ROY PACI e ANASTACIA nel weekend a Tarvisio: i primi due grandi concerti del 20° No Borders Music Festival

Trombe, ottoni, ritmi incalzanti, danze sfrenate tra patchanka e ska, migliaia di giovani e meno giovani da Italia, Austria e Slovenia, tutto questo domani sera, sabato 25 luglio, con il grande concerto a ingresso gratuito di Roy Paci e gli Arestuska a Tarvisio in piazza Unitàper la prima serata della storica ventesima edizione del No Borders Music Festival. Il concerto inizierà alle ore 21:15 e in caso di maltempo si terrà al Palazzetto dello Sport di Tarvisio. Giunge a un traguardo importante – la ventesima edizione – il celebre festival organizzato dal Consorzio di Promozione Turistica del Tarvisiano, Sella Nevea e Passo Pramollo che negli anni, con proposte musicali che cavalcano e spesso anticipano le mode, si è affermato come una tra le principali rassegne musicali nell’intero Nordest valorizzando oltretutto la musica quale forma di cultura e mezzo di comunicazione, in grado di essere compreso da tutti oltre i confini etnici, linguistici, sociali e geografici in un comprensorio davvero unico, quello del Tarvisiano, posto in suggestivi scenari naturali tra Friuli Venezia Giulia, Austria e Slovenia.

L’eclettico trombettista siciliano conosciuto in tutto il mondo anche per la collaborazione con Manu Chao e Mike Patton ritorna a Tarvisio dopo l’indimenticabile concerto del 2001 del tour di Radio Bemba proprio con il cantastorie francese. Accompagnato dal suo inseparabile gruppo, gli Arestuka, Roy Paci guiderà il pubblico all’interno di un viaggio tra latitudini musicali differenti ripercorrendo la sua incredibile carriera influenzata da sonorità ska, rock steady, soul, funk e anche melodie mediterranee, tutte caratterizzate sempre da vibrazioni positive e serenità costante. Sarà una vera serata di festa oltre i confini.

anastaciaDomenica 26 luglio invece il No Borders Music Festival ospiterà la penultima tappa italiana del tour della resurrezione (Resurrection Tour) di Anastacia, la regina bianca del soul con la voce black ritornata sulle scene in grandissima forma saltando, cantando e ballando su tacchi da capogiro per quasi due ore, ottenendo l’apprezzamento della critica e del pubblico in tutti i concerti delle ultime settimane in Italia e in Europa. Il concerto di Anastacia (inizio ore 21:15) si terrà sul palco di piazza Unità a Tarvisio, i biglietti sono ancora acquistabili online su Ticketone.it, nei punti vendita autorizzati e domenica anche alle casse del festival.

 

Il festival proseguirà poi domenica 2 agosto, sempre a Tarvisio in piazza Unità, con il concerto più atteso, quello dei 2Cellos, le due rockstar mondiali del violoncello, autentico fenomeno planetario degli ultimi anni che dapprima hanno conquistato il grande pubblico sulla rete e poi sui più importanti palchi di tutto il mondo con le loro inarrivabili rivisitazioni dei grandi successi al violoncello e con le loro mirabolanti performance ad alto tasso di energia. Ci sarà anche un prima e un dopo: alle 21:00 la serata sarà aperta dal rock folk intimo del songwriter emergente The Leading Guy e, dopo l’atteso live dei 2Cellos, ci sarà anche il dj set di Albert Marzinotto, astro nascente della consolle che si è aggiudicato il talent show “Top Dj” e ha suonato prima di Jovanotti negli stadi di Milano e Roma. Nell’ultimo weekend, quello di sabato 8 e domenica 9 agosto, il festival si trasferirà invece in due dei scenari naturali più belli di tutto il territorio per due suggestivi concerti pomeridiani (inizio ore 14:00) immersi nella natura: ai Laghi di Fusine arriverà il pianista compositore Remo Anzovino, considerato da critica e pubblico uno dei più originali musicisti contemporanei, mentre in alta quota, al Rifugio Gilberti (1.850 mt), si esibirà il cantautore britannico di origini italiane Jack Savoretti, una delle novità più interessanti nell’ultimo anno della scena musicale internazionale. Tutte le informazioni sono consultabili sul sito www.nobordersmusicfestival.com  

 

Il No Borders Music Festival è organizzato dal Consorzio di Promozione Turistica del Tarvisiano, Sella Nevea e Passo Pramollo e Azalea Promotion, in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia, la Provincia di Udine, il Comune di Tarvisio, TurismoFVG, Banca Popolare Friuladria, Allianz Assicurazioni, Moroso e Zenit srl.

 

Ecco il calendario completo: 

  • SABATO 25 LUGLIO, ore 21:15: ROY PACI & ARETUSKA @ TARVISIO, Piazza Unità – ingresso gratuito – in caso di maltempo il concerto si terrà al Palazzetto dello Sport di Tarvisio
  • DOMENICA 26 LUGLIO, ore 21:15: ANASTACIA @ TARVISIO, Piazza Unità – biglietti in vendita su Ticketone.it
  • DOMENICA 2 AGOSTO, ore 21:15 : 2CELLOS @ TARVISIO, Piazza Unità – Opening act: The Leading Guy – AftershoW: dj Albert Marzinotto – biglietti in vendita su Ticketone.it
  • SABATO 8 AGOSTO, ore 14:00: REMO ANZOVINO @ TARVISIO, Laghi di Fusine – ingresso gratuito
  • DOMENICA 9 AGOSTO, ore 14:00: JACK SAVORETTI @ SELLA NEVEA, Rifugio Gilberti – ingresso gratuito



CIVIDALE : Mittelfest, in arrivo la musica del ‘Tartini’ Eventi a Udine

La musica del Conservatorio Tartini declinata in cinque concerti nell’arco di otto giorni, da venerdì 24 a venerdì 31 luglio, sul palcoscenico dei grandi festival musicali dell’estate in Friuli Venezia Giulia: sarà innanzitutto Mittelfest 2015 ad accogliere tre proposte nel corso dell’ultimo week end di luglio.

