MUSEO ARCHEOLOGICO: AL VIA LE VISITE GUIDATE

Da domenica 10 al 24 marzo dalle 11 alle 12

Al via le visite guidate al museo archeologico, aperto al pubblico dallo scorso 1° marzo e ospitato presso l’ala est al piano terra del Castello di Udine. Da domenica 10 a domenica 24 marzo dalle 11 alle 12 sarà possibile visitare il museo accompagnati da operatori didattici d’eccezione. Si tratta di giovani archeologi che studiano presso l’università cittadina, consorziati nell’Associazione Universitaria Archeologia Udine, e che, attraverso una convenzione con il Museo Archeologico, hanno partecipato attivamente alle diverse attività preparatorie all’allestimento del museo e dopo un percorso di formazione di alta specializzazione condotto dal servizio didattico dei Civici Musei, si cimenteranno anche nel ruolo di guide per gruppi di adulti e per le scuole. Il costo della visita è di 4 euro a cui va aggiunto quello del biglietto ridotto di ingresso al museo. Per informazioni: segreteria Servizio Didattico lunedì, martedì e giovedì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 17, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 14 (tel 0432414749, didatticamusei@comune.udine.it, www.didatticamuseiudine.it).  I reperti esposti sono in gran parte frutto del collezionismo che ha caratterizzato la ricerca archeologica tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento in Friuli. La prima sala è dedicata alla splendida e ricca raccolta di reperti magnogreci del conte Augusto de Brandis, donata al museo con un lascito testamentario nel 1924. Segue la sala dedicata ai nobili, eruditi e religiosi che ebbero un ruolo determinante nella formazione del museo cittadino nel 1866. I materiali da loro raccolti provengono da tutto il Friuli: oggetti ad uso sacro e profano, di ambiente privato, pubblico e commerciale, riferibili ad un periodo compreso tra la Protostoria e il Medioevo. Tra i nobili un ruolo basilare nella formazione delle collezioni civiche del museo spetta al conte Francesco di Toppo, che nel 1883 lasciò alla città la sua ricchissima collezione di reperti rinvenuti in una necropoli romana di Aquileia, a cui è dedicata la quarta sala del museo.   L’ultima sala è dedicata a Luigi Pio Tessitori e alla ricerca archeologica all’estero. Conclude il percorso il Lapidario, posta nel sottoportico del castello, che presenta epigrafi, monumenti e sculture di epoca romana provenienti soprattutto dalle collezioni dei conti Gorgo e di Toppo, che avevano proprietà fondiarie ad Aquileia e dintorni. Sono esposti anche materiali frutto di ritrovamenti fortuiti o utilizzati come reimpieghi in vari edifici, riordinati per tematiche e didascalizzati. Il visitatore, durante il percorso che si snoda lungo le sale, può usufruire di attrezzature multimediali che gli consentono di approfondire le sue conoscenze attingendo a materiali consultabili su vari tablet. La visita è resa interattiva anche grazie alla presenza di videoproiettori che permettono di soffermarsi su interviste, animazioni e altri vari contenuti relativi al materiale esposto.




“MANDI TRIESTE”, IL NUOVO LIBRO DI ROBERTO MEROI

Lunedì 11 marzo alle 18 in sala Ajace

Lo scrittore udinese Roberto Meroi presenta il suo nuovo libro “Mandi Trieste. Ovvero la guerra senza cannoni contro Udine”. La serata si svolgerà lunedì 11 marzo alle 18n ella sala Ajace di palazzo D’Aronco a Udine. Fra gli altri, parteciperanno l’avvocato Piero Zanfagnini, che ha scritto la prefazione e il professor Roberto Iacovissi, che presenterà il libro. moderatore dell’incontro, Roberto Pensa, direttore del settimanale “La Vita Cattolica”.  Il volume si pone l’obiettivo di approfondire qual è oggi il reale rapporto di forza politica, economica e culturale tra Trieste e Udine. Rivolto agli udinesi, ai triestini, ai politici che si accingono ad entrare nelle sedi istituzionali comunali, provinciali, regionali e nazionali, il libro, come spiega l’autore, “è un vademecum che mette in risalto aspetti delle finanze della Regione poco conosciuti e mai compendiati prima d’ora in un volume. È uno strumento di raffronto tra le realtà sociali delle due più importanti città della regione, indispensabile per cercare di capire come giri la ruota dei contributi regionali. È un testo per riflettere”.




