Aquaricrunner, realtà virtuale e ‘Paladini dello sport’: gran serata targata Csen Fvg

UDINE – È stata una serata ricca di appuntamenti quella del 14 dicembre. Una serata targata Csen Fvg. Alla sala Exclusive di via Este, a Udine, si è infatti riunito il Comitato per il Friuli Venezia Giulia del Centro Sportivo Educativo Nazionale (Csen): i rappresentanti, provenienti da tutta la regione, si sono incontrati per fare il punto su quanto messo a punto durante il 2018, e per discutere delle molte attività già previste per il 2019.

AQUATICRUNNER 2019 – Proprio in quella circostanza è stato presentato uno degli eventi più attesi dell’anno ormai alle porte: la nuova edizione di Aquaricrunner, in programma l’8 settembre 2019. L’evento di risonanza mondiale, dopo l’ultimo successo,vedrà gli atleti provenienti da tutto il globo nuovamente protagonisti in un’attraversata da Grado a Lignano Sabbiadoro. La competizione di SwimRun (Individual World Championship) prevede 19 transazioni tra nuoto (con utilizzo del pull-buoy e swimming-paddles) e corsa, per un totale di 6,3 chilometri in acqua e 26,7 a terra. La manifestazione (le cui iscrizioni apriranno il 18 dicembre 2018 alle 20) sarà aperta a soli 250 sportivi, 80 accettati per titolo, gli altri assegnati per qualificazione (SwimRun Uruguay, Russia Swimrun eXtremeMan, Canada Swimrun, Belgium Swimrun, Italian Swimrun Series, Canarie Swimrun, Madeira Swimrun, cui si aggiungono tre nuove tappe in Usa: Maryland, Knoxville e Minnesota).

 

VR E SPORT – Sempre alla sala conferenza del Bingostar si è parlato anche di nuove tecnologie e di realtà virtuale (Vr) – con Romina Patrignani, business developer di WeArena Entertainment Spa (di Villesse) e presidente di FitMove Asd e Francesco Monastero, co-founder WeArena -. I simulatori in ambito sportivostanno infatti prendendo sempre più piede andando a integrarsi con le più tradizionali attività sportive. Queste tecnologie infatti apportano non solo benessere fisico e sociale, ma consentono anche una grande interazione e scambio fra tutte le Asd di settore.

PALADINI DELLO SPORT – La ricca serata si è quindi conclusa con la terza edizione dei ‘Paladini dello sport’: “Anche quest’anno abbiamo voluto premiare alcuni dirigenti sportivi etecnici che nel corso del 2018 hanno dimostrato passione per lo sport e altruismo verso gli altri. I Paladini dello sport’, così come abbiamo voluto definirli, sono da sempre attenti al sociale e in particolare nel corso degli ultimi (quasi) 365 giorni hanno dedicato tempo e professionalità alla disciplina sportiva tutelandone e promuovendone i valori etici”, ha chiarito Giuliano Clinori, presidente Csen Fvg e vicepresidente nazionale. Accanto ai 19 premiati, inoltre “abbiamo voluto assegnare anche tre premi speciali per l’impegno sportivo e due in memoria del Maestro Aldegisto Sodero e del Maestro Angelo Puntara recentemente scomparsi”, ha concluso Clinori.




SUNS EUROPE 2018: LE LINGUE MINORIZZATE SONO PIU’ VIVE CHE MAI

La serata finale di Suns Europe 2018 tenutasi al Teatro Nuovo Giovanni da Udine il 1° dicembre scorso ha confermato la vitalità che hanno tutt’ora le lingue minoritarie (o minorizzate), lingue spesso  considerate alla stregua  di semplici dialetti locali e ritenute – a torto – in via di estinzione.

La redazione “distaccata” al Teatrone di Radio Onde Furlan

I pezzi portati in scena dai finalisti alla manifestazione organizzata  dalla cooperativa Informazione Friulana col sostegno dell’ARLeF,  hanno dimostrato l’esatto contrario: le lingue minorizzate sono parlate quotidianamente  e vengono riscoperte anche da giovani cresciuti in famiglie in cui la sola lingua parlata è quella ufficiale dello stato in cui risiedono che si incuriosiscono e decidono di approfondire ed imparare il lessico che fa comunque parte della loro cultura e del loro habitat.