Gruppo Percussioni Trieste,

Gruppo Percussioni Trieste,

Venerdì 24, alle 20 nella Chiesa di San Francesco, appuntamento con il Gruppo Percussioni Trieste, la compagine preparata e diretta da Fabián Pérez Tedesco, formata dagli allievi della classe di percussioni del Conservatorio Tartini. L’Ensemble ha già al suo attivo diversi concerti sia in Italia che all’estero, il suo repertorio varia in ogni genere, dalla musica popolare a quella classica, dal contemporaneo al jazz.

Sabato 25 luglio, alle 11 al Museo Archeologico di Piazza Duomo, di scena lo Zari percussion Duo, composto da Alex Kuret e Denis Zupin, entrambi allievi della classe di percussioni di Fabián Pérez Tedesco. Il Duo Zari, vincitore del Premio delle Arti nel 2013, si è formato nel novembre 2012 e sostiene un’intensa attività concertistica in Italia ed all’estero, partecipando a diversi concorsi. In particolar modo ha preso parte al concorso internazionale Svirel 2013 (Slovenia) ottenendo il primo premio assoluto e tre premi speciali, e fra i numerosi riconoscimenti di questi anni ha conseguito il primo premio assoluto al Quarto Concorso Musicale Città di Firenze, ottenendo anche il premio Crescendo assegnato al miglior gruppo da camera. Ha suonato in prestigiosi teatri e sale da concerto in Italia ed all’estero, come il Salone dei Cinquecento al Palazzo Vecchio di Firenze.

Carolina Pérez Tedesco e Cecilia Barucca Sebastiani

Carolina Pérez Tedesco e Cecilia Barucca Sebastiani

Infine domenica 26 luglio, ulteriore matinée musicale in cartellone a Mittelfest, sempre alle 11 al Museo Archeologico: protagonista darà il Duo pianoforte – violoncello composto da Carolina Pérez Tedesco e Cecilia Barucca Sebastiani, impegnate su musiche di Robert Schumann (Fünf Stücke im Volkston, Op. 102), Richard Strauss (Sonata in fa maggiore per violoncello e pianoforte, op. 6) e Fabian Perez Tedesco (L’Aquilone). Carolina Pérez Tedesco nata a Trieste nel 1990, ha iniziato lo studio del pianoforte all’età di sei anni. Si forma in Conservatorio nella classe di Teresa Trevisan, e ha seguito corsi al Mozarteum di Salisburgo, all’Accademia Musicale di Firenze e a Parigi, presso la Schola Cantorum e il Conservatorio Rachmaninoff. Ha studiato al Konservatorium di Vienna, nell’ambito del progetto Erasmus. Nel 2012 ha conseguito il Diploma Accademico di I livello con la votazione di 110 e lode e sta attualmente ultimando il Biennio Specialistico di II livello. Ha tenuto dei recital per Università di Musica di Buenos Aires (IUNA) e dell’AMIA. Ha partecipato al Progetto Europeo “Echos. Ha all’attivo registrazioni per la casa discografica AudioArs.

 

Mittelfest, il programma del 24 luglio 2015 Eventi a Udine

Prima apertura di sipario alle 18.00 con il concerto del pianista franco tunisino Jean-Marc Luisada, interprete che “riveste la musica di una splendida malinconia, e scava in profondità nel sangue di chi ascolta”, come si esprime la stampa specializzata a proposito di questo pianista di sovrana eleganza.

Jean-Marc Luisada

Jean-Marc Luisada

Insuperabile quando sulla tastiera insegue Chopin, per Mittelfest Luisada ha voluto ampliare l’orizzonte del suo concerto con altre sue passioni – Mozart, Haydn, Schumann, Bizet, Debussy – piegati a un temperamento che non ha eguali.
Il teatro riserva un appuntamento d’eccezione (ore 20.00 Teatro Ristori): torna anche in questa edizione un lavoro su un testo del Premio Nobel Elfriede Jelinek. Il Teatrino Giullare adatta per la prima volta per il palcoscenico il romanzo Le amanti, un componimento delicato, feroce, comico, visionario, che smaschera la retorica sull’Amore: mistificazione ultima dell’essere umano, che non vuol vedere la povertà dei propri orizzonti…
A chiudere la giornata (ore 22.00 Chiesa di San Francesco) il primo dei due appuntamenti che Markus Stockhausen porta quest’anno al festival. Accanto alla sua tromba il santur meravigliosamente suonato da Alireza Mortazavi  che ha dedicato tutto il proprio a questo tipico strumento dell’antica Persia. Markus Stockhausen, “trombettista supremo” secondo il Times, è un improvvisatore nato, seguace di ciò che lui stesso definisce musica intuitiva. “Ci siamo incontrati l’anno scorso, in occasione del capodanno iraniano, spiega. Il santur e la tromba ci sono sembrati andare incredibilmente d’accordo. Abbiamo deciso di suonare insieme”.

Atteso per sabato il concerto A hymn to the water, un progetto speciale, un inno all’acqua  che lo stesso Stockhausen riserva quest’anno a Mittelfest mettendosi alla testa di quattordici bande dell’ANBIMA FVG: l’associazione che da sessant’’anni raccoglie i gruppi bandistici autonomi che operano in questa Regione.“




ULTIMI APPUNTAMENTI A LIGNANO PER One Love World Reggae Festival 2015

Sta per concludersi la terza edizione del One Love Festival, il principale raduno reggae italiano, che si concluderà il 26 luglio 2015 a Latisana (UD) e nei  10 giorni di musica  a offerto l’esibizione di famosi artisti internazionali delle scene Reggae e World Music. Quest’anno il One Love Festival ha evidenziato i grandi temi cari alla Madre Terra con uno spazio ad hoc denominato “Green Area”. Tutto prosegue  a pochi minuti dalle magnifiche spiagge di Lignano Sabbiadoro.