Udinese e Roma al fischio di inizio per scalare la classifica del “Campionato italiano del gusto”

Presente in giuria Gioacchino Bonsignore che registrerà nella cucina dello Stadio Friuli una puntata della rubrica Gusto di Canale 5  –   La scalata della classifica del campionato di calcio di serie A si fa sempre più avvincente e vede le squadre sfidarsi a colpi di goal ma anche di ricette con la sfida parallela del “Campionato italiano del gusto”: questa volta sarà la Roma a giocare in casa dell’Udinese nel prepartita di sabato 9 marzo durante il quale si confronteranno due grandi tradizioni culinarie italiane. A riproporre i piatti del “Campionato italiano del gusto” ci sarà anche il giornalista Gioacchino Bonsignore che illustrerà ai telespettatori di Canale 5 la ricetta del Friuli Venezia Giulia.
Protagonisti dell’evento, ideato dall’Agenzia TurismoFVG con l’obiettivo di promuovere la conoscenza dei territori delle due squadre e agevolare i reciproci flussi turistici, saranno per l’Udinese il ristorante “Lo Storione” di Prata di Pordenone, che scenderà in campo con lo chef Giacomo Buzzi, e il ristorante “Ai Spaghettari” che gareggerà per la Roma con lo chef Angelo Onofri.
I piatti in gara saranno dei grandi classici delle rispettive tradizioni gastronomiche: “Magatello di vitello con sclùpit, asparagi, pomodorini e scaglie di Travesio” per l’Udinese, che metterà in mostra una delle erbe più utilizzate nella cucina regionale in abbinamento a un formaggio eccellente dei pascoli montani, e “Rigatoni alla Matriciana” per la Roma che saranno cucinati a regola d’arte secondo l’antica ricetta la quale trae origine dagli antichi pastori i quali durante il pascolo portavano per il pranzo pasta essiccata, guanciale, strutto e pezzi di pecorino.
Giacomo Buzzi de “Lo Storione” terrà alto il nome della sua famiglia che negli anni ’50 aprì una tipica osteria dove da allora vengono proposti i piatti della tradizione con una costante attenzione alla ricerca delle materie prime. Lo chef Angelo Onofri, invece, si farà portavoce della società dei Spaghettari di cui il ristorante romano fa parte dal lontano 1869: il locale, infatti, prepara tutti i piatti nel rispetto delle antiche ricette, cercando di usare gli stessi ingredienti genuini di un tempo.  A giudicare i piatti sarà una giuria largamente rappresentativa, che anche per questa edizione si onora della presenza di ospiti d’eccezione: sarà presente, infatti, Gioacchino Bonsignore che registrerà proprio nelle cucine dello Stadio Friuli una puntata della rubrica “Gusto” di Canale 5 durante la quale illustrerà la preparazione del piatto del Friuli Venezia Giulia. Faranno inoltre parte della giuria i giovani supporter dell’Udinese della New Generation e il vincitore del quiz dedicato al territorio e pubblicato sulla pagina Facebook Friuli Venezia Giulia Turismo che questa settimana prevedeva la risposta alla domanda: quale foresta in Friuli Venezia Giulia è fatta di alberi “armonici”, con i quali si costruiscono gli strumenti musicali come i pianoforti, le chitarre e i violoncelli? La risposta corretta data dal vincitore è la foresta di Tarvisio.
L’evento, realizzato dall’Agenzia TurismoFVG in collaborazione con Udinese Calcio, Fipe Friuli Venezia Giulia, Fipe Roma e il supporto degli studenti dell’ISIS Stringher di Udine, sarà condotto da Walter Filiputti.

