JOHN MAYALL 22 marzo 2019 – ore 21.00 UDINE, Teatro Nuovo Giovanni da Udine

Zenitsrl, in collaborazione con Regione Friuli Venezia Giulia, PromoTurismoFVG, Teatro Nuovo Giovanni da Udine, Comune di Udine e Pordenone Blues Festival

Presenta

JOHN MAYALL

CANTANTE E POLISTRUMENTISTA, AUTENTICO RIFERIMENTO DEL BLUES BRITANNICO E INTERNAZIONALE, TORNA CON UN NUOVO DISCO E UN TOUR EUROPEO CHE TOCCHERÁ ANCHE L’ITALIA

 CON I SUOI THE BLUESBREAKERS HA LANCIATO MUSICISTI COME ERIC CLAPTON, PETER GREEN E MICK TAYLOR

IN QUESTO NUOVO PROGETTO LIVE CON LUI SUL PALCO CI SARÀ UNA STRAORDINARIA BAND COMPOSTA DA CAROLYN WONDERLAND, GREG RZAB E JAY DAVENPORT 

CON “85th ANNIVERSARY TOUR” JOHN MAYALL SARÁ IN CONCERTO AL TEATRO NUOVO GIOVANNI DA UDINE IL PROSSIMO 22 MARZO

JOHN MAYALL

“85th Anniversary Tour”

Venerdì 22 marzo 2019 – ore 21.00

UDINE, Teatro Nuovo Giovanni da Udine

I biglietti sono già in vendita sul circuito Ticketone. Info e punti vendita su www.azalea.it

John Mayall, cantante, polistrumentista e compositore inglese di fama internazionale, considerato per lungo tempo il punto di riferimento fondamentale per la scena blues britannica, torna con un nuovo disco e un nuovo tour europeo che toccherà anche l’Italia. Con “85th Anniversary Tour” il leone di Manchester festeggerà così sul palco i suoi 85 anni, toccando alcuni teatri italiani, tra cui il Teatro Nuovo Giovanni da Udine per un imperdibile concerto in programma venerdì 22 marzo (inizio alle 21.00), organizzato da Zenit srl, in collaborazione con Regione Friuli Venezia Giulia, PromoTurismoFVG, Comune di Udine, Teatro stesso e Pordenone Blues Festival. I biglietti per il nuovo importante appuntamento sono già in vendita sul circuito Ticketone. Info e punti vendita su www.azalea.it .

Mi è mancato stare in giro da quelle parti, ma sarete felici di sapere che torneremo on the road nei primi mesi del 2019. Come probabilmente già saprete, Carolyn Wonderland si unirà a noi con le sue incredibili doti alle sei corde e Greg Rzab e Jay Davenport saranno la mia potentissima sezione ritmica come sempre. Per allora avremo un nuovo album nei negozi e sarà veramente speciale, perché ospiterà diversi tra i miei chitarristi preferiti, che ben conoscete: Joe Bonamassa, Carolyn Wonderland, Todd Rundgren, Larry McCray, Alex Lifeson e Stevie Van Zandt. Sono molto orgoglioso che tutti loro abbiano preso parte in questo nuovo lavoro intitolato “Nobody Told Me”. Così, ancora una volta, sarò di nuovo in tour per dimostrare che il Blues è più forte che mai.”

Dario Furlan




VERONICA PIVETTI IN “VIKTOR UND VIKTORIA” AL TEATRO NUOVO DAL 26 OTTOBRE

Uomo, donna oppure entrambi. Tutto diventa possibile nel gioco di scambio fra i sessi al centro della travolgente commedia in arrivo al Teatro Nuovo, protagonista una strepitosa diva en travesti come Veronica Pivetti. Parliamo di Viktor und Viktoria sul palco del Giovanni da Udine venerdì 26 e sabato 27 ottobre (ore 20.45), e domenica 28 ottobre (ore 17.00): una pièce nella quale si intrecciano alla perfezione equivoci, travestimenti, atmosfere bohemien e salotti aristocratici ma che, soprattutto, mette in scena i grandi sentimenti: l’amicizia, l’amore, la libertà come valore assoluto e imprescindibile, quale che sia il genere, lo status sociale, il periodo storico.

