Riprende il pedibus a Villanova

Al servizio della scuola A Rosmini di Villanova è ripartito il Pedibus che proposto lo scorso anno scolastico è stato apprezzato e partecipato. Lo riproponiamo – commenta l’’assessore Emanuele Loperfido – perché riteniamo che sia un importante servizio per le famiglie ma ancor di più per gli alunni della scuola primaria A Rosmini poiché anche attraverso questo tipo di esperienza acquisiscono e assimilano i principi e valori civici, sociali ed educativi dell’iniziativa importanti per cresce in una società sana e responsabile. Ma c’è anche una ricaduta positiva immediata sull’ambiente urbano perché, si riducono il traffico e gli intasamenti davanti e nei pressi dei plessi scolastici e si contiene l’inquinamento.
Ogni mattina una trentina di bambini circa sono accompagnati dai genitori presso la scuola materna in via Ada Negri e poi in fila indiana attaccati ad una fune e con pettorine gialle che li identificavano come soggetti attivi del Pedibus, sono guidati a destinazione da alcuni volontari ed insegnati scortati da un mezzo della Polizia Locale. Alla prima uscita era presente anche il comandante Stefano Rossi a sottolineare l’importanza che il Comando attribuisce a questo servizio in particolare per quanto riguarda l’educazione stradale..
Su un percorso protetto il serpentone passa per via Grazia Deledda, via Villanova, via Goldoni e poi a scuola in Via Pirandello. Lungo il percorso sono stati creati anche quattro/cinque punti di ritrovo per “imbarcare” altri compagni di scuola. Come detto il Pedibus è apprezzato e per dare un’ulteriore motivazione all’’adesione del servizio le insegnati promotrici dell’iniziativa hanno dotati i bambini di una scheda personale che reca il nome, la classe e il numero da chiamare in caso di emergenza. Sul retro vengono riportate le presenze e a fine anno l’alunno che avrà partecipato a più Pedibus riceverà un premio.
Il Pedibus di Villanova è sostenuto dall’Amministrazione Comunale, dalla Polizia locale, dall’Istituto comprensivo Sud, dal Progetto Genius Loci che nei vari progetti per la comunità punta molto sul pedibus come strumento di coinvolgimento, integrazione ed insegnamento ad una condotta di stili di vita sana e da numerose famiglie di quartiere L’auspicio – ha concluso l’assessore Loperfido – è che a questo progetto continui e cresca e fatto proprio dalla comunità di Villanova al pari dei pedibus a Vallenoncello con la scuola primaria Leonardo da Vinci, nel quartiere San Gregorio per la scuola primaria Gaspare Gozzi e a Torre alla scuola primaria Odorico da Pordenone.




KUM!: I progetti per scuole e ragazzi II edizione | Ancona, 19-21 ottobre 2018

Da venerdì 19 a domenica 21 ottobre ad Ancona torna, per la seconda edizione, il festival KUM!, dedicato alla cura e alle sue diverse pratiche. Il tema del 2018 sarà Risurrezioni.

Il festival, con la direzione di Massimo Recalcati e il coordinamento scientifico di Federico Leoni, è organizzato con Jonas Onlus, associazione nata, grazie allo stesso Recalcati, nel 2003 dal desiderio di realizzare un’istituzione di psicoanalisi applicata al sociale e alla clinica dei nuovi sintomi del disagio contemporaneo: anoressie-bulimie, obesità, depressioni, attacchi di panico, dipendenze patologiche, disagio familiare, infantile e adolescenziale.

Jonas ha intrapreso negli ultimi anni un intenso lavoro nelle scuole di frontiera di Ancona – l’Istituto Podesti Calzecchi Onesti di Ancona e Chiaravalle e l’Istituto Alberghiero Einstein Nebbia di Loreto –, lavoro che si è immediatamente incrociato con la nascita del festival KUM! e che ne rappresenta il radicamento nel territorio.

In queste scuole Jonas organizza incontri con i docenti attorno ai temi del festival: nel 2017 il filo conduttore della manifestazione era L’Ingovernabile, quest’anno sarà Risurrezioni. Questi momenti di riflessione partono talvolta proprio da alcuni passaggi degli interventi ascoltati durante gli incontri della tre giorni di festival. Nel 2018 ad esempio è partito il progetto “Sulla stessa barca”, nato dalla metafora della navigazione per descrivere il mestiere impossibile del governare, ma anche dell’educare, utilizzata dal filosofo Rocco Ronchi durante la prima edizione di KUM!.Metafora in cui i docenti si erano perfettamente ritrovati. Il percorso con le scuole, al quale partecipano ospiti di Jonas e di KUM! (sono intervenuti per esempio gli psicoanalisti Massimo Recalcati e Uberto Zuccardi Merli), nasce dunque dalla domanda stessa dei docenti, che sentono il bisogno di mettersi al lavoro su se stessi e sull’esercizio della propria professione.

