sonore Miglior Canzone Film 2014. E’ ideatore e coordinatore della nascita e della attività del Gruppo ACTA, (Associati per la Cultura, il Turismo, l’Ambiente), fondato nel Parco delle Madonie nei primi giorni di settembre 2012, che raccoglie la adesione di illustri realtà della musica italiana di qualità, la friulanaFolkest, la marchigiana Musicultura,  la romana Compagnia Nuove Indye, e le strutture organizzative siciliane Country e Abies.

E’ stato più volte ideatore e protagonista di progetti destinati alle Scuole Medie Superiori e alle Università in diverse città italiane. E’ infine tra i protagonisti dell’ atto unico teatrale Il Segno Clinico di Alda, ispirato alla riscrittura di undici frammenti inediti di Alda Merini.




Venerdì 27 marzo alle 23.00 sul palco del Moses Live Club il collettivo dei Valderrama 5.

In politica il collettivo è rappresentato da un gruppo di persone accomunate da un interesse o da una caratteristica che cooperano in vista di un obiettivo comune. E’ proprio così per l’ormai leggendario collettivo musicale che irromperà sul palco al grido di “The Best Garage Rock n’Roll Lounge Cruise Ship Music ever!!”. Ogni spettacolo è un viaggio di note sempre nuovo ed originale, accompagnato, quindi, da un pizzico di mistero sulle performance cui il gruppo saprà dar vita, perché i pezzi prendono spunto dagli accadimenti di cronaca, politici, culturali e sociali creando una performance di Art Caos Rock unica nel suo genere.   I Valderrama 5 nascono nell’estate 2002 come progetto solista di Carlos Valderrama Vth, di orgine sudamericana, nipote del celebre giocatore di calcio. Nell’estate 2002 fino a gennaio 2003 registra quasi da solo il discoWomen don’t apple Damage. Da “lavoro fatto in casa”, mandato a pochi amici, il disco diviene Demo del mese su Rumore Aprile 2003. E’ questo il trampolino di lancio per diventare il capolavoro simbolo di una generazione. Il lavoro discografico apre una breccia di Bossa-Rock Psichedelico che ha come denominatore il Tanga e che preparerà la strada ad un fermento musicale che parte da Napoli e si diffonde in giro per il mondo.

Musica intensa, forte, alternativa, capace di far sorridere e pensare. Musica, sempre musica ed emozioni … per passione. Non a caso si tratta dell’unica band al mondo che sceglie di portare un barman sul palco. E poi, una Seleçao, una squadra coesa, di musicisti e lavoratori del settore musicale di Napoli, che uniscono conoscenze, competenze e attitudini, miscelando i loro specifici mood rispetto alla realtà ed agli universi emozionali, e seminano petali di follia. Una squadra che riprende l’attitudine goliardica di un gruppo come gli Squallor, con quella forza dirompente e provocatoria scagliata contro la facciata del perbenismo snob, shakerati in una Bossa acida che spesso e volentieri sfocia nel Garage rock più sfrenato. Ne nasce un cocktail irresistibile di musica, parole, simpatia e spirito d’aggregazione, condensati in oltre 200 live, che arrivano con la loro energia sul palco del Moses Live Club, pronti a dispensare “seduzione” in musica.

Quale seduzione? Quella che nasce da un cervello pensante, ricco di spirito critico e che non vuole addormentarsi nel letto comodo, ma ingannevole, del già visto e sentito.

Per maggiori informazioni è possibile chiamare il numero 3336194063

 

 




La FVG Mitteleuropa Orchestra in tournée per l’ERT il Concerto di primavera in otto teatri del Circuito

Mentre si avviano alla conclusione le 21 rassegne di prosa, l’Ente Regionale Teatrale ospita la FVG Mitteleuropa Orchestra per una tournée che tra marzo e aprile porterà il Concerto di primavera in otto teatri del Circuito: giovedì 26 marzo a Latisana (Teatro Odeon, ore 20.45), venerdì 27 marzo a Codroipo (Teatro Benois-De Cecco, ore 20.45) e sabato 28 marzo a Cordenons (Auditorium Aldo Moro, ore 21). Dopo una breve pausa si riprenderà venerdì 10 aprile a Pontebba (Teatro Italia, ore 21) per proseguire sabato 11 aprile a Palmanova (Teatro Modena, ore 20.45), domenica 12 aprile a Maniago (Teatro Verdi, ore 20.45), giovedì 16 aprile a Gemona del Friuli (Teatro Sociale, ore 21). La tournée si concluderà venerdì 17 aprile al Teatro Zancanaro di Sacile (inizio alle 21).