Liberamente ispirata all’omonimo film del 1934 di Reinhold Schunzel – del quale peraltro è la prima trasposizione teatrale realizzata in Italia – la commedia ci trasporta nella Berlino stordita prima dai fasti e poi dalla miseria della repubblica di Weimar. Susanne Weber, attrice di talento (Veronica Pivetti) – arriva nella grande città spinta dalla fame e in cerca di una scrittura. L’incontro con un collega attore, Vito Esposito (Yari Gugliucci) immigrato italiano, sembra cambiarle la vita. Mentre la città subisce gli umori delle nascenti forze nazionalsocialiste di Hitler, Susanne e Vito s’immergono negli eccessi della vita notturna condividendo fame, scene, battute e, alla fine, scambiandosi anche sesso e identità. Con i suoi intriganti travestimenti Susanne – nei panni ora di Viktor, ora di Viktoria – conquista le platee, ma il suo fascino androgino scatena presto curiosità e sospetti. L’incontro fatale con il conte Frederich Von Stein (Giorgio Borghetti) spariglierà ulteriormente le carte portando la protagonista, in un gioco serrato di colpi di scena, a un’inevitabile scelta finale.

Spassosa, sensuale, irresistibile, Veronica Pivetti ci racconta e ci canta, sullo sfondo di una Berlino anni trenta, una storia piena di qui pro quo, cambi di persona e intrecci sentimentali senza esclusione di colpi. Magistralmente diretta da Emanuele Gamba e prodotta dai nostri corregionali a. Artistiassociati in collaborazione con Pigra Srl, Viktor und Viktoria è una commedia che ci fa divertire ma anche riflettere, nella quale si legge la critica a una società bigotta e superficiale (la nostra?) sempre pronta a giudicare dalle apparenze.

Sabato 27 ottobre alle 17.30, Veronica Pivetti e la Compagnia dello spettacolo Viktor und Viktoria incontreranno il pubblico nel foyer del Teatro per il secondo appuntamento della stagione di Casa Teatro, progetto ideato da Giuseppe Bevilacqua e Anna Bertolo e realizzato con il patrocinio dell’Università degli Studi di Udine. L’incontro, dal titolo TACCHI E TACCHETTI, metterà a confronto in un dialogo aperto le esperienze di due diversi palcoscenici: quello della finzione, rappresentato dal teatro, e quello della vita e dello sport. Saranno ospiti Nikola Mužíková, social media manager UPC Tavagnacco Calcio Femminile, ed Alma Maraghini Berni, esperta d’arte. Conduce Emanuela Furlan, operatrice culturale, direttore organizzativo Festival Mittelfest di Cividale.

Biglietteria del Teatro aperta 16.00 alle 19.00 (chiuso la domenica, il lunedì e i giorni festivi). L’acquisto dei biglietti è possibile anche online su www.teatroudine.it e www.vivaticket.it, nei punti vivaticket e, il mercoledì, al Temporary Ticket Store del Teatro attivo in centro a Udine al Caffè Contarena (Via Cavour 1) con orario 10.00-13.00.

Per info: tel. 0432 248418 e biglietteria@teatroudine.it. Previste speciali riduzioni per i possessori della G-Teatrocard.




GLENN MILLER ORCHESTRA: tutto esaurito ieri sera al Teatro Nuovo Giovanni da Udine

UDINE – Serata di gala ieri sera al Teatro Nuovo Giovanni da Udine, gremito in ogni ordine di posto. Per una sola ed esclusiva notte sembrava di essere nella splendente New York degli anni Trenta, quella del New Deal, grazie all’arrivo della Glenn Miller Orchestra, l’ensemble jazz e swing più famoso al mondo che ha fatto rivivere la magia della Swing Era e del Glenn Miller Sound, il suono che ha fatto innamorare intere generazioni in tutto il mondo.
L’ensemble capeggiato dal direttore olandese Wil Salden, che dal 1985 gira l’Europa celebrando il mito di Glenn Miller, ha chiuso proprio ieri sera la mini tournee italiana, organizzata dall’agenzia friulana Vigna PR srl, che li ha visti riempire i teatri di Verona, Genova e Udine per l’appunto. 

