GRADO: ELIO E LE STORIE TESE VENERDÌ SUL PALCO DEL SOUND OF WAVES

Grande appuntamento sarà quello di venerdì 26 luglio con il rock pop dissacrante di Elio e Le Storie Tese, protagonisti sul palco della Spiaggia Costa Azzurra di Grado con il nuovo “Tour Biango” che segue la pubblicazione del fortunato “Album Biango”, ultimo capitolo musicale della luminosa carriera di questa band per un evento che vede la collaborazione artistica di Azalea Promotion ed è inserito nel pacchetto Music&Live, la speciale promozione realizzata dall’Agenzia TurismoFVG, che permette a chi soggiorna in regione di ricevere il biglietto in omaggio (per informazioni www.musicandlive.it).

Saranno tante le sorprese della serata (apertura porte alle 20 e 30) a cominciare dalle 21 con il warm up dj set di Massimo Rossini, che scalderà il pubblico in attesa dell’esibizione di Elio e compagni, prevista alle 22. A chiudere in bellezza un altro grande ospite, Nikki, direttamente dal programma Tropical Pizza di Radio Deejay, che con il suo dj set farà ballare il pubblico fino a tarda notte.

Elio e Le Storie Tese, rappresentano da oltre trent’anni la capacità di innovare il panorama musicale italiano con una produzione discografica e un’intensa attività live capace di coinvolgere un pubblico trasversale e di ottenere i consensi della critica. La band sta attraversando una fase fortemente creativa che l’ha vista assoluta protagonista prima al Festival di Sanremo con il secondo posto e Premio Mia Martini della critica per la Canzone Mononota, e partecipare nei giorni scorsi al Concerto del 1° Maggio a Roma. Di poche settimane fa l’uscita del nuovo album in studio, dal titolo L’Album Biango, ennesimo capitolo della trionfale carriera del gruppo milanese nato nel 1987. Elio e le Storie Tese è una band curiosa, miscela di sperimentazione, ricerca e creatività, ingredienti che si rivelano nell’originalità dei loro messaggi musicali. Il concerto di venerdì 26 luglio a Grado rappresenta un’occasione da non perdere per ammirare la band che trova nel live la cornice ideale per le stravaganti mistificazioni narrative a cui ci ha abituati con il suo straripante e irriverente sense of humour.

 I Biglietti (prezzo unico a 20 Euro più d.d.p) sono ancora disponibili nei punti vendita Azalea Promotion e sul circuito www.ticketone.it e saranno in vendita anche prima del concerto alle casse della Spiaggia Costa Azzurra a partire dalle 20. Tutto il programma completo di Sound of Waves è consultabile al sito www.soundofwaves.it.

 SOUND OF WAVES FESTIVAL

Associazione Culturale Ketìpi

Riva Giovanni da Verrazzano, 1

34073 GRADO (GO)

info@soundofwaves.it




“TRIESTE ESTATE 2013”: DOMANI, GIOVEDI’ 25 LUGLIO FRANCO CERRI

CONTINUA  IL  “TRIESTE LOVES JAZZ” INSERITO NEL PROGRAMMA DI  “TRIESTE ESTATE 2013”: DOMANI, GIOVEDI’ 25 LUGLIO, ALLE ORE 21.00, IN PIAZZA VERDI, FRANCO CERRI

Promosso dal Comune, nell’ambito di “Trieste Estate” e “Trieste Loves Jazz”, grande serata di musica domani sera, giovedì 25 luglio, alle 21.00, in piazza Verdi. Sul palco salirà il Franco Cerri Trio. Chitarrista che ha segnato la storia della musica italiana, classe 1926, Franco Cerri è una firma d’eccezione del festival: nella sua lunga esperienza può vantare collaborazioni con artisti del calibro di Gorni Kramer, Barney Kessel, Billie Holiday, Chet Baker, Dizzy Gillespie, George Benson e Tony Scott, solo per citarne alcuni. Il suo tocco lucido ed esperto ha arricchito le esibizioni di quasi tutti i più grandi jazzisti italiani e nei quartetti e quintetti guidati dalla sua chitarra hanno suonato i talenti della scena italiana come Gianluigi Trovesi, Tullio De Piscopo e Dado Moroni. L’amore per il jazz di Cerri si è tradotto anche nella conduzione di numerosi programmi della Rai tra i quali “Fine serata da Franco Cerri”, “Jazz in Italia”, “Jazz in Europa”, “di Jazz in Jazz” e “Jazz primo amore”. Tra i fondatori, con Enrico Intra, dei Civici Corsi di Jazz di Milano, Franco Cerri arriverà al TriesteLovesJazz per un’esibizione imperdibile, accompagnato dall’hammond del giovane e affermatissimo milanese Alberto Gurrisi e dalla batteria del “nostro” Fabio Jegher.