Il concerto proporrà un repertorio di ampio respiro che abbraccerà la produzione musicale europea dell’Ottocento e del Novecento, spaziando dalla Russia all’Italia, passando per la Cecoslovacchia, la Germania, l’Austria e l’Ungheria. Un programma vario caratterizzato da brani celebri e universalmente amati: dal ritmo zigano delle Danze Ungheresi di Brahms al romanticismo brioso dell’opera di Liszt, passando per la musica russa fino alla potenza espressiva dei compositori d’opera italiani. Un concerto dai colori brillanti che coinvolgerà il pubblico con una contagiosa energia.

Giovanni Pacor

Giovanni Pacor

La FVG Mitteleuropa Orchestra nasce, per volontà e con il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia, con lo scopo di valorizzare i talenti musicali del territorio, sia quelli di comprovata professionalità sia i giovani professori d’orchestra diplomati nei due Conservatori storici della regione: il Conservatorio Tartini di Trieste e Tomadini di Udine.
L’Orchestra, che affonda le sue radici nella tradizione musicale europea, vuole rappresentare un testimonial di eccellenza della regione sotto il profilo culturale e di promozione del territorio, in Italia e all’Estero. Il repertorio della FVG Mitteleuropa Orchestra spazia, nel segno della più ampia versatilità, dalla musica classica sinfonico-cameristica alla musica contemporanea e dal repertorio operistico fino all’operetta e al musical, non escludendo collaborazioni e produzioni scenico-musicali e pop.
Il direttore stabile dell’Orchestra è il Maestro Giovanni Pacor, che si aggiunge al folto numero di direttori e solisti di prestigio che ne hanno accompagnato l’attività sin dalla sua nascita. Violinista, il M° Pacor si è diplomato in direzione d’orchestra a Vienna nel 1985 e l’anno seguente in direzione corale al Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia. Tra gli incarichi più importanti che ha ricoperto nel corso della sua carriera, spiccano la direzione musicale della Budapest Chamber Orchestra e successivamente dello Stadttheater di Klagenfurt, il coordinamento artistico della Fondazione Arena di Verona, e la sovrintendenza dell’Opera Nazionale Greca di Atene e della Fondazione Teatro Carlo Felice di Genova.

Per approfondimenti visitare il sito www.ertfvg.it. Prevendite online su www.pointticket.it
Per info e prenotazioni: Latisana 0431.59288 info@citlatisana.com; Codroipo 0432.908467 teatro@comune.codroipo.ud.it; Cordenons 0434.586939; Pontebba 0428.90693; Palmanova 0432.922131; Maniago 0427.709063; Gemona del Friuli 0432.981441; Sacile 0434.780623.




Casa della Musica – Trieste Anteprima del Festival di Musica per bambini 27 e 28 marzo 2015

Venerdì 27 (ore 16 – 19.30) e sabato 28 marzo (ore 9.30 – 13) nell’Auditorium di Casa della MusicaVincenzo Stera (coordinatore del Festival di musica per bambini”, musicista, insegnante di musica per bambini e autore e ideatore di laboratori e concerti-spettacolo) è il relatore di un seminario che anticipa, nei contenuti, il Festival di Musica per Bambini, alle porte per il 2015.

 

Il titolo del seminario è “Il gioco espressivo e creativo della musica e del movimento”. Gli incontri sono incentrati su una “riflessione” pratica sull’importanza della dimensione espressiva, relazionale, creativa e artistica della musica e del movimento: in particolare Stera si riferisce all’approccio a questa dimensione rivolto ai bambini dell’asilo nido, delle scuole dell’infanzia e primaria e in genere ai bambini (tra i pochi mesi di età e il 10 anni) nelle attività del tempo libero.
Destinatari del corso sono docenti di scuola dell’infanzia e primaria, educatori di nido, insegnanti di musica e di attività motoria per bambini, musicisti, attori, operatori sociali, animatori.

Queste le riflessioni suggerite dallo stesso Stera:  il corpo si muove nello spazio e nel tempo. Un viaggio e un’avventura dei sensi e delle percezioni attraverso gesti, azioni, immobilità, suoni, silenzi per esprimere bisogni, emozioni, sentimenti, idee.