Due ore e mezza di concerto tra i grandi classici dell’epoca (George Gershwin, Hoagy Carmichael, Cole Porter) e i grandi classici di Glenn Miller, da Moonlight Serenade a In The Mood, passando per Chattanooga Choo Choo e tantissime altre, che nella seconda parte dello spettacolo hanno letteralmente infiammato il pubblico udinese, che alla fine del concerto ha tributato una interminabile standing ovation. 

MOONLIGHT SERENADE

SUNVALLY JUMP

A CABANA IN HAVANA

TSCHAIKOWSKY’S PIANO

TIGER RAG

STAIRWAY TO THE STARS

MIDNIGHT IN MOSCOW

TOO DARN HOT

BODY AND SOUL

WHEN YOU’RE SMILING

PERFIDIA

LITTLE BROWN JUG

,S WONDERFUL

MEMORIES OF YOU

JUKEBOX SATURDAY NIGHT

SOUTH OF THE BORDERS

BLUE MOON

STARDUST

YOU’RE THE TOP

WHAT A WONDERFUL WORLD

THE RUMBA JUMPS

EVERYBODY LOVES MY BABY

I KNOW WHY

THE SAINT LOUIS BLUES MARCH

DON’T FENCE ME IN

PENNSYLVANIA 6-5000

CHATTANOOGA CHOO CHOO

WE’LL MEET AGAIN

VignaPR – foto Simone Di Luca




Suns Europe: molte novità in programma per la 4^ edizione

Suns 2017 – Andrea Tomasin

UDINE – A Suns Europe quest’anno le note incalzanti e orecchiabili dell’europop si alterneranno ai ritmi del country folk e ai suoni graffianti del post rock, ma non solo. Oltre ai padroni di casa del Friuli, gli artisti che si esibiranno in occasione della kermesse, giunta alla sua 4^edizione, proverranno dal Cantone dei Grigioni, dai Paesi Catalani, ma anche dalla minoranza svedese della Finlandia, e poi da Galizia, Paese Basco, Galles, Bassa Sassonia e Ladinia. Il cast della nuova edizione di Suns Europe – progetto della cooperativa Informazione Friulana col sostegno finanziario dell’ARLeF – Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane, della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, del Comune di Udine e della Fondazione Friuli – è ormai definito. Dal 29 novembre al 2 dicembre, a Udine, protagonisti saranno le band, i registi, gli scrittori e gli attori provenienti da mezza Europa. Tutti presenteranno la loro arte, ma anche la loro lingua minorizzata.

ARTI – Anche quest’anno sarà un confronto fra lingue con una storia antica e forme di comunicazione moderne e contemporanee. Un Festival fatto di arte, contaminazione, talento, pluralismo linguistico, creatività. L’appuntamento è sempre al Teatro Nuovo Giovanni da Udine (in programma anche molteplici eventi collaterali in diverse location sparse in città), quando a essere protagonisti saranno la musiche (musica), il cine (cinema), il teatri e la leterature (letteratura) declinati nelle lenghis minoritariis (lingue minoritarie) del Vecchio Continente.

NOVITA’ – Qual è l’obiettivo del principale Festival europeo che racconta e fa conoscere a tutti le lingue minorizzate? Promuovere produzioni artistiche ricercate e originali, mostrando come la diversità linguistica in Europa, oltre a essere una ricchezza culturale e un diritto fondamentale, sia anche un’inestimabile risorsa creativa. Fino al 29 ottobre c’è anche la possibilità di entrare a far parte dello staff dei volontari compilando la richiesta dal sito www.sunseurope.com. Sarà così possibile lasciarsi contaminare dall’atmosfera unica del Festival che quest’anno si propone al suo pubblico con molte novità a partire dal programma, che vedrà delle piccole grandi ‘rivoluzioni’; dalle giornate (quattro e non più tre); dalle location, quest’anno ci sarà fra le altre anche il Teatro San Giorgio; fino alla serata-evento, cuore di Suns Europe, non più appuntamento conclusivo.

