nataleApordenone domenica 16 dicembre

Una domenica tutta da passare in città il 16 dicembre tra le tante iniziative del Natale a Pordenone per grandi e per piccini. In centro oltre al mercato straordinario, i negozi saranno aperti, così come le casette natalizie: dalle 9 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 20.30 in corso Garibaldi, dalle 10.30 alle 22 le casette del gusto in piazza XX Settembre. Piazzetta Freschi accoglie il Mercatino svuotasoffitta ed hobbisti a cura dell’Associazione Noi di Via Cavallotti. Diverse la attività previste in piazza XX Settembre dove la pista di pattinaggio aperta dalle 10 alle 12 e dalle 14.30 alle 22: alle 10.30 Piazza Concerto a cura della sezione Bersaglieri di Pordenone della Fanfara di Pordenone, della Fanfara di Jesolo e del Coro di Pertegada (coro che poi alle 12.30 si esibirà in Borgo Colonna); alle 18.00 Christmas in song seguita alle 19 da The Xmas Trumpet, esibizioni di musica dal vivo a cura di Polinote, tra musica moderna canto e tromba. Alle 14.00 nella Palestra Polisportivo “Le Grazie” 17° Torneo Natalizio semilampo di scacchi a cura ASD San Gregorio.
A supporto dei genitori in Biblioteca Civica (Spazio Morbido) c’è il Servizio di Baby Care dalle 15.30 alle 19.30 per bambini dai 3 ai 10 anni (fino a esaurimento posti) con giochi e laboratori, mentre in piazzetta Calderari dalle 15.30 alle 19.30 c’è il Bosco degli Elfi, con l’Elfo Party, tra divertenti giochi di squadra. Alle 15.30 nello Spazio 2 del Teatro Verdi Happy kids, I tre capelli d’oro del diavolo. Al Nuovo Cinema Don Bosco alle 16 per CinemaZeroKids si proietta I crimini di Grindelwald.
Alle 16.00 nell’Auditorium Concordia per la rassegna regionale di teatro popolare la Compagnia Teatrale Melodycendo presenta Un disastroso piano perfetto, di Nicola Fraccalaglio.
Alle 16.00 in Borgo Colonna ci saranno attività per bambini e concerto Christmas Street Band della Filarmonica di Cordenons a cura dei commercianti.
Alle 16.00 nel Teatro Verdi ultima replica de Le avventure di Numero Primo con Marco Paolini. Alle 16.30 nel Museo Archeologico attività per bambini dai 6 agli 11 anni e famiglie: Domenica al Castello “E tu cosa sei?”, per scoprire le funzione dei reperti.Alle 17.00 nella Chiesa di Sant’Ulderico I Teatri dell’Anima presentano “Sulle corde del viaggio” di Les fils rouges- trio d’arpe a cura di EtaBeta Teatro.




WOW!: la fotografa senese Lucia Lungarella veste di luce le amiche e realizza un calendario per solidarietà

Le ragazze devolveranno il ricavato della vendita del calendario alla Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica – delegazione di Siena

Non sono modelle e neppure pin up. Sono un gruppo di amiche che decide di mettersi in gioco per contribuire al lavoro della Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica. Nasce così “WOW!” il calendario 2019 che per il quarto anno vede la fotografa e architetto senese Lucia Lungarella protagonista di un singolare progetto all’insegna della solidarietà.

Lucia parte dall’osservazione di un caleidoscopio e prova a tornare indietro nel tempo, a quando era una bambina affascinata da quel mondo di forme e di colori. Decide così di immergere in quell’universo magico le sue amiche che veste di proiezioni luminose, con la voglia di creare meraviglia, stupore, sorpresa: WOW!, appunto.

Sui loro corpi crea un body painting di luce che gioca con colori contrastanti. La ripetizione dei motivi geometrici, di spirali, di cerchi concentrici e disegni psichedelici, rende le immagini surreali. Lo sfondo nero sottolinea poi il contrasto tra il buio e la luce, rendendo l’immagine ancora più tridimensionale.