 




DONNE & SPORT a RUDA – IIa edizione

Si terrà a Ruda, lunedì 11 marzo alle ore 20 presso la Sala Consiliare del Comune, la seconda edizione di Donne & Sport per la Giornata Internazionale della Donna.La serata, organizzata dal Comune di Ruda, sarà aperta dalla presentazione e da una breve dimostrazione del corso gratuito di Difesa Personale per donne, a cura del Maestro Andrea Di Marco della scuola A.S.D. “Kyu Shin Ryu” e proseguirà con gli interventi di importanti campionesse sportive.Saranno ospiti, infatti, Chiara Calligaris, olimpionica di vela Pechino 2008, campionessa mondiale ed europea, membro della giunta del CONI regionale, Silvia Cecchini, campionessa italiana ciclismo su pista, specialità scratch, Mara Navarria, olimpionica di scherma Londra 2012, bronzo mondiale ed argento europeo nella spada a squadre, Tanja Romano, 15 volte campionessa italiana e del mondo, 6 volte campionessa europea di pattinaggio artistico a rotelle e Alessia Trost, campionessa del mondo juniores, campionessa italiana indoor, primatista stagionale indoor di salto in alto.

LA LOCANDINA DELLO SCORSO ANNO

L’appuntamento, durante il quale verrà illustrato il progetto Gioca Estate con le Stelle, una giornata di sport per bambini e ragazzi a cura di Giulia Pignolo, Presidente delle “Stelle Olimpiche”, sarà moderata dalla giornalista sportiva del Messaggero Veneto, Monica Tortul.

Rudi Buset
rudi.buset@ildiscorso.it
RIPRODUZIONE RISERVATA




IL POLLI COOKING LAB CELEBRA LA FESTA DELLA DONNA CON IL MENU’ “WOMAN PRIDE”

I

In occasione della festa dedicata all’universo femminile del prossimo 8 marzo il Polli Cooking Lab, l’Osservatorio internazionale dell’omonima azienda toscana, ha chiesto allo chef stellato Rosanna Marziale di realizzare un menù esclusivamente dedicato al gentil sesso, i cui ingredienti esaltano le caratteristiche principali delle donne, apparentemente fragili all’esterno ma estremamente forti dentro.

La festa della donna ricorre l’8 marzo di ogni anno per ricordare sia le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne, sia le discriminazioni e le violenze cui esse sono ancora fatte oggetto in molte parti del mondo. Una celebrazione che col passare degli anni ha acquisito sempre più importanza. Quest’anno, anche la cucina d’autore ed i suoi Masterchef vogliono rendere omaggio al gentilsesso. E il Polli Cooking Lab, l’Osservatorio internazionale dell’omonima azienda toscana, non poteva non celebrare un’occasione simile. Per questo ha deciso di chiedere allo chef stellato Rosanna Marziale, uno degli illustri chef della sua “scuderia”, di realizzare un menù esclusivo che attraverso i suoi sapori e le sue caratteristiche renda omaggio a tutte le donne d’Italia. Lo chef executive del ristorante “Le Colonne” di Caserta ha realizzato per l’occasione il menù “Woman Pride”, caratterizzato da piatti con ingredienti capaci di esaltare le peculiarità delle donne, spesso apparentemente fragili all’esterno ma estremamente forti dentro.

La prima volta della Festa della Donna fu nel 1909 negli Stati Uniti, quando, a seguito di alcuni congressi in Europa e in Russia, durante i quali prendevano piede delle alleanze femministe di carattere sociale, si decise di festeggiare il “Woman’s Day”. La festa della donna diventa una festa popolare, sociale e culturale anche in Italia dal 1922, ed il suo simbolo, la mimosa, ha un’origine politica: la Carta della Donna, stilata a Londra nel 1946 e inviata all’Onu in seguito ad alcune importanti decisioni sulla parità dei diritti tra sessi, aveva come simbolo una mimosa, pianta che fiorisce proprio nei primi giorni di marzo.