Oggi venerdì 24 sarà la volta di MR VEGAS  dei  GROUNDATION e di  PATOIS BROTHERS

L’arrivo dell’estate è sinonimo di sole, mare, vacanze e ovviamente di hit musicali. Ogni anno qualche tormentone ci accompagna per tutta la stagione e questo

mr vegas

mr vegas

avviene anche per il reggae. A livello internazionale il re indiscusso delle hit estive è senza dubbio Mr Vegas.Il noto dj giamaicano riuscì a farci ballare nell’estate 2012 con Sweet Jamaica, il successone che lo vedeva insieme con Shaggy e Josey Wales, ed esattamente un anno dopo con la più coinvolgente Bruk it Down. Nel 2014, dal suo ultimo disco Reggae Euphoria, venne estratta nel mese di agosto la bella ballata My Jam, rilanciata con forza pochi mesi fa con la preziosa feat di Pitbull. Questa estate proprio My Jam si contenderà l’ambito titolo di tormentone 2015 con un altro brano di Mr Vegas: stiamo parlando del nuovo singolo Give Thanks for Life, pubblicato il 5 giugno e accompagnato da un video, girato a Kingston da Jay Will, in cui ballerine e ballerini ci propongono passi di ballo sensazionali. Mr Vegas  impegnato a luglio in un tour europeo sarà  anche in Italia: tappa imperdibile al One Love Festival, venerdì 24 luglio.

Shaggy

Shaggy

Sabato sera 25 luglio sarà la bomba di un’altra icona reggae : SHAGGY Orville Richard Burrell (questo il vero nome di Shaggy), è originario della Giamaica, ma cresce a Flatbush, Brooklyn. Arruolatosi nella U.S.Army (è stato in Kuwait per la missione chiamata “Desert Storm”), Shaggy coltiva però un grande interesse per la musica e l’incontro con il manager Robert Livingston è determinante per coronare il suo sogno di diventare un artista. Dopo la registrazione di una prima canzone dal titolo “Big up”, Shaggy realizza “Oh Carolina” che gli procura un contratto discografico con la Virgin UK e il suo primo successo internazionale. La canzone, una cover di Prince Buster, viene poi inserita nella colonna sonora del film “Sliver”, nel ’93, oltre che nell’album d’esordio di Shaggy, PURE PLEASURE. Seguono ORIGINAL DOBERMAN (1994) e MIDNITE LOVER (1997).La musica di Shaggy finisce poi anche in altre colonne sonore, come quella del film “How Stella got a groove back” (1998): la canzone, in duetto con Janet Jackson, si intitola “Luv me, luv me”. Nel 1999 è il turno della colonna sonora di “For the love of the game”, con la canzone “Hope”. Entrambi i brani vengono poi inclusi in HOT SHOT, l’album del 2000 da cui è tratto il singolo “It wasn’t me”, che, dopo alcune difficoltà iniziali, riesce a riportare Mr Boombastic agli onori delle classifiche di vendite. Nel 2002 Shaggy vince tre premi ai World Music Awards, nelle categorie Best Selling Male (il suo album, nel frattempo, ha venduto 10 milioni di copie in tutto il mondo), R&B Male e Pop Male Artist. Nel novembre del 2002 esce l’album LUCKY DAY. Tre anni dopo arriva CLOTHES DROP, che però è un mezzo flop.Nel 2006 Shaggy pubblica in Giamaica “Reggae vibes”, canzone che lo vede in veste di cantante e non di rapper. La canzone viene poi inclusa in INTOXICATION, che esce nel 2007. Sempre sabato sera saranno in pedana anche JAH SUN / ESPANA CIRCO ESTE dancehall with SUPERSONIC.

Ancora domenica appuntamenti con MELLOW MOOD / CATCH A FYAH / PLAYA DESNUDA dancehall with NORTHERN LIGHT + RED STORM




Il Coro Polifonico S. Antonio Abate di Cordenons invitato al Festival International Choral en Provence

Tra i  cori internazionali (provenienti anche da Usa, Canada, Sudafrica e Cina) che quest’anno partecipano al ventesimo Festival International Choral en coro abateProvence, figura anche il Coro Polifonico S. Antonio Abate di Cordenons, invitato come coro d’eccellenza in prima fascia e impegnato dunque questo fine settimana in tre concerti. Un invito che conferma la qualità e la reputazione raggiunta dal coro, fondato e diretto da Monica Malachin, che nel suo ricco curriculum annovera la partecipazione a innumerevoli festival nazionali e internazionali dove ha sempre conquistato il podio, come primo, secondo o terzo premio. Di rilievo sono le tournée in Europa in veste di rappresentanti della coralità del Friuli Venezia Giulia, in particolare in Slovenia, Austria, Repubblica Ceca e Spagna. All’intensa l’attività concertistica – testimoniata dalla partecipazione a rassegne, festival, confronti corali – il coro affianca la formazione, che ha permesso negli anni di coro abate2selezionare una ventina di coristi specializzati, molti dei quali diplomati al Conservatorio e alcuni anche musicisti, provenienti da tutta la provincia e dal Veneto.  In Provenza – dove saranno ambasciatori delle Regione e del Comune di Cordenons  portano un repertorio realizzato ad hoc, che spazia dal rinascimento alla musica contemporanea. Per quanto riguarda il repertorio sacro si parte dal rinascimento italiano (con Giovanni Pierluigi da Palestrina) e spagnolo per fare un salto nel barocco con il veneziano Lotti, passare al romanticismo tedesco di Mendelssohn, Rheinberger e Liszt e approdare al contemporaneo nel norvegese Gjeilo e dell’italiano Molfino. Sul fronte profano la scelta è caduta sul tema amoroso e giocoso con una  selezione di brani dalla commedia harmonica La pazzia senile e dal Festino di Banchieri per arrivare ai Notturni di Mercadante dal repertorio napoletano del Settecento. Un repertorio vasto e diversificato in grado di valorizzare le qualità tecniche ed espressive raggiunte dal coro. Il gruppo annovera anche progetti policorali, in occasione dei quali affronta compositori e repertori poco noti, vantando prime assolute di Dipiazza, Donati, Koloss, Liszt – Janáček.

