Consiglio Comunale di Pordenone di lunedì 16 aprile

Con  24 voti favorevoli e 15 contrari  il Consiglio Comunale di Pordenone  ha approvato il Bilancio di Previsione 2012 e quello pluriennale 2012/2014 assieme alla relazione previsionale e programmatica 2012/2014 e al programma dei lavori pubblici annuale e triennale. Ratificate anche le delibere correlate;  il regolamento per l’applicazione dell’ IMU,  la determinazione delle aliquote e delle detrazioni e  il Piano della alienazioni , valorizzazioni ed acquisizioni.  Inoltre l’Assemblea ha respinto nove  tra emendamenti  e ordini del giorno e  la Giunta ha fatto propri  i contenuti di altri due;  sul numero dei residenti degli Ambiti dei Distretti socio sanitari che non superino i 100.000 abitanti, con due eccezioni, e sul  monitoraggio  del pagamento dell’IMU.  Nel lungo e costruttivo dibattito,  iniziato attorno alle dieci del mattino  e conclusosi verso le  ventitre  circa, gli interventi si sono caratterizzati per i contenuti  politici e per quelli a carattere tecnico sulle varie poste di bilancio  espressi dai consiglieri a seconda  della loro collocazione  in “aula”;   sostenitori dell’ Esecutivo o membri dell’opposizione.   Da una parte considerazioni sui tagli alle spese, sulla necessità di  privatizzare alcuni  servizi, sulla riorganizzazione della macchina  amministrativa ,  dall’altra il sostegno e l’attenzione per le politiche sociali e per la politica culturale, sul mantenimento della qualità dei servizi  e sul mantenimento delle tariffe Tarsu , Tosap,  Ipref  pur di fronte ai minori trasferimenti.  Sollevato anche l’argomento sull’ospedale  in merito al quale il Sindaco Claudio Pedrotti ha comunicato che la prossima settimana  avrà un incontro con il presidente della regione Renzo Tondo.




Comune di Pordenone Settimana della cultura

Martedì 17 aprile, ore 18, sala conferenze Biblioteca Civica: Francesco De Gregori, incontro a cura di Luigi Gregoris Eccezionale apertura pomeridiana tutti i giorni della settimana (15 – 18) per l’Archeomuseo

 La settimana della cultura, sotto l’egida del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del Comune di Pordenone, spazia dall’antico al contemporaneo. Dopo la visita al sito archeologico del Palù di Livenza, cui ha fatto seguito la tappa alle sale ad esso dedicate nel Museo Archeologico Castello di Torre, dove la visita è stata fatta in due turni per poter soddisfare tutte le richieste, martedì 17 aprile nella sala conferenza della Biblioteca si parlerà della musica di Francesco De Gregori. In un periodo di incertezze e declino non solo musicali, infatti, riveste un significato importante il ritorno e il riascolto di alcuni album degli anni Settanta che sono a tutti gli effetti dei classici della poesia in musica del secondo Novecento per qualità compositive e di scrittura tanto da potersi annoverare fra gli evergreen della canzone italiana, capolavori di una stagione d’oro probabilmente irripetibile. L’appuntamento è alle 18, con ingresso libero. L’incontro è a cura di Luigi Gregoris.

Durante la settimana della cultura il Museo Archeologico di Torre sarà aperto tutti i pomeriggi dalle 15.00 alle 18.00, la domenica è aperto anche la mattina




Comune di Pordenone Settimana della cultura


 

Tanti appuntamenti dall’arte, alla storia, alla scienza, alla letteratura dal 15 al 21 aprile Si comincia domenica 15 aprile con lo Scopripalù, in due tappe