Per celebrare tutte le donne d’Italia Rosanna Marziale ha deciso di realizzare un menù esclusivo capace di interpretare l’universo femminile e rendere omaggio al gentilsesso:. il “Woman Pride”. “Per rendere omaggio all’altra metà del cielo – spiega lo chef stellato – abbiamo realizzato un menù molto particolare a base di pesce, composto da un primo di gnocchetti colorati in una zuppetta di scorfano con arance e mandarini. Gli gnocchi hanno sempre rappresentato un piatto molto casalingo, materno, e mi piaceva per questo motivo proporlo per la serata dedicata alle donne. Ho utilizzato un pesce “maschio” per farne il sugo, mettendo insieme prodotti di stagione come arance e mandarini. Come secondo, ho intenzione di realizzare un polpo alla griglia su dadolata di patate, sedano e carciofi. Un piatto in cui sono protagonisti ingredienti naturali e genuini, proprio come le donne”.

Arrivando al dolce, Rosanna Marziale si ispira a quello che è riconosciuto come il simbolo della festa dedicata alle donne. “Per dessert ho in mente di realizzare una mimosa alla nocciola con un bagno al cioccolato. La mimosa ricorda il fiore per eccellenza, che abbiamo riproposto in versione dolce. La nocciola insieme a questo bagno di cioccolato è un elemento molto forte, capace di dare un sapore forte e intenso alla mimosa, che a prima vista può sembrare un dolce delicato. La mimosa a tavola è un po’ il  simbolo della donna di oggi: all’apparenza delicata, fragile e sensibile all’esterno, esse possiedono dentro di sé una gran forza d’animo, che permette alla maggior parte di loro di avere successo nel lavoro e contemporaneamente portare avanti la famiglia e le faccende di casa. Un dolce dal sapore forte, che meglio esprime le capacità delle donne di oggi”.

Per omaggiare le donne, quindi, un menù leggero e naturale, originale e ricco di sapori genuini. Piatti le cui caratteristiche esaltano quelle che sono le peculiarità principali della donna di oggi: bella e all’apparenza fragile all’esterno, fortemente determinata e ricca all’interno. Un omaggio al gentil sesso, proveniente direttamente da una degli chef donna più celebri in Italia come Rosanna Marziale.

 

MENU’ WOMAN PRIDE

PRIMO: Gnocchetti colorati in una zuppetta di scorfano con arance e mandarini

INGREDIENTI PROCEDIMENTO
g. 320 gnocchetti colorati1kg scorfano

2 spicchi aglio

2 pomodori maturi

Olio evo

200 ml Vino bianco

Pepe

Peperoncino

sale

g150 arance e mandarini

1 kg di scorfani freschissimi.In olio d’oliva fate soffriggere 2 spicchi d’aglio e aggiungete poi 2 pomodori maturi tagliati a pezzi.

Lasciate insaporire poi unite il pesce. Giratelo 2-3 volte unite poi il vino che lascerete evaporare per metà. Condite con sale ,pepe peperoncino , aggiungete 2 litri d’acqua calda e a fuoco lento portare a cottura il pesce.

Toglietelo dal brodo nettatelo di testa , coda, pinne e lische riducetelo a piccoli pezzi e unitelo al brodo.

Spremete gli agrumi. Cucinate gli gnocchi e saltate in una padella capiente gli gnocchi con il brodo e la polpa di scorfano




Il medico Cherubini illustrerà i fattori di rischio ambientale per la salute

Sabato 9 marzo alle 16 all’auditorium Menossi  SALUTE E INFORMAZIONE: NUOVO INCONTRO CON “PARLIAMO DI…”

Prosegue “Parliamo di…” il ciclo di incontri informativi organizzato nelle circoscrizioni cittadine. Sabato 9 marzo dalle 16 alle 18.30 all’auditorium Menossi, in via S. Pietro 60, nell’ambito degli appuntamenti “Conoscere per scegliere”, è in programma una conferenza sul tema “Salute e prevenzione in relazione ai fattori ambientali”.  Il professor Mariano Cherubini, medico e membro dell’associazione Medici per l’ambiente – Isde Italia, illustrerà i fattori di rischio ambientale per la salute.