BusSiamo nel Parco: turismo sostenibile nel Parco Naturale delle Prealpi Giulie

Resia (Udine) – 29 luglio/24 agosto 2013. Sarà attivo a partire da lunedì 29 luglio il nuovo servizio di trasporto a mezzo navetta che permetterà a chiunque lo desideri, e a titolo gratuito, di raggiungere il cuore del Parco Naturale delle Prealpi Giulie svincolando, finalmente, i turisti dall’obbligo di spostarsi in proprio.

BusSiamo nel Parco, questo il nome dell’iniziativa, è parte di ClimaParks – progetto di più ampio respiro attuato dall’Ente Parco in collaborazione con l’azienda per l’autotrasporto regionale SAF, e centrato sull’attenzione ai cambiamenti climatici e su di una più oculata gestione delle zone protette – ed ha come obiettivo proprio quello di favorire un approccio maggiormente sostenibile all’area naturale.

Lo scopo, grazie al potenziamento del sistema di trasporto pubblico nel territorio del Parco, è appunto quello di migliorarne l’accessibilità, promuovendo pratiche di mobilità più sostenibili e rispettose dell’ambiente e sollevando, allo stesso tempo, i visitatori dall’impegno della guida.

A partire da lunedì prossimo, e fino al 24 agosto compreso, saranno dunque quattro (dal lunedì al sabato) i nuovi percorsi attivi: il primo, da Tarcento a Uccea, potrà essere effettuato al raggiungimento del numero minimo di dieci passeggeri; per il secondo, da Gemona del Friuli a Sella Carnizza, ne basteranno invece sei; lo stesso vale per il terzo (alternativo al secondo), che da Gemona del Friuli porterà a Malga Coot; mentre per il quarto, che da Tarvisio giungerà fino a Pian della Sega, la soglia minima richiesta sarà nuovamente di dieci passeggeri.

Ogni percorso prevede, per ciascuna delle due località, una partenza mattutina ed una pomeridiana.

Eventuali prenotazioni dovranno essere effettuate via e-mail, scrivendo all’indirizzo info@parcoprealpigiulie.it entro le ore 16.00 del giorno precedente la corsa d’interesse (oppure entro la stessa ora del venerdì, per le corse che si effettuano di lunedì).

Per maggiori informazioni e dettagli rimandiamo alla pagina dell’iniziativa http://www.parcoprealpigiulie.it/view.aspx?ID=ELE0001008&L=it

 

Ilaria Pingue




Concerto della Jimi Barbiani Band nel Comune di Colloredo di Monte Albano

 Serata speciale questo venerdì, 26 luglio, dalle ore 21, nella corte nell’ala ovest del Castello di Colloredo di Monte Albano che ospita la “Jimi Barbiani Band”: Jimi Barbiani guitar-vocals, Daniele Vicario bass-vocals e Gianluca Zavan drums.Nella splendida location del maniero, insieme alla band ci saranno anche Gianni Massarutto all’armonica (vincitore delle selezioni nazionali per rappresentare l’Italia a Memphis nel gennaio 2014), il talentuoso Piero Pattay alla voce, una sezione fiati composta da Federico Mansutti alla tromba e Davide Mauro al sax, e Alessandro Skolz alle tastiere. “La Jimi Barbiani Band – spiega il vicesindaco di Colloredo di Monte Albano, Luca Ovan – è il nuovo progetto di Jimi, uno dei migliori blues rock slide chitarristi d’Europa; il sound esplosivo della band trova nell’esibizione live la sua essenza. Lo show è coinvolgente, molto eterogeneo e d’impatto; evidenzia la grande personalità dei musicisti permettendo loro di passare dalle lunghe jam al blues rock più appassionato, creando una miscela sonora veramente unica”. Ingresso libero. In caso di maltempo il concerto si terrà all’interno del castello. L’evento è promosso da Comune di Colloredo di Monte Albano, associazione “Ermes di Colloredo”, Regione Fvg, e Digas.  Il suono di Jimi, sulla scia del leggendario e geniale chitarrista mancino di Seattle, proviene direttamente dall’anima e si traduce in uno stile che richiama alla memoria il vibrato profondo di Muddy Waters e la padronanza slide di Duane Allman. È uno stile umorale dove si fondono tecnica e istinto e dove le note possono splendere di lirica bellezza o sgorgare in momenti di devastante energia rock-blues, fino a fondere il pubblico e gli artisti sul palco in un unico momento di trance collettiva.

