Showcooking e degustazione il 27 gennaio a Ravascletto, fra i monti della Carnia

Appuntamento d’eccezione per appassionati di cucina e gourmet, venerdì 27 gennaio, in Carnia: una serata di showcooking e degustazione con lo chef stellato carnico Luca Veritti. Organizzata da Cuciniamo con in collaborazione con Carnia Welcome, la lezione di cucina si terrà, a partire dalle 19.30, all’interno del nuovo Ristorante Margò dell’Hotel La Perla di Ravascletto: un’occasione unica per ammirare all’opera un giovane talento carnico che ha avuto successo e riconoscimenti di assoluto livello, prima fra tutti l’ambita Stella Michelin abbinata al proprio nome, e degustarne i piatti creati per l’occasione. Al termine dello showcooking i partecipanti degusteranno le pietanze, accompagnandole con i vini selezionati per l’occasione dalla cantina Vie di Romans. Ad aprire il Menu, aperitivi (Millefoglie di frico, Scuf fritto e speck, Crema zucca e ricotta affumicata) e la Trota di Sutrio marinata, radicchio invernale, polenta croccante, salsa al ginepro e slivovitz di Cabia come antipasto. Seguiranno Spaghetti erba e fumo (“il mio cjarsons moderno”) e Riso Carnaroli Acquarello mantecato alle cjastines cotte sulla plota, fonduta di formaggio di malga e profumo di rosmarino. Come secondo una carne bianca, il Coniglio dalla Carnia a Venezia… arrosto, in umido e fritto. Infine la tradizionale Sopa come pre dessert e Latte intero, yogurt e pomodoro (interpretazione della sopa) come dessert.

La storia di Veritti è da sogno: ragioniere, in ufficio davanti al computer, sogna di cambiare. Studia per diventare cuoco e inizia a lavorare nelle cucine dei ristoranti, naturalmente inizia col fare la gavetta, affiancando chef celebri. Finirà per approdare a Venezia dove, in silenzio e in perfetto stile carnico, lavorando sodo e mettendoci tutto l’impegno possibile, si pone dietro le quinte del Met Restaurant, all’Hotel Metropole. Cerca di dare la sua impronta lavorando sulla tradizione che, pur caratterizzando la sua cucina, gli pone dei limiti. Allora elabora le stesse ricette guardando alla contemporaneità: le esprime in forme geometriche, colorate, inattese. Il piatto rimane lo stesso, ma è un racconto in due stili, è un messaggio in due lingue. Nasce la cucina Tracontemporanea.

In soli 18 mesi la Guida Michelin decide di premiare il talento dello Chef e fa brillare una Stella sul suo nome.

Prenotazioni on line sul sito www.cuciniamocon.it (o contattando info@cuciniamocon.it e 347 5458714).

Per informazioni: Carnia Welcome

Tel.: 0433.466220 – info@carnia.it – www.carnia.it




Si scrive “ndunderi”, si legge “cioccolatini”: sono quelli che rappresenteranno Ravello nel Mondo durante l’anno 2017

Si chiama “ndundero” il cioccolatino che rappresenterà Ravello nel mondo. I due creatori, ovvero lo chef Gian Marco Carli (Ristorante Il Principe di Pompei) e il pasticcere Gennaro Peluso(pasticceria “La goccia” di Pompei) per la forma del loro cioccolatino si sono ispirati a un tipo di pasta artigianale tipica della provincia di Salerno, gli ndunderi, simili agli gnocchi, con un impasto composto da farina e latte cagliato oppure ricotta, tuorli d’uovo, formaggio di vacca grattugiato, sale, pepe e noce moscata.

“Nella preparazione del cioccolatino e nell’utilizzo degli ingredienti abbiamo poi pensato di onorare un’altra tipicità locale, l’autoctono vitigno Tintor – aggiungono gli chef -. Ed è proprio il vino ottenuto da questo vitigno , in riduzione aromatica, a dare sapore al nostro cioccolatino. Per completare il tutto abbiamo inserito arance semicandite e, per guarnire, abbiamo usato una classica chiave di violino in onore dell’ormai storico Ravello Festival”.