“Gli scatti che ho realizzato – spiega Lucia Lungarella – vogliono regalare l’emozione di guardare dentro un caleidoscopio. Un viaggio colorato dedicato ai bambini nati con la fibrosi cistica, che anche da piccoli sono già grandi, perché la loro vita è quotidianamente condizionata da cure che non risolvono, ma aiutano ad affrontare le giornate, togliendo tempo al gioco e spensieratezza alla mente, come mi ha scritto Vittoria, mamma di Lorenzo nato con la fibrosi cistica, e volontaria della delegazione di Siena della Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica”.

Il calendario WOW! verrà presentato il prossimo martedì 18 dicembre dalle 19.00 presso Bottega Roots (a Siena, in via Pantaneto 58) insieme alla mostra fotografica che ne racconta il making of e che resterà aperta fino a domenica 23 dicembre.

Per realizzare WOW!, oltre alla disponibilità delle 27 ragazze, sono stati fondamentali i contributi dello studio di architettura VuotoMetrico, di Irene Bernabei (collega di Lucia), e Valentina Galluzzi che ha reso ancora più belle con il suo maquillage le amiche fotografate.

Il calendario WOW! sarà disponibile dal 19 dicembre presso i seguenti punti vendita (contributo minimo 10 euro):

Libreria Feltrinelli – Siena, via Banchi di Sopra 52

Libreria Mondadori – Siena, via Montanini 112

Libreria il Libro Magico – Siena, viale Europa 29

Libreria Volta la Carta – Siena, strada Massetana Romana 5

Libreria Senese – Siena, via di Città 62

Fischi per Fiaschi – Siena, via San Marco 43

Birreria La Diana – Siena, via Stufasecca 1

Bar Melagodo – Monteriggioni (Siena), via Cassia nord 92

Parafarmacia Pantaneto – Siena, via Pantaneto 122

 

 

Ingresso libero. Informazioni: tel 3391498240; lucia.lungarella@vuotometrico.it; www.lucialungarella.it

E chi volesse sapere di più sull’attività della delegazione senese della Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica può consultare la pagina FB: ffc.delegazionedisiena oppure il sito: http://www.mondoffc.it/Delegazioni-e-Gruppi-di-Sostegno/delegazione-ffc-di-siena




Aquaricrunner, realtà virtuale e ‘Paladini dello sport’: gran serata targata Csen Fvg

UDINE – È stata una serata ricca di appuntamenti quella del 14 dicembre. Una serata targata Csen Fvg. Alla sala Exclusive di via Este, a Udine, si è infatti riunito il Comitato per il Friuli Venezia Giulia del Centro Sportivo Educativo Nazionale (Csen): i rappresentanti, provenienti da tutta la regione, si sono incontrati per fare il punto su quanto messo a punto durante il 2018, e per discutere delle molte attività già previste per il 2019.

AQUATICRUNNER 2019 – Proprio in quella circostanza è stato presentato uno degli eventi più attesi dell’anno ormai alle porte: la nuova edizione di Aquaricrunner, in programma l’8 settembre 2019. L’evento di risonanza mondiale, dopo l’ultimo successo,vedrà gli atleti provenienti da tutto il globo nuovamente protagonisti in un’attraversata da Grado a Lignano Sabbiadoro. La competizione di SwimRun (Individual World Championship) prevede 19 transazioni tra nuoto (con utilizzo del pull-buoy e swimming-paddles) e corsa, per un totale di 6,3 chilometri in acqua e 26,7 a terra. La manifestazione (le cui iscrizioni apriranno il 18 dicembre 2018 alle 20) sarà aperta a soli 250 sportivi, 80 accettati per titolo, gli altri assegnati per qualificazione (SwimRun Uruguay, Russia Swimrun eXtremeMan, Canada Swimrun, Belgium Swimrun, Italian Swimrun Series, Canarie Swimrun, Madeira Swimrun, cui si aggiungono tre nuove tappe in Usa: Maryland, Knoxville e Minnesota).

 

VR E SPORT – Sempre alla sala conferenza del Bingostar si è parlato anche di nuove tecnologie e di realtà virtuale (Vr) – con Romina Patrignani, business developer di WeArena Entertainment Spa (di Villesse) e presidente di FitMove Asd e Francesco Monastero, co-founder WeArena -. I simulatori in ambito sportivostanno infatti prendendo sempre più piede andando a integrarsi con le più tradizionali attività sportive. Queste tecnologie infatti apportano non solo benessere fisico e sociale, ma consentono anche una grande interazione e scambio fra tutte le Asd di settore.