L’impegno dei docenti si riverbera sugli allievi, i quali sperimentano un modo diverso – attivo – di concepire il sapere e si avvicinano alla cultura con passione: si lasciano rapire dalle lezioni durante KUM!, partecipano ai dibattiti, introducono gli ospiti, studiano i loro testi e scrivono tesine, senza arretrare di fronte alle difficoltà dei concetti.

Un lavoro di grande intensità che fa sì che gli Istituti Podesti Calzecchi Onesti di Ancona e Chiaravalle e Einstein Nebbia di Loreto, oggi siano partner del festival e che le allieve della 5K del primo siano diventate ambasciatrici del festival presso le altre scuole del territorio.

Durante la seconda edizione di KUM! i ragazzi del Podesti Calzecchi Onesti parteciperanno all’incontro Il corpo insorto. Amare le vite storte: una riflessione con le psicoanaliste Maria Laura Bergamaschi e Monica Carestia su una scuola capace di rinnovare le vite e di coltivare il desiderio, soprattutto in quei ragazzi che il sistema vorrebbe dare per persi.

L’Istituto Alberghiero Einstein Nebbia di Loreto collaborerà invece con il suo laboratorio “InPraticaImparo”, per l’integrazione degli alunni con bisogni educativi speciali, finalizzato all’apprendimento e al potenziamento di competenze professionali. I ragazzi di “InPraticaImparo” si occuperanno della gestione ristorativa degli eventi, curando il bar del foyer e le diverse proposte food abbinate agli Aperitivi Filosofici, alla Psicologia da Tè, alla Cena con l’autore.




“B COME NATURA”: INAUGURATA LA MOSTRA DIDATTICA CON NOVAMONT NELLA SEDE DI COMUNITA’ EDUCATIVA GIOVANILE A PERNATE

E’ stata inaugurata questa mattina, alla presenza del vicesindaco Franco Caressa, dell’assessore Mario Paganini, del Dirigente del Servizio Istruzione ed Educazione Paolo Cortese, del funzionario Mauro Merlini, degli operatori del Nucleo Didattica Ambientale del Servizio Istruzione ed Educazione Luciano Leone, Maria Rita Mainardi e Marinella Cestagalli e del presidente della Sun Gaetanino D’Aurea, la mostra interattiva e itinerante “B come natura – Alla scoperta del Mater-Bi”, iniziativa organizzata dall’azienda “Novamont” (rappresentata per l’occasione dal supervisore eventi e comunicazione di prodotto Annalisa Perelli)  in collaborazione con la Comunità educativa giovanile nella sede di via Sforza 107 a Pernate.

La mostra è patrocinata dall’assessorato all’Istruzione ed Educazione che, attraverso il lavoro svolto dagli opetatori del Nda, da anni collabora, oltre che con Ceg, con “Novamont”: nei laboratori del Nda di via Sforzesca è infatti presente un tavolo didattico con il ciclo del Mater-Bi donato dall’azienda novarese nel 2014. I bambini delle scuole cittadine, durante le visite organizzate in diversi turni, grazie a questo prezioso strumento e sotto la guida degli stessi operatori, possono acquisire conoscenze in merito a questo particolare argomento. L’esposizione interattiva, particolarmente coinvolgente per i bambini delle ventisei classi delle Scuole primarie cittadine che da lunedì hanno a turno occasione di visitarla, permette di collegare i laboratori a un evento più complesso che, grazie all’impegno di Novamont e Ceg, amplia ulteriormente la panoramica sul prodotto della nota azienda novarese.

Grazie al supporto di Sun che, dall’inizio del 2018, sostiene le attività didattiche del Nda e delle scuole cittadine, le classi, accompagnate dalle insegnanti, possono utilizzare gratuitamente gli autobus di linea per raggiungere la sede della mostra.

Ceg ha anche pensato di riservare due giornate affinché anche le famiglie possano visitare l’esposizione: la prima si terrà il 21 ottobre, con una castagnata organizzata in collaborazione con la Pro Loco di Pernate, la seconda il 18 novembre, ultimo giorno della mostra.