Non è stato semplice per la giuria decretare il cioccolatino che dovrà rappresentare la Città della Musica per l’anno 2017. Sette le praline arrivate in finale, tutte ugualmente buone e originali:
Ndunderi– gli “Ndunderi di cioccolato” dello chef Gian Marco Carli e del Maestro Pasticciere Gennaro Peluso;

– la “Sprucculiata” dall’executive chef Gianfranco Cioffi e dalla sua fidata collaboratrice Daniela Cioffi;

– il “Ciocco Mandarino” dello chef Gabriele Martinelli;

– “Profumo di Ravello”, la creazione del cioccolatiere Gabriele Passarelli;

– “Passione Ravello”, la pralina creata dalla maître chocolatier Giulia Capece di Battipaglia;

– il “Tartufo ripieno di melanzana” dello chef Amedeo Carannante;

– la “Pralina al pistacchio” dell’artigiano perugino Fausto Ercolani.

Il cioccolatino vincitore è stato individuato durante l’ultima serata del Ravello Chocolate Festival, svoltasi ieri, 8 gennaio, presso l’albergo Bonadies. Erano presenti in giuria – oltre al sindaco di Ravello, l’avv. Salvatore Di Martino, alla giornalista Simona Buonaura e al presidente dell’associazione “Notte Ravellese” (organizzatrice del Festival), Suita Carrano – tre grandissimi protagonisti del mondo della pasticceria italiana: i Maestri Giuseppe Daddio e Aniello Di Caprio (entrambi della scuola Dolce & Salato di Maddaloni) e il Maestro Paolo Fulgente.




Corso di decorazione dei mini panettoni per bambini. Sabato 17 dicembre alle ore 16.30 da Liberty Laboratorio Angelini in Androna del Pane 5, a Trieste

Bambini, per trascorrere un Natale davvero speciale, vi piacerebbe decorare i panettoni con i vostri personaggi preferiti? Potrete farlo partecipando al corso per bambini di decorazione di mini panettoni di Liberty Laboratorio Artigianale Angelini con le maestre pasticciere Lisa e Daniela in programma sabato 17 dicembre 2016 alle ore 16.30.
Il corso si svolgeraà presso il laboratorio dedicato in Androna del Pane 5, a Trieste. Per informazioni, iscrizioni e approfondimenti laboratorioliberty@gmail.com o 0402460879.

LibertyNel frattempo, Liberty si è fatta in due. In via Malcanton 6, presso la Caffetteria del Borgo, per tutto il mese di dicembre sarà aperto il Liberty Xmas Corner, temporary shop dove poter acquistare tutti i dolci della produzione artigianale di Liberty, sempre disponibili nella sede storica di via Carpison 7/c, con particolare attenzione per quelli del periodo (Panettoni e Pandori  tradizionali e vegani, Presnitz, Putizza e Putizza bianca, Torrone, Stollen e Biscotteria di Natale) contrassegnati con i nuovi marchi “Il Presnitz di Trieste” e “La Putizza di Trieste” a tutela dei dolci della tradizione triestini e assaporarli assieme a tè, caffè e cioccolata calda.

info: 0402460879
mobile whatsapp: 333 4441417
laboratorioliberty@gmail.com

Pagina facebook:
https://www.facebook.com/Liberty.Trieste/

Evento facebook:
https://www.facebook.com/events/1784971405061053/

Liberty

Liberty è una pasticceria e laboratorio artigianale con gastronomia e scuola di cucina. Ideale crocevia di Tradizione, Sperimentazione e LibertyQualità.La filosofia alla base delle creazioni Liberty si basa su tre concetti semplici e mai disattesi. La passione, il tempo e la qualità degli ingredienti, tutti magistralmente orchestrati dalla maestra pasticcera Lisa Angelini, importante figura per la pasticceria, in un mondo dove la presenza femminile è ormai una rarità. La passione è la forza che muove ogni singolo gesto e anche quella che fa da collante fra tutti gli aspetti di Liberty. Il tempo è sempre quello necessario, mai un minuto di meno. Non forziamo niente, perciò lievitazioni lunghe, lavorazioni manuali e lente e infine tempo inteso come stagionalità e il suo alternarsi. Ciò che nasce lentamente, muore lentamente. La qualità è al centro della nostra ricerca. Ogni ingrediente è il meglio che si trova sul mercato, consapevoli che un prodotto è una catena e se c’è un anello debole, salta tutto.
L’idea di organizzare i corsi nasce dall’interesse e dalla curiosità delle persone. Il cliente medio è sempre più preparato ed esigente. tenere i corsi vuol dire mostrare il nostro processo creativo e, perché no, svelare qualche segreto gelosamente custodito. Fare i corsi significa anche far capire e conoscere da vicino l’importanza di ingredienti di primo livello e dei tempi necessari a creare i nostri dolci. E infine è un confronto anche per noi, incontrare le persone e arricchirsi a vicenda. Su richiesta può partire qualunque tipo di corso.Per informazioni:

Tel. 0402460879
laboratorioliberty@gmail.com
facebook.com/Liberty.Trieste

Andrea Forliano




Inaugurato oggi (venerdì 9 dicembre 2016) alle ore 17.00 alla presenza delle Autorità il presepio di Villa Carsia a Opicina. Il programma di sabato 10 dicembre

E’ stato inaugurato oggi (venerdì 9 dicembre 2016) alle ore 17.00 con la benedizione di Don Andrea Russi della Parrocchia Maria Regina del Mondo e San Michele e alla presenza delle Autorità il presepio di Villa Carsia presso la rotondina di via S. Isidoro realizzato per il secondo anno da nonna Bruna con l’apporto di Silvio Buzzai e Dario Rota.
Ad allietare la cerimonia, il Coro Voci d’Argento della Saletta d’Incontro Comunale di Villa Carsia. E’ seguito un rinfresco offerto dal Supermercato Bosco Maxì di Largo S. Tommaso 2.
OpicinaEra presente l’Assessore comunale al Commercio ed Eventi correlati, Lorenzo Giorgi, che portando i saluti e gli auguri dell’Amministrazione comunale, ha rimarcato l’impegno del Comune per proporre iniziative di sviluppo commerciale anche al di fuori del centro cittadino e sottolineato la collaborazione con i negozianti di Opicina e l’importanza dell’attività di promozione svolta dal Consorzio Centro in Via Insieme a Opicina,
Hanno portato i loro saluti il Presidente della II Circoscrizione Altipiano Est, Marko De Luisa, il Vicepresidente dell’Associazione per la difesa di Opicina – Združenje za zaščito Opčin, Giovanni Cola, l’ex consigliere comunale Giuseppe Colotti e la Presidente del Consorzio Centro in Via Insieme a Opicina, Nadia Bellina, che ha ringraziato tutti coloro che hanno collaborato alla perfetta riuscita dell’evento e in particolare Fabio Bosco per il rinfresco.
Domenica 25 dicembre al termine della Santa Messa di Natale delle ore 9.00, dalla Chiesa di San Michele partirà la solenne processione per collocare il Bambin Gesù nella mangiatoia del presepe (che sarà visibile fino al 15 gennaio 2017).

Sempre nell’ambito della manifestazione “A Opicina Natale con noi” 2016, sabato 10 dicembre alle ore 16.00 si esibirà in un concerto itinerante la Banda Viktor Parma di Trebiciano e dalle ore 7.00 alle ore 19.00 in piazzale Monte Re e lungo le vie Nazionale, via di Prosecco e Strada per Vienna si svolgerà il Mercatino dell’artigianato, dell’hobby e dell’usato a tema natalizio a cura dell’Associazione Culturale Cose di Vecchie Case. Sarà allestita anche l’Isola dei bambini con scambi di giocattoli figurine, libri, cd, dvd, fumetti e videogiochi.Opicina

Proseguono anche le visite ai bunker di Opicina attraverso il sentiero storico-didattico che porterà a conoscere una parte di storia della nostra provincia ancora sconosciuta a molte persone. Attraverso i tre bunker e il cimitero tedesco la guida del Gruppo Escursionisti Triestini spazierà dall’occupazione tedesca della provincia fino alla battaglia di Opicina. Questo il calendario delle visite:
Domenica 11 dicembre alle ore 10.00 e alle 16.00
Sabato 17 dicembre alle ore 10.00, alle 16.00 e alle ore 19.00
Domenica 18 alle ore 10.00 e alle 16.00
Le visite partiranno dal parcheggio del quadrivio di Opicina. Il ritrovo è fissato 15 minuti prima dell’inizio della visita (ore 9.45 e 15.45) da lì si imboccherà il sentiero che in un paio di minuti porterà ai bunker. Si visiteranno in sequenza: bunker ad H, Bunker del Generatore, cimitero di guerra tedesco, sosta in campeggio (per vedere alcune foto) e per finire bunker dell’Obelisco.