PALADINI DELLO SPORT – La ricca serata si è quindi conclusa con la terza edizione dei ‘Paladini dello sport’: “Anche quest’anno abbiamo voluto premiare alcuni dirigenti sportivi etecnici che nel corso del 2018 hanno dimostrato passione per lo sport e altruismo verso gli altri. I Paladini dello sport’, così come abbiamo voluto definirli, sono da sempre attenti al sociale e in particolare nel corso degli ultimi (quasi) 365 giorni hanno dedicato tempo e professionalità alla disciplina sportiva tutelandone e promuovendone i valori etici”, ha chiarito Giuliano Clinori, presidente Csen Fvg e vicepresidente nazionale. Accanto ai 19 premiati, inoltre “abbiamo voluto assegnare anche tre premi speciali per l’impegno sportivo e due in memoria del Maestro Aldegisto Sodero e del Maestro Angelo Puntara recentemente scomparsi”, ha concluso Clinori.




SANTA CLAUS RUN FVG, TANTI “BABBI NATALE” IN CORSA PER LE STRADE DI OSOPPO domenica 6 dic.

Domenica 16 dicembre con partenza alle 10.30 dal Teatro della Corte di Osoppo (Ud)Anà-Thema Teatro organizza per il secondo anno la corsa non competitiva di 5 chilometri con i partecipanti vestiti da Babbo Natale

Alla Corte, inoltre, al via anche la sesta edizione del Mercatino di Natale con tante bancarelle, giochi, elfi truccabimbi e zone ristoro e alle 18 di domenica, in teatro sempre a Osoppo, in programma

il concerto di Natale delle “Crunchy Candies”

Ci sono due tipi di corse che si svolgono nel periodo che precede le festività natalizie. Una è quella ai regali e l’altra è la Santa Claus Run Fvg, la divertente e sempre più partecipata iniziativa che Anà-Thema Teatro organizza a Osoppo (Ud). Una corsa/camminata non competitiva di 5 chilometri a ritmo libero che la compagnia teatrale di casa alla Corte del Teatro di Osoppo ha pensato di riproporre anche quest’anno, visto il successo della prima edizione, per domenica 16 dicembre. Un modo per festeggiare in modo unico e divertente l’arrivo del Natale celebrando uno dei simboli più caratteristici e conosciuti della tradizione popolare, ovvero Babbo Natale. 

Il percorso si snoderà lungo le vie del centro della località pedemontana con partenza alle 10.30 proprio dalla Corte di Osoppo (in via XXII novembre 3) dove, per il sesto anno consecutivo è stato allestito anche il Mercatino di Natale con tante bancarelle, giochi ed elfi truccabimbi per i più piccoli, zone ristoro, vin brulé, dolci natalizi e dove, manco a dirlo, farà la sua apparizione proprio Babbo Natale.

Alla manifestazione, che avrà luogo con qualsiasi condizione meteorologica, i partecipanti di tutte le età (i bambini sotto i 10 anni dovranno essere accompagnati da un adulto) potranno correre o camminare solo indossando pettorina e gli abiti tradizionali di Babbo Natale. Due i pacchetti previsti per l’iscrizione, che si potrà effettuare il giorno stesso della corsa presentandosi nel punto di ritrovo/partenza dalle 9 alle 10. Il primo, al costo di 20 euro a persona, comprende, oltre all’iscrizione, la divisa di Babbo Natale (fino ad esaurimento delle scorte), il pettorale numerato, un buono per una bevanda calda e uno snack e una divertente lezione di riscaldamento con il folletto prima della partenza. Il secondo pacchetto, ad un costo di 12 euro, prevede gli stessi servizi del primo ad eccezione del costume di Babbo Natale. I bambini fino ai 10 anni potranno essere iscritti ad un costo di 5 euro e riceveranno, oltre la pettorina, i buoni snack e bevanda e la lezione di riscaldamento, anche il cappellino di Santa Claus. Per i gruppi, infine, ogni dieci adulti iscritti, per l’undicesimo la partecipazione è gratuita (regolamento e info complete sul sito www.anathemateatro.com).