Intro

Gli Jansky,, vincitori di SUNS EUROPE 2018

Il vocalist dei gallesi Yr Ods, secondi classificati

Martina Iori

La musica ha un ruolo determinante nella tutela di queste lingue in quanto consente di mettere in versi  e armonizzare  brani musicali – spesso con risultati addirittura migliori rispetto a quelli ottenuti con la lingua ufficiale – che si rifanno alle tradizioni locali consentendo quindi il mantenimento e la longevità di una miriade di lingue che, per quanto riconosciute, sono comunque considerate minoritarie. Come ha giustamente detto la finlandese (della minoranza svedese) Laura Hoo al termine della sua esibizione “anche la musica è una lingua, una lingua conosciuta da tutti”

Anche a casa nostra, in Friuli, sono moltissimi gli artisti e le band che si esprimono nell’idioma locale, a volte con una notorietà che travalica i confini regionali, proponendo prodotti di qualità e gradevoli all’ascolto; una band regionale è stata inoltre selezionata fra i finalisti di Suns Europe 2018, i LUNA E UN QUARTO hanno infatti calcato il palcoscenico del “Teatrone” di Udine e si sono confrontati con gli altri finalisti provenienti da diverse parti di quell’Europa che sulla carta è sempre più unificata ma nella realtà deve percorrere ancora un lungo cammino per considerarsi veramente una Europa Unita.

Di seguito le immagini della serata (il servizio è stato pubblicato sulle pagine di questa testata il 2 dicembre):

Melissa Meewisse si è esibita scalza

I Luna e un quarto

Jacopo Casadio, Chitarra e Voce dei Luna e un quarto

Il chitarrista dei Rodeo

Martina Iori

Jansky

Laura Hoo

Un’altra immagine di Laura Hoo

Laura Hoo: “anche la musica è una lingua, una lingua conosciuta da tutti”

Dario Hess

Dario Hess & Friends

Espiño

La consegna di un riconoscimento speciale al regista Asier Altuna

Martina Iori premiata dal sindaco di Udine Pietro Fontanini

L’anteprima di Donald dal Tiliment presentata al Teatro Nuovo Giovanni da Udine

La giuria

I finalisti

I brillanti presentatori della serata in un momento goliardico

Servizio e foto: Dario Furlan

 

 

 

 




SANTA CLAUS RUN FVG, TANTI “BABBI NATALE” IN CORSA PER LE STRADE DI OSOPPO domenica 6 dic.

Domenica 16 dicembre con partenza alle 10.30 dal Teatro della Corte di Osoppo (Ud)Anà-Thema Teatro organizza per il secondo anno la corsa non competitiva di 5 chilometri con i partecipanti vestiti da Babbo Natale

Alla Corte, inoltre, al via anche la sesta edizione del Mercatino di Natale con tante bancarelle, giochi, elfi truccabimbi e zone ristoro e alle 18 di domenica, in teatro sempre a Osoppo, in programma

il concerto di Natale delle “Crunchy Candies”

Ci sono due tipi di corse che si svolgono nel periodo che precede le festività natalizie. Una è quella ai regali e l’altra è la Santa Claus Run Fvg, la divertente e sempre più partecipata iniziativa che Anà-Thema Teatro organizza a Osoppo (Ud). Una corsa/camminata non competitiva di 5 chilometri a ritmo libero che la compagnia teatrale di casa alla Corte del Teatro di Osoppo ha pensato di riproporre anche quest’anno, visto il successo della prima edizione, per domenica 16 dicembre. Un modo per festeggiare in modo unico e divertente l’arrivo del Natale celebrando uno dei simboli più caratteristici e conosciuti della tradizione popolare, ovvero Babbo Natale. 

Il percorso si snoderà lungo le vie del centro della località pedemontana con partenza alle 10.30 proprio dalla Corte di Osoppo (in via XXII novembre 3) dove, per il sesto anno consecutivo è stato allestito anche il Mercatino di Natale con tante bancarelle, giochi ed elfi truccabimbi per i più piccoli, zone ristoro, vin brulé, dolci natalizi e dove, manco a dirlo, farà la sua apparizione proprio Babbo Natale.