La visita non presenta nessuna difficoltà, bisogna solo fare attenzione all’interno dei bunker (due scale interne e

ingresso bunker generatore)
La durata varia da 2 a 3 ore in base al numero dei partecipanti. La visita è a offerta libera.
Importante: ricordarsi di portare con sé una torcia.
Per iscrizioni e prenotazioni è possibile inviare un’e-mail a: gruppoescursionistitriestini@gmail.com oppure telefonare al 346/8516570 (Fabio Mergiani) indicando i nominativi dei partecipanti, un indirizzo e-mail, un recapito telefonico e l’orario e data in cui si vuole effettuare la visita.
 Andrea Forliano



GIOVEDÌ 24, ORE 11, SALA DELLA GIUNTA MUNICIPALE, CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DI “ILLUMINA OPICINA 2016”

Giovedì 24 novembre, alle ore 11, nella Sala della Giunta Municipale, avrà luogo la conferenza stampa di presentazione della manifestazione “Illumina Opicina 2016”, organizzata dal Consorzio Centro in Via “Insieme a Opicina-Skupaj na Opčinah” in collaborazione con il Comune di Trieste. L’iniziativa – che precederà immediatamente le successive e più ampie manifestazioni della tradizionale rassegna AOpicina, Natale con noi” che prenderà avvio in Dicembre – comprenderà l’addobbo e l’accensione delle luci natalizie nel borgo dell’Altipiano, l’organizzazione del “1° Venerdì dei Saldi opicinese” (sull’esempio del “Black Friday” anglosassone) con speciali promozioni e interessanti occasioni d’acquisto nei negozi aderenti nonchè un Mercatino di Natale con proposte in “tema“. Significato, programmi e dettagli di “Illumina Opicina 2016” saranno illustrati dall’Assessore comunale al Commercio Lorenzo Giorgi, dal Presidente della II Circoscrizione-Altipiano Est Marko De Luisa, da rappresentati di Confcommercio e Unione Regionale Economica Slovena-SDGZ, dal presidente della Banca di Credito Cooperativo del Carso-ZKB Adriano Kovačič e dalla presidente del Consorzio Centro in Via “Insieme a Opicina-Skupaj na Opčinah” Nadia Bellina.

Andrea Forliano




Cetara, al via la V edizione del Premio gastronomico Ezio Falcone

Al via la V edizione del Premio Gastronomico ‘Ezio Falcone’ nell’ambito della consueta e rinomata Festa della colatura di alici di Cetara. Il contest – una gara fra cultori della cucina tradizionale che si svolgerà presso l’Hotel Cetus il 3 dicembre alle ore 13,00 – è destinato a giornalisti, foodblogger e appassionati della cucina tradizionale. Il tema scelto quest’anno, al quale si dovranno ispirare i partecipanti, è: Le 4 stagioni in cucina. La gara, che quest’anno verrò presentata da Raffaella Gambardella di VGChannel, è nata per promuovere e diffondere i molteplici usi della colatura in cucina ed è stata organizzata in collaborazione con l’Associazione per la valorizzazione della colatura di alici, presieduta da Lucia Di Mauro, e l’Associazione Amici delle alici, presieduta da Pietro Pesce. Nonostante il forte legame con il periodo delle feste natalizie – la tradizionale spillatura del terzigno avviene infatti ad inizio dicembre – la colatura è un prodotto che può essere consumato durante tutto l’anno, in tutto il mondo e da tutte le tipologie di consumatori, grazie alle ricette originali e moderne, frutto della creatività degli appassionati di cucina e degli chef. Un patrimonio di ricette che si arricchisce di anno in anno anche grazie a questa divertente competizione.

La partecipazione alla gara è gratuita, previa prenotazione entro e non oltre sabato 26 novembre 2016, data in cui dovranno anche essere inviate le ricette che saranno preparate alla competizione, all’indirizzo mail: a.speranza84@gmail.com. La commissione giudicatrice sarà composta da esperti del settore gastronomico e dai ristoratori di Cetara, che conferiranno il Premio creatività e il Premio piatto innovativo; referente dell’evento è l’assessore alla Cultura e Turismo di Cetara, Angela Speranza (cell. 3396075994); mediapartner “Il Vescovado”.




CIOCCOLATO TI AMO Evento dedicato al cioccolato artigianale a ingresso libero Piazza S. Antonio Nuovo, Trieste 10-13 novembre 2016