Domenica 7 ottobre, alle 11.30 per Barcolana in città a Casa della Musica va in scena “Storia di una stella marina.

Per i bambini dai 3 ai 6 anni

Domenica 7 ottobre alle 11.30 all’Auditorium di Casa della Musica di Trieste (via Capitelli) torna “Storia di una stella marina”, un delizioso racconto fatto di musica, scenografie pop up di grande impatto, racconti ed effetti sonori. L’evento si svolge nell’ambito di Barcolana in Città, rassegna di eventi a latere della grande regata.

Protagonisti dello spettacolo, dedicato ai bambini dai 3 ai 6 anni, sono la voce narrante dell’attrice Lara Komar, le animazioni pop up di Annalisa Metus, il pianoforte di Daniele di Biaggio e i flauti e le percussioni di Vincenzo Stera, anche autore dei testi.  Lo spettacolo, prodotto dal Festival di Musica per Bambini di Casa della Musica e da Wunderkammer – Mini W da un’idea di Stera e Metus, racconta di una stella marina, molto coraggiosa, ha un grande sogno: incontrare le sue sorelle, stelle del cielo e stare  con loro almeno una notte. Decide quindi di partire dal profondo del mare per arrampicarsi fino alla punta di un grande scoglio. Sarà un viaggio difficile e avventuroso, con molte sorprese e incontri curiosi.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI BIGLIETTI
Segreteria Casa della Musica / Scuola di musica 55 / www.scuoladimusica55.it
via Capitelli, 3 Trieste / tel. 040 307309




NASCE A TRIESTE IL PRIMO SHOWROOM ITALIANO REALE E VIRTUALE DEDICATO ALLO STILE SCANDINAVO

Fusione di reale e virtuale in perfetto stile nordico: si apre venerdì 5 ottobre, nel cuore commerciale di Trieste – in via Trento 1, nel Borgo Teresiano voluto da Maria Teresa d’Austria per incentivare lo sviluppo economico della città – il primo showroom italiano dedicato a una selezione di prodotti e marchi scandinavi, ispirato alla visione nord europea dei grandi department store.

“Nordic Emotions” – afferma Stefano Ogrisek, rappresentate di Exe Advisor, partner della società costituita a giugno 2018 con Alessandro Martelli (fondatore di Kleppeck Design, agenzia esclusiva per l’Italia di venti marchi scandinavi) e Airis Perlini – “nasce per risolvere i problemi logistici e amministrativi dei tradizionali punti vendita, grazie a un concetto innovativo che coniuga online e offline, offrendo al consumatore la possibilità di vedere, toccare e testare i prodotti nello showroome di scoprirli tutti e acquistarli anche attraverso un portale web dedicato (www.nordic-emotions.com)”.

 

L’installazione di “totem” per entrare nel mondo online, anche tramite visori di realtà virtuale disponibili nello showroom, permette inoltre ai clienti di immergersi nel mondo scandinavo e vivere un’esperienza nordica completa, attraverso video informativi sui paesi di riferimento,documentari su designer che hanno segnato la storia del settore e che tutt’oggi collaborano con ibrand proposti, video istruttivi sulla produzione aziendale e molto altro.

 

“Nordic Emotions” – conclude Stefano Ogrisek, che ricopre anche il ruolo di Presidente Giovani Confcommercio Trieste e consigliere nazionale – “vuole andare oltre la normale esperienza di vendita, dimostrando come la tecnologia possa semplificare e migliorare la vita, mettendo in connessione le aziende alle persone, i prodotti alle case, le emozioni al web. Con uno sguardo orientato al futuro, verso altri territori, in Italia e anche all’estero, ai quali proporre la filosofia e il concept di Nordic Emotions”.

 




ATTENTI ALLA MUSICA | Sabato 6 ottobre al Teatro Verdi di PORDENONE

Quarta edizione di Attenti alla musica! Sabato 6 ottobre il Teatro Verdi di Pordenone ospiterà la giornata di formazione sul tema musica e infanzia organizzatadall’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia in collaborazione con l’USCI Unione delle Società Corali del Friuli Venezia Giulia.

Riconosciuta dall’Ufficio Scolastico Regionale del MIUR ai fini dell’aggiornamento insegnanti, l’attività è rivolta a docenti, educatori, operatori musicali, culturali e sociali, bibliotecari e genitori, e si articolerà in un incontro-dibattito al mattino e un pomeriggio dedicato ai laboratori tematici.