Jimi

Jimi ha collaborato con Johnny Neel tastierista della the Allman Brothers Band and Gov’t Mule; ha jammato su vari palchi con Eric Sardinas, John Mooney, Johnny Neel, Tishamingo, North Mississippi All Stars, Devon Allman, Mac Ford, Andy J Forest, Buddy Wittingtone; ha aperto gli show di famose bands e artisti tra cui B.B.King, John Mayall, Robert Plant, Blues Brothers, John Mooney, Greg Allman, Joe Bonamassa, Eric Sardinas, Brian Auger, Ten Years After, Blasters, Tishamingo, Devon Allman, Marc Ford, Rebel Storm, Ike Turner, Steppenwolf, Canned Heat, Robert Cray, Dr Feelgood, Tolo Marton, Mick Taylor, Bill Wyman, Johnny Winter, North Mississippi All Stars. Jimi Barbiani ha suonato a importanti festivals e in vari clubs in Italia ed Europa: Pistoia Blues 2003/2005/2007; Castel San Pietro in Blues 2007; Big Mama, Atri blues, Vallemaggia Blues, Burg Herzberg (Deutschland) 2005/2011.




NO BORDERS MUSIC FESTIVAL 2013 : I SIGUR RÓS


MARTEDÌ 23 LUGLIO 2013 – TARVISIO (UD), Piazza Unità inizio concerto ore 21:00

 

 

 