Prosegue con successo “Cioccolato ti Amo”, il tradizionale evento a ingresso libero dedicato al cioccolato artigianalepromosso da Flash Srl. in co-organizzazione con il Comune di Trieste che torna per il 15° anno dopo il grande successo delle passate edizioni. Fino al 13 novembre 2016 nella centralissima piazza S. Antonio a Trieste si terranno laboratori, cooking show, mattinate per le scuole, mostra sul cioccolato, creazioni artistiche live, degustazioni, pranzi e cene a base di cioccolato nei ristoranti aderenti e incontri con esperti del settore sull’arte dei Maestri cioccolatieri.Del resto, Meneghetti_gioco di cioccolato e olio d'olivaquella per il cioccolato che i Maya definivano non a caso il cibo degli dei, è una passione trasversale, che ci accompagna dall’infanzia fino all’età adulta: un momento di dolcezza che regala buonumore soprattutto alla popolazione tra i 20 e i 44 anni, che ne consuma l’85% del totale. Dal 2000 a oggi poi i consumi di cioccolato in Italia sono raddoppiati: ognuno di noi in media consuma 4,3 chili di cioccolato l’anno con una leggera prevalenza per le donne. Se ne consuma più al Nord (oltre il 65%), per lo più a casa, ma anche per strada, a scuola, al lavoro, in palestra, agli eventi sportivi e culturali o al bar. In vetta alle preferenze, resta il cioccolato fondente, che registra oltre il 40% delle preferenze, seguito, anche in virtù della comodità di consumo, dalle praline. Ma a stupire e richiamare il pubblico, sono soprattutto le sue forme sempre più originali, simili ad autentiche opere d’arte. Del resto, siamo il Paese del cioccolato di qualità e dei Maestri cioccolatieri che realizzano le loro creazioni solo ed esclusivamente secondo la ricetta autentica (con il burro di cacao come unica materia grassa). Per quattro giorni con orario 9-21 e ingresso libero, sarà un tripudio di dolcissime proposte a base di cioccolato (tavolette, praline, dolci, biscotti e bevande), rigorosamente artigianali e realizzate solo ed esclusivamente con squisiti e golosi ingredienti di qualità da Maestri cioccolatieri che permetterà di scoprire ai sempre numerosi visitatori del tradizionale appuntamento tutte le caratteristiche della filiera del cioccolatoA ospitare l’evento, amatissimo dai triestini e dai numerosi turisti presenti in città nel periodo pre-natalizio, un’accogliente tendostruttura illuminata da fasci di luce multicolori che creeranno un effetto particolarmente suggestivo. All’interno del tendone trasparente, abbellito datorrone al cioccolato un allestimento floreale e da una moquette, troverà posto una decina di selezionatissimi espositori: sceltissimi maestri pasticceri, locali e nazionali, provenienti da tutta Italia (Piemonte, Lombardia, Umbria, Veneto, Friuli Venezia Giulia e per la prima volta, anche dalla Croazia), offriranno al pubblico la possibilità di conoscere e gustare le proprie dolcissime e sfiziose preparazioni. Bianco, fondente, al latte o al gianduia. Ripieno e non, con nocciole intere o spezzate. Non c’è che l’imbarazzo della scelta e nel dubbio, il consiglio è di provarle tutte: dalle tavolette ai dolci ripieni di cioccolato alla cioccolata calda, dai ciocco drink ai liquori a base di cioccolato e altri numerosi e dolcissimi sapori e aromi. In esposizione e vendita, praline e forme artistiche di cioccolato e cioccolato di tutti i tipi (al latte, fondente, al gianduia, peperoncino, cannella, vaniglia). Ricco il programma di iniziative che faranno come sempre da contorno al dolcissimo evento. Nei giorni di apertura, la struttura ospiterà momenti di approfondimento didattico con particolare attenzione alle scuole a cura del Maestro Cioccolatiere perugino Fausto Ercolani e sabato è previsto uno speciale laboratorio per i bambini a cura di Gaia Eventi, il Biscuit Design, che vedrà i piccoli cioccolatieri impegnati a decorare i biscotti appena sfornati con il cioccolato. Non mancheranno come ogni anno gli appuntamenti Ciocco School: i piccoli visitatori potranno partecipare ai Corsiintroduttivi dedicati all’ABC del Cioccolato tenuti dai Maestri cioccolatieri, assisterne alle istruttive fasi della preparazione e lavorazione artigianale e degustare le golosissime creazioni appena realizzate. Per i bambini sono previsti dei laboratori gratuiti anche il sabato e la domenica, sia alla mattina che al pomeriggio. Ad un pubblico più adulto saranno invece rivolti percorsi degustativi dedicati alla conoscenza di grappe e cocktail a base di cioccolato: la sezione Trieste In Cioccodrink fornirà l’occasione per scoprire inediti abbinamenti tra cioccolato e grappe che si abbineranno ai vari tipi di bicchierini al cioccolato, dolce o fondente, cocktail al gusto di cioccolato, spume e gelatine.Sabato e domenica si terranno Cooking show per adulti e per tutti coloro che vorranno concedersi lo sfizio di un pranzo o una cena completamente a base di cioccolato, saranno disponibili i Menù Tutto Cacao, da assaggiare nei ristoranti aderenti. Si tratta di un appuntamento molto atteso – ha sottolineato all’inaugurazione l’assessore Lorenzo Giorgi – che si svolge in una piazza centrale e che richiama ogni anno tantissime persone di tutte le età, a dimostrazione che tutti gli eventi organizzati nelle piazze cittadine convergono l’attenzione e l’apprezzamento da parte d un grande pubblico”.CIOCCOLATO