Strutture museali in primo piano per il Comune di Pordenone in occasione della Settimana della Cultura indetta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Si tratta infatti di un’occasione di incontro privilegiato tra la città (e il suo territorio) e il ricco patrimonio archeologico, artistico e inerente alle scienze naturali, che i poli culturali e museali cittadini valorizzano e proteggono, con un lavoro costante durante tutto l’anno. Si parte il 15 aprile con un inconsueto e affascinate viaggio: tra i reperti del sito palafitticolo del Palù di Livenza, da un anno riconosciuto Sito Unesco. Si tratta di un’area umida ai piedi del Cansiglio, alimentata dalle sorgenti del fiume Livenza, con caratteristiche favorevoli all’insediamento umano, sin dalla preistoria. Le strutture lignee ritrovate e i numerosi reperti ceramici e in pietra risalenti al Neolitico e al Paleolitico sono segni inequivocabili di un insediamento su palafitte. Lo “Scopripalù” realizzato in collaborazione con i Comuni di Caneva e Polcenigo si articola in due tappe: una visita guidata del sito (che si trova dietro la Santissima, appuntamento nell’area dell’ex Tiro al Piattello) dalle 10 alle 12, a cura dell’archeologo Roberto Micheli del MiBac di Trieste, che spiegherà direttamente sul posto la storia, quanto esistente e l’evoluzione degli scavi, seguita da una visita specifica ai reperti rinvenuti nel sito, ora esposti all’ArcheoMuseo di Torre, dalle 15.30 alle 17.30, condotta dallo stesso Micheli. Il Museo Archeologico, inoltre, presenterà al pubblico la nuova esposizione degli intonaci affrescati della Villa Romana sabato 21 aprile alle 11. Nella stessa giornata alle 16 il Museo Civico d’Arte esporrà per la prima volta in pubblico il recuperato Paliotto cinquecentesco, anticamente collocato in Duomo. Alle 18 l’appuntamento è alla Galleria d’arte Moderna e Contemporanea, per la presentazione di Contemporanea/mente, nuovo progetto realizzato in rete con la galleria Spazzapan di gradisca d’Isonzo, i Musei Provinciali di Gorizia e il Revotella di Trieste, per valorizzare gli artisti attivi in regione. Il Museo di Storia Naturale, dove è già in corso la mostra fotografica “Sulle ali delle farfalle” propone invece mercoledì 18 alle 17 il laboratorio didattico per tutti “Il mondo a sei zampe” dedicato agli insetti. Nutrito il carnet della Biblioteca Civica: lunedì 16 si parla della narrativa di Mario Vargas Llosa con Mara Donat, martedì di Francesco De Gregori con Luigi Gregoris, giovedì delle Signore dell’incubo con Silvia Lorusso (sempre alle 18). Per i piccolissimi ci sono le letture del progetto Matilda: venerdì 20 aprile alle 17 nello Spazio morbido di piazza XX Settembre,  sabato 21 alle 16 alla biblioteca circoscrizionale di Torre. Completano il programma l’incontro sulle rose tra Veneto Orientale e Friuli Occidentale, venerdì 20 alle 16.45 alla Galleria d’arte moderna e Contemporanea, e le mostre “Virgolette a Lucilio” nella sale esposizioni della Biblioteca e “Dedica a Wole Soyinka” negli spazi espositivi di via Bertossi.Strutture museali in primo piano per il Comune di Pordenone in occasione della Settimana della Cultura indetta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Si tratta infatti di un’occasione di incontro privilegiato tra la città (e il suo territorio) e il ricco patrimonio archeologico, artistico e inerente alle scienze naturali, che i poli culturali e museali cittadini valorizzano e proteggono, con un lavoro costante durante tutto l’anno. Si parte il 15 aprile con un inconsueto e affascinate viaggio: tra i reperti del sito palafitticolo del Palù di Livenza, da un anno riconosciuto Sito Unesco. Si tratta di un’area umida ai piedi del Cansiglio, alimentata dalle sorgenti del fiume Livenza, con caratteristiche favorevoli all’insediamento umano, sin dalla preistoria. Le strutture lignee ritrovate e i numerosi reperti ceramici e in pietra risalenti al Neolitico e al Paleolitico sono segni inequivocabili di un insediamento su palafitte. Lo “Scopripalù” realizzato in collaborazione con i Comuni di Caneva e Polcenigo si articola in due tappe: una visita guidata del sito (che si trova dietro la Santissima, appuntamento nell’area dell’ex Tiro al Piattello) dalle 10 alle 12, a cura dell’archeologo Roberto Micheli del MiBac di Trieste, che spiegherà direttamente sul posto la storia, quanto esistente e l’evoluzione degli scavi, seguita da una visita specifica ai reperti rinvenuti nel sito, ora esposti all’ArcheoMuseo di Torre, dalle 15.30 alle 17.30, condotta dallo stesso Micheli. Il Museo Archeologico, inoltre, presenterà