Dalle 9 alle 13 si svolgerà la tavola rotonda dal titolo ESPLORA, tema guida delle attividell’ERT per l’anno scolastico 2018/2019 e per l’occasione focalizzato sul rapporto tra musica e infanzia. A confrontarsi tra loro e con i partecipanti sul tema saranno alcuni tra i più importanti ricercatori e sperimentatori del settore: la direttrice di coro, formatrice e didattaMaria Grazia Bellia, l’artista sonoro e ricercatore Davide Tidoni, il musicista, compositore e audience developer Andrea Apostoli e la musicista, ricercatrice vocale e cantante Elisa Ulian.

Nel pomeriggio, dalle 14.30 alle 18.30, i partecipanti potranno scegliere fra quattro workshop tematici. Il coro scenico, a cura di Maria Grazia Bellia, è un laboratorio che indagherà il rapporto fra voce/corpo e la percezione di quest’ultimo all’interno dell’esperienza corale. Listening/Intervention – Ascolto/Intervento condotto da Davide Tidoni sarà incentrato sull’interazione tra suono, spazio e ascolto, e introdurrà attività che, andando oltre il campo dell’acustica, possono coinvolgere i bambini in una nuova modalità di relazione con il mondo.La scoperta delle potenzialità inespresse della voce è l’obiettivo degli esercizi che Elisa Ulianproporrà nel laboratorio Ad alta voce mentre Andrea Apostoli in La musica e l’infanzia: sentire e ascoltare parlerà dell’educazione musicale dei più piccoli proposta come relazione emozionale fra adulti e bambini.

La partecipazione alle attività sia del mattino sia del pomeriggio è gratuita. Il numero di posti disponibili per i laboratori è limitato: per aderire è necessario iscriversi contattando l’ERT all’indirizzo info@teatroscuola.it o al numero 0432.224214. Per maggiori informazioni visitare il sito www.ertfvg.it, sezione teatroescuola.




ECCO LA GUIDA DI PORDENONELEGGE 2018!

E’ in distribuzione la guida alla diciannovesima edizione del festival. Oltre 600 protagonisti e centinaia di appuntamenti in più di 40 location del centro storico cittadino: torna pordenonelegge 2018!Sarà una caleidoscopica miriade di “anteprime”, oltre 60 con le novità editoriali di grandi autori stranieri e italiani. Ancora una volta è Fondazione Pordenonelegge.it a curare in tutti i suoi aspetti l’organizzazione e la celebrazione del festival, giunto alla sua 19^ edizione che si svolgerà con l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo e con il Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministero del Turismo e delle Attività Culturali, e che rientra tra le iniziative dell’Anno Europeo della Cultura. L’inaugurazione di pordenonelegge 2018, promossa con il Patrocinio della Camera dei Deputati, è in programma mercoledì 19 settembre (Teatro Verdi, ore 18.30)

All’incontro stampa di presentazione di pordenonelegge 2018 sono intervenuti l’assessore alla cultura di Pordenone Pietro Tropeano e inoltre Stefano Busolin, presidente Ascotrade, nuovo mainpartner triennale della Festa del Libro con gli Autori; Vito Borrelli, ViceDirettore Commissione Europea (in collegamento telefonico) in riferimento al progetto dedicato all’Europa, e Carlo Piana, neo direttore di Crédit Agricole FriulAdriache sin dalla prima edizione Duemila sostiene pordenonelegge. Ulteriori “numeri” di pordenonelegge 2018 sono stati annunciati dal Direttore della Fondazione Pordenonelegge.it Michela Zin: «Alle istituzioni si sono affiancati quest’anno ben 94 partner.Ci sono anche 47 partner evento, 28 sponsor tecnici, 128 associazioni e realtà che hanno collaborato a vario titolo, 130 fornitori e ben 233 “Angeli” del Festival. L’edizione 2018 di pordenonelegge vede mediapartner la Rai, che proporrà ben 5 dirette dal festival grazie alla postazione allestita dalla sede Regionale RAI Friuli Venezia Giulia – nella quale troveranno ospitalità, con i programmi FVG, anche Radio Anch’Io e Hollywood Party – insieme ai quotidiani Messaggero Veneto e Gazzettino, che seguiranno il festival in presa diretta anche con le loro postazioni nel cuore della città. E sono ben 35 gli incontri stampa previsti nel corso di pordenonelegge 2018, aperti alla partecipazione di tutti gli accreditati al festival. 