La filosofia alla base dell’amatissima rassegna autunnale, che ogni anno richiama migliaia di visitatori anche dall’esteroha commentato Vincenzo Rovinelli, amministratore unico di Flash Srl ringraziando il Comune di Trieste per la fattiva collaborazione – rimane invariata ed è il nostro punto di forza: puntare cioè sulla qualità dei produttori, che fanno della loro passione e della volontà di ricerca i due ingredienti principali delle proprie ricette. Particolare attenzione verrà come sempre riservata ai produttori locali – contraddistinti dalle attività artigianali di Trieste e della regione – e al cosiddetto chilometro zero, nella filosofia della conservazione e valorizzazione delle tradizioni e dei prodotti e ingredienti di alta qualità del territorio. Quest’anno per la prima volta ci apriremo anche all’estero, con la presenza di un artigiano croato proveniente da Parenzo. Anche quest’anno punteremo naturalmente sulle famiglie, per le quali abbiamo allestito numerose occasioni di divertimento studiate per i più piccoli. Oltre alle offerte di cioccolato di varia fattura e alle prelibate degustazioni di specialità di ogni tipo per accontentare tutti i palati, dai cioccolatini, alle praline, alle torte, e pasticceria fantasiosa, all’interno della struttura si terranno quotidianamente laboratori creativi dei Maestri cioccolatieri, si imparerà a fare la cioccolata e si potranno ammirare piccole, ma autentiche opere d’arte scolpite nel cioccolato”.

PROGRAMMA CIOCCOLATO TI AMO 2016

VENERDI’ 11/11

Ore 10 – 11:00

Appuntamento per le scuoleConoscere il cioccolato: raccolta, lavorazione e trasformazione della fava di cacao in cioccolato”.

Maestri e artigiani cioccolatieri italiani offriranno agli alunni delle scuole primarie triestine in visita alla manifestazione la possibilità di conoscere e degustare le loro preparazioni con approfondimenti didattici e culturali. I più piccoli potranno partecipare ai Corsi introduttivi dedicati all’ABC del Cioccolato organizzati all’interno della tendostruttura.

Ore 14:00 -15:00

Evento per tuttiConoscere il cioccolato: raccolta, lavorazione e trasformazione della fava di cacao in cioccolato”.

Maestri e artigiani cioccolatieri italiani offriranno ai visitatori di tutte le età la possibilità di conoscere e degustare le loro preparazioni con approfondimenti didattici e culturali.

SABATO 12/11

ore 10.00-13.00 Laboratorio gratuito per bambini “Biscuit Design” a cura di Gaia Eventi

ore 17.00-18.00 Laboratorio gratuito per bambini “Biscuit Design” a cura di Gaia Eventi

ore 16-18:30 Cooking show per adulti

DOMENICA 13/11

ore 10.00-11.00 Laboratorio gratuito per bambini di età scolare a cura del Maestro Cioccolatiere Fausto Ercolani (L’Artigiano Perugino)

ore 14.00-15.00 Laboratorio gratuito per bambini di età scolare a cura del Maestro Cioccolatiere Fausto Ercolani (L’Artigiano Perugino)

ore 15.00-16.00 Creazione artistica live per adulti

ore 18.30-19.30 Cooking show per adulti

Andrea Forliano




A Napoli Il 24 novembre apre “Giri di Pasta”, un take away per sole frittatine di pasta