Dalla libera esplorazione individuale alla performance di gruppo attraverso giochi di ascolto, di movimento espressivo, di musica d’insieme vocale e strumentale. L’improvvisazione, la composizione e l’interpretazione per valorizzare la musica e il movimento come linguaggi per esprimersi e comunicare.
VINCENZO STERA – Docente di scienze motorie e sportive nella scuola pubblica, formatore del M.I.U.R. e docente “esperto” della Scuola Regionale dello Sport–CONI Friuli Venezia Giulia. Insegnante di musica per bambini presso la “Casa della Musica/Scuola di Musica 55” di Trieste dove è anche coordinatore del Festival di musica per bambini. Musicista, autore di musica per bambini e ideatore di concerti-spettacolo tra i quali: piano piano, forte forte (presentato al Festival internazionale di teatro e cultura per la prima infanzia Visioni di futuro visioni di teatro, Bologna 2012), Music Box (presentato allo Stoccolma jazz festival per bambini, 2013), La musica dello gnomo Mirtillo (spettacolo che festeggia nel 2014 i dieci anni di repliche). Relativamente ai temi trattati,  ha pubblicato con le edizioni Comunicarte, “Il bambino, il gesto, il suono” e recentemente “La musica dello gnomo mirtillo” (libro+cd). Ha collaborato con diverse riviste tra le quali  “La scuola dell’infanzia” (Giunti editore) e “Bambini” (ed. Junior/Spaggiari). Il suo lavoro trentennale, conosciuto anche all’estero, è orientato ad affermare la complementarietà dei diversi linguaggi nella dinamica educativa, attraverso esperienze che coniugano il movimento espressivo al suono e alla musica.

La registrazione dei partecipanti è prevista per venerdì 27 alle 15.30; il costo del seminario è di 50 euro.
Info
: Segreteria Casa della Musica, tel 040 307309 (da lunedì a venerdì, dalle 15 alle 19 – giovedì, dalle 10 alle 12.00) www.scuoladimusica55.itinfo@scuoladimusica55.it




NEK – Dalle 17.00 di domani biglietti in vendita per il concerto di Udine, parte del Prima di Parlare Live 2015

2 NOVEMBRE 2015 – UDINE, Teatro Nuovo Giovanni da Udine ore 21.00

Biglietti in vendita dalle ore 17.00 di martedì 24 marzo online su Ticketone.it e nei punti autorizzati

Filippo Neviani, in art NEK, cantautore apprezzatissimo dal pubblico di ogni età, dopo il successo all’ultimo Festival di Sanremo, dove ha ottenuto il 2° posto con “Fatti Avanti Amore” e i premi come “Miglior esibizione cover”, “Miglior arrangiamento” e “Sala Stampa intitolato a Lucio Dalla”, annuncia oggi un nuovo atteso tour nelle principali città italiane, che toccherà anche Udine e il Teatro Nuovo Giovanni da Udine.

La tournée dal titolo “Prima di Parlare Live 2015”, che arriva a quattro anni dall’ultimo progetto live dell’artista di Sassuolo, prodotta da Live Nation, arriverà a grande richiesta a Udine il prossimo 2 novembre, per un unico concerto regionale, organizzato dal teatro stesso e Azalea Promotion, in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia, il Comune di Udine e inserita nel pacchetto “Music&Live” dell’Agenzia TurismoFVG, che permette e a chi soggiorna in regione di ottenere i biglietti per i grandi concerti a un prezzo eccezionale (www.turismofvg.it, www.musicandlive.it) . I biglietti per il Foto-Nekconcerto saranno in vendita a partire 17.00 di martedì 24 marzo, online su Ticketone.it e nei punti autorizzati Ticketone e Azalea Promotion.

Questo nuovo viaggio musicale di Nek, nato a sassuolo nel 1972, segue la pubblicazione del nuovo album “Prima di Parlare”, dodicesimo lavoro in studio per l’artista, arrivato a 23 anni dal primo lavoro “Nek” del 1992, in mezzo tanti buoni dischi e tante canzoni di successo, una grande produzione discografica per un artista completo, maturo, che ha sempre saputo fare centro. Forte dell’enorme successo del singolo “Fatti Avanti Amore”, che ha raggiunto la certificazione oro, superato i 7 milioni di visualizzazioni su Youtube, che si conferma il singolo più trasmesso dalle radio per la seconda settimana consecutiva, Nek porterà dal vivo nelle città italiane in ben 26 concerti, i nuovi brani del suo ultimo lavoro discografico, oltre alle grandi canzoni che hanno segnato la sua brillante carriera, dal debutto ad oggi. Sono infatti moltissime le hit di grande successo che hanno reso Nek uno fra gli artisti più amati dal pubblico e che gli hanno permesso di vendere oltre 10 milioni di dischi in carriera, incidendo e esibendosi sia in italiano che in spagnolo. Tra queste ricordiamo “Laura non C’è” (1997), “Sei Grande” (1997), “Se io non Avessi Te” (1998), “Se una Regola C’è” (1998), “Sei Solo Tu” (2002), “Almeno Stavolta” (2003), “Lascia che io sia” (2005), ed “Eclissi del Cuore” (2011), cover di Bonnie Tyler riarrangiata, duettata con L’Aura Abela, “Fatti Avanti Amore” (2015). Fra i prossimi concerti al Teatro Nuovo Giovanni da Udine i concerti dell’Hungarian Gypsy Symphony Orchestra (unica data italiana l’8 aprile), dei Pink Sonic con lo show “The Diamond Inside” (10 aprile), di Nino D’Angelo con “Concerto Anni ’80… e non solo” (13 aprile) e il musical delle fatine più amate, le Winx (19 aprile). Biglietti in vendita, tutte le info su www.azalea.it.