 




PORDENONE: ESTATE IN CITTA’ 24 luglio: raccontare il deserto, teatro in giardino, cinema, le uccelle

moha mallalIl cantante e compositore berbero Mohamed Mallal è l’artista che chiuderà dal punto di vista musicale il Festival “Raccontare il deserto-tinawen tenere” edizione 2015 –  organizzato dall’Associazione via Montereale coadiuvata da Il Mondo Tuareg, Pnbox e il Comune di Pordenone con l’ausilio della Fondazione Crup e della Bcc Pordenonese nell’ambito dell’Estate in Città – dedicato ai molteplici suoni dell’Africa. Dopo il successo di Sidiki Camara che ha fatto ballare gli spettatori con il suo travolgente tamburo è dunque la volta, venerdì 23 luglio nel chiostro di San Francesco alle 21,30, della musica e della cultura berbera con un artista eclettico che è cantautore, poeta, fumettista, produttore discografico, di etnia berbera e di lingua madre tamazight. Nato nel sud est del Marocco  Mohamed Mallal si è laureato in Storia dell’arte ed è professore di belle arti. Fondatore dell’associazione  Tazra Art è ospite fisso alla Scuola di Belle Arti di Grenoble, in Francia. Ha pubblicato 8 album musicali e un libro di poesie. E’ molto attivo anche politicamente per diffondere la cultura berbera, che è una delle più antiche dell’Africa , da cui provengono anche i Tuareg. Prima di Mallal, alle 18,30, nella chiesa di San Francesco verrà proiettato il film “Timbuctu”, una straordinaria storia che rivela alcune caratteristiche peculiari del popolo Tuareg per la regia di regia di Abderrahmane Sissako. Un film da non perdere per meglio comprendere il significato di integrazione cui punta la sensibilizzazione promossa da molti anni dall’associazione “via Montereale”. 

Il Teatro per corti e per giardini a cura della Scuola Sperimentale dell’Attore nell’ambito dell’Estate in Città comincia venerdì 24 luglio, alle 19.00, nel parco della Casa della Madonna Pellegrina, in collaborazione Caritas diocesana e associazione Nuovi Vicini con “Le storie di Pulcinella e della Gegia”, spettacolo La Gegia e Pulcinellacomico liberamente tratto dalle favole di. Basile. Protagoniste sono Lucia Zaghet e Giulia Colussi, con la regia di Ferruccio Merisi. Lo spettacolo è un omaggio ai narratori di piazza di una volta, qui rappresentati da una coppia famosa, Pulcinella e la sua innamorata, talmente affiatati da muoversi spesso all’unisono. Allo stesso tempo lo spettacolo è moderno, in modo da rappresentare l’ideale dell’attore “magico” che parla, canta, balla e passa da un personaggio all’altro. Sarà un viaggio senza tempo nell’universo popolare della povertà, del coraggio, della furbizia, della fortuna e della magia.

In piazzetta Calderari – per Estate in città – venerdì 24 luglio alle 21.30 il Cinema sotto le stelle di Cinemazero propone il brillante esordio alla regia di Edoardo Facone: “Se Dio Vuole”, con Marco Giallini ed Alessandro Gassman insieme a duettare su questa intelligente commedia. “Se Dio Vuole” vede Tommaso, cardiochirurgo di fama e uomo dalle certezze assolute, entrare in crisi quando il figlio Andrea, promettente studente di medicina che credeva prepararsi a seguire le orme paterne, annuncia di volersi fare prete. A ispirarlo sembra sia un certo Don Pietro, con cui Tommaso inizierà una “battaglia” senza esclusione di colpi. Un film originale dai dialoghi brillanti, per una commedia capace di misurarsi con leggerezza e profondità con il tema del divino, grazie all’umanità e alla credibilità dei due personaggi principali. Edoardo Falcone affronta una storia di famiglia e scelte senza mai ricadere nel banale, sostenuto da una sceneggiatura – scritta da lui – molto solida, farcita da battute mai scontate, che funzionano alla perfezione. Il ritmo è teatrale, comico, senza rinunciare ad essere riflessivo, regalando allo spettatore una serata spensierata in compagnia di un racconto intelligente. I biglietti saranno disponibili direttamente in piazza Calderari da mezz’ora prima dello spettacolo, al prezzi di: 3 euro interi, 2 euro ridotti per ragazzi dai 12 ai 18 e over 65, abbonamento 10 ingressi a 25 euro, mentre l’ingresso per i bambini fino a 12 anni è gratis.

 

uccelleVenerdì 24 luglio nell’area verde del castello di Torre alle 21.15, per l’Estate in Città cominciano le repliche de Le Uccelle, spettacolo del Teatro a la coque, per la regia di Eugenio Allegri, liberamente ispirato a Gli uccelli di Aristofane, con Carla Manzon, Maria Grazia di Donato, Paolo De Zan, Anna Nigro, Stefania Petrone, Enzo Samaritani. Il testo è stato riscritto e adattato alla conformazione del gruppo guardando all’attualità attraverso lo sguardo esilarante della antica commedia greca, satirica e fantasiosa. In Aristofane a scappare dalla città erano due ateniesi, delusi dalle istituzioni, dalla politica, dalle proprie misere condizioni, per andare dagli uccelli, primi signori del cielo, ora diseredati, per convincerli a fondare una città, forte e invincibile, che li proteggesse dallo strapotere degli Dei usurpatori del loro primato aiutandoli a ritrovare dignità e ricchezza. Oggi a scappare dalle nostre città aride, incolori, luoghi sovente di disperazione, sono o potrebbero essere le donne: scappano o potrebbero scappare dai bunga bunga, dallo stalking, dalla mercificazione del loro corpo, dalle discriminazioni maschiliste, dai sogni che svaniscono, da stipendi dimezzati, da fatiche raddoppiate, da servizi inesistenti, da gravidanze calmierate, dalla femminilità negata, da violenza continuata. Tutti argomenti raccontati attraverso il riso, l’ironia, il sarcasmo e lo sberleffo, dove le donne possono finalmente dire la loro. Scene e costumi: Ilaria Bomben. Luci e fonica : Stefano Avon. Repliche anche sabato 25 e domenica 26 luglio. In caso di pioggia c’è la Bastia del Castello. Info e prenotazioni: teatroalacoquepn@libero.it.