al pubblico la nuova esposizione degli intonaci affrescati della Villa Romana sabato 21 aprile alle 11. Nella stessa giornata alle 16 il Museo Civico d’Arte esporrà per la prima volta in pubblico il recuperato Paliotto cinquecentesco, anticamente collocato in Duomo. Alle 18 l’appuntamento è alla Galleria d’arte Moderna e Contemporanea, per la presentazione di Contemporanea/mente, nuovo progetto realizzato in rete con la galleria Spazzapan di gradisca d’Isonzo, i Musei Provinciali di Gorizia e il Revotella di Trieste, per valorizzare gli artisti attivi in regione. Il Museo di Storia Naturale, dove è già in corso la mostra fotografica “Sulle ali delle farfalle” propone invece mercoledì 18 alle 17 il laboratorio didattico per tutti “Il mondo a sei zampe” dedicato agli insetti. Nutrito il carnet della Biblioteca Civica: lunedì 16 si parla della narrativa di Mario Vargas Llosa con Mara Donat, martedì di Francesco De Gregori con Luigi Gregoris, giovedì delle Signore dell’incubo con Silvia Lorusso (sempre alle 18). Per i piccolissimi ci sono le letture del progetto Matilda: venerdì 20 aprile alle 17 nello Spazio morbido di piazza XX Settembre,  sabato 21 alle 16 alla biblioteca circoscrizionale di Torre. Completano il programma l’incontro sulle rose tra Veneto Orientale e Friuli Occidentale, venerdì 20 alle 16.45 alla Galleria d’arte moderna e Contemporanea, e le mostre “Virgolette a Lucilio” nella sale esposizioni della Biblioteca e “Dedica a Wole Soyinka” negli spazi espositivi di via Bertossi.Strutture museali in primo piano per il Comune di Pordenone in occasione della Settimana della Cultura indetta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Si tratta infatti di un’occasione di incontro privilegiato tra la città (e il suo territorio) e il ricco patrimonio archeologico, artistico e inerente alle scienze naturali, che i poli culturali e museali cittadini valorizzano e proteggono, con un lavoro costante durante tutto l’anno. Si parte il 15 aprile con un inconsueto e affascinate viaggio: tra i reperti del sito palafitticolo del Palù di Livenza, da un anno riconosciuto Sito Unesco. Si tratta di un’area umida ai piedi del Cansiglio, alimentata dalle sorgenti del fiume Livenza, con caratteristiche favorevoli all’insediamento umano, sin dalla preistoria. Le strutture lignee ritrovate e i numerosi reperti ceramici e in pietra risalenti al Neolitico e al Paleolitico sono segni inequivocabili di un insediamento su palafitte. Lo “Scopripalù” realizzato in collaborazione con i Comuni di Caneva e Polcenigo si articola in due tappe: una visita guidata del sito (che si trova dietro la Santissima, appuntamento nell’area dell’ex Tiro al Piattello) dalle 10 alle 12, a cura dell’archeologo Roberto Micheli del MiBac di Trieste, che spiegherà direttamente sul posto la storia, quanto esistente e l’evoluzione degli scavi, seguita da una visita specifica ai reperti rinvenuti nel sito, ora esposti all’ArcheoMuseo di Torre, dalle 15.30 alle 17.30, condotta dallo stesso Micheli. Il Museo Archeologico, inoltre, presenterà al pubblico la nuova esposizione degli intonaci affrescati della Villa Romana sabato 21 aprile alle 11. Nella stessa giornata alle 16 il Museo Civico d’Arte esporrà per la prima volta in pubblico il recuperato Paliotto cinquecentesco, anticamente collocato in Duomo. Alle 18 l’appuntamento è alla Galleria d’arte Moderna e Contemporanea, per la presentazione di Contemporanea/mente, nuovo progetto realizzato in rete con la galleria Spazzapan di gradisca d’Isonzo, i Musei Provinciali di Gorizia e il Revotella di Trieste, per valorizzare gli artisti attivi in regione. Il Museo di Storia Naturale, dove è già in corso la mostra fotografica “Sulle ali delle farfalle” propone invece mercoledì 18 alle 17 il laboratorio didattico per tutti “Il mondo a sei zampe” dedicato agli insetti. Nutrito il carnet della Biblioteca Civica: lunedì 16 si parla della narrativa di Mario Vargas Llosa con Mara Donat, martedì di Francesco De Gregori con Luigi Gregoris, giovedì delle Signore dell’incubo con Silvia Lorusso (sempre alle 18). Per i piccolissimi ci sono le letture del progetto Matilda: venerdì 20 aprile alle 17 nello Spazio morbido di piazza XX Settembre,  sabato 21 alle 16 alla biblioteca circoscrizionale di Torre. Completano il programma l’incontro sulle rose tra Veneto Orientale e Friuli Occidentale, venerdì 20 alle 16.45 alla Galleria d’arte moderna e Contemporanea, e le mostre “Virgolette a Lucilio” nella sale esposizioni della Biblioteca e “Dedica a Wole Soyinka” negli spazi espositivi di via Bertossi.