 

PER INFORMAZIONI SUL CONCERTO:

Azalea Promotion tel. +39 0431 510393 – www.azalea.it info@azalea.it




FRANCESCO DE GREGORI – Partito da Roma con uno strepitoso sold out il Vivavoce Tour

Venerdì 27 marzo 2015 l’atteso live di Pordenone

Biglietti ancora in vendita su Ticektone.it e nei punti autorizzati

 

“Regalare quello che il pubblico si aspetta, ma anche dire le cose che voglio io. Così ho costruito la scaletta. E quelle che ho cantato erano esattamente le canzoni che volevo fare”, semplicemente così Francesco De Gregori, che ha debuttato venerdì al Palalottomatica di Roma tutto esaurito con il “Vivavoce Tour”, di certo fra le tournée più attese di questo inizio 2015. Un De Gregori in grande forma quello visto a Roma, protagonista di un concerto pieno, emozionante, vivo, oltre due ore e mezza di musica con una scaletta che ha incluso tutti i suoi più grandi successi, uno dopo l’altro, in un crescendo di intensità fino ai bis con le hit senza tempo “Alice”, “La donna cannone” e “Rimmel”. Notizie che di certo faranno felici i fan, che potranno ammirare l’artista questa sera alle 21.00 in diretta su RTL 102,5 e sul canale 36 del digitale terrestre, per la seconda data del tour, dal Forum di Milano. Dopo Milano, mercoledì sarà la volta di Firenze prima dell’atteso arrivo di De Gregori in Friuli Venezia Giulia, per un unico concerto, venerdì 27 marzo al Palasport Forum di Pordenone (inizio alle 21.00), per l’evento organizzato da Azalea Promotion, in Collaborazione con il Comune di Pordenone, La Regione Friuli Venezia Giulia e F&P Group e inserito nel pacchetto “Music&Live” dell’Agenzia TurismoFVG. I biglietti per lo spettacolo sono ancora in vendita su Ticketone.it e nei punti autorizzati. Per info www.azalea.it.

 

In avvicinamento alla data di Pordenone scopriamo qualche particolare in più relativamente allo show, a cominciare dalla band che accompagnerà Francesco De Gregori sul palco, un super gruppo di 10 musicisti composto da Guido Guglielminetti (basso e contrabbasso), Paolo Giovenchi (chitarre), Lucio Bardi (chitarre), Alessandro Valle (pedal steel guitar e mandolino), Alessandro Arianti (hammond e piano), Stefano Parenti (batteria), Elena Cirillo (violino e cori), Giorgio Tebaldi (trombone), Giancarlo Romani (tromba) e Stefano Ribeca (sax). Sul palco De Gregori presenterà dal vivo l’album “Vivavoce”, uscito a metà novembre, entrato direttamente nella top 5 dei più venduti e ora certificato disco di platino per le oltre 100 mila copie vendute. In “Vivavoce”, l’artista rivisita con arrangiamenti inediti 28 tra i brani del suo repertorio, canzoni divenute vere e proprie colonne sonore della storia della musica italiana. Prodotto da Guido Guglielminetti, “Vivavoce” contiene anche “Il futuro”, cover del brano “The future” di Leonard Cohen, che l’artista ha riadattato in italiano e proposto spesso live nei suoi concerti, ora per la prima volta in una versione registrata in studio. Nel doppio album anche una versione de “La ragazza e la miniera”, arrangiata e realizzata da Ambrogio Sparagna con l’Orchestra Popolare Italiana. Dopo “Alice” (cantato in duetto con Ligabue) e “La Donna Cannone” e “Generale”, è ora in rotazione radiofonica “La Leva Calcistica della Classe ‘68”, quarto singolo estratto da “Vivavoce”. Dei giorni scorsi invece un altro importante annuncio di De Gregori, quello del concerto in programma il prossimo 22 settembre all’Arena di Verona. Un appuntamento storico, un grande concerto evento che celbrerà il 40° anniversario dall’uscita del suo album più famose “Rimmel”, che verrà per l’occasione riproposto interamente. Tra i tanti e importanti ospiti già confermati, oltre a Malika Ayane, Caparezza e Elisa, anche Fedez, atteso in regione venerdì 10 luglio per “Live in Trieste”.

Dopo il concerto del cantautore romano, il Palasport Forum di Pordenone vedrà, sabato 25 aprile, un altro grande spettacolo, quello dei Negrita, rock band fra le più influenti della scena italiana degli ultimi 20 anni. Tutte le informazioni su www.azalea.it .