Capaci di scrivere le pagine più poetiche e bizzarre della musica, conquistando l’unanime consenso di pubblico e critica, divenendo in poco più di quindici anni di carriera la massima espressione di quel rock che diventa pura arte a 360 gradi, i Sigur Rós  saranno domani, martedì 23 luglio (biglietti in cassa dalle ore 19, inizio concerto ore 21), i protagonisti del secondo grande appuntamento in piazza Unità a Tarvisio (Udine) del No Borders Music Festival 2013, la rassegna giunta alla 18esima edizione che valorizza la musica quale forma di cultura e mezzo di comunicazione in grado di essere compreso da tutti, oltre i confini etnici, linguistici, sociali e geografici in un comprensorio veramente unico posto tra Italia, Austria e Slovenia  A Tarvisio (Udine) i Sigur Rós presenteranno per la prima volta dal vivo in Italia i brani di “Kveikur”, il nuovo disco che ha raccolto recensioni trionfalistiche in tutto il mondo e arriva ad appena un anno dal fortunatissimo “Valtari”, lavoro che ha definitivamente consacrato la band come una delle realtà più interessanti e importanti della scena musicale internazionale. Il tour italiano dei Sigur Rós farà tappa anche a Ferrara il 26 luglio, a Lucca il giorno seguente e infine il 28 a Roma. La storia dei Sigur Rós inizia nel 1994, il giorno stesso della nascita della nipote del leader Jonsi Birgisson, chiamata per l’appunto Sigurros. La band si fa subito notare dalla connazionale Bjork, ma per raggiungere la notorietà occorre aspettare l’album Von. Il primo passo al di fuori dell’Islanda arriva con Ágætis Byrjun (1999), rampa di lancio della band a livello mondiale, in cui alle atmosfere psichedeliche del primo disco si aggiungono chitarre spiccatamente rock, tra garage e shoegaze. Il 2005 è l’anno di Takk, il terzo album ricco di una nuova forza espressiva di Birgisson e compagni. Due anni dopo la band si ripresenta con un doppio cd, Hvarf/Heim, nel quale, accanto a pezzi inediti, trovano ampio spazio rivisitazioni di brani della loro discografia. Grande successo riscontra anche il film-documentario Heima, testimonianza di una serie di concerti tenuti dalla band in suggestive location. Il quinto album di studio, Með Suð Í Eyrum Við Spilum Endalaust, esce nel 2008 e vede la collaborazione del produttore Flood (Nine Inch Nails). Caratterizzato da nuove strade sonore ed originali spunti artistici, la magia dei Sigur Ros è il frutto dell’incontro tra tante e diverse suggestioni artistiche; il risultato è un suono unico ed istintivo, una musica emozionante che si fonde alla magia ispirante della terra d’Islanda. Nel corso degli anni è stata proprio la straordinaria capacità di creare musica emozionante a rappresentare il tratto caratteristico dei Sigur Rós, complice anche il fatto di cantare testi in islandese o, in alternativa, in un particolare linguaggio completamente inventato da Jonsi Birgisson, l’hopelandic. A maggio 2012 viene pubblicato Valtari, un ritorno alle origini per le sonorità della band, mentre lo scorso 18 giugno uscirà il nuovo atteso lavoro: Kveikur. Anticipato dal singolo Brennisteinn, il disco è il primo che vede la band come trio, dopo l’abbandono del poli-strumentista Kjartan Sveinsson.  La 18esima edizione del No Borders Music Festival (organizzata da Consorzio di Promozione Turistica del Tarvisiano, Sella Nevea e Passo Pramollo e Azalea Promotion, in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia, la Provincia di Udine, il Comune di Tarvisio, TurismoFVG, la Camera di Commercio di Udine, Banca Popolare Friuladria e Assicurazioni Generali) si concluderà domenica 28 luglio, protagonista sarà il Maestro Franco Battiato, personalità fra le più influenti della musica e della cultura italiana. Sul palco di Piazza Unità il maestro porterà il suo “Apriti Sesamo Tour”, che segue la pubblicazione dell’omonimo fortunato album di inediti. I concerti del No Borders Music Festival sono inseriti inoltre nel programma di “Music&Live”, la promozione realizzata dall’Agenzia TurismoFVG, che permette a chi soggiorna in Friuli Venezia Giulia di ricevere il biglietto del concerto in omaggio (www.musicandlive.it).

I biglietti (posto unico a sedere) per il concerto di Franco Battiato sono in vendita nei punti autorizzati Azalea Promotion, nel circuito di vendita austriaco www.oeticket.com, nel circuito di vendita sloveno www.eventim.si e online su quello italiano www.ticketone.it

 




“Concerto delle Stelle” – Tutti insieme per Urania CarsicaIl 24/07/13 Teatro Lirico “Giuseppe Verdi”

“Concerto delle Stelle” – Tutti insieme per Urania Carsica

 

Sarà dedicato a Margherita Hack il “Concerto delle Stelle”, in programma mercoledì 24 luglio alle ore 19 al Teatro Verdi, organizzato per la raccolta fondi a favore della ristrutturazione e del recupero di Urania Carsica, la cupola dell’Osservatorio astronomico di Trieste. Un obiettivo che è stato anche l’ultimo grande sogno di Margherita Hack, stimata “scienziata delle stelle” di origine fiorentina ma triestina d’adozione, scomparsa alcuni giorni fa nella nostra città.La serata, frutto della sfida lanciata lo scorso 8 aprile da Televita con la collaborazione del quotidiano