Taglio del nastro a Napoli il 24 novembre per un nuovo progetto griffato “Giri di Pasta”: un format innovativo, creato nel cuore del centro storico, a San Gregorio Armeno (in via dei Tribunali, 73), da giovani e golosi imprenditori.
Un locale piccolo, ma dallo stile architettonico accattivante e con un’offerta enogastronomica esclusiva. Una vera e propria boutique delle frittatine di pasta, che saranno servite “in tutte le salse”, fatte utilizzando esclusivamente prodotti di qualità e a Km 0 (come la pasta di Gragnano, le uova biologiche, il Parmigiano Reggiano e il Pecorino Romano DOP).
Questo take away “napulegno” entrerà a regime sin da subito: tutti i “Giri di Pasta” elencati nei menù saranno infatti degustabili già dal primo giorno, dalle ore 12 alle ore 24.
Giri di pastaLe frittatine che saranno servite rispecchiano tutte la sapienza napoletana, abbinando tradizione e ricerca, per conquistare i palati dei propri consumatori con antichi sapori accompagnati dall’innovazione e soddisfare ogni esigenza. E’ per questo che sono state studiate, con l’ausilio di chef professionisti, 4 tipologie di menù (per un totale di 13 diverse frittatine) in grado di accontentare anche il più pignolo dei palati:
· Classico (comprendente 4 frittatine: “Originale”, “Genuina”, “Saporita” e “Partenopea”)
Nato per esaltare al meglio la tradizione partenopea attraverso l’uso d’ingredienti tipici, come la provola affumicata di Agerola e i pomodorini del Piennolo… non farà rimpiangere la frittata di pasta della nonna!

· Gourmet (comprendente 4 frittatine: “Briosa”, “Aromatica”, “Delicata”, “Sfiziosa”)
Rivolto a chi non si accontenta dei soliti accostamenti culinari. “Giri di pasta” realizzati attraverso combinazioni originali di ingredienti capaci di regalare un’esperienza culinaria unica.

· Special (comprendente 4 frittatine: “Gustosa”, “Ortolana”, “Scostumata”, “Libera”)
Dedicato a chi predilige un gusto più leggero e delicato, senza rinunciare a tutta la bontà della tipica frittata napoletana.

· Dessert (il “CioccoGiro”)
Conclusione del pasto o semplice spuntino, i “Giri di Pasta” dolci rappresentano un momento irrinunciabile di vero godimento.

Ad arricchire l’offerta gastronomica, una vasta selezione di birre artigianali e vini.
Giri di Pasta è un luogo di sosta per mangiare ed assaggiare, dolce e salato, vegetariano e vegano, gluten free, classico e gourmet. Un concept gastronomico, dunque, unico ed esclusivo, che sbarcherà presto anche in altre importanti città italiane.




Domenica 30 ottobre A spasso per erbe tra i vigneti del Collio e pranzo nei Saloni Medievali del Castello di Spessa

L’autunno accende il paesaggio di mille sfumature di giallo e rosso, e cosa c’è di meglio di godersi una passeggiata tra questi meravigliosi colori tra i vigneti e le colline del Collio goriziano?

Il Castello di Spessa di Capriva del Friuli propone per domenica 30 ottobre una camminata per conoscere e raccogliere le diverse specie di erbe selvatiche, accompagnati da una grande esperta, Giusi Foschia de “Il giardino commestibile”. La partenza è prevista per le ore 10.00 e durante il percorso verrà creato un vero e proprio erbario con quanto raccolto. Giusi Foschia spiegherà inoltre come riconoscere ed utilizzare in cucina, ma anche per la cosmesi e la salute, le varie erbe che i partecipanti troveranno lungo il percorso.

Al termine della camminata, alle ore 13.00, ci sarà un pranzo degustazione nei Saloni Medievali del Castello, che vedrà abbinate le erbe raccolte ai piatti freddi de Il Gusto di Casanova, il nuovo Bistrot del Castello, che offre una straordinaria selezione di prodotti del Friuli Venezia Giulia proposti in un’inedita veste contemporanea.

Menu:
• Salmone della Valrosandra, marinato con arancio, limone, pepe nero e timo
• Salmerino con timo, olio ex oliva e pepe verde
• Tartare di pesce spada (o ricciola) con olio ex oliva, pepe rosa e maggiorana
• Robiola di capra con olio ex oliva, tarassaco o aglio delle streghe
• Caciotta del Carso triestino alla Santoreggia
• Formaggi di malga, Sauris con olio e fiori di finocchio
• Jamar (formaggio stagionato in grotta) del Carso triestino con ortiche
• Gelato artigianale

Il costo dell’escursione è di 25 € (i partecipanti dovranno presentarsi già muniti di cestino), mentre il costo del pranzo è di 35 € bevande escluse.

Info e prenotazioni: Castello di Spessa Wine Resort
Via Spessa, 1 – Capriva del Friuli (GO)
Tel/Fax: + 39 0481.808124 – www.castellodispessa.it – info@castellodispessa.it




Diciottesima edizione di Ein Prosit DAL 20 AL 23 OTTOBRE

“Il coraggio di cambiare”, tema portante della diciottesima edizione di Ein Prosit, la principale rassegna enogastronomica del Nordest Italia, sarà il filo conduttore anche del percorso “Itinerari del Gusto”, ovvero le cene nei ristoranti del Tarvisiano con i grandi chef italiani e internazionali che proporranno i piatti della loro cucina abbinati ai vini del Friuli Venezia Giulia, autentica eccellenza del territorio e punto di forza della manifestazione.