IL FESTIVALSuns Europe è un progetto organizzato dalla cooperativa Informazione Friulana col sostegno finanziario dell’ARLeF – Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane, della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, del Comune di Udine e della Fondazione Friuli, in collaborazione con la cooperativa PuntoZero e altri soggetti pubblici e privati, friulani e internazionali, con il patrocinio del Consiglio d’Europa e dell’NPLD – Network to Promote Linguistic Diversity, la rete europea per la promozione della diversità linguistica.

Tutto il programma e le info sono su www.sunseurope.com e sulla pagina Facebook ‘SUNS Europe’.




Cividale-Castelmonte come da pronostico: Liber primo fra le vetture moderne e Muradore nelle storiche.

Pronostico perfettamente rispettato alla 41^ Cividale-Castelmonte con Federico Liber primo fra le vetture cosiddette “moderne” e Rino Muradore vincitore nelle “storiche”. Nonostante non ci fossero stati molto dubbi sui pretendenti alla vittoria la gara non è risultata affatto monotona galvanizzando il folto pubblico presente lungo il percorso, gara – lo ricordiamo – favorita anche da  un fine settimana all’insegna del tempo caldo e soleggiato.

Di rilievo la prestazione di Liber, il veronese infatti, a bordo della sua Gloria C8P EVO, ha centrato la vittoria nella cronoscalata cividalese per la quarta volta ma ha anche fatto siglare il record del percorso con una strepitosa seconda manche, facendo fermare il cronometro sul tempo di 3:08.56 (2 secondi e 54 centesimi in meno della prima!) conquistando così senza problemi il gradino più alto del podio fra le vetture moderne. Alle sue spalle l’austriaco Andreas Strollnberger a 27’’77 (Dallara Formula 3) seguito da un sorprendente che ha piazzato la sua Subaru Impreza WRX al terzo posto davanti ad alcune vetture a ruote scoperte ritenute più favorite su questo tracciato. Nondimeno il fagagnese Gianni Di Fant ha portato con maestria la splendida Lamborghini Huracan lungo il tortuoso percorso che porta al Santuario mariano classificandosi infine al quarto posto assoluto.

Andreas Strollnberger

Mauro Soretti

Gianni Di Fant

Gianni Di Fant

Anche Rino Muradore, con la sua Ford Escort Rs 1600,  ha messo subito le cose in chiaro con gli avversari siglando  il miglior tempo al termine della prima manche e migliorandolo di quasi due secondi nella successiva piazzandosi così anche quest’anno sul primo gradino del podio. Al secondo posto l’austriaco Gerald Glinzer su Porsche 911 Carrera , un affezzionato frequentatore della gara che riesce sempre a piazzarsi nelle posizioni che contano; al terzo posto infine Michele Massaro su BMW M3,

Gerald Glinzer

Spulciando la classifica qua e la balza all’occhio la performance di Giorgio Venica – già vincitore su questo tracciato nel 2014 su Lola B99/50, che sulla Hyundai I20 R5 Friulmotor si è piazzato al 15esimo posto. Fra i locali ottima prestazione anche per su Ford Fiesta R5 classificatosi 24esimo assoluto e di Luca Venturini che si è imposto nel Gruppo Produzione E alla guida della piccola Peugeot 106 S16.  Gran risultato anche per Andrea Chiuch chesi è imposto nella sua classe della categoria Racing start su Renault Clio Cup.  Claudio De Cecco invece ha portato all’esordio la Hyundai I30 N TCR, solitamente impegnata nel WTCR International Series, chiudendo al 30esimo posto.

Giorgio Venica

Giorgio Venica

Alessandro Beltramini

Claudio De Cecco (Hyindai i30  N TCR)

Altre immagini della cronoscalata:

                                    Come si dice? “…..POTREI FARE LA SALITA A OCCHI CHIUSI”

La Cividale-Castelmonte ha visto alla sua ultima partenza con la fida R5 GT Turbo il veterano delle corse Gianni Marchiol (classe 1939) che giocoforza dovrà dare l’addio all’agonismo causa raggiunti limiti di età, la normativa attuale prevede infatti la cessazione della partecipazione alle competizioni al raggiungimento degli 80 anni. Presente in veste di spettatore anche un altro veterano della Cividale-Castelmonte, Graziano Fantini che dall’alto dei suoi 87 anni continua a frequentare il mondo delle corse e a malincuore non ha potuto essere fra i partecipanti alla cronoscalata; Fantini, fra l’altro, è stato fautore della rinascita della cronoscalata cividalese, riportata in auge nel 1985 dopo l’interruzione avvenuta nel 1968. Entrambi sono stati premiati a fine gara dalla Forum Iulii Historic Club con il conferimento di una targa.