PERCOTO CANTA – Tutto pronto per la grande finale di Sabato 25 luglio a Villa Frattina Caiselli

LA FINALE

Ore 19.00: Porte aperte

Ore 21.00: Inizio spettacolo

 

Si svolgerà sabato 25 luglio, nel parco di Villa Frattina – Caiselli a Percoto di Pavia di Udine, la grande serata finale della 28esima edizione di Percoto Canta, concorso canoro organizzato dall’omonima Associazione Culturale Musicale, capace ogni anno di attirare voci da tutta Italia. Un appuntamento importante, fra i più sentiti dell’estate musicale del Friuli Venezia Giulia. In palio il titolo per le tre categorie in gara: Junior, Senior e Cantautori, e l’assegnazione di borse di studio per un totale di 2 mila e cinquecento Euro. Venti i protagonisti della serata finale, voci che hanno saputo superare l’ardua fase di selezione. Di grande lustro sarà anche quest’anno la giuria di qualità formata da: Giò Di Tonno, cantautore già vincitore di Sanremo e acclamato protagonista di musical di successo come “Notre Dame de Paris”, Fio Zanotti, fra i più grandi arrangiatori e direttori d’orchestra della musica italiana e L’Aura, fra le figure più interessanti del cantautorato italiano. Le porte di Villa Caiselli apriranno al pubblico alle 19.00, con la possibilità di cenare nei fornitissimi chioschi enogastronomici. Lo spettacolo della finalissima inizierà alle ore 21.00 e vedrà la conduzione della giornalista di Sky, Giorgia Bortolossi, coadiuvata dalla simpatia e bravura dei comici Trigeminus. Ospite della serata anche il cantautore friulano Loris Vescovo, Targa Tenco 2015 per il “Miglior Album scritto in Lingua Minoritaria”. A elevare anche quest’anno la manifestazione ad un altissimo livello ci penserà l’orchestra diretta dal Mo. Nevio Lestuzzi, un aspetto che conferisce grande prestigio alla manifestazione e regala un’esperienza unica ai concorrenti; Percoto Canta è infatti uno dei pochi concorsi in Italia a poter contare dell’accompagnamento orchestrale. Anche per questa ragione e per poter proseguire il suo viaggio mantenendo standard qualitativi alti, la serata finale vedrà richiesto un piccolo contributo al pubblico di 5 Euro, ingresso libero invece per under 16. Ma veniamo ai veri protagonisti della serata, i concorrenti; per la categoria Junior: Cometti Roberta, Johnston Arabella, Curti Maria Francesca, Di Salvo Chiara, Paolin Annalisa. Per i Senior: Bernardi Michela, Brocca Marina Giulia, Levi Federica, Marchesan Mattia, Martello Federico, Natalini Roberta, Pavan Anna, Polizzy Anna, Russo Elisabetta, Toniato Virginia, Per i Cantautori: Arpellino Elisabetta, Fontanel Davide, Licata Caterina, Nanco, Pavan Luca. La grande festa finale di Percoto Canta inizierà già dalla serata di venerdì 24 luglio con la finale del workshop “Start Up Band Contest”, in collaborazione con la Future Factory della Banca di Manzano, che ha visto nelle scorse settimane 10 gruppi musicali affrontare un percorso di lezioni tenute da professionisti del mondo della musica. Le migliori 5 band selezionate sono state Io Lessie & il Super Io, Heart’s Groove, Paper Rose, Hadeon e Amazing Grace, che si affronteranno ora sul palco di Villa Frattina Caiselli venerdì. www.percotocanta.it




Domani i SUBSONICA in concerto per la prima grande notte del 55° FESTIVAL DI MAJANO. Week end ricco di appuntamenti

Prevista per domani, venerdì 24 luglio alle 19.00, la cerimonia di inaugurazione del 55° Festival di Majano, la prestigiosa rassegna che vedrà, fino al 16 agosto, un ricco programma di concerti di spessore internazionale, iniziative culturali, sportive enogastronomiche e artistiche di ogni genere per quello che si conferma come il più grande contenitore di eventi estivi del Friuli Venezia Giulia. Appuntamento di punta della prima giornata sarà l’attesissimo concerto dei Subsonica, il gruppo simbolo della musica rock elettronica italiana, che porterà a Majano l’unico concerto in Friuli Venezia Giulia parte del fortunato tour di “Una Nave in Una Foresta”. I biglietti per lo spettacolo, organizzato da Pro Majano e Zeint srl, in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia e l’Agenzia TurismoFVG, saranno ancora in vendita domani alla cassa del Festival dalle 18.00 (prezzo unico a 20 Euro). Tutte le informazioni su www.azalea.it .

Il nuovo album, il tour invernale quasi sempre sold out, il “Subsonica Day” che li ha visti incontrare i fan virtualmente nei cinema italiani…. E’ davvero un anno molto prolifico questo 2015 per i Subsonica, impegnati su moltissimi fronti. Fra tutto ciò non poteva certo mancare la dimensione live, aspetto che ha visto da sempre il gruppo dare il meglio di se stessi. Nei concerti estivi la band, che ha fatto della sperimentazione musicale il suo credo, sarà protagonista di un vero e proprio trionfo di musica e tecnologia grazie alla cura maniacale del suono e delle immagini, per un live intenso ed esplosivo. In scaletta ci sarà spazio per i brani storici e per le canzoni del nuovo album “Una nave in una foresta”, disco d’oro e lavoro fra i più apprezzati dell’anno, in un crescendo di emozioni ed energia. Ma veniamo agli orari utili della serata: alle 18.00 apriranno le biglietterie mentre l’accesso al pubblico nell’area concerto sarà alle 19.30. Dalle 21.00 il support act della cantante e produttrice musicale, Selene, che scalderà il pubblico con il suo sound system dance, pop ed elettronico. La serata entrerà ufficialmente nel vivo dalle 22.00 con l’esibizione dei Subsonica, che renderanno unica questa prima grande serata in musica al Festival di Majano. Completano il programma musicale del Festival i live di Litfiba (31 luglio), I Musici di Francesco Guccini (7 agosto), Lacuna Coil (8 agosto), Trivium (12 agosto) e il tributo a Ligabue “Tra Palco & Realtà” (14 agosto).