Carlo Liotti




LEGATURA DI VALORE SONO APERTE LE ISCRIZIONI AI CORSI 2018/2019

Legatura di Valore, innovativo progetto interdisciplinare che intreccia l’Accademia Musicale Città di Palmanova, la Scuola Comunale di Musica di Bagnaria Arsa, la Scuola di Musica di Mossa, il Teatro del Silenzio e la Scuola di Danza Classica e Moderna di Castions delle Mura, è lieta di annunciarvi le nuove opportunità di CORSIche abbracciano in maniera poliedrica e versatile, le numerose esigenze, le attitudini e le curiosità, di bambini, ragazzi e adulti.

Le scuole di musica, danza e teatro di Palmanova e Bagnaria Arsa, avvieranno i corsi lunedì 17 settembre ma già dal 10 al 15, apriranno le loro porte a lezioni di prova gratuite, dalle ore 14:00 alle ore 19:00. Sono previsti inoltre tre incontri di presentazione dei corsi: lunedì 10 settembre a Castions delle Mura, via Corridoni 1 (presentazione corsi di musica classica e moderna e corsi di danza); martedì 11 a Palmanova, nella sala associazioni, sotto la Gran Loggia (presentazione dei corsi di musica moderna del famoso metodo Lizard); mercoledì 12, sempre a Palmanova, sala associazioni (presentazione dei corsi di musica classica e moderna e laboratori di teatro).

Gli incontri di presentazione avverranno tutti alle 20:30.

Ecco alcune delle novità che saranno portate all’attenzione di chi vuole avvicinarsi alla scuola di musica e danza di Bagnaria Arsa e all’Accademia musicale città di Palmanova:

Formazione di un’orchestra e coro giovanile; Giocanto, corsi di musica per l’infanzia; Corsi di musica moderna Lizard.

Il progetto “Legatura di Valore” riconosce nel teatro, nella musica, nella danza, nelle arti visive e in tutta la sfera dello spettacolo, un profondo valore culturale, educativo e formativo, agendone la concreta diffusione nell’ambito territoriale in cui svolge le proprie attività.

 

Per informazioni e iscrizioni: info@accademiamusicalepalmanova.it

 




DOWNLOAD INNOVATION IT Conference & Festival 8 – 9 settembre 2018, Lazzaretto di Bergamo

Bergamo, 6 settembre 2018 Tutto è pronto per l’apertura di DOWNLOAD INNOVATION IT Conference & Festival di Bergamo, il grande evento dedicato al futuro dell’innovazione digitale.

Da sabato 8 fino a domenica 9 settembre, il Lazzaretto di Bergamo vivrà di due giorni di innovazione e tecnologia, gratuiti ed aperti al pubblico.

Sabato 8 settembre alle ore 10.00, l’inaugurazione della manifestazione organizzata da Sorint.lab, azienda bergamasca leader nella Digital Transformation, in collaborazione con il Comune di Bergamo.

Intervengono:

Giorgio Gori, Sindaco del Comune di Bergamo
Giacomo Angeloni, Assessore all’Innovazione del Comune di Bergamo
Luca Pedrazzini, Direttore Generale Sorint.lab
Chiara Marilli, People Development Responsible Sorint.lab

Più di 40 workshops, 24 ore no stop di Hackathon, la prima Adventure di TEDxBergamo, la nuova App delle “Banche del tempo”, videogame, realtà virtuale, droni, laboratori di coding e stampa 3D per bambini, spettacoli, food truck, concerti e l’esclusivo DJ set di Saturnino.

L’ingresso a tutte le attività è libero e gratuito.

La manifestazione si svolgerà anche in caso di pioggia

I PRINCIPALI APPUNTAMENTI DI SABATO 8 SETTEMBRE

LE CONFERENZE

La tappa bergamasca del Roadshow Città Medie, organizzato da Anci e Comune di Bergamo per discutere di digitale nella pubblica amministrazione: al tavolo sull’innovazione tecnologica, oltre a Bergamo, partecipano anche i comuni di Arezzo, Campobasso, Lecce, Matera, Parma, Sassari, Trapani, Trento.

Il Roadshow vedrà il coinvolgimento di attori nazionali, provenienti dal mondo istituzionale, economico, sociale e civile che daranno vita ad un confronto e scambio di buone pratiche tra le città medie. Parteciperanno, tra gli altri, il segretario generale Anci, Veronica Nicotra, il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori e il Presidente della Consulta Città Medie Anci e Sindaco di Sassari, Nicola Sanna.

dalle 10.30 alle 13.00, Auditorium

English Conference

La conoscenza dell’inglese è una delle skill fondamentali per aprire le porte del futuro ai giovani perché offre l’occasione di cogliere maggiori opportunità e stimoli provenienti da tutto il mondo. Garantisce la possibilità di creare network, scambi e interazioni ed essere pronti ad affrontare nuove occasioni anche all’estero. Questo vale ancora di più per le professioni legate al mondo dell’IT.