L’arrivo di Gianni Marchiol

Graziano Fantini (il primo da sinistra)

La Scuderia Red Whhite, organizzatrice dell’evento, mette dunque in archivio anche questa edizione con la soddisfazione di essere riuscita a proporre una gara avvincente e ricca di fascino portando a Cividale piloti eccellenti e vetture molto performanti che hanno dato spettacolo lungo i 6,395 chilomentri del percorso.

Servizio e foto Dario Furlan

 

 




il 19 ottobre concerto inaugurale Stagione Sinfonica della Mitteleuropa Orchestra

Venerdì 19 ottobre, alle ore 20.45, al Teatro Gustavo Modena di Palmanova, prenderà il via l’irrinunciabile nuova Stagione Musicale della Mitteleuropa Orchestra, un vero e proprio viaggio negli affascinanti labirinti dell’Arte dei Suoni. 
Protagonista nell’imperdibile concerto inaugurale con la Mitteleuropa Orchestra, diretta nell’occasione dal Maestro Francesco Fanna, la celebre pianista veneziana Letizia Michielon. 
In programma per la serata Die Zauberharfe D. 644 di F. Schubert, seguito dal suggestivo Concerto per pianoforte ed orchestra n. 2 in Si bem. Maggiore op. 19 di L. van Beethoven e la splendida Sinfonia n. 5 op. 107 in Re Maggiore “La Riforma” di F. Mendelssohn.
Il concerto verrà replicato domenica 21 dicembre, alle ore 18, nella suggestiva cornice della Scuola Grande di San Rocco a Venezia.
La stagione sinfonica di Palmanova rappresenta per la Mitteleuropa Orchestra innanzitutto un omaggio alla Città UNESCO che l’ha accolta e la sostiene; inoltre intende offrire al pubblico un ampio ventaglio di appuntamenti, differenti per stile, linguaggio e forma, al fine di coinvolgere e incuriosire il pubblico più eterogeneo. Ma anche per dimostrare come la Mitteleuropa Orchestra sia un organico flessibile e versatile, in grado di affrontare qualsiasi repertorio, dal tradizionale fino al crossover. Una serie di concerti da scoprire appuntamento dopo appuntamento, per dare l’opportunità a Palmanova e a tutto il territorio regionale di vivere la grande musica. 
La Stagione musicale è realizzata dalla Mitteleuropa Orchestra in collaborazione con l’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia, grazie al prezioso sostegno della RegioneFriuli Venezia Giulia, della Fondazione Friuli e l’associazione di Confindustria Udine.



GLENN MILLER ORCHESTRA domani sera a Udine farà rivivere la magia della Swing Era degli Anni Trenta

GLENN MILLER ORCHESTRA

 “JUKEBOX SATURDAY NIGHT” 

L’ENSEMBLE JAZZ & SWING PIÙ FAMOSO AL MONDO FARÀ RIVIVERE A UDINE LA MAGIA DELLA SWING ERA E DEL GLENN MILLER SOUND

IN SCALETTA GRANDI CLASSICI ACCLAMATI E APPREZZATI IN TUTTO IL MONDO E DA TUTTE LE GENERAZIONI: “JUKEBOX SATURDAY NIGHT”, “BLUE MOON”, “CHARRANOOGA CHOO CHOO”,  “WHAT A WONDERFUL WORLD” E TANTISSIME ALTRE

Artwork Glenn Miller Orchestra cs_Udine_18ott2018_orizzontale.jpg

 GIOVEDÌ 18 OTTOBRE 2018, ore 21:00 

UDINE, Teatro Nuovo Giovanni da Udine

Gli ultimi 50 biglietti disponibili sono in vendita online su Ticketone.it e alle casse del Teatro

Udine come la splendida New York del New Deal. Per una sola ed esclusiva notte. Domani, giovedì 18 ottobre, con la mitica Glenn Miller Orchestra, l’ensemble jazz e swing più famoso al mondo, che farà rivivere la magia della Swing Era e del Glenn Miller Sound.