FESTA DEL PI GRECO: ECCO IL PROGRAMMA DELL’EDIZIONE 2013

Tanti eventi da sabato 9 a giovedì 14 marzo Udine partecipa per il quinto anno consecutivoall’’evento dedicato alla scienza e alla matematica

Torna a Udine la “Festa del Pi greco”, l’originale ricorrenza che ogni 14 marzo onora la scienza e la matematica. Lanciato nel 1988 dall’Exploratorium di San Francisco, il grande museo americano della scienza, il Pi Day celebra il numero più famoso e misterioso del mondo matematico con una serie di giochi, musiche, filmati ed altre iniziative tutte ispirate al π (pi greco).  Per il quinto anno consecutivo il Comune di Udine, in collaborazione con enti, associazioni e scuole del territorio, partecipa a questa manifestazione internazionale per promuovere e incoraggiare lo studio della matematica con un programma ricco di eventi a ingresso libero che si svolgeranno da sabato 9 a giovedì 14 marzo in vari luoghi del centro cittadino e a cui sono invitati tutti i cittadini.  Ad aprire le celebrazioni del Pi greco è la staffetta in programma per sabato 9 marzo organizzata dal Comune di Udine in collaborazione con Uisp – Comitato territoriale di Udine. Il parco Moretti dalle 15.14 p.m.(3,14) ospiterà la “Pi Run – Corsa del Pi greco”, staffetta a coppie miste sulla distanza di 3,14 km riservata ad atleti maggiorenni tesserati Fidal oppure ad atleti non tesserati in possesso della certificazione medica per l’idoneità alla pratica sportiva agonistica.  Domenica 10 marzo, il Gran Prix Italiano 2013 di Othello, in collaborazione con la Federazione nazionale Gioco Othello, animerà dalle 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 18 la Ludoteca comunale di via del Sale 21. Martedì 12 marzo sarà la volta del Torneo di Blokus, in collaborazione con UniCredit Circolo Udine-Pordenone-Gorizia, dalle 15 alle 18, sempre negli spazi della Ludoteca. Mercoledì 13 marzo dalle 16 sarà la volta di due appuntamenti nella sala Ajace di palazzo D’Aronco: “Contare facile”, incontro sulle tecniche di calcolo mentale con Dario De Toffoli, (studiogiochi medaglia d’oro alle Olimpiadi degli Sport della Mente 2012) e, a seguire, alle 17, “Contiamo e Paroliamo”, giochi con i numeri e con le parole con Dario Zaccariotto (Area giochi e studiogiochi).  La manifestazione entrerà nel vivo giovedì 14 marzo. Al mattino dalle 9.30 alle 11.30 la Ludoteca sarà riservata alla gara a squadre di matematica, una sfida per la scuola primaria (classi terze, quarte e quinte) organizzata dal Comune di Udine in collaborazione con l’associazione Mathesis di Udine. Nel pomeriggio nella sala Ajace in piazza Libertà alle 14 il Pi greco verrà recitato a memoria nella “Sfida all’ultima cifra” e, di seguito, alle 16.30 Fabio Acerbi (ricercatore presso il Cnrs – Università di Lille Francia) terrà un’interessante conferenza dal titolo “Archimede sulla bilancia”. La giornata dedicata al Pi greco si concluderà alle 20.30 con la proiezione ad ingresso gratuito del film “Oxford Murders – Teorema di un delitto”, al Visionario di via Asquini 31.   Il programma completo della manifestazione è a disposizione sul sito del Comune www.comune.udine.it nella sezione dedicata. Per informazioni ci si può rivolgere alla ludoteca cell. 3281003174 e al Punto Informa tel. 0432 414717-718.




IL 9 mar. ore 10 Auditorium della Regione FVG Incontro sulla sicurezza stradale

Incontro sulla sicurezza stradale e presentazione del libro “Preferisci perdere un minuto della vita… o la vita in un minuto?”  – AUDITORIUM VIA SABBADINI – UDINE