Alla manifestazione, che avrà luogo con qualsiasi condizione meteorologica, i partecipanti di tutte le età (i bambini sotto i 10 anni dovranno essere accompagnati da un adulto) potranno correre o camminare solo indossando pettorina e gli abiti tradizionali di Babbo Natale. Due i pacchetti previsti per l’iscrizione, che si potrà effettuare il giorno stesso della corsa presentandosi nel punto di ritrovo/partenza dalle 9 alle 10. Il primo, al costo di 20 euro a persona, comprende, oltre all’iscrizione, la divisa di Babbo Natale (fino ad esaurimento delle scorte), il pettorale numerato, un buono per una bevanda calda e uno snack e una divertente lezione di riscaldamento con il folletto prima della partenza. Il secondo pacchetto, ad un costo di 12 euro, prevede gli stessi servizi del primo ad eccezione del costume di Babbo Natale. I bambini fino ai 10 anni potranno essere iscritti ad un costo di 5 euro e riceveranno, oltre la pettorina, i buoni snack e bevanda e la lezione di riscaldamento, anche il cappellino di Santa Claus. Per i gruppi, infine, ogni dieci adulti iscritti, per l’undicesimo la partecipazione è gratuita (regolamento e info complete sul sito www.anathemateatro.com).

Ma non è finita qui, perché lo stesso giorno della Santa Claus Run Fvg (16 dicembre), alle 18 è in programma un imperdibile concerto di Natale. Ospiti della Corte di Osoppo saranno infatti “The Crunchy Candies”, “Le Caramelle Croccanti”, l’applaudito sestetto musicale, con protagoniste indiscusse le tre voci femminili, che ripercorre in tutto il suo repertorio le atmosfere musicali degli anni ’30, ’40 e ’50. Un concerto speciale, dove i grandi classici della tradizione natalizia saranno riadattati in chiave swing.

Per informazioni sulla corsa e sul concerto è possibile telefonare alla segreteria di Anà-Thema Teatro ai numeri 0432 1740499 o 345 3146797, oppure inviare una email all’indirizzo    info@anathemateatro.com.




16 e 17 dicembre a Sutrio, in Carnia FORMANDI – Sapori e formaggi di montagna

Una straordinaria selezione di formaggi di malga della montagna friulana sarà in mostra e degustazione domenica 16 dicembre a Sutrio, in Carnia. La rassegna, denominata “FORMANDI – Sapori e formaggi di montagna”, sarà ospitata nella suggestiva cornice di Cjase dal Len, un’antica segheria da poco riaperta, dopo un sapientemente restauro. Lunedì 17 seguirà un’inconsueta Asta di formaggi di malga del Friuli Venezia Giulia, che darà la possibilità di aggiudicarsi anche forme particolarmente pregiate e solitamente introvabili. Rivolta principalmente agli addetti ai lavori (ristoranti, agriturismo, negozi di formaggi ed alimentari) interessati ad acquistare i prodotti nella stagione di monticazione 2018, già in parte introvabili, l’asta sarà aperta al pubblico, che potrà assistervi ed acquistare, volendo, le forme.

Organizzato da Friulmont nell’ambito del progetto “MO.MA, una montagna di Malghein collaborazione con Ersa e il sostegno di PromoturismoFVG, “FORMANDI” intende valorizzare uno dei tesori della montagna friulana, il formaggio di malga appunto, unitamente ad altri prodotti montani. 24 le malghe della Carnia, del Canal del Ferro-Val Canale e del Pordenonese che vi partecipano, mettendosi insieme per valorizzare la qualità dei loro prodotti e per ribadire il ruolo di tutela del territorio che il loro lavoro riveste.

Domenica 16, dalle 9.00 alle 11.00, le commissioni di esperti giudicheranno i formaggi e daranno le relative valutazioni. Dalle 11.00 alle 18.00 Cjase dal Len sarà aperta al pubblico che potrà assaggiare tutti i formaggi delle 24 malghe, abbinati a una selezione di Vini Naturali del Friuli VG (prezzo di ingresso e degustazione: 15 €).

 

Lunedì 17 l’Asta di formaggi di malga inizierà alle 10.00. Saranno battute partite di 2 o 3 forme, prodotte durante l’estate 2018, per ogni malga. In chiusura, verranno battuti all’asta formaggi di 2, 3 e più anni, prodotti eccezionali non reperibili sul mercato.

 

 




Giovedì 13 dic.al Teatro Gustavo da Modena di Palmanova – Ron canta Lucio Dalla

Dopo un entusiasmante tour estivo, Ron prosegue con alcune date nei teatri italiani il grande omaggio, nell’ anno in cui avrebbe compiuto 75° anni, all’amico Lucio Dalla, a cui è stato legato da una lunghissima amicizia e da un prolifico sodalizio artistico.