La formazione diretta dall’olandese Wil Salden, che dal 1985 gira l’Europa celebrando il mito di Glenn Miller, ha debuttato lunedì sera in Italia al Teatro Filarmonico di Verona e ieri ha conquistato il pubblico del Politeama Genovese, entrambi i teatri già esauriti in prevendita, mentre domani, giovedì 18 ottobre (inizio ore 21:00), chiuderà il mini tour italiano, organizzato dall’agenzia friulana VignaPR srl, sul palco del Teatro Nuovo Giovanni da Udine, che per l’occasione si presenterà gremitissimo. Gli ultimi 50 biglietti disponibili per il concerto sono in vendita online su Ticketone.it e direttamente alle casse del Teatrone.

La Glenn Miller Orchestra porterà a Udine il nuovo show “Jukebox Saturday Night”, che è diventato anche un album, ispirato da un brano dello stesso Glenn Miller. Il nuovo spettacolo nasce e si sviluppa come un vero e proprio tributo a un’epoca intera e ai protagonisti di quella musica che ha fatto innamorare il mondo e che tuttora entusiasma migliaia di appassionati: in scaletta ci saranno moltissimi brani di Glenn Miller, ma anche pezzi di George Gershwin, Hoagy Carmichael, Cole Porter e un omaggio speciale a Frank Sinatra. Non mancheranno ovviamente i grandi classici che tutto il pubblico si aspetta: da “Moonlight Serenade” a “In The Mood”, passando per “Chattanooga Choo Choo”, “Blue Moon”, “What A Wonderful World” e tantissime altre.

Sito Ufficiale: www.glennmillerorchestra.de

Videoclip ufficiali:   http://bit.ly/GMO_LittleBrownJug

                            http://bit.ly/GMO_AmericanPatrol

                            http://bit.ly/GMO_InTheMood

GLENN MILLER ORCHESTRA

Giovedì 18 ottobre 2018, ore 21:00

Teatro Nuovo Giovanni da Udine, Udine

Prezzi dei biglietti:

Platea gold                 € 39,00 + dp

Platea numerata         € 35,00 + dp

Prima galleria             € 32,00 + dp

Seconda galleria        € 25,00 + dp

Terza galleria             € 20,00 + dp

Ultimi 50 biglietti in vendita online su Ticketone.it e alle biglietterie del Teatro Nuovo Giovanni da Udine (aperte dalle ore 16:00).

VignaPR – Foto Simone Di Luca




Residenze d’artista in Friuli Venezia Giulia, presentati i progetti

Sono stati presentati a Udine i tre progetti di residenze artistiche del Friuli Venezia Giulia. Questo nuovo e articolato sistema delle performing Arts coinvolge e mette in relazione trasversale nel territorio il teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia di Udine che inaugura il secondo triennio di attività del progetto dialoghi_ residenze delle Arti performative a Villa Manin, a. Artisti associati di Gorizia Artefici ResidenzeCreativeFVG e la contrada teatro stabile di Trieste con UFO-residenze non identificate.

I 3 progetti presentati sono i vincitori del bando promosso prima dell’estate dalla regione, Tre residenze per tre diversi luoghi del Friuli Venezia Giulia. Per quanto riguarda Dialoghi – ha spiegato Alberto Bevilacqua presidente del CSS, il Concept pone al centro dell’attenzione una relazione aperta e un confronto tra artisti e territorio, diverse culture, arte e forme espressive, un laboratorio dove sperimentare e ibridare linguaggi, circuiti creativi, inedite interconnessioni in modo da sperimentare e implementare processi e percorsi creativi.
Tra gli artisti che daranno vita alle 10 residenze in programma già dallo scorso settembre fino alla fine di dicembre, vanno segnalati gli inglesi Steel house, i drammaturghi Lucia Calamaro e Claudius Lunstedt, il musicista Theo Teardo gli emergenti Ksenjia Martinovich, Francesco Collavino, Martina Badiluzzi.