PORDENONE: Ricerca di personale


     Il Comune di Pordenone ha  emanato un avviso pubblico per  l’assunzione a tempo determinato di una unità con il profilo professionale di “Funzionario amministrativo contabile” ( cat. D. posizione economica D1)  da inserire nell’unità operativa dei Servizi Sociali  Comunali del Settore III -Saperi e servizi alla persona –

I contenuti dell’avviso e la  modulistica  si possono scaricare dal sito del comune  o possono essere reperiti presso l’URP  e l’Informagiovani  entrambi nella sede municipale.

La presentazione delle domande scade alle ore 12 del 23 aprile 2012.




Al via la IV^ edizione della Tiliment il 14/15 aprile a Spilimbergo (Pn)

Secondo Campionato Italiano Assoluto Paralimpico

inserimento nel circuito “Italian MTB Awards”

  La Tiliment Marathon Bike della Polisportiva Trivium, che si disputa il 14 aprile nei suggestivi scenari dei greti sassosi del Tagliamento e sulle alture dello spilimberghese, tra paesi dove il tempo scorre lento e vestigia castellane, si conferma come inizio di stagione imperdibile per gli appassionati di mtb a tutti i livelli, grazie ai suoi tre percorsi, caratterizzati da difficoltà tecniche molto diverse, capaci di attirare atleti di caratura nazionale e internazionale e anche amatori. Al nastro di partenza della 100 km (104 per l’esattezza, e 2400 m di dislivello, lungo i greti e gli argini dei fiumi Tagliamento, Meduna e Cosa, nelle colline di Castelnovo del Friuli e Sequals e sulle pendici del M. Ciaurlec) si sono già prenotate squadre di livello come Full Dinamyx, Scapin Team, Sintesi, Uci Caprivesi, Silmax Cannondale Racing Team, Stevens. Tra gli atleti di razza la sfida è aperta tra Mike Felderer, l’implacabile sudtirolese vincitore della prima e della terza edizione, Walter Costa, sempre sul podio e vincitore della seconda, il forestale Rafael Visinelli, Antonella Incristi vincitrice 2011 e molti altri. Dovranno affrontare diversi tratti in single-track e svariati saliscendi, anche ripidi, in mezzo a boscaglie. Il percorso medio con 51 km e 1.250 m di dislivello è stato completamente rivisitato nell’edizione 2011, per renderlo maggiormente competitivo con ottimi risultati paesaggistici e tecnici: perfetto per gli amatori, gli escursionisti gli juniores e tutti gli appassionati.  Il percorso breve (25 km con 310 m dislivello), godibile anche da escursionisti e appassionati della natura, poiché incrocia numerose attrazioni naturalistiche e idrogeologiche, presenta brevi strappi in salita e altrettante brevi ripide discese, qualche divertente single-track su un percorso a zig-zag. E’ valevole per il 2° Campionato Italiano Paralimpico, che conferma quindi Spilimbergo come patria di elezione, dopo il positivo esordio dello scorso anno, motivo per il quale è stato completamente rivisto e messo in sicurezza adottando alcuni accorgimenti in più. Sullo stesso tracciato si svolgerà una pedalata eco-compatibile, non agonistica, valevole per il Friul Bike.  Testimonial della Tiliment Marathon Bike  – inserita nei circuiti nazionali e internazionali “Alpen International Mtb tour”, “Alpe-Adria Cup”, “Friuli Mountain Bike Challenge” e “Italian MTB Awards” – sono anche quest’anno due grandi campioni: Michele Pittacolo e Samira Todone.  La gara sarà preceduta il 14 aprile dalla Junior bike, aperta a bambini e ragazzi sotto i 14 anni, su un tracciato lungo 1250 metri attorno al Campo sportivo della Favorita di Spilimbergo. In piazza ci saranno invece esibizioni di spinning.  Una novità da punto di vista dell’assistenza è costituita dalla presenza lungo il percorso dei defibrillatori forniti da Cardiac Science.   Diverse sono le amministrazioni comunali che patrocinano la manifestazione (sostenuta dalla Regione Friuli Venezia Giulia e Provincia di Pordenone), che svolge anche un importante ruolo di volano turistico e promozionale: Spilimbergo, Castelnovo del Friuli, Clauzetto, Meduno, Pinzano, Sequals, Travesio e Vito d’Asio.Sponsor privati sono Bcc di San Giorgio e Meduno, Latterie Friulane, Froggy Line, Rdf, cooperativa Itaca, acqua Dolomia. Fondamentale è l’apporto degli oltre 400 volontari. Per informazioni : www.tilimentmarathonbike.it