Il talk illustrerà come e quali metodologie utilizzare per avvicinare i ragazzi alla lingua inglese ed aiutarli a diventare autonomi e preparati per le loro future esperienze.

con Peter Anderson, Anderson House

ore 14.00, Auditorium

– e-Sport Conference

Nell’era del digitale i videogiochi acquisiscono una nuova funzione per il mondo del lavoro e dell’istruzione. A testimoniarlo la prima eSport Class, che è partita come sperimentazione in una scuola superiore con l’obiettivo di coadiuvare i percorsi scolastici già in essere e creare figure professionali di riferimento per la squadra dell’Istituto.

con Francesco Albanese, Games Kingdom founder

ore 14.45, Auditorium

Perché il coding fa bene ai nostri bambini?

Le attività di coding tese allo sviluppo delle capacità di programmazione – con o senza l’ausilio di strumenti tecnologici – sono una delle componenti del “Pensiero Computazionale”, un processo mentale che aiuta a definire e scomporre i problemi, e a concepirne la soluzione come una sequenza di istruzioni fornite a un esecutore automatico (in astratto, anche una persona terza). Al pari di lettura, scrittura e calcolo, il coding è un’abilità strumentale, oggi presente nel curricolo scolastico. I nostri bambini e alunni, nativi digitali, si confrontano quotidianamente con le tecnologie digitali, ma spesso in modo inconsapevole e non strategico. L’avviamento al codice e al Pensiero Computazionale, promosso a partire dal 2014 dal Ministero dell’Istruzione, ha lo scopo di rendere il bambino attivo e consapevole rispetto all’uso di tali tecnologie e consentire lo sviluppo di abilità trasversali, quali le capacità logiche e di problem solving. L’insegnamento del codice nelle scuole in Italia, ma anche nel mondo, è ai suoi primi passi. Pertanto, gli effetti che esso può avere sulle funzioni cognitive del bambino non sono ancora noti. Nel corso dell’intervento saranno presentati irisultati preliminari delle ricerche effettuate.

con Barbara Arfé e Tullio Vardanega, Professori Associati Università di Padova

ore 15.30, Auditorium

La trasformazione digitale nelle imprese: i casi Valtellina Spa, Sacbo Spa e Sorgenia Spa

Tre importanti realtà industriali, bergamasche e milanesi, raccontano come e quanto velocemente la trasformazione digitale stia cambiando il modo di lavorare, il mercato di riferimento e la modalità di acquisizione di nuove opportunità. Le loro testimonianze evidenziano la necessità di rimanere “connessiper affrontare il cambiamento e rivelano quanto è indispensabile individuare competenze sempre più innovative e dedicare maggiore valore alle soft skills. L’aggiornamento costante, pur avendo un alto costo in termini di tempo e di impegno mentale, è diventato indispensabile perché il cambiamento non riguarda più solo le competenze tecniche, ma coinvolge l’approccio del singolo, la cultura e l’organizzazione aziendale.

con Luca Contato Responsabile R&D Valtellina, Alessandro Bertoli ICT Director Sorgenia Spa, Ettore Pizzaballa Responsabile Sistemi Informativi Sacbo Spa

ore 16.15, Auditorium

Panel Software Engineer Open Source

Protagonisti dello sviluppo Open Source a livello mondiale rispondono in modo informale a domande sulla loro esperienza professionale e di vita. Daranno spunti su come cogliere le opportunità professionali ed essere leader in campo IT, con un pizzico di autoironia.

con software engineers Red Hat e Sorint.lab

ore 17.15, Auditorium

Premiazione del concorso GFMarilli

La premiazione del concorso Premio GFMarilli, dedicato alle scuole del territorio sui temi dell’Information Technology: in premio una borsa di studio del valore di 800 euro (miglior tesina/progetto per gli studenti delle classi 5°) e un’esperienza formativa di una settimana all’estero presso una delle sedi europee del gruppo Sorint.lab a Madrid, Londra, Francoforte, Parigi (miglior tesina/progetto per gli studenti delle classi 3° e 4°).