A. ArtistiAssociati ha partecipato al bando residenze con urgenza la necessità nate dal grande successo e dalla partecipazione registrata nell’edizione 2017 di Nid Platform gestita dall’ impresa di produzione goriziana e svoltasi nell’ ottobre scorso a Gorizia.
L’esperienza collegato molto il territorio la proposta culturale in uno scambio e di partecipazione che si è tradotto in una ricaduta incredibile Punto in questo modo le residenze sonno l’ideale prosecuzione di un lavoro sul di un lavoro capillare sul territorio e quindi sono state fondate su una colla stimolando gli artisti con tre tematiche adolescenza il territorio la drammaturgia contemporanea punto una residenza è stata affidata su invito si è deciso di scegliere fra gli artisti di Nid platform per dare spazio alla danza aurorale. Artefici darà voce a Silvia Gribaudi per il teatro aurorale con “Graces”, la compagnia i Pesci di Avellino con “Supernova” compagnia Figli Maschi di Bergamo con “InduRiti” compagnia Le Brugole & Co di Milano con “Lungs” compagnia fiera scena di Gorizia “Agé. Storie vecchie”.
La Contrada invece porta avanti un progetto di ricerca artistica ideato dalla regista, attrice drammaturga Marceli Serli cui peculiarità è quella di esplorare il rapporto tra scienza, arte e cultura, portando gli artisti all’interno degli edifici e degli spazi di realtà importanti come l’università di Trieste, Sissa, Museo storico e Parco del Castello di Miramare, Trieste contemporanea, e l’Asuits. Spazi non convenzionali, non convenzionalmente dedicati alle arti performative che diventano invece punto di incontro e di scambio tra artisti e cittadini un Atelier aperto a tutti punto Tra gli artisti coinvolti si possono ricordare Michele Spanghero, Balletto Civile, Marco Di Stefano, Chiara Boscaro, i DeltaProcess e molti altri.




Marta Cuscunà con “Il canto della caduta” aprirà la stagione di Teatro Contatto

Sarà inaugurata con tre progetti produttivi del CSS la nuova stagione di Teatro Contatto. Il 25 e 26 ottobre al Teatro Palamostre di Udine Marta Cuscunà presenterà in prima assoluta Il canto della caduta, la sua nuova creazione. Si tratta di una storia antica ladina tratta dalle leggende dei Fanes, un regno pacifico guidato dalle donne regine e distrutto dall’inizio di un’epoca di dominio di spada. Sul palco con l’attrice ci sarà uno stormo di corvi animatronici e una piccola comunità di bambini-pupazzo superstiti ispirati alla street art di Herakut.

L’8 novembre andrà in scena l’Assemblea il nuovo  progetto di teatro partecipato ideato dalla regista Rita Maffei. Sarà un gruppo interamente al femminile il protagonista dello spettacolo.

La tournée dello spettacolo 1984, ispirato al capolavoro fantasy di George Orwell diretto dal diretto dal regista scozzese Matthew lenton farà tappa a Udine il 16 e 17 novembre




NON PIU’ SOLO INTERNET : PRESTO VISIBILI ANCHE IN FORMATO CARTACEO CON IL NOSTRO INSERTO

Presto per i nostri affezionati amici lettori, e per tutti quelli che in provincia di Udine ci seguono, sarà possibile trovarci anche nei vari angoli della città grazie al nuovo “pamphlet”: una breve pubblicazione, nata con la collaborazione di Extrema Group e riprodotta da Stampa in Centro. Sarà possibile leggere brevi articoli su cultura, politica e sport, trovare informazioni sui prossimi eventi e tanto altro. L’idea è quella di dare delle piccole ‘chicche’ da assaporare davanti a un caffè, per mantenere un occhio vigile sulle vicissitudini cittadine con la leggerezza di poche semplici parole.

Oggi stampata la prima copia – contrassegnata da un bollino rosso – verra inserita tra i 10.000 esemplari in distribuzione nel Week-end. Chi avrà la fortuna di trovarla vincerà € 50,00 !!!

P.S. ….un piccolo indizio per la Caccia al tesoro : Udine centro è “il fuocherello”  

La redazione