“Il Piccolo”, vuole sensibilizzare l’opinione pubblica triestina sulla «valorizzazione e rinascita – ha spiegato l’attuale responsabile della struttura Urania Carsica Conrad Böhm – di uno dei pilastri della cultura scientifica cittadina, simbolo del fortissimo e storico legame che unisce da più di 250 anni Trieste all’astronomia».
Al momento la cupola di Urania Carsica, costruita attorno agli anni ’60 quando Margherita Hack  era direttrice dell’osservatorio, è chiusa al pubblico per ragioni di sicurezza e necessita di un intervento di restauro che si aggira sui 130mila euro. L’obiettivo del “Concerto delle Stelle”, quindi, è prima di tutto quello di raccogliere contributi da destinare appunto al restauro della cupola. Per assistere alla serata sono acquistabili, presso il Teatro Verdi, biglietti al costo di 10 euro per il loggione e di 25 euro per i posti di platea o palco.
Il programma del concerto, che vedrà protagonisti l’Orchestra e il Coro della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste sotto la direzione del maestro Marco Boemi, avrà per tema conduttore le stelle e i pianeti. In apertura verrà eseguita la “Spanish Serenade op.23” per coro e orchestra di Edward Elgar, a cui seguirà “The Planets op.32” di Gustav Theodore Holst, suite per orchestra e coro femminile composta da sette brani dedicati ad altrettanti pianeti.
L’evento sarà impreziosito dalla partecipazione straordinaria di Michele Mirabella, conduttore della serata, Teddy Reno – che eseguirà un medley dei suoi più noti successi musicali –, del drammaturgo Moni Ovadia e dello showman Andro Merkù, popolare per la riuscitissima imitazione proprio di Margherita Hack, che reciterà con diverse voci alcune poesie aventi per tema l’universo e l’infinito.
Orario – Ingresso: 19.00




TRENTO : 24 ore per IL MUSE, MUSEO DELLE SCIENZE 27-28 luglio 2013

Un avvenimento memorabile composto di sei momenti di grande impatto, a cavallo tra scienza e arte, sei quadri temporali per scandire il tempo di un evento no stop lungo 24 ore, dalle 18.00 del 27 alle 18.00 del 28 luglio. È quanto propone il MUSE Museo delle Scienze di Trento per la sua inaugurazione, un appuntamento atteso da dieci anni, un sogno che si realizza, ossia quello di offrire un luogo della cultura di altissimo livello, su standard europei, innovativo per concezione dei contenuti, modalità di fruizione e linguaggio. Il nuovo Museo delle Scienze disegnato da Renzo Piano diverrà realtà il prossimo 27 luglio e la sua apertura al pubblico sarà un momento di sicuro impatto che coinvolgerà una serie di artisti e scienziati di livello nazionale nonché tutta l a città di Trento, per un’intera giornata dedicata al MUSE.  Il programma è articolato in sei momenti che si susseguono senza interruzione, descrivendo con le parole, approfondendo con esperimenti e giochi scientifici e interpretando attraverso gli occhi dell’arte i sei piani del MUSE. Con cambio regolare ogni quattro ore, i quadri raccontano i tesori naturali conservati nel nuovo museo, le meraviglie tecnologiche, il piacere della ricerca e della scoperta per grandi e piccini. L’evento vede la partecipazione di nomi noti del mondo della scienza e dello spettacolo e ruota attorno al museo e ai suo i contenuti, dall’ambiente del ghiacciaio a quello subtropicale, in 5000 mq di esposizione che dalla preistoria vanno fino al futuro, con un occhio sempre attento alla sostenibilità.  Il programma inizia già nei giorni precedenti l’opening con il posizionamento di installazioni artistiche in alcuni punti del capoluogo; opere d’arte che interpretano in modo creativo la natura, la tecnologia, la biodiversità, creando un percorso di avvicinamento al nuovo Museo delle Scienze. Tra le altre curiosità, “A spasso con Dino”, un enorme essere preistorico in cui imbattersi per le strade della città.

Il 27 luglio, quindi, la grande festa di inaugurazione, con inizio alle 18.00.

Nel parco antistante il museo, dopo le presentazioni ufficiali alla presenza dell’architetto Renzo Piano e di istituzioni nazionali di massimo livello, l’orchestra Haydn di Trento e Bolzano presenta alcuni pezzi di grande richiamo, in un programma inusuale che spazia dalla Akademische Festouverture di J. Brahms a pezzi delle colonne sonore dei più noti film dedicati alla natura, alla scienza, allo spazio.

Un’azione performativa che coinvolge il pubblico aprirà quindi le porte del MUSE alla visita di tutto il pubblico in attesa di scoprire la nuova sede culturale cittadina.