E tantissimi saranno gli appuntamenti del weekend al Festival di Majano, tra cui l’inaugurazione della mostra personale del pittore e scultore Darmo Brusini, membro della cosiddetta “avanguardia friulana” scomparso a 104 anni, visitabile allo spazio d’arte Ciro Di Pers. Sabato 25 luglio alle 18.00 in programma l’aperitivo con l’autore a cura dell’associazione Majano c’è 1.5.9 in cui lo scrittore Massimiliano Santarossa presenterà al pubblico il suo libro “Metropolis”. Sport e motori protagonisti sabato e domenica 25 e 26 luglio con l’8° Rally di Majano, organizzato in collaborazione con la scuderia Sport & Joy, edizione da record con 92 equipaggi che si daranno battaglia per il titolo. Esibizioni di danza, giochi per bambini, musica e un’offerta gastronomica di primissimo livello completano poi il primo grande fine settimana del 55° Festival di Majano. Per tutte le informazioni e per il programma completo visitare il sito www.promajano.it .

Il Festival di Majanoè organizzato dalla Pro Majano, in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia, TurismoFVG, il Comune di Majano, la Provincia di Udine, l’Associazione regionale tra le Pro Loco, la Comunità Collinare del Friuli, il Consorzio tra le Pro Loco della Comunità Collinare. Tutte le info su www.promajano.it .

 




POESIA IN MUSICA NELLA CALDA NOTTE UDINESE

30 gradi al Castello di Udine ed il popolo friulano, bevendo bibite fresche ma non fredde e non uscendo nelle ore più calde della giornata, per questo ovviamente si fanno i concerti alla sera, si presenta in massa a ore di straordinaria musica!

Il concerto proposto, organizzato da Zenit srl e Associazione Culturale Euritmica, in collaborazione con il Comune di Udine e la Regione Friuli Venezia Giulia, nell’ambito della rassegna “Udine Vola” e inserito nel calendario della 25a edizione di Udin&Jazz vede Stefano Bollani accompagnato da tre super jazzisti per celebrare un grande della musica contemporanea, Frank Zappa, a 22 anni dalla sua morte.

Bollani porta sul palco, assieme a Jason Adasiewicz al vibrafono, Paul Santner al contrabbasso e Jim Black alla batteria, il suo “Bollani Sheik Yer Zappa” che prende il nome da un grande disco del 1979, “Sheik Yerbuti“, nel quale Zappa se la prendeva con buona parte del mercato pop di quegli anni.

imageLa serata udinese si apre con un’artista friulana, Laura Furci, con un’artista friulana, Laura Furci, che nel pre Bollani scalda il pubblico (si fa per dire visto il tenore della serata), in modo elegante ed intelligente presentano i suoi lavori ricchi di testi verso il mondo e verso se stessa che parlano di “pensare con la propria testa” e di “non arrendersi” che fanno apparire una giovane ragazza al tempo stesso semplice ma anche molto profonda con parole e musica non banali che l’hanno portata ad esibirsi a New York, Berlino ma anche in Spagna ed in Italia. Peccato non sia particolarmente conosciuta al pubblico “nostrano” ma come spesso accade pochi sono i profeti in patria, ma il concerto di Bollani l’ha fatta conoscere ad un pubblico che ha colto il suo modo di raccontarsi e di vivere, come lei stessa ha detto sul palco, un bel momento e una serata felice.

Lo spettacolare appuntamento con la musica prosegue con l’ingresso di Bollani e degli altri musicisti capaci di far sognare il pubblico udinese. Lo spettacolo dei 4 è sia musicale perché il concerto è improvvisato quindi neppure loro sanno bene dove vanno a finire i vari pezzi proposti, ma anche per gli occhi con un Bollani che sembra danzare con il piano. E gli altri non sono affatto da meno, strumenti a parte. Il milanese/fiorentino si lancia poi nel canto di una canzone di Zappa dimostrando una presenza scenica, unita ad un’eleganza che fa del pezzo qualcosa di unico. La parte musicale è fantastica, con un mix unico, cambi di ritmi repentini, sorprese varie per il pubblico ma anche per gli stessi artisti, come quando Bollani canta pezzi famosi italiani mentre gli altri continuano ad improvvisare sulle note scritte da Zappa.

Ad un certo punto stop a Zappa, e spazio ad un autore vivente, Bollani, come si presenta da solo. Inizia in solitaria suonando la sua musica per poi chiamare in causa Adasiewiz, Santner e Black per continuare l'”esibizione di gruppo” per un puzzle musicale dalle tinte forti e dal risultato straordinario. Il finale è un tripudio di musica e colori con il pubblico che resta estasiato dalle mani di Bollani sul pianoforte e dalle mescolanze musicali che rendono ogni pezzo imageunico nel suo genere, e sempre più particolare. L’artista non disdegna qualche battuta come quando parla del disco che nasce da questo progetto i “cui proventi saranno destinati alle famiglie e agli amici degli artisti che l’hanno fatto” invitando il pubblico “a comprare il cd se è piaciuto il concerto, ma anche se non è piaciuto perché è tutto improvvisato”.

Il bis con cui si chiude uno degli appuntamenti estivi più interessanti è “I have been in you” di Zappa con Bollani da solo sul palco che inizia a cantare ed i musicisti che ad un certo punto gli “corrono dietro” con la voce dalla scalinata del castello per poi scendere sul palcoscenico e continuare nel filo conduttore della serata, quell’improvvisazione che regala una straordinaria magia in una calda ed affascinante serata estiva udinese.