Il manuale di sicurezza stradale, redatto da Kastelic Zlatko e Maurizio Degani ed edito da L’Orto della Cultura, spiega in un linguaggio semplice, arricchito da numerose illustrazioni, i rischi connessi alla circolazione stradale e i modi per farne fronte per azzerare o ridurre al minimo gli incidenti e le situazioni pericolose.
Il programma dell’incontro prevede, con la partecipazione degli Autori, la proiezione di !lmati attinenti le criticità della
circolazione stradale, la dimostrazione da parte della Motostaffetta FVG sull’uso corretto del casco e dell’air bag per le moto, la presentazione di un Simulatore di guida per le moto fornito da Auto Sola Ferdo di Brda e prove di pronto soccorso da parte dei volontari della Croce Rossa Italiana.
Relazione del dott. Riccardo Riccardi Assessore regionale ai Trasporti, mobilità e infrastrutture
Interverranno rappresentati di Autovie Venete Spa, Saf Autoservizi, Polstrada,
Croce Rossa Italiana, Vigili del Fuoco, Motostaffetta FVG, Comune di Pasian di Prato.
La Saf metterà a disposizione i propri pullman, in andata e in ritorno, alle scuole che parteciperanno all’incontro.
Per motivi organizzativi e logistici si invitano le scuole a trasmettere quanto prima la disponibilità a partecipare all’incontro, speci!cando il numero dei partecipanti, contattando il numero telefonico 328 4929750 (Maura Pontoni), maurapontoni@libero.it




“ALADDIN” Domenica 10 marzo ore 16.00 Piccolo Atelier Teatrale

ultimo appuntamento rassegna “favole a merenda” Galleria Antivari – P.zza XX settembre Udine

Udine –  Per l’ultimo appuntamento della rassegna “Favole a merenda” Anà-Thema Teatro  vola in oriente! Il termine di questi fortunati incontri con Le Favole a Merenda sarà per domenica 10 marzo 2013 alle ore 16.00 con “Aladdin”, presso il Piccolo Atelier Teatrale in Galleria Antivari – P.zza XX settembre – 33100 -Ud. Il mago delle Favole si troverà a raccontare la storia del genio più ricercato del mondo delle fiabe, sapientemente nascosto nella Caverna delle Meraviglie all’interno della sua misteriosa lampada. Riusciranno gli aiutanti del Mago delle Favole a far uscire il genio  dalla lampada? E quali desideri esprimeranno? Uno dei più celebri racconti delle Mille e una notte narrato e animato, dagli attori di Anà-Thema Teatro, per il pubblico dei più piccoli e per quello dei più grandi. Il consueto appuntamento della rassegna “Favole a Merenda” proseguirà con le attività laboratoriali proposte ai bambini e la condivisione, con i genitori, della merenda.

Per i bambini dai 3 agli 8 anni.

Ingresso € 5  Nel prezzo è compresa la MERENDA!

INFO E PRENOTAZIONI: 345.3146797 – 0432.1740499 – www.anathemateatro.com




ART CON ALESSANDRO HABER A Cividale del Friuli 12 marzo 2013 – 21:00

All’amicizia maschile, sentimento generalmente considerato così puro, così autentico, così naturale, goliardicamente semplice, anche così sacro, specie in Italia, viene data una bella scartavetrata da questa autrice francese,Yasmina Reza. Una donna quindi. Che sbircia in una serata di tre vecchi amici, uomini fatti, divertenti, simpatici, folgoranti nelle loro battute, ognuno con una storia sentimentale non facile alle spalle, (i rapporti con l’altro sesso non sono mai facili si sa) per vedere se davvero l’amicizia tra uomini sia questa specie di Paradiso terrestre dove ognuno ritrova se stesso e se stesso riesce ad essere. E la risposta è no. Non è così. Basta un minimo pretesto, in questo caso l’acquisto da parte di Serge di un quadro bianco per dare il via ad uno scontro feroce tra i tre. Dove si svelano debolezze e meschinità. Dove emerge come il bisogno di affermare se stessi per dare una ragione al proprio esistere sia alla base di tutti i rapporti. E se il finale sembra ricondurre ad un lieto fine, ad una riconciliazione, ad una amicizia rivitalizzata e rinnovata, la Reza lascia in realtà aperta una questione non semplice. È davvero la sincerità il modo migliore per far durare un rapporto? O non piuttosto una giusta dose di menzogna.

di Yasmina Reza con Alessandro Haber, Alessio Boni, Gigio Alberti regia di Giampiero Solari

produzione: Nuovo Teatro srl in collaborazione con Gli Ipocriti