Il Festival della Canzone europea dei bambini in onda su Rai Yoyo

Al Festival  della Canzone europea dei Bambini  che si è tenuto al Palalevico di Levico Terme sabato 24 e domenica 25 marzo ha partecipato  la classe 1° A della scuola primaria Vendramini  di Pordenone,   risultata tra le vincitrici del concorso ” Un Testo per noi” con la  canzone “Un ufo a cena” scritta dalla classe con l’insegnante Roberta Selan e musicata da Marco Mojana . All’appuntamento,  in rappresentanza di Pordenone,  aveva partecipato anche il vicesindaco Renzo Mazzer, ed ora  lo spettacolo avrà la ribalta televisiva . Infatti  andrà in onda su RAI YOYO, il canale della Direzione RAI Ragazzi dedicato ai bambini (canale 43 digitale terrestre), in tre parti che saranno trasmesse   venerdì 13 aprile ,  sabato 14 aprile e domenica 15 aprile alle ore 20, con repliche alle ore 22 e alle ore 12.30 del giorno successivo (ultima replica lunedì 16 aprile). Al Palalevico di Levico Terme, protagoniste sono state dieci canzoni di altrettante classi i cui i testi , musicati  da grandi autori  di musica leggera, sono stati interpretati dal Coro Piccole Colonne diretto da Adalberta Brunelli. Ma le stesse classi autrici dei testi si sono esibite in performances coreografiche con splendidi costumi che hanno arricchito  l’esecuzione dei brani . Presentatori d’eccezione Armando Traverso ed i suoi allegri pupazzi Lallo il cavallo, Orazio il tigrotto dello spazio, Martina la talpina, Gigetto il coniglietto, Peppone il talpone e Gigliolina la chiocciolina.  Giunto all’undicesima edizione,  il Festival della Canzone europea dei Bambini  è organizzato dal Coro Piccole Colonne di Trento in collaborazione con l’Azienda per il turismo Valsugana, il Comune di Levico Terme e Rai YoYo.  LE CANZONI DEGLI SPETTACOLI:

 1° PARTE UN UFO A CENA PORDENONEScuola E. Vendramini classe 1° A-

Ins. Roberta Selan, musica Marco Mojana  CHE ACCENTO STRANO…LORETO (AN) Scuola Primaria G. Verdi            classe 4°    Ins. Brunella Biondini, musica Al Bano Carrisi

PIRATI DELLA FRUTTA            ARMA DI TAGGIA (IM) Istituto Comprensivo ARMA            classe 1° A  –  Ins. Paola Oliveri, musica Paolo Baldan Bembo