Sbarca in Friuli Venezia Giulia con una grande esclusiva regionale giovedì 13 dicembre (inizio ore 20.45) al Teatro Gustavo da Modena di Palmanova – il tour “Lucio! a Teatro” dove Ron canta Lucio Dalla, in una serata organizzata dal Comune di Palmanova in collaborazione con Edit Eventi: un‘occasione davvero unica per celebrare, a poco più di sei anni dalla scomparsa, il talento di uno dei maggiori fenomeni musicali dell’Italia contemporanea, capace di farsi ricordare per sempre dai fan e dal panorama musicale e artistico del nostro PaeseLa carriera di Rosalino Cellamare inizia nel 1970 quando, non ancora diciassettenne, sale sul palco del Festival di Sanremo, conquistando da subito notorietà e favore del pubblico. Negli anni ‘70, Ron mette le basi per la sua carriera: l’amicizia e la collaborazione con Lucio Dalla – è dell’inizio degli anni Settanta “Piazza Grande” – la stesura delle prime musiche, gli album sperimentali, i concerti impegnati e una parentesi nel cinema formano l’artista e lo lanciano definitivamente nel mondo della musica italiana.

Arrivano ben presto gli album del grande successo come “Una città per cantare”, “Al centro della musica” e “Guarda chi si vede” (contenente “Anima”, canzone vincitrice del Festivalbar del 1982). Tra il ’90 e il ’96 nascono alcune sue canzoni entrate di diritto nella storia della musica italiana, come “Attenti al lupo, che diventa uno dei successi più clamorosi di Lucio Dalla, “Non abbiam bisogno di parole”, “Le foglie e il vento” e “Vorrei incontrarti fra cent’anni”, con la quale vince, in coppia con Tosca, il 46° Festival di Sanremo.

Nel 2018 Ron è tornato al Festival di Sanremo con un brano inedito di Dalla, Almeno pensami: oltre a quest’ultimo successo che lo lega indissolubilmente all’amico Lucio Dalla, sul palco del Teatro Gustavo Modena proporrà molti successi intramontabili del cantautore bolognese – tra cuiTu non mi basti mai”, “Canzone”, “Attenti al lupo”, “Anima”, “Anna e Marco”, “Futura”, “Henna” rivisti e riarrangiati con sonorità vicine al mondo Ron, senza per questo snaturane l’originale bellezza. Ron ripercorrerà i mille volti della carriera di Lucio Dalla, svelando aneddoti e storie inconsuete legate alla vita del cantautore in uno spettacolo ricco di emozioni.

Prevendite aperte sul sito www.folkest.com, all’Angolo della Musica di via Aquileia a Udine (tel. 0432.505745) e al Teatro G. Modena (0432.924148). Per info sono disponibili anche i numeri dell’Ufficio Cultura di Palmanova (0432.922131) e la segreteria di Folkest




POSTMODERN JUKEBOX lunedì 10 dicembre in concerto al Politeama Rossetti di Trieste

VignaPR in collaborazione con ilRossetti – Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia

presenta

“POSTMODERN JUKEBOX HAS THE INFALLIBLE RECIPE FOR A GOOD TIME” NEW YORK TIMES

POSTMODERN JUKEBOX

“MUSICA POP IN UNA MACCHINA DEL TEMPO” Scott Bradlee

PIÙ DI 1 MILIARDO DI VIEWS SUL CANALE YOUTUBE UFFICIALE, AMATI E ACCLAMATI IN TUTTO IL MONDO PER LE LORO RIVISITAZIONI  IN CHIAVE VINTAGE E SWING DEI PIÙ GRANDI SUCCESSI CONTEMPORANEI DI POP, ROCK E R&B 

I LORO CONCERTI SONO UNA FESTA ANNI ’20 MISCHIATA CON UNA NOTTE SWING ANNI ’60  AL RAT PACK, UNA PICCOLA ANIMA MOTOR CITY E UN PO’ DI CLASSICO ROCK

LUNEDÌ 10 DICEMBRE 2018

TRIESTE @ POLITEAMA ROSSETTI

Apertura porte ore 20:00, inizio concerto ore 21:00

Biglietti ancora in vendita online su Vivaticket.it, nei punti vendita autorizzati e alle biglietterie del teatro

“Musica pop in una macchina del tempo” così il poliedrico Scott Bradlee, ideatore del gruppo, ha definito i Postmodern Jukebox, lo straordinario collettivo di musicisti statunitensi amato e acclamato in tutto il mondo per le loro sensazionali e inimitabili rivisitazioni in chiave vintage dal sapore swing dei più grandi successi contemporanei di pop, rock e R&B, che conta più di 1 miliardo di visualizzazioni solo sul canale ufficiale YouTube.