Al concorso hanno partecipato gli Istituti Tecnici Superiori e Licei di Scienze Applicate della provincia di Bergamo con 26 progetti sui temi dell’Information Technology, sviluppati nel corso dell’anno scolastico 2017-18.

ore 18.00, Auditorium

#FUTURABERGAMO “UP&DOWN”

La presentazione di #FuturaBergamo “Up & Down”, l’evento promosso dal MIUR e organizzato in collaborazione con gli Istituti Scolastici Superiori della provincia di Bergamo che il 17, 18 e 19 settembre 2018 animerà la città con esperienze, laboratori, spettacoli sulla Scuola Digitale e hackathon. Per tutta la comunità scolastica e la cittadinanza, sarà un’occasione per raccontare, approfondire e vivere i temi del Piano Nazionale per la Scuola Digitale.

con Paola Crippa, referente ufficio scolastico provinciale, Maria Amodeo dirigente scolastico Istituto Natta e Anna Maria Crotti, dirigente scolastico Istituto Majorana

ore 19.00, Auditorium

HACKATHON E WORKSHOPS

24 ore no stop di Hackathon (Hacker + Marathon): una sfida di due giorni per individuare soluzioni innovative ed efficaci che semplifichino le pratiche di gestione nei servizi di pubblica utilità.

All’idea migliore il premio di 5.000 euro offerto da Confindustria Bergamo e Digital Innovation Hub.

ore 11.00 formazione teams

ore 13.30 annuncio del tema della competizione, Area Hackathon

Talk & workshops sulle ultime tendenze tecnologiche del mondo digitale (Sviluppo Software, Cloud, BigData, OpenSource) destinate ai professionisti IT e agli appassionati d’innovazione.

Fabio Seregni, Software Architect e Sircle Leader di Sorint.lab, illustrerà le linee guida per passare da applicazioni tradizionali a microservices.

ore 11.00, Developer Room

Anton McConville, Development Manager, Cloud Patterns di IBM Digital farà un intervento sulla Blockchain.

ore 12.00, Innovation Room

Stefano Maestri, Associate Manager e Principal Software Engineer di Red Hat, descriverà come realizzare la serverless architecture grazie ad Apache OpenWhisk.

ore 14.00, Innovation Room

Simone Gotti, Open Source Software Engineer e Architect di Sorint.lab, descriverà  la sintassi e le caratteristiche di Go – il nuovo linguaggio di programmazione creato da Google – e spiegherà perché ha guadagnato grande popolarità tra gli sviluppatori cloud.

ore 15.00, Developer Room

Tamas Piros Developer Evangelist di EMEA Cloudinary discuterà di BaaS-Backend as a Service nell’era del FaaS-Function as a Service.

ore 15.00, Innovation Room

Fabrizio Marini, Innovation Solution Architect di Oracle, illustrerà le novità di Java 10.

ore 16.00, Developer Room

LABORATORI PER BAMBINI E RAGAZZI, VIDEOGAME, REALTÀ VIRTUALE, DRONI

Tornei di eSport

Gli sport elettronici competitivi, per sfidarsi in match senza esclusione di colpi ai celebri videogiochi: Overwatch, Fortnite, League of Legends, Hearthstone.

Ore 10.00 – 14.00 – 17.00 – 20.00, Lan Room

Coding per kids & teen

Laboratori per apprendere i fondamenti della programmazione e realizzare un semplice videogioco.

a cura di Plat1 Academy e Bergame

ore 10.00 (7-11 anni) e ore 15.00 (11-14 anni), Lab One

ore 10.30 e 15.30 (14-18 anni), Lab Two

Scacchi

C’era una volta un castello abitato da un re tutto nero… che sfiderà giovani e giovanissimi giocatori a conquistare più pedoni possibili nel tempo di una storia, insegnando a fare il salto ad ostacoli con un cavallo e a dar battaglia al re con i pedoni, arrivando a fare scacco matto in una sola mossa! Introduzione al mondo degli scacchi come attività sportiva per giovani studenti.

con Salvatore Ventura, Istruttore Nazionale FSI-CONI e Maestro di scacchi FSI del Circolo Scacchistico Excelsior;

ore 14.00, Lab One

English Test per adulti, ragazzi e bambini

Un test di livello online gratuito di inglese della durata di 30 minuti seguito da una prova orale. Sarà fornito un certificato con il livello del candidato.