2° PARTE

L’ASTUCCIO BIRICHINO VARESE Scuola primaria “Sacco”            classe 2° A

Ins. Ilaria Colombo, musica Cristel Carrisi  IL BIDONE SPUTACCHIONE  FAVER (TN) Scuola primaria di FAVER classe 1° Ins. Luisa Leonardelli, musica Franco Fasano               

A.A.A. ANIMALI ARTICI in AZIONE  ESPOON KAUPUNKI Ymmersta school  classe 4° B Ins. Tuuli Nurmi e Alessandra Soldo,  musica Adalberta Brunelli  PER COLPA DI UN PIDOCCHIO TORINO Scuola primaria C. Collodi classe 1° B  – Ins. Luciana Alberto, musica Efisio Burranca

3° PARTE

UFFA DAI, PULISCI TU  MONTE PORZIO CATONEScuola primaria G. Carducci classe 5° D –  Ins. Elena Fusani,  musica Beppe Carletti   IL PINOCCHIO DEL 2000            LA PLATA (Buenos Aires) Istituto di cultura italica, Escuela Italiana Classe 3° D – Ins. Graciela Caparra, musica Alterisio Paoletti   A FELINA FELTRE (BL) Scuola Primaria O. Zasio di MUGNAI            classe 3° Ins. Monica Lusa, musica Adalberta Brunelli




Si incrementa il patrimonio museale di Pordenone

Nella consueta seduta  la Giunta Comunale presieduta dal sindaco Claudio Pedrotti, su proposta dell’assessore alla cultura Claudio Cattaruzza, ha  deliberato di accettare la donazione della sig. ra  Felicita Lotti della tempera su tela ( cm.55×180)  intitolata “La discesa dello Spirito Santo”  dipinta nella  metà sec XIV e attribuita a Girolamo del Zocco.

L’assessore alla cultura Claudio Cattaruzza , nel ringraziare la sig.ra Lotti per la donazione che va ad incrementare  il patrimonio  del Museo civico d’arte di Palazzo Ricchieri e per la sensibilità dimostrata nei confronti della città,   auspica che altri possano seguire il suo esempio al fine di condividere con la comunità le opere che testimoniano  la storia del nostro territorio.

L’opera verrà esposta  al  pubblico già  il 21 Aprile 2012,  alle ore 16.00 per celebrare  la settimana della cultura  ( 14 – 22 aprile ). Sarà l’occasione  per   mettere in evidenza il valore storico del dipinto e per  ricostruire il contesto per il quale l’opera era stata commissionata. L’opera  infatti era  stata collocata a mo’ di pradella ai piedi della “Madonna della Misericordia”  capolavoro di Giovanni Antonio De Sacchis detto il Pordenone, dipinto che  risale al 1515/1516  conservato presso il Duomo San Marco di Pordenone




Spedizione tra i ghiacci

 

Nella sala incontri dell’ex convento di San Francesco  in piazza della Motta a Pordenone,  è stata presentata la spedizione polare  GROENLENDIA 2012 illustrata dai protagonisti dell’impresa Michele Pontrandolfo  e Marco Martinuzzi. Dal 15 aprile per 70 giorni  con quattro slitte di attrezzature da trainare, i due esploratori ( la prima non in solitaria per Pontrandolfo per disposizioni  normative danesi  per questioni di sicurezza),  attraverseranno la Groenlandia  per 2300 chilometri in un ambiente  totalmente piatto e ghiacciato,  senza punti di riferimento,  alle prese anche con il fenomeno della “fata morgana” e con  il vento catabatico che soffia  oltre a 200 Km/h che verrà sfruttato per gonfiare le vele  che verranno impiegate per  agevolare l’avanzata. A manifestare il proprio sostegno all’impresa erano presenti gli assessori Renzo Mazzer per il Comune di Pordenone, Giuseppe Pedicini per la Provincia ,  Elio De Anna per la Regione ed alcuni rappresentati degli sponsor.