Mentre le sale si riempiono di visitatori, all’esterno del museo il programma è fittissimo, a partire da  due talk show condotti rispettivamente da Maria Concetta Mattei,  sul tema “Esplorazioni” – con la presenza del neuroscienziato Giorgio Vallortigara, dell’attore Ascanio Celestini, dei filosofi della scienza Telmo Pievani e Giulio Giorello, del giornalista scientifico Claudia Di Giorgio e del fisico Guido Tonellli – e da  Carlo Massarini, sul tema “Attrazioni” con la biologa Claudia Bordese, la showgirl Claudia Andreatti, il fisico Roberto Battiston, l’antropologo Duccio Canestrini e il conduttore televisivo  Patrizio Roversi.

 

Alle 22.00, cambio della scena. Tra animazioni scientifiche no stop, dialoghi tra scienza e arte, misteriose invasioni lunari – che raccontano l’idea di uno spazio “altro”, di una gravità diversa da quella terrestre, evocando un universo di immagini surreali attraverso corpo, costumi, attrezzi, luci e giochi d’ombra – quadri di sabbia della più famosa sand artist italiana, light painting e una ulteriore performance collettiva, si terranno gli interventi di approfondimento di Telmo Pievani, Ascanio Celestini, Francesca Mazzalai.

 

Alle 24.00, il momento più spettacolare e atteso, il VIDEO MAPPING IN 3D “Questo non è un museo”. Grazie alla proiezione di immagini in 3D, le pareti del MUSE si trasformano in un racconto pulsante, cambiando forma e colore e animandosi in un affascinante gioco di luci che non mancherà di coinvolgere e stupire il pubblico presente.

 

Alle 02.00, LA PRIMA NOTTE RGB DELL’UNIVERSO, con il Dj set d’eccezione, Frankie HI-NRG Mc che proporrà una selezione di musica hip-hop ed elettronica e il video live set VJ Sabota, con le sue voci dall’immaginario, immagini alla musica, suggestioni che dal subconscio prendono forma. Quando la notte si farà fonda, SILENT CINE POETRY, proiezione di “Ecoplanet – Un pianeta da salvare”, film d’animazione su tematiche ambientaliste in collaborazione con GiffoniFilmFestival e selezione di prosa e poesia letta dal vivo.

 

Alle 06.00, il risveglio con colazione con dolci da forno offerta da ASPAN è affidato a Niccolò Fabi presentato dalle previsioni di Luca Mercalli, Presidente della Società Meteorologica Italiana, e successivamente alle parole in musica di Giovanni Lindo Ferretti con “Bella gente d’Appennino” i boschi, gli animali, la transumanza e le celebrazioni recitate: intenso spettacolo sulla vita di montagna.

 

La mattinata del 28 luglio, dalle 10.00, è tutta dedicata alle famiglie con esperimenti e giochi scientifici, brevi e divertenti presentazioni a opera dei ricercatori del museo, pillole di scienza, laboratori creativi e performance artistiche all’interno del museo aperto.

 

Alle 14.00, prende il via l’ultimo momento della programmazione, con il concerto ALLEGROMODERATO, orchestra sinfonica formata da musicisti con disabilità cognitive e musicisti professionisti.

Tra laboratori e proposte per i grandi e piccini, dopo un intervento musicale del coro Valsella, alle 18.00 si avrà la chiusura ufficiale dell’inaugurazione.

Seguirà uno degli appuntamenti più attesi, la cena con degustazioni tropicali nella lobby del museo e la speciale visita della serra tropicale.

La partecipazione a tutti gli eventi è libera e gratuita ad eccezione dello spettacolo di Giovanni Lindo Ferretti (posti limitati, su prenotazione, tel. 0461.270311) e la cena tropicale (a pagamento, su prenotazione, tel. 0461.270311)

Per gli eventi principali è previsto il servizio di interpretariato LIS, lingua dei segni italiana, a cura dell’Associazione AbC Onlus di Trento.