Rudi Buset
@RIPRODUZIONE RISERVATA
rudibuset@live.it




NOVITA’ DELL’ULTIMA ORA!! Luigi Grechi, il fratello di Francesco De Gregori duetta sul palco di Udine

A sorpresa: con il cantautore, sul palcoscenico di Udine, anche Luigi Grechi, il fratello di Francesco De Gregori, duetta con lui in alcuni brani

I biglietti sono disponibili in prevendita su www.vivaticket.it, www.ticketone.it e negli uffici di Euritmica (via Percoto, 2 – Udine).
Biglietti disponibili anche la sera del concerto: la biglietteria apre alle ore 19

“Vivavoce” è il tour che sta spopolando nelle migliori piazze italiane e che prende spunto dall’omonima, fortunatissima uscita discografica che lo stesso De Gregori definisce “il disco che avevo in mente da una vita” (prodotto da Guido Guglieminetti). Si tratta di un doppio album dei record: uscito a metà novembre, è entrato De Gregori_Daniele Barraco©direttamente nella top 5 dei più venduti, conquistando anche il disco di platino per le oltre 50 mila copie vendute. Con quelle canzoni, che hanno fatto vibrare generazioni di giovani (e meno giovani) Francesco De Gregori è pronto a far sognare la platea del Castello di Udine, mercoledì 22 luglio, alle 21.30.

E recentissima è anche un’ulteriore notizia! Come già a Roma alla Cavea – Auditorium di Parco della Musica, Francesco De Gregori porta con sé a Udine una gradita sorpresa: ad affiancarlo in alcuni brani, infatti, è il fratello Luigi Grechi. Grechi, riconosciuta firma italiana del folk e dell’alt country (come si evince dall’ultima uscita discografica, la raccolta “Tutto quel che ho 2003-2013”), è una “memoria storica” della musica italiana (diresse il “Folkstudio Giovani” a fine anni Sessanta) ed è anche l’autore di “Il bandito e il campione”, celebre canzone portata alla ribalta proprio da Francesco e Premio Tenco come miglior canzone del 1993.

Francesco De Gregori è davvero un mito, per il nostro Paese; un personaggio universale, che ha scritto e continua a scrivere la storia italiana con le sue canzoni e che fa vivere e rivivere le più grandi Piazzale Castello Udineemozioni che hanno segnato intimamente – senza soluzione di continuità – molte generazioni di persone.
Questo è il “VIVAVOCE TOUR 2015, che grazie all’Associazione Culturale Euritmica, in collaborazione con il Comune di Udine e con Azalea Promotion, arriva al Castello di Udine, mercoledì 22 luglio alle 21.30. Il tour – che sta già ottenendo consensi in tutta Italia e che a Udine conta la sua UNICA TAPPA ESTIVA DEL NORDEST – presenta l’omonimo “Vivavoce”, doppio album certificato disco di platino  (certificazioni FIMI/GFK Retail and Technology Italia) dove rivisita con arrangiamenti inediti 28 tra i più importanti e significativi brani del suo repertorio.

Con De Gregori, sul palcoscenico, una band nutrita e composta da grandi musicisti: Guido Guglielminetti (basso e contrabbasso), Paolo Giovenchi (chitarre), Lucio Bardi (chitarre), Alessandro Valle (pedal steel guitar e mandolino), Alessandro Arianti (hammond e piano),Stefano Parenti (batteria), Elena Cirillo (violino e cori), Giorgio Tebaldi (trombone), Giancarlo Romani (tromba) e Stefano Ribeca (sax).

Prodotto da Guido Guglielminetti, “VIVAVOCE” (Caravan/Sony Music) è un prodotto di vero pregio, e ricco di “chicche” per i fans di De Gregori: contiene “Il futuro”, cover del brano “The future” di Leonard Cohen, che De Gregori ha riadattato in italiano e proposto spesso live nei suoi concerti, ora per la prima volta in una versione registrata in studio. Il quarto singolo estratto dall’album (dopo “Alice”, in una nuova versione cantata in duetto con Ligabue, “La donna cannone”, in una nuova versione che vede la collaborazione di Nicola Piovani che ne ha arrangiato e diretto gli archi, e “Generale“), in rotazione radiofonica, è “La leva calcistica della classe ’68”, un vero un “cult” della produzione del cantautore, riproposta e riarrangiata finemente in una nuova versione.




20° NO BORDERS MUSIC FESTIVAL

UN CAST STELLARE PER LA VENTESIMA STORICA EDIZIONE DEL FESTIVAL CHE VALORIZZA LA MUSICA

COME FORMA CULTURALE E MEZZO DI COMUNICAZIONE IN GRADO DI ESSERE COMPRESO DA TUTTI OLTRE I CONFINI ETNICI, LINGUISTICI,

SOCIALI E GEOGRAFICI, RIFLETTENDO LA QUALITÀ DI UN COMPRENSORIO UNICO TRA ITALIA, AUSTRIA E SLOVENIA

#NOBORDERS2015

SABATO 25/7 (h 21.15): ROY PACI & ARETUSKA @ TARVISIO, PIAZZA UNITÀ (in caso di maltempo al Palazzetto dello Sport) – ingr. gratuito

DOMENICA 26/7 (h 21.15): ANASTACIA @ TARVISIO, PIAZZA UNITÀ – biglietti in vendita

DOMENICA 2/8 (h 21.15): 2CELLOS @ TARVISIO, PIAZZA UNITÀ (Opening act THE LEADING GUY – Aftershow DJ ALBERT MARZINOTTO) – biglietti in vendita

SABATO 8/8 (h. 14): REMO ANZOVINO @ LAGHI DI FUSINE – ingr. gratuito

DOMENICA 9/8 (h 14): JACK SAVORETTI @ RIFUGIO GILBERTI – ing. gratuit

 

 

DALLA WORLD MUSIC DI ROY PACI E GLI ARETUSKA AL FOLK ROCK DI JACK SAVORETTI IN ALTA QUOTA,

PASSANDO PER LE STAR MONDIALI PIÙ ATTESE, ANASTACIA E I 2CELLOS, E LE NOTE ELEGANTI DI REMO ANZOVINO AL LAGO DI FUSINE

 