Ein Prosit2015 credit Fabrice Gallina

Ein Prosit2015 credit Fabrice Gallina

Dalla cena a più mani organizzata dai ristoratori del Tarvisiano e della Valcanale che giovedì 20 ottobre (ore 20:00 al Ristorante dell’Hotel Edelhof) inaugurerà Ein Prosit 2016 alla cena evento stellata a 10 mani con Ana Roš, Emanuele Scarello, Christian e Manuel Costardi, Renato Bosco che domenica 23 ottobre (ore 20:30 al Ristorante dell’Hotel Edelhof) chiuderà ufficialmente la rassegna, passando per la cena in cima al Monte Lussari con il giovane chef romano stellato Luciano Monosilio di Pipero Al Rex (sabato 22 ottobre alle ore 20:30 al Ristorante Rododendro), la curiosa cena con i Fratelli Costardi nel negozio di abbigliamento Reporter’s (sabato 22 ottobre alle ore 20:30 in via Roma 15 a Tarvisio) e altre 9 cene di assoluto livello che stanno già registrando il boom di prenotazioni per l’occasione davvero unica di poter soddisfare il palato apprezzando la cucina italiana e mondiale nelle sue massime espressioni.

Nella serata di venerdì 21 ottobre saranno 3 le cene da non perdere: la Baita di Beatrice del Ristorante Buon Arrivo a Camporosso ospiterà il giovane chef marchigiano stellato Errico Recanati che porta avanti la tradizione del Ristorante Andreina, mentre al Valbruna Inn sarà la volta di Francesco Brutto dell’Undicesimo Vineria di Treviso, recentemente nominato Miglior Cuoco Giovane d’Italia per la Guida ristoranti Espresso 2017, e infine da Ilija al Golf Club di Tarvisio ci sarà Riccardo Camanini del Lido 84 di Gardone Riviera che reinterpreta il tempo e lo spazio catalizzando l’aspetto materiale e quello spirituale dove tutto parte sempre dalla materia prima.

Nella serata di sabato 22 ottobre sono previste altre 4 cene: il francese Philippe Léveillé del Ristorante Miramonti L’Altro (2 stelle) cucinerà al Ristorante dell’Hotel Edelhof a Tarvisio, la Baita di Beatrice del Ristorante Buon Arrivo a Camporosso ospiterà invece la Salumeria romana Roscioli che ha avuto il coraggio di cambiare affidandosi allo chef tunisino Nabil Hadj Hassen, il Valbruna Inn ospiterà la chef Antonia Klugmann de L’Argine di Vencò, freschissima di stella Michelin e infine il Ristorante L’Altro Gusto di Tarvisio proporrà una cena a 6 mani con 3 chef friulani (Stefano Buttazzoni, Luca Diana e lo chef ospitante Francesco Baraldo Sano),

Nella serata conclusiva di domenica 23 ottobre si raggiungerà l’apice del “coraggio di cambiare” anche da Ilija al Golf Club con lo chef singalese Wicky Pryian del Ristorante Wicky’s a Milano che partendo da una laurea in criminologia è diventato uno dei volti noti della ristorazione etnica con una interpretazione tutta sua della cucina nipponica con ingredienti mediterranei.

Oltre alle cene, la diciottesima edizione Ein Prosit che si terrà sempre a Tarvisio e Malborghetto, da giovedì 20 a domenica 23 ottobre propone un programma da record con degustazioni guidate, mostra assaggio, laboratori dei sapori (a cura di Enzo Vizzari e Paolo Vizzari delle Guide dell’Espresso), cene nelle case e incontri ravvicinati con 150 tra i più importanti produttori del panorama enogastronomico italiano e internazionale, che sarà in grado di richiamare in Friuli Venezia Giulia migliaia di appassionati e gourmand da tutta Italia e da diverse località oltre confine, in primis dalle vicine Austria e Slovenia, occupando per l’intero fine settimana tutte le strutture ricettive del Tarvisiano.

Sono consultabili al sito www.einprosit.org il programma completo della diciottesima edizione e la vantaggiosa offerta turistica di Ein Prosit realizzata grazie anche all’importante collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia e PromoTurismoFVG.