Ma non è finita qui, perché lo stesso giorno della Santa Claus Run Fvg (16 dicembre), alle 18 è in programma un imperdibile concerto di Natale. Ospiti della Corte di Osoppo saranno infatti “The Crunchy Candies”, “Le Caramelle Croccanti”, l’applaudito sestetto musicale, con protagoniste indiscusse le tre voci femminili, che ripercorre in tutto il suo repertorio le atmosfere musicali degli anni ’30, ’40 e ’50. Un concerto speciale, dove i grandi classici della tradizione natalizia saranno riadattati in chiave swing.

Per informazioni sulla corsa e sul concerto è possibile telefonare alla segreteria di Anà-Thema Teatro ai numeri 0432 1740499 o 345 3146797, oppure inviare una email all’indirizzo    info@anathemateatro.com.




16 e 17 dicembre a Sutrio, in Carnia FORMANDI – Sapori e formaggi di montagna

Una straordinaria selezione di formaggi di malga della montagna friulana sarà in mostra e degustazione domenica 16 dicembre a Sutrio, in Carnia. La rassegna, denominata “FORMANDI – Sapori e formaggi di montagna”, sarà ospitata nella suggestiva cornice di Cjase dal Len, un’antica segheria da poco riaperta, dopo un sapientemente restauro. Lunedì 17 seguirà un’inconsueta Asta di formaggi di malga del Friuli Venezia Giulia, che darà la possibilità di aggiudicarsi anche forme particolarmente pregiate e solitamente introvabili. Rivolta principalmente agli addetti ai lavori (ristoranti, agriturismo, negozi di formaggi ed alimentari) interessati ad acquistare i prodotti nella stagione di monticazione 2018, già in parte introvabili, l’asta sarà aperta al pubblico, che potrà assistervi ed acquistare, volendo, le forme.

Organizzato da Friulmont nell’ambito del progetto “MO.MA, una montagna di Malghein collaborazione con Ersa e il sostegno di PromoturismoFVG, “FORMANDI” intende valorizzare uno dei tesori della montagna friulana, il formaggio di malga appunto, unitamente ad altri prodotti montani. 24 le malghe della Carnia, del Canal del Ferro-Val Canale e del Pordenonese che vi partecipano, mettendosi insieme per valorizzare la qualità dei loro prodotti e per ribadire il ruolo di tutela del territorio che il loro lavoro riveste.

Domenica 16, dalle 9.00 alle 11.00, le commissioni di esperti giudicheranno i formaggi e daranno le relative valutazioni. Dalle 11.00 alle 18.00 Cjase dal Len sarà aperta al pubblico che potrà assaggiare tutti i formaggi delle 24 malghe, abbinati a una selezione di Vini Naturali del Friuli VG (prezzo di ingresso e degustazione: 15 €).

 

Lunedì 17 l’Asta di formaggi di malga inizierà alle 10.00. Saranno battute partite di 2 o 3 forme, prodotte durante l’estate 2018, per ogni malga. In chiusura, verranno battuti all’asta formaggi di 2, 3 e più anni, prodotti eccezionali non reperibili sul mercato.

 

 




Pordenone : Giovedì 13 dicembre Il Corteo di Santa Lucia

Giovedì 13 dicembre alcune vie della città saranno percorse dal Corteo di Santa Lucia, manifestazione inserita nel calendario degli eventi di Natale in città 2018 che si è tenuta negli anni scorsi.
Alle 16 i partecipanti si raduneranno in borgo Colonna di fronte agli esercizi commerciali. Alle 17 il corteo composto da un asinello, d bambini e dalla Santa impersonata dall’assessora Cristina Amirante accompagnata da alcune ancelle tutte in costume, si dirigerà verso piazza Duca d’Aosta. Proseguirà su via Cavallotti con una sosta in piazzetta Freschi dove verranno distribuite caramelle e i commercianti offriranno il panettone. Un’altra tappa è prevista in piazza XX Settembre dove ci sarà un’esibizione della scuola Dance mob, poi attraverso via Cossetti si raggiungerà piazza Risorgimento dove la conclusione della manifestazione culminerà con una rappresentazione teatrale dedicata ai bambini e la distribuzione di caramelle.
Per consentirne lo svolgimento il Comando di Polizia locale ha emesso un’ordinanza con cui si istituisce il divieto di transito sulle strade interessate dalla manifestazione per il tempo strettamente necessario al passaggio del corteo.




L’INSOSTENIBILITÀ DELLA FILIERA INDUSTRIALE DEL LATTE NEL DOCU-FILM “THE MILK SYSTEM” – 11 DICEMBRE 2018 A UDINE

Il latte è il motore di un enorme business globale, in Europa come in Cina, dove il suo consumo è iniziato recentemente. Non è più il prodotto naturale del metabolismo di vacche che felici pascolano sui monti, ma una commodity a tutti gli effetti, materia base capace di portare fatturati da capogiro all’agro-industria del settore. Gli strateghi del marketing investono costantemente in nuove formulazioni e motivazioni al consumo per conquistare nuovi gruppi di consumatori o mantenere gli attuali. In questo contesto fattori come la sostenibilità o il rispetto dei metodi di produzione o il benessere animale o la qualità vera dei prodotti, sono totalmente irrilevanti. Il sistema del latte rispecchia la costante ricerca globale di una crescita infinita e la follia della semplificazione efficiente, che diventa, nella pratica, miopia incosciente.

“Abbiamo deciso di proporre per la prima volta in regione il docu-film “The Milk System (trailer) perché analizza in maniera puntuale l’insostenibilità di un sistema industriale teoricamente “ottimizzato” — spiega Cristina Micheloni, presidente di AIAB-APROBIO FVG — ma che irresponsabilmente non si domanda che ne sarà domani di vacche, allevatori, pascoli e formaggi.”

La narrazione del sistema agro-industriale, a confronto con quello degli allevamenti biologici, non per forza di piccole dimensioni ma felicemente legati al territorio, implica una riflessione su quale sia il sistema alimentare che vogliamo. La domanda conseguente è relativa a come debbano essere investiti i miliardi di euro di sussidi pubblici (derivanti dalle tasse dei cittadini) a sostegno del settore: per l’industria del latte o per l’allevamento estensivo?

La maggior parte degli allevatori europei ha appena messo un piede fuori da una crisi lunga e tutt’altro che risolta e si ritrova a dover inseguire da un lato le opportunità di sussidio e dall’altro le imposizioni di un mercato senza scrupoli, che non si farà problemi a lasciarli indietro quando troverà prodotto a costo minore, purché bianco e liquido (ma anche in polvere va bene). Chi non tiene il passo viene travolto dal sistema, assieme all’ambiente e agli animali che subiscono, loro malgrado, la “dittatura dell’efficienza industriale”.

Ma esistono anche allevatori che scelgono di andare controcorrente, di fare economia puntando su altre valenze, tutte misurabili e dimostrabili. Molti hanno adottato il metodo biologico che parte dal rispetto delle esigenze etologiche degli animali e dalle potenzialità dell’ambiente e che si ripercuote positivamente anche sulla qualità del prodotto e sulla redditività dell’impresa.

L’appuntamento è per martedì 11 dicembre alle ore 20:00 al Caffè dei Libri in via Poscolle n. 65 a Udine. Alla proiezione parteciperanno alcuni allevatori biologici friulani che saranno disponibili per domande e approfondimenti.




Arcidosso(GR) 9 dic. Simone Cristicchi protagonista di NATALE DI LUCE

Domenica 9 dicembre alle ore 18 al Teatro dei Unanimi in scena “InCanto di Natale” lo spettacolo che vede protagonisti con Cristicchi, Ambrogio Sparagna, Erasmo Treglia e Alessia Salvucci

A Arcidosso (GR) Simone Cristicchi è protagonista di “Natale di Luce”, il calendario che fino al 6 gennaio propone tanti appuntamenti che sanno unire tradizione e bellezza.

Domenica 9 dicembre alle ore 18 al Teatro dei Unanimi l’artista romano è in scena con “InCanto di Natale” lo spettacolo di cui firma la regia e che lo vede sul palco con Ambrogio Sparagna (voce, organetto, zampogna), Erasmo Treglia (ciaramella, ghironda, violino a tromba, tofa) Alessia Salvucci (tamburello).

Un viaggio nella memoria musicale che permette di scoprire o di riscoprire – attraverso storie, suoni e curiosi strumenti musicali – l’affascinante mondo legato alla tradizione popolare del Natale lungo la dorsale appenninica. In primo piano la zampogna e la ciaramella, gli strumenti più significativi della tradizione italiana, ai quali si affiancano l’organetto, la ghironda, il torototela (violino a tromba), la tofa (conchiglia), la traccola e una serie di altri piccoli strumenti che vengono ancora utilizzati per il tradizionale repertorio dell’Avvento e di Capodanno. Alle voci è affidato il repertorio delle novene e dei canti liturgici che risvegliano la memoria e quel sentimento di devozione e fede popolare proprio della tradizione dell’Italia centro-meridionale. (Ingresso 20 euro con prenotazione obbligatoria presso la Proloco tel. 0564 968084 cell. 388 8656971)

Il calendario degli eventi propone poi l’Antico Villaggio del Natale un singolare percorso emozionale a ritroso nel tempo, che coinvolge le cantine scavate nella roccia del centro storico del paese. Qui allestimenti suggestivi ricostruiscono il Natale di una volta, all’insegna di una forte cultura contadina. Ad arricchire l‘itinerario i racconti e i canti natalizi trasmessi in filodiffusione e recitati dalla voce dello stesso Simone Cristicchi, amico di Arcidosso, che dà vita al suo NarraNatale.

L’Antico Villaggio è aperto nei pomeriggi di sabato e domenica e tutti i giorni dal 22 al 26 dicembre (dalle ore 17.00 alle ore 19.00) e al suo interno offre anche un mercatino natalizio dell’artigianato e dei prodotti tipici del territorio.

Tra tradizione e innovazione torna L’Orologio Incantato due spettacoli di videomapping – realizzati uno attraverso la colorata fantasia dei bambini con i loro disegni e l’altro con videoproiezioni 3D – per raccontare il Natale in modo suggestivo. Le proiezioni sono effettuate sulla porta medievale della Torre dell’Orologio. Un progetto curato da Q2 Visual, con le musiche di Gabriele Monaci e con la collaborazione delle scuole elementari.

E mentre i bambini spediscono presso l’Ufficio Postale di Babbo Natale le Letterine dei Desideri (che poi verranno raccolte in una pubblicazione), al Parco del Tennis si pattina sul ghiaccio.

Tanti gli appuntamenti culturali, le presentazioni di libri, i concerti che si susseguiranno nel calendario di Natale di Luce spaziando dalla musica degli zampognari a quella delle street band: tra gli eventi più curiosi”, dal 22 dicembre al 6 gennaio nella piccola frazione di Salaiola, immediatamente attigua ad Arcidosso, si rinnova “Presepi in rima” un percorso all’insegna della poesia che si snoda tra le vie del paese e della campagna alla scoperta di singolari presepi.

Imperdibile infine una visita al presepe meccanico allestito presso la Chiesa di San Leonardo e al bellissimo spazio museale all’interno del Castello Aldobrandesco che ospita il museo del paesaggio medioevale, il MACO (museo di arte e cultura orientale) e un’esposizione dedicata alla figura di David Lazzaretti, il profeta dell’Amiata.




Alla mostarda e al caramello salato: Dall’Ava vuole stupire con i panettoni per le Feste 2018

Due novità prendono vita nel forno di Ponte San Quirino: la linea

di prodotti “Maria Vittoria”, nata nel 2012, cresce ancora

 Stupire e conquistare i palati, anche i più esigenti e quelli alla ricerca di sensazioni nuove. Questo l’obiettivo dei panettoni ideati per il Natale 2018 da Dok Dall’Ava, grazie alle novità della linea bakery “Maria Vittoria” che puntano a rivisitare il tradizionale prodotto delle Feste. Oltre a quello tradizionale e alle varianti già in commercio da tempo – all’amarena, zenzero e cannella, cioccolato e arancio -, sono due le nuove specialità che nascono nel forno di Ponte San Quirino, località di San Pietro al Natisone, per festeggiare l’imminente Natività e tutto il periodo.

Chi si vuole regalare un’esperienza di gusto insolita può orientarsi sul panettone con mostarda di peperone, realizzato grazie alla collaborazione con l’azienda Le Tamerici di Mantova: il soffice impasto si lega perfettamente allo speciale prodotto che nasce da peperoni gialli, verdi e rossi, un connubio tutto da scoprire magari in abbinamento con formaggi stagionati e piccanti. L’altra novità targata Feste 2018 è il panettone al caramello salato: alla base del dolce tradizionale si aggiungono gocce di questa salsa preparata con zucchero, burro, panna e sale di Pirano, a conferma dell’attenzione per la qualità degli ingredienti che caratterizza la linea bakery Maria Vittoria. Questi nuovi prodotti vengono commercializzati nei formati da 500 grammi e un chilo; possono essere acquistati nei negozi specializzati, oppure nei ristoranti e prosciutterie Dok Dall’Ava. I panettoni nascono dalle sapienti mani dello chef Sergio Pontoni Junior, pasticciere che con la sua arte crea delle vere e proprie meraviglie nelle Valli del Natisone.

«Con le novità pensate per il Natale in arrivo – commenta Carlo Dall’Ava, l’imprenditore che nel 2012 ha affiancato alla tradizionale produzione dei prosciutti anche la linea di prodotti da forno – guardiamo a un target di consumatori che non si “accontentano” del panettone classico, ma puntano a gustare qualcosa di innovativo e che si discosta dalla tradizione».




nataleApordenone sabato 8 dicembre

Come da tradizione l’8 dicembre è una giornata particolarmente ricca di appuntamenti per il Natale a Pordenone.
Il mercato cittadino sarà aperto tutto il giorno fino alle 19, le casette natalizie dalle 9 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 20.30 in corso Garibaldi, e con orario continuato dalle 10.30 a mezzanotte in piazza XX Settembre, dove alle 17.30 si esibirà la Pordenone Big Band, diretta da Juri Dal Dan; la pista di pattinaggio sarà operativa dalle 10 alle 12 e dalle 14.30 alle 22. Trenino delle feste attivo dalle 15.10.
Tante le iniziative per bambini e famiglie a cominciare dall’inaugurazione del Bosco degli Elfi in piazzetta Calderari, un luogo magico dove poter giocare fare divertenti laboratori, visitare la casa di Babbo Natale e il villaggio degli elfi e incontrare personaggi da fiaba. Tutti i fine settimana sono in programma attività, giochi e animazioni, con punto ristoro. Sabato 8 dalle 10 alle 13 impazzerà la
gang degli elfi (animazione ludica con giochi, balli e due elfi scatenati); dalle 15.30 alle 17.00 ci saranno i laboratori a cura di Collegio don bosco; dalle 17.00 alle 18.30 si copriranno profumi e vapori nella casa degli elfi. Domenica 9 dicembre dalle 15.30 alle 18.30 si materializzerà un angolo di Polo Nord popolato da Nataline ed Elfi con giochi giganti, giochi di legno, tavolinetti creativi e tante sorprese.Alle 10.30 nella Bastia del Castello di Torre il Natale è da fiaba con la storia di Pollicino – ultimo nato “piccolo e sfortunato”, che con astuzia e coraggio riesce a riportare a casa dal bosco dove sono stati abbandonati sé stesso e i suoi fratelli, e anche l’oro del terribile Orco pronto a cibarsi di loro – raccontata da Fabio Scaramucci e Fabio Mazza.
Al pomeriggio – dalle 15.30 alle 19.30 nello Spazio morbido della Biblioteca Civica, Baby Care per bambini dai 3 ai 10 anni (massimo 15 bambini) con giochi e animazioni. Alle 16 nel Nuovo Cinema Don Bosco CinemaZeroKids presenta Il mistero della casa nel tempo e a seguire Cinemerenda con laboratorio Rrrrrumoristi. Alle 16 al Museo di storia naturale, laboratorio per famiglie con bambini dai 3 ai 5 anni “Esploratori in erba!”.

Diverse le attività in programma sotto La loggia e dintorni.
Alle 10.30 presentazione del calendario Pro Loco 2019 dedicato a Giovanni Antonio de’ Sacchis detto “Il Pordenone” con alcune delle sue più belle opere, conservate nelle chiese e nei musei del territorio pordenonese, colte dagli scatti di Danilo Rommel accompagnate dai testi di Maria Luisa Agosti. Il ricavato delle offerte andrà devoluto alle scuole del pordenonese per l’acquisto di materiale didattico a loro necessario. Alle 11 sempre dalla Loggia del Municipio, partirà la visita guidata gratuita alla scoperta della città a cura di Rotary Pordenone. Alle 11.30 ci si sposterà nel vicino Museo civico d’arte per l’inaugurazione della mostra presepi artigianali, sempre a cura di Pro Loco Pordenone. In esposizione circa 60 presepi che, nati dall’estro di artigiani provenienti anche da fuori regione, faranno parte del circuito “Giro Presepi Fvg” proposto dal comitato regionale del Friuli Venezia Giulia, dell’unione nazionale Pro Loco d’Italia. Le opere, uniche ed originali, rappresenteranno la Natività anche in altre nazioni. La mostra è realizzata in “gemellaggio” con il Comune di Pasiano: alcuni presepi realizzati dal Gruppo Amici del Presepe della parrocchia San Paolo di Pasiano saranno presenti alla rassegna di palazzo Ricchieri, così come alcune opere esposte l’anno scorso nello stesso museo saranno, quest’anno, in mostra a Pasiano. La rassegna è ad ingresso gratuito ed è visitabile fino al 6 gennaio 2019, dal mercoledì alla domenica negli orari 15:00 – 19:00. Resterà chiusa il 25 dicembre e il 1° gennaio. Inoltre, per tutta la durata della mostra il museo d’arte è visitabile gratuitamente.
Ultimo appuntamento sotto la Loggia, alle 17, l’inaugurazione del presepe ligneo a cura del Don Bosco, accompagnato da canti, musica e riflessioni sul significato del Natale.Tre i concerti in programma nel tardo pomeriggio dell’8 dicembre per il Natale a Pordenone.
Alle 16 nella Chiesa SS Leonardo e Ruperto di Vallenoncello concerto Gospel con Seventh Note Gospel Lab.
Alle 17 nel Convento di San Francesco Ensemble Armonia presenta 235 Arpa Ensemble un concerto di arpe con un programma di grande impatto e varietà: dalla Sinfonia n. 104 di Haydn alle Danze rumene di Bartok, dalla Fantasia sul Signor Bruschino, omaggio a Rossini, all’esplosivo Freddy Mercury di Somebody to love per finire coi brani contemporanei di Paolo Furlani e Paola Devoti di cui due – Tournoi des deux harpes (Furlani) e Apeiron (Devoti) – in prima esecuzione assoluta. Ciliegina sulla torta il Christmas Medley conclusivo. Interpreti le affermate arpiste Paola Devoti ed Elisabetta Ghebbioni e l’Insieme 235 del Conservatorio di Venezia. Il gruppo è costituito da cinque arpe ed esegue le musiche originali di Paola Devoti per due, tre e quattro arpe, oltre a trascrizioni per quattro e cinque arpe della stessa autrice di celebri brani classici e pop.Paola Devoti è arpista, compositrice e direttrice d’orchestra. in qualità di arpista ha collaborato con importanti orchestre europee suonando sotto la direzione di grandi Maestri (Celibidache, Delman, Chailly). Come solista ha tenuto concerti in Europa, Giappone, Stati Uniti e effettuato numerose incisioni discografiche. Elisabetta Ghebbioni ha ricoperto a lungo il ruolo di Prima Arpa all’Orchestra Sinfonica di Lecce e ha al suo attivo collaborazioni con le più importanti Istituzioni orchestrali italiane: Orchestra RAI, Teatro La Fenice, Filarmonica della Scala.
Con Andrea Dainese e Giancarlo Di Vacri ha costituito il Trio Leonardo, formazione di flauto, viola e arpa con cui ha tenuto concerti in Europa, Stati Uniti e Australia.
Alle 17.45 nel Santuario delle Grazie, Concerto di Natale con il Coro “Monte Peralba” di San Donà di Piave a cura ASD San Gregorio, e a seguire accensione dell’albero.