Dopo il successo dello scorso maggio all’Auditorium Parco della Musica di Roma, il “Back in Black & White Tour” dei Postmodern Jukebox continua a girare il mondo e ritorna anche in Italia per un nuovo entusiasmante concerto: domani, lunedì 10 dicembre alle ore 21:00 saliranno sul palcoscenico del Politeama Rossetti di Trieste (concerto organizzato dall’agenzia VignaPR in collaborazione con ilRossetti – Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia). I biglietti sono ancora acquistabili online su Vivaticket.it, nei punti vendita autorizzati e direttamente alle biglietterie del teatro.

I concerti dei Postmodern Jukebox portano sui palcoscenici di tutto il mondo una band piena di musicisti di talento, con cantanti eccezionali e tonnellate di sorprese proprio vicino al pubblico. L’esperienza non è mai la stessa, grazie alle nuove canzoni, combinazioni dei membri che danno svolte uniche ad ogni show.

In un luccichio di colori, tra abiti di scena sgargianti e balli a dir poco unici, la band trascinerà con il suo esclusivo tocco vintage e retrò ai più grandi successi contemporanei, reinventandoli in chiave swing, con incursioni anche nel doo-woop e nel ragtime: da “Don’t stop me now” dei Queen a “I kissed a girl” di Katy Perry, passando per “All about that bass” di Meghan Trainor e tantissime altre.

Per coloro che conoscono i Postmodern Jukebox tramite i loro video, l’esperienza dello show dal vivo è totalmente di un altro livello: è una festa anni ’20 che renderebbe orgoglioso perfino il Grande Gatsby, mischiata con una notte swing anni ’60 al Rat Pack, una piccola anima Motor City e un po’ di classico rock. Un concerto dei Postmodern Jukebox è una miscela unica di talenti e personalità che rende lo spettacolo sempre divertente, fresco ed emozionante!

SCOTT BRADLEE’S POSTMODERN JUKEBOX

LUNEDÌ 10 DICEMBRE 2018

TRIESTE @ POLITEAMA ROSSETTI

Apertura porte ore 21:00, Inizio Concerto ore 21:00

 

PREZZI BIGLIETTI:

Platea A: € 44,00 + diritti di prevendita

Platea B: € 40,00 + diritti di prevendita

Platea C: € 36,00 + diritti di prevendita

Prima Galleria: € 32,00 + diritti di prevendita

Seconda Galleria: € 28,00 + diritti di prevendita

Loggione: € 22,00 + diritti di prevendita

Biglietti ancora disponibili online su Vivaticket.it, nei punti vendita autorizzati e nelle biglietterie del teatro.

Prevendite Autorizzate: Vivaticket e Ticketone

L’organizzatore declina ogni responsabilità in caso di acquisto di biglietti fuori dai circuiti di biglietteria autorizzati non presenti nei nostri comunicati ufficiali

http://postmodernjukebox.com

https://www.youtube.com/user/ScottBradleeLovesYa/

https://www.facebook.com/postmodernjukebox

PER MAGGIORI INFORMAZIONI:

VignaPR – www.vignapr.it – info@vignapr.it

VignaPR – Luigi Vignando – tel. (+39) 340 3731626 – luigi.vignando@gmail.com

ilRossetti – tel. (+39) 040 3593511 – www.ilrossetti.it – info@ilrossetti.it




UN SUCCESSO PER LA DATA ZERO DELLA CEGHEDACCIO SYMPHONY ORCHESTRA FVG

Hanno provato a resistere fino all’ultimo. Qualcuno ha provato ad alzarsi anche a metà
concerto, ma quando sono risuonate le prime note di “Mamma mia” degli Abba, i mille e 200
spettatori che ieri sera hanno letteralmente riempito il teatro Nuovo Giovanni da Udine sono scattati tutti in piedi a ballare.
Annunciato come uno degli eventi musicali cittadini dell’anno, la data zero della
Ceghedaccio Symphony Orchestra Fvg è stata davvero un successo, con il pubblico in sala e nelle
gallerie del teatro che si scatenava al ritmo delle più conosciute hit dance e rock anni 70 e 80.
L’impresa fortemente voluta e portata avanti da Renato e Carlo Pontoni, anime da 25 anni a
questa parte del Ceghedaccio, è stata dunque premiata dai tanti appassionati di un genere intramontabile e intergenerazionale. Chi, infatti, non conosce i brani che hanno fatto la storia della musica come “Night Fever” dei Bee Gees, “I will survive” dell’indimenticabile Gloria Gaynor o  della ritmatissima “Disco Inferno” di The Trammps? Per non parlare di pietre miliari come “Sir Duke” di Stevie Wonder, “Music” di John Miles, di colonne sonore di film che hanno fatto sognare intere generazioni come “Grease”o, ancora, brani intramontabili di artisti come Abba o Village People? Per “Let the music play”, questo il titolo della serata, il palco del teatro cittadino si è trasformato in un grande jukebox, “animato” da un’orchestra e voci (Alexia Pillepich, sopranoNicole Pellicani, contralto, e Ruggero Zannier, tenore), per un totale di 30 elementi, tutti di fama nazionale, sotto la precisa bacchetta del Maestro Denis Feletto. Un viaggio, guidato dalla giornalista e presentatrice Martina Riva, che in un crescendo travolgente ha coinvolto il pubblico letteralmente catapultato in un’atmosfera dance d’altri tempi, anche grazie a strabilianti effetti speciali, come giochi di luci, fontane luminose, una grande mirror ball appesa sopra il palco e le apprezzatissime grandi palle colorate lanciate in platea durante i bis.
Merito di questa avventura, come ricordato, sono stati Renato e Carlo Pontoni, che hanno fortemente voluto, per i 25 anni di storia del Ceghedaccio, l’evento inserito anche nel cartellone natalizio del Comune di Udine. Un appuntamento che però non si esaurirà certamente con il concerto di ieri, visto che la Ceghedaccio Symphony Orchestra Fvg, al cui progetto hanno collaborato anche il Maestro Domenico Mason dell’Accademia d’Archi Arrigoni, il Maestro Valter Sivilotti e il tecnico del suono Stefano Amerio, è già pronta per calcare gli altri palcoscenici dentro e fuori regione.
E a giudicare dalla risposta che il pubblico udinese ha riservato per la data zero, alla Ceghedaccio Symphony Orchestra Fvg aspettano molti altri applausi da altrettante platee.

 

 

 

dall’inviato Alberta Gallo




PRESEPE DI SABBIA di Lignano Sabbiadoro _ Domani l’inaugurazione della 15° edizione v

La 15° edizione del Presepe di Sabbia di Lignano sarà visitabile dall’8 dicembre 2018 al 27 gennaio 2019. Per consultare le giornate e gli orari di apertura  www.presepelignano.it

Al via domani, sabato 8 dicembre, la 15° edizione del Presepe di Sabbia di Lignano Sabbiadoro, attrazione di punta del calendario dei festeggiamenti di “Natale d’A…mare”, capace di attirare nelle ultime edizioni un numero fra i 50 i 70 mila visitatori nel periodo festivo, diventando a tutti gli effetti un punto di riferimento turistico per la città di Lignano e per la Regione Friuli Venezia Giulia tutta. L’opera, organizzata da Associazione Dome Aghe e Savalon d’Aur, con il sostegno della Città di Lignano, in collaborazione con Pro Loco LignanoLignano in Fiore OnlusLignano Sabbiadoro Gestioni e con il fondamentale contributo delle associazioni lignanesi, realizzata dall’equipe di artisti internazionali dell’Accademia della Sabbia capitanati da Antonio Molin, sarà visitabile fino al 27 gennaio 2019. Appuntamento quindi a domani alle 16.00 al villaggio festeggiamenti di Lignano, posto dirimpetto alla Terrazza a Mare, con il taglio del nastro e il via ufficiale al programma degli appuntamenti. Tutte le info e gli orari di visita del presepe su www.presepelignano.it e sulla pagina Facebook Dome aghe e savalon d’aur.