Nord-Est: Cantieri di arte pubblica

PROGETTO PER LA VALORIZZAZIONE DI GIOVANI ARTISTI REALIZZATO DAI COMUNI DI
PORDENONE E BELLUNO E ALTRI PARTNERS.
PROGETTO REALIZZATO NELL’AMBITO DI CREATIVITA’ GIOVANILE, PROMOSSO E SOSTENUTO
DAL DIPARTIMENTO DELLA GIOVENTU’ – PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI E
DALL’ANCI – ASSOCIAZIONE NAZIONALE COMUNI ITALIANI

Il Comune di Pordenone da molti anni gestisce un Progetto Giovani che si articola in diversi
interventi a favore della popolazione giovanile. In particolare modo nell’ultimo biennio il Progetto
Giovani si è proposto quale strumento per promuovere la creatività e la cultura giovanile e per
accogliere momenti di aggregazione, socializzazione e sperimentazione di diverse fasce di
popolazione. I diversi laboratori informatici, musicali, di disegno, di fumetto, di grafica, di
produzione video, i corsi di danza, le performance artistiche,gli incontri culturali, i convegni, le
presentazioni editoriali, hanno rappresentato strumenti e occasioni per valorizzare e sviluppare la
cultura dei giovani ed in generale la città.
Il Comune di Pordenone, con il coinvolgimento di una rete di partner tra cui il Comune di Belluno
ha sviluppato il progetto “Nord-Est: cantieri di arte pubblica”, nell’ambito di Creatività Giovanile,
promosso dal Dipartimento della Gioventù – Presidenza del Consiglio dei Ministri e dall’Anci –
Associazione Nazionale Comuni Italiani, che verrà realizzato nel corso dell’anno 2012 con il fine di
stimolare i talenti artistici e creativi delle giovani generazioni sul rapporto indissolubile che lega
uomo ed ambiente.
Il progetto intende sviluppare la creatività non solo a favore degli artisti, ma creando le condizioni
affinché si possano avere ricadute su tutto il panorama giovanile, innescando reti e meccanismi di
scambio, stimolo ed interconnessione virtuosi. Infine, il progetto intende condurre le produzioni
artistiche all’interno di spazi riconosciuti dai cittadini dei due territori, intesi come luoghi di
particolare valore culturale, storico e naturalistico, così da incentivare l’interesse dei settori più
dinamici della società.
Il progetto “Nord – Est: cantieri di arte pubblica” prevede la selezione, tramite un bando, di giovani
artisti e/o gruppi artistici di arte pubblica e Land Art; saranno realizzati interventi formativi,
conferenze, workshop loro dedicati. A conclusione del percorso saranno realizzati dei progetti
artistici (performance, allestimenti, installazioni o esibizioni) che saranno presentati nel corso di una
manifestazione–evento.
Il bando completo è disponibile nella sezione bandi del sito del Comune di Pordenone :
www.comune.pordenone.it/bandi

La presentazione delle domande scade il 30 aprile 2012 nelle modalità indicate.
Il bando è unico ed è rivolto ai giovani artisti e professionisti sia del Comune di Pordenone che del
Comune di Belluno.




Pordenone: Progettare il verde su terrazzi e balconi


 

Ennesima iniziativa in  concomitanza con la stagione primaverile 

L’Associazione “La Compagnia delle Rose”, con il patrocinio e la collaborazione del

Comune di Pordenone e di GEA SpA organizza mercoledì 28 marzo  alle ore 16,45

nell’Auditorium della Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea “A.Pizzinato” del Parco Galvani a Pordenone in viale Dante 33, l’incontro sul tema:

‘Il verde in terrazzo: progettare il verde su terrazzi e balconi’.

 L’arch. Annalisa Marini, paesaggista di AIAPP (Associazione Italiana di Architettura

del Paesaggio) proporrà spunti interessanti ed anche non convenzionali su come si possa rendere il proprio terrazzo o balcone un vero e proprio ‘paradiso’ a portata di mano, con una attenta valutazione degli spazi, dei materiali ed arredi e, aspetto significativo, con l’utilizzo migliore di piante idonee al luogo, al clima e.…alla   disponibilità di tempo da dedicarvi.

Per valutare meglio gli aspetti legati alle piante, interverrà, con le sue osservazioni agronomiche, anche la dott.ssa Cristina Comisini di GEA spa, che potrà rispondere alle domande di carattere botanico