TORNEO DI CALCIO A 5 CON “IL POLIEDRO”

Saranno aperte da domani 19 e fino al 26 luglio le iscrizioni alla seconda edizione di “Summer ball”, il torneo di calcio a 5 riservato ai ragazzi nati tra il 1989 e il 1999. Dopo il grande successo ottenuto lo scorso anno il Centro di aggregazione giovanile del Comune di Udine “Il Poliedro” ha deciso di riproporre l’iniziativa con un nuovo torneo in programma lunedì 29 luglio a partire dalle 17.30 al campo di calcio del parco Ardito Desio ai Rizzi. Verranno premiate le prime tre squadre classificate su un massimo di otto squadre partecipanti. La partecipazione e l’iscrizione al torneo è gratuita.    Per informazioni e iscrizioni: Il Poliedro – Piazzale Valle del But 7 (tel: 0432/410007, e-mail: ilpoliedroemail@gmail.com) aperto dal lunedì al venerdì dalle 16.30 alle 19.30. Queste iniziative rientrano tra le attività del  Progetto REPLEI – Reti che Promuovono Luoghi di Espressione e Identità, promosso dal Comune di Udine (Dipartimento Servizi alla Persona e alla Comunità) e realizzato in collaborazione con ARACON Cooperativa Sociale Onlus di Udine.

c.l.




NO BORDERS MUSIC FESTIVAL 2013 – 18esima edizione TARVISIO (UD), Piazza Unità

PRENDE IL VIA VENERDÌ 19 LUGLIO CON IL CONCERTO “LA SESION CUBANA” DI ZUCCHERO  IL NO BORDERS MUSIC FESTIVAL 

 

Prende il via venerdì 19 luglio con l’atteso concerto “La Sesión Cubana” di Zucchero Fornaciari in programma alle ore 21:00 in Piazza Unità a Tarvisio (Udine)la diciottesima edizione del No Borders Music Festival, la rassegna artistica che valorizzando la musica quale forma di cultura e mezzo di comunicazione in grado di essere compreso da tutti, oltre i confini etnici, linguistici, sociali e geografici, in un comprensorio veramente unico posto tra Italia, Austria e Slovenia ha portato nelle montagne friulane alcuni tra i più grandi nomi delle scene musicali internazionali (da Jovanotti a Ben Harper, dai Negramaro a Lenny Kravitz passando per Paolo Conte, Paolo Nutini, i Kasabian, Elisa e tantissimi altri) e anche per l’edizione 2013 propone tre appuntamenti con il meglio del panorama contemporaneo.  Zucchero porterà a Tarvisio una tappa dello straordinario “La Sesión Cubana World Tour”, debuttato in Italia a fine aprile con tre serate sold out all’Arena di Verona dopo l’anteprima dello scorso dicembre a l’Havana davanti a 70mila persone, è approdato a giugno nei principali palasport italiani ed europei e ora toccherà alcune tra le più celebri location della penisola italiana. Accompagnato sul palco da 16 straordinari musicisti di cui 11 cubani, Zucchero proporrà tutti i suoi più grandi successi (da Bacco Perbacco a Così Celeste, da Diamante a Overdose d’amore, da Diavolo in me a Per Colpa di Chi e tantissimi altri) e i nuovi brani tra i quali spicca Nena, il terzo singolo in rotazione radiofonica in tutti i più importanti network, estratto dall’ultimo “La Sesión Cubana”, album già multiplatino che ha contribuito a far superare ampiamente a Sugar i 50 milioni di dischi venduti nel mondo dall’inizio della sua carriera. Nena è un rifacimento del classico consacrato nel 1972 dai Malo di Jorge Santana che incarna alla perfezione lo spirito dell’album di Zucchero, registrato in studio a L’Havana con Don Was e con grandiosi artisti cubani all’insegna della totale libertà musicale  Il secondo appuntamento del No Borders Music Festival 2013 è fissato per il 23 luglio con la fenomenale band islandese dei Sigur Rós, capaci di scrivere le pagine più poetiche e bizzarre della musica, conquistando l’unanime consenso di pubblico e critica, divenendo in poco più di quindici anni di carriera la massima espressione di quel rock che diventa pura arte a 360 gradi. In Piazza Unità a Tarvisio per la prima volta in Italia i Sigur Rós presenteranno dal vivo “Kveikur”, il nuovo disco che ha raccolto recensioni trionfalistiche in tutto il mondo e arriva ad appena un anno dal fortunatissimo “Valtari”, lavoro che ha definitivamente consacrato la band come una delle realtà più interessanti e importanti della scena musicale internazionale 