Dopo il Terremoto del Friuli e la Grande Guerra, il tema dell’opera di quest’anno è il Cantico delle Creature di Francesco d’Assisi, che trova la sua rappresentazione attraverso la magistrale trasposizione sulla sabbia di alcuni dipinti di Giotto, che diventa così autentico “narratore per immagini” nel guidare il visitatore attraverso il percorso espositivo. Perno centrale dell’articolata architettura narrativa è, infatti, la monumentale traduzione tridimensionale della Natività, ispirata agli affreschi della Nascita di Cristo e dell’ Adorazione dei Magidipinti da Giotto tra il 1303 e il 1305 nello stupefacente ciclo della Cappella degli Scrovegni di Padova.

Il visitatore verrà poi letteralmente abbracciato dal filo tematico principale del presepe: Il Cantico delle Creature. Nella prima parte si vede Francesco, malato e quasi cieco, che ospite di Chiara nella serenità di San Damiano detta il suo Cantico. Si passa così al cuore dell’opera, il «Laudato si’», dove l’acqua, il vento, il sole, la luna, il cielo stellato, il fuoco, la “Terra Madre” e coloro «che perdonano» (quindi i “costruttori di pace”), vengono rappresentati singolarmente in sette meravigliose realizzazioni in sabbia che costituiscono il corpo principale del percorso. Ad impreziosire ulteriormente l’opera, la gradita conferma dell’Albero di Yule, che raccoglierà sui suoi rami migliaia di testimonianze sotto forma di biglietti, pensieri che portano auguri, sentimenti e buoni auspici per l’anno che verrà.

Dopo il gemellaggio con la comunità di Amatrice e le splendide attività congiunte realizzate negli scorsi anni, la comunità di Lignano si unisce quest’anno a quella di Greccio, proprio nel segno di San francesco, che nel borgo laziale allestì il primo presepe vivente della storia nel 1223. Per suggellare questo gemellaggio l’associazione Dome aghe e savalon d’aur donerà a Greccio un piccolo presepe di sabbia, realizzato dagli artisti dell’Accademia della Sabbia. Nelle giornate di sabato 15 e domenica 16 dicembre una corriera partirà quindi da Lignano per fare visita a Greccio e Orvieto. Fra le attività della due giorni anche il concerto degli Harmony Gospel Singers nel pomeriggio di sabato 15 proprio a Greccio. Per chi volesse prendere parte alla gita, per info e prenotazioni, chiamare il +39 339 7485334.

Giorni e orari di apertura del Presepe di Sabbia:

L’8 e il 9 dicembre 2018 dalle 10:00 alle 18:00

Dal 10 al 14 dicembre 2018 dalle 14:00 alle 18:00

Dal 15 al 24 dicembre 2018 dalle 10:00 alle 18:00

Il 25 dicembre 2018 dalle 14:00 alle 18:00

Dal 26 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019 dalle 10:00 alle 18:00

Il 12, 19, 26 gennaio 2019 dalle 14:00 alle 18:00

Il 13, 20, 27 gennaio 2019 dalle 10:00 alle 18:00

 

Per maggiori info:

Visitare i siti www.presepelignano.it e www.lignanosabbiadoro.it e la pagina Facebook Associazione dome aghe e savalon d’aur.




14 STELLE INTERNAZIONALI AL GALA’ DELLA DANZA PER LA CROCE ROSSA ITALIANA. SABATO 8 DICEMBRE AL TEATRO NUOVO GIOVANNI DA UDINE

Il Galà della danza, che ogni 8 dicembre coniuga arte, spettacolo e solidarietà porta in scena per la sua 38^ edizione i migliori nomi internazionali del balletto che si esibiscono a titolo gratuito per la Croce Rossa Italiana, Comitato di Udine. Al Teatro Nuovo Giovanni da Udine, alle 20.45, non mancheranno le stelle internazionali sempre affiancate da talenti emergenti e ritorni artistici. Il programma prevede pagine del repertorio classico e creazioni contemporanee, titoli in prima nazionale e diversi debutti regionali a partire dal pas de deux daMarguerite et Armand, di Ashton, danzato da due eccellenze italiane: Vito Mazzeo, Principal al Duch National Ballet, insignito per l’occasione del Premio “Giuliana Penzi per la danza”, e Mara Galeazzi già Principal del Royal Ballet e Guest Dancer internazionale che si è appena aggiudicata il premio Ewmd “per le donne che fanno la differenza”.