UNA CORNICE ARCHITETTONICA INTIMA E DUE SUGGESTIVI CONTESTI NATURALI: IL FESTIVAL PRENDERÀ IL VIA IN CENTRO A TARVISIO IN PIAZZA UNITÀ

PER POI TRASFERIRSI AL LAGO SUPERIORE DI FUSINE E AL RIFUGIO GILBERTI A SELLA NEVEA

TUTTE LE INFO SU www.nobordersmusicfestival.com

 

 

Proponendo sempre concerti interessanti e originali, anticipando spesso le mode e le altre manifestazioni con nomi all’avanguardia,il No Borders Music Festival, organizzato dal Consorzio di Promozione Turistica del Tarvisiano, Sella Nevea e Passo Pramollo, si è affermato negli anni come una tra le principali rassegne musicali nell’intero Nordest e con un cast davvero stellare si conferma anche in questa ventesima storica edizione. Cinque nomi del panorama mondiale e nazionale per cinque generi musicali differenti in 3 suggestivi cornici con un unico obiettivo: valorizzare la musica quale forma di cultura e soprattutto mezzo di comunicazione, in grado di essere compreso da tutti oltre i confini etnici, linguistici, sociali e geografici in un comprensorio davvero unico, quello del Tarvisiano, posto in suggestivi scenari naturali tra Friuli Venezia Giulia, Austria e Slovenia.

 

Poster NoBorders2015Il 20° No Borders Music Festival prenderà il via sabato 25 luglio in Piazza Unità a Tarvisio con la patchanka e la world music di Roy Paci e suoi fedelissimi Aretuska: un concerto dai ritmi allegri e gioiosi, una grande festa aperta a tutti (ingresso gratuito) pensata per richiamare e unire il pubblico dei 3 confini che popolano il comprensorio del Tarvisiano. Il concerto inizierà alle 21:15 e in caso di maltempo si terrà al Palazzetto dello Sport di Tarvisio. Entrerà poi nel vivo domenica 26 luglio (ore 21:15), sempre sul palco di piazza Unità, con l’atteso ritorno di Anastacia e il suo tour della “resurrezione”. Dopo la malattia che l’ha tenuta lontana dai palchi per molti mesi, la regina bianca con la voce black è ritornata in gran forma saltando, cantando e ballando su tacchi da capogiro per quasi due ore in ogni concerto. Per domenica 2 agosto è invece fissato l’appuntamento sicuramente più richiesto dal pubblico, quello con i 2Cellos, le due rockstar mondiali del violoncello, autentico fenomeno planetario degli ultimi anni che dapprima hanno conquistato il grande pubblico sulla rete e poi sui più importanti 2cellos_pub_5767_photopalchi di tutto il mondo. Il nuovo show dei 2Cellos, che sono appena rientrati da 16 concerti tutti soldout in Giappone, Corea del Sud, Singapore e Hong Kong, partirà con un’intro classica e poi manterrà costantemente alta la tensione emotiva fra gli accordi struggenti prodotti dai violoncelli e gli arrangiamenti ad alto tasso di energia, in una scaletta che scivola con naturalezza fra brani appartenenti in origine a generi musicali apparentemente diversi: dagli Ac/Dc ai Radiohead, dai Muse a Michael Jackson, viaggiando fra Avicii, Sting, U2, Iron Maiden, Rolling Stones, Mumford & Sons, Prodigy e Paul McCartney, ogni brano dal vivo assume semplicemente lo stile inconfondibile e tecnicamente impeccabile dei 2Cellos, recentemente anche autori originali della title-track di “Celloverse”, il terzo e ultimo album di inediti, uscito lo scorso gennaio per Sonymusic. Sarà una grande festa della musica: la serata sarà aperta dal rock folk intimo del songwriter emergente The Leading Guy e, dopo l’atteso live dei 2Cellos, ci sarà anche il dj set di Albert Marzinotto, astro nascente della consolle che si è aggiudicato il talent show “Top Dj” e ha suonato prima di Jovanotti negli stadi di Milano e Roma.

Dopo i primi 3 concerti previsti in piazza Unità nel cuore di Tarvisio, il No Borders rinnova l’apprezzata e collaudata formula del passato proponendo anche due concerti a ingresso gratuito in due suggestivi contesti naturali del Tarvisiano: sabato 8 agosto alle ore 14:00 lo scenario attorno al Lago Superiore di Fusine ospiterà le eleganti note del pianista compositore Remo Anzovino, considerato da critica e pubblico uno dei più originali musicisti contemporanei, mentre domenica 9 agosto si salirà in alta quota, a Sella Nevea, al Rifugio Gilberti (1.850 mt) con il cantautore britannico di origini italiane Jack Savoretti live_pic007_ credit Simone Di Luca, una delle novità più interessanti nell’ultimo anno della scena musicale internazionale. Tutte le informazioni sono consultabili sul sito www.nobordersmusicfestival.com

 

Il No Borders Music Festival è organizzato dal Consorzio di Promozione Turistica del Tarvisiano, Sella Nevea e Passo Pramollo e Azalea Promotion, in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia, la Provincia di Udine, il Comune di Tarvisio, TurismoFVG, Banca Popolare Friuladria, Allianz Assicurazioni, Moroso e Zenit srl.

 

Ecco il calendario completo: 

  • SABATO 25 LUGLIO, ore 21:15: ROY PACI & ARETUSKA @ TARVISIO, Piazza Unità – ingresso gratuito
  • DOMENICA 26 LUGLIO, ore 21:15: ANASTACIA @ TARVISIO, Piazza Unità – biglietti in vendita su Ticketone.it
  • DOMENICA 2 AGOSTO, ore 21:15 : 2CELLOS @ TARVISIO, Piazza Unità – Opening act: The Leading Guy – Aftershor: dj Albert Marzinotto – biglietti in vendita su Ticketone.it
  • SABATO 8 AGOSTO, ore 14:00: REMO ANZOVINO @ TARVISIO, Laghi di Fusine – ingresso gratuito
  • DOMENICA 9 AGOSTO, ore 14:00: JACK SAVORETTI @ SELLA NEVEA, Rifugio Gilberti – ingresso gratuito