con Peter Anderson, Anderson House

ore 12.00 e 17.00, Lab One

Progettati per essere stupidi: i videogiochi e l’intelligenza artificiale

L’intelligenza artificiale, da anni un ramo molto ben consolidato della scienza, trova una moltitudine di applicazioni pratiche anche nella vita di tutti i giorni e non sorprende nessuno che se ne faccia largo uso anche nei videogiochi. L’obiettivo di questa sessione tecnica è proporre una serie di riflessioni sull’uso dell’intelligenza artificiale secondo il punto di vista di game designer e game developer. In particolare, su quali aspetti si è spesso costretti a cercare dei compromessi e perché.

con Dario Maggiorini, Professore Associato, Università degli Studi di Milano

ore 14.00, Lab Two

Una voliera per imparare a manovrare i droni e sessioni tecniche per conoscere le opportunità professionali del mercato italiano, approfondirne il quadro normativo di riferimento, divertirsi a fotografare con i droni ed elaborare modelli 3D professionali.

Droni, opportunità professionali con Carlo Facchetti, Founder of Geoskylab

ore 11.00, Innovation Room

AREA EXPO

Retro gaming

Storia dei videogame e presentazione di diverse console con i giochi più rappresentativi per ripercorrere e comprendere la storia del mondo videoludico fino ad oggi. Dai primi videogiochi della storia (1952) fino a quelli degli anni ’90; un’area dedicata ai pc anni ‘90 e un Cabinato Arcade per rivivere l’atmosfera della sala giochi e sfidarsi sui giochi più avvincenti degli anni 80 e 90.

con Giovanni Dominoni e Nicholas Tonsi, Retrogaming Bergamo

dalle 10.00 alle 24.00, Area Expo

Virtual Reality Point

Uno spazio dove provare esperienze di guida con un simulatore di guida VR e giochi in realtà virtuale.

dalle 10.00 alle 24.00, Area Expo




LA LANTERNA D’ORO Nel giardino della Lanterna di Genova Sabato 8 Set.ore 21

In occasione degli 890 anni della Lanterna di Genova, Sabato 8 settembre 2018, nello splendido giardino della Lanterna di Genova, posto ai piedi del simbolo del capoluogo ligure, si svolgerà la finale della settima edizione del Concorso Canoro Nazionale per Bambini e Ragazzi La Lanterna D’oro.L’evento è organizzato da MAIA di Verdiano Vera (direttore responsabile del coordinamento generale e delle strategie del Salone della Formazione e dell’Innovazione Musicale di Milano) insieme all’Associazione di Promozione Sociale L’Alveare di Genova, e Italia Contest (Aggregatore di Contest Artistici Integrati nella musica) in collaborazione con la Fondazione Mario e Giorgio Labò e gli Amici della Lanterna di Genova, con il sostegno del Municipio Centro-Ovest di Genova, il contributo economico di Latte Tigullio – Centro Latte Rapallo e della Pasticceria Tagliafico, con il supporto tecnico dell’Accademia Musicale Lizard di Genova e della DNA Yamaha Music School di Savona.

Durante la serata dell’8 settembre si esibiranno sul palco 19 giovani cantanti. Al vincitore del concorso, sarà offerto un contratto discografico con l’etichetta discografica genovese Hive Records per la pubblicazione di un singolo. L’evento, presentato dalla giovanissima Giorgia Ratto con la collaborazione di Guido Ottonello,  dedicherà un momento di sensibilizzazione al fenomeno del bullismo molto diffuso tra i giovani nelle scuole italiane. La serata ospiterà anche una performance della scuola di formazione artistica Kaleido di Genova con il coordinamento di Giovanna La Vecchia (danzatrice, coreografa, insegnante).

Il simbolo del Capoluogo ligure è stato edificato nel 1128. Durante la serata sarà possibile effettuare visite guidate alla Lanterna di Genova accompagnati dai volontari dell’associazione “Amici della Lanterna”. In serata parteciperanno il Presidente del Municipio Centro Ovest Renato Falcidia e l’Assessore del Municipio alle Manifestazioni Fabrizio Radi.

Il concorso, aperto a bambini e ragazzi dai 5 ai 15 anni, ha chiuso le iscrizioni il 15 agosto 2018 ed entro l’8 settembre 2018 l’organizzazione sceglierà i 19 finalisti. L’ingresso all’evento per il pubblico ha un costo di 5 euro, e parte dell’incasso sarà devoluto in beneficienza per la Lanterna di Genova. I biglietti d’ingresso saranno acquistabili solamente durante la serata.

L’organizzazione informa che, data la grande richiesta di partecipazione da parte di giovani cantanti, sono già aperte le iscrizioni per l’Edizione 2019 dello stesso concorso.

Per info: www.lalanternadoro.it