Il No Borders Music Festival 2013 si chiuderà domenica 28 luglio con il concerto, sempre in Piazza Unità a Tarvisio (posto a sedere), del Maestro Franco Battiato che a grande richiesta ritorna in Friuli Venezia Giulia dopo la trionfale performance da tutto esaurito lo scorso gennaio al Teatro Nuovo Giovanni da Udine.

Battiato si esibirà con il suo “Apriti Sesamo Live”, il tour che ha preso il nome direttamente dal titolo del suo ultimo album che si snoda attraverso dieci canzoni, che lo rendono uno fra i suoi più riusciti e felici lavori, sapendo condensare, dal punto di vista musicale, il percorso artistico di una vita, arrivando a vertici di leggerezza e ineffabilità davvero notevoli. Nelle canzoni di “Apriti Sesamo” figurano anche alcuni dei più bei testi del filosofo e scrittore Manlio Sgalambro, un sodalizio artistico che dura ormai da quasi vent’anni e che, con questo nuovo lavoro, rinsalda una volta di più il legame fra il Maestro Battiato e la canzone d’autore.  I biglietti per i tre attesissimi concerti sono ancora acquistabili nei punti vendita autorizzati Azalea Promotion, nel circuito di vendita austriaco www.oeticket.com, nel circuito di vendita sloveno www.eventim.si e online su quello italiano www.ticketone.it   La diciottesima edizione del No Borders Music Festival è organizzata da Consorzio di Promozione Turistica del Tarvisiano, Sella Nevea e Passo Pramollo e Azalea Promotion, in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia, la Provincia di Udine, il Comune di Tarvisio, TurismoFVG, la Camera di Commercio di Udine, Banca Popolare Friuladria e Assicurazioni Generali. I tre concerti sono inseriti inoltre nel programma di “Music&Live”, la promozione realizzata dall’Agenzia TurismoFVG, che permette a chi soggiorna in Friuli Venezia Giulia di ricevere il biglietto del concerto in omaggio (www.musicandlive.it).   

Per informazioni sul No Borders Music Festival 2013:

Consorzio Tarvisiano tel. +39 0428 2392 – www.nobordersmusicfestival.comconsorzio@tarvisiano.org

Azalea Promotion tel. +39 0431 510393 – www.azalea.itinfo@azalea.it




IL TRIO DEL TEATRO INCERTO È IN SCENA IL 18 – 19 E 20 LUGLIO

In attesa del debutto in prima assoluta di Predis, il nuovo spettacolo scritto e interpretato dalla celebre compagnia del Teatro Incerto, co-prodotto da Teatro Incerto e CSS Teatro stabile di innovazione del FVG con il sostegno di BCC Banca Credito Cooperativo Basiliano, e in scena mercoledì 24 luglio ore 21 nel piccolo teatro di Borgo Grazzano per Teatro S.Giorgio Estate, il trio Fabiano Fantini, Claudio Moretti e Elvio Scruzzi è in scena il 18 luglio alle ore 21 nel Cortile di Casa Pagura di Castions di Zoppola (PN) e, in caso di pioggia, Auditorium Comunale di Zoppola (PN) con I Mosaiciscj, uno spettacolo che nasce dall’incontro e dal lavoro drammaturgico dei tre interpreti del Teatro Incerto con Claudio de Maglio che, per la replica del 18, sarà sostituito da Giovanni Boni.  A seguire due date del Don Chisciotte, spettacolo in cui ritroviamo l’Hidalgo spagnolo e il fedele scudiero Sancho Panza a spasso fra le campagne delle Terre di mezzo friulane, e in scena il 19 luglio alle ore 21 al Parco Festeggiamenti di San Lorenzo di Sedegliano e il 20 luglio alle ore 21.15 in Piazza Frangipane di Marano Lagunare (UD) e, in caso di pioggia nella Vecchia Pescheria di Marano.

La redazione