Oscar Chacon

Tra le 14 stelle, arriva a Udine il Primo Ballerino Oscar Chacon, direttamente dal Bèjart Ballet Lausanne danzatore colombiano dal talento eccezionale e Guest in tutta Europa. C’è molta attesa anche per la prima italiana de La Strada,balletto rieditato da Marco Goecke (basato sul film di Federico Fellini con testi di Fellini e Pinelli), presentato per la prima volta in Germania lo scorso agosto dalGärtnerplatztheater di Monaco; a danzarlo sulle musiche di Rota, Verónica Segovia e Özkan Ayik. Non mancheranno anche brani classici virtuosi come Le Corsaire di Petipa/Drigo e lo struggente Romeo e Giulietta di Lavrovskij/Prokofiev ad opera della coppia del Wiener Staatsballett, Elena Bottaro e Andrés Garcia Torres. Immancabile presenza al gala quella della Gauthier Dance//Dance Company Theaterhaus Stuttgart con i suoi versatili danzatori: debutto regionale del balletto dedicato a Louise Lecavalier, Electric Life, firmato da Eric Gauthier & Andonis Foniadakis su musica di Stephan Boehme e interpretato da Garazi

Mara Galeazzi

Perez Oloriz & Maurus Gauthier, atteso anche l’assolo creato da Marco Goecke per il pluripremiato artista napoletano Rosario Guerra, Infant Spirit che interpreta, inoltre, con la carismatica Oloriz ancheMinus 16 (estratto) su Coreografia e Direzione Artistica di Ohad Naharin. Novità alla manifestazione quella del Ballet de Catalunya, un’occasione per ammirare i picchi virtuosistici della danza classica (Don Quixote di Petipa/Minkus) con la Prima Solista della compagniaRebecca Storani e il brasiliano Flavio Salamanka del Ballett des Salzburger Landestheaters. Direttamente dal Royal Ballet una coppia di giovani talenti: Sae Maeda eDavid Yudes interpretano Il Talismano di Petipa/Drigo. Tra le proposte coreografiche va segnalato il debutto di Cristiano Principato (Dutch National Ballet) che firmaDouble Violin di Bach per Vito Mazzeo e il brano di apertura2getHER coordinato dal coreografo Massimo Gerardi, direttore di SubsTANZ Dresden in collaborazione con Matilde Ceron e Vito Vidovich da Musik und Kunst Privatunivesitaet Wien. Info: www.teatroudine.iteadeb@adebudine.it




ANA-THEMA TEATRO: SABATO 8 E DOMENICA 9 DICEMBRE CASA CAVAZZINI SITRASFORMA NELLA CASA DI BABBO NATALE

I tempi cambiano, e anche Babbo Natale ha scelto si spostarsi in un luogo dove si respiri “aria di contemporaneità”. Sabato 8 e domenica 9 dicembre sarà dunque Casa Cavazzini, per la prima volta e in esclusiva, ad ospitare il nuovo e atteso spettacolo itinerante firmato “Anà-Thema Teatro”.
Non più il castello e la Galleria d’Arte Antica, come in passato, ma il museo d’arte moderna e contemporanea della centralissima via Cavour a Udine sarà infatti il luogo dove Babbo Natale e i tanti suoi aiutanti accoglieranno il pubblico suddiviso in gruppi e accompagnato nei meandri del suggestivo museo che accoglie opere dei fratelli Basaldella, le splendide collezioni Astaldi e Friam, per non parlare del museo nel museo rappresentato dall’appartamento Cavazzini.
Due le repliche previste per sabato 8, rispettivamente alle 14 e alle 16, e tre quelle per il giorno successivo (9 dicembre), quando a quelle del pomeriggio (sempre alle 14 e alle 16) si aggiunge quella della mattina alle 10.30.
Casa Cavazzini quindi si trasformerà nella “Casa di Babbo Natale”, un grande mondo incantato ricco di luci, suggestioni e storie fantastiche raccontate di volta in volta a piccoli gruppi di spettatori che si addentreranno nelle tante sale del museo. Ad attenderli, all’ingresso, non potrà che esserci Babbo Natale in persona ad aprire le porte al pubblico per il benvenuto, spiegando ai visitatori cosa sta per attenderli e come districarsi tra affreschi, sculture, folletti e renne.
Per informazioni e prenotazioni dei biglietti (al costo di 10 euro) è possibile telefonare ai numeri 04321740499 o 3453146797 o, inviare una email all’indirizzo info@anathemateatro.com. I posti sono limitati e il 25 Natale è alle porte. Non resta, dunque, che affrettarsi a prenotare il proprio biglietto per poter incontrare Babbo Natale a